^

Retinolo - il primo di una fila di vitamine per la pelle

, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La triste esperienza degli eschimesi e degli egiziani di successo furono spiegati solo verso la metà del XX secolo. Nel 1930 Moore (Moore) sintetizzò il retinolo dai carotenoidi e iniziò a studiarne l'effetto sul corpo. E solo nel 1943 fu finalmente dimostrato che era il retinolo il colpevole dell'infelicità degli intrepidi esploratori artici e dell'ultima speranza dei ciechi egiziani. L'articolo di Moore e Rohdal, pubblicato su Biochemical Journal, è stato davvero sensazionale. Si è scoperto che il fegato di orso polare contiene così tanto retinolo (18.000-27.000 UI / g) che il consumo anche di un piccolo pezzo (diciamo 250 g) supera la norma giornaliera del retinolo di oltre 1000 volte.

La carenza di retinolo non è meno pericolosa del suo eccesso. L'assunzione inadeguata di retinolo nel corpo porta infine a una perdita irreversibile della vista, una diminuzione della resistenza alle infezioni, l'emergere di ogni sorta di problemi della pelle e persino la morte. Sostanze necessarie per la vita normale e persino per l'esistenza stessa del corpo umano, gli scienziati chiamavano "vitamine" (dalla vita latina - vita) per enfatizzare il loro significato. Il retinolo è diventato il primo della loro serie, ricevendo il titolo onorifico di vitamina A.

Le cellule sono molto sensibili alla concentrazione di retinolo, e qualsiasi, anche una leggera deviazione dalla norma influenza la loro attività vitale. L'organismo dei mammiferi ha un sistema affidabile di regolazione, che consente di controllare e mantenere la concentrazione di retinolo al livello adeguato. La vitamina A viene sintetizzata nelle cellule della mucosa intestinale dal beta-carotene, che viene fornito con cibo vegetale. Qui, con la partecipazione dell'enzima diossigenasi, il beta-carotene viene diviso in due molecole retiniche, che vengono quindi ridotte a retinolo. La quantità di retinolo sintetizzato è strettamente regolata per prevenire l'intossicazione del corpo. Inoltre, il retinolo entra nel fegato, dove viene depositato nelle cellule stellate principalmente come esteri. Quindi, se necessario, il retinolo viene consegnato ad altri organi, inclusa la pelle.

Il meccanismo di regolazione cellulare del metabolismo dei retinoidi è un sistema complesso ma preciso e ben consolidato. Include una varietà di enzimi e proteine leganti che forniscono la cattura, il metabolismo, la deposizione e il trasporto dei retinoidi all'interno della cellula.

Nel corso del tempo, gli scienziati hanno trovato sostanze che hanno effetti simili alla vitamina A. Composti sintetici e naturali, il cui meccanismo d'azione è simile al retinolo, hanno cominciato a essere chiamati retinoidi e usati per trattare una varietà di malattie, tra cui le malattie della pelle.

trusted-source[1]

Il retinolo ringiovanisce la pelle

Essendo un derivato della vitamina A, il retinolo stimola la produzione di collagene, un componente naturale del derma, che rende la pelle più giovane. I risultati di uno dei numerosi studi hanno dimostrato che 36 donne di età pari o superiore a 80 anni che hanno applicato un unguento con retinolo allo 0,4% sulla pelle della mano, dopo 24 settimane, hanno evidenziato cambiamenti nella condizione della pelle. La chiazza di pelle sulla quale è stato applicato l'unguento con retinolo è diventata più liscia, elastica ed elastica.

Il retinolo rende la pelle più sana

Il retinolo consente di eliminare la depigmentazione, le linee e le rughe, correggere la struttura della pelle, per allineare tono e colore. Come risultato dell'uso del retinolo, la pelle appare più sana e più uniforme.

Il retinolo stimola la sostituzione cellulare

L'esfoliazione regolare è garanzia di una pelle dall'aspetto giovane: le cellule morte vengono rimosse e nuove cellule sane formano lo strato superficiale della pelle. Grazie alla regolare esfoliazione, la pelle diventa più liscia e una varietà di cosmetici lavora in modo più efficiente, penetrando liberamente negli strati più profondi della pelle. Lo strato di cellule morte non consente agli ingredienti benefici di penetrare in profondità nella pelle.

Retinolo tratta l'acne

Retinolo non solo riduce i segni dell'invecchiamento della pelle, ma aiuta anche a risolvere il problema con l'acne, dicono i dermatologi. L'acne colpisce quasi il 50% delle donne adulte e trattare l'invecchiamento della pelle da acne può essere un problema davvero difficile. Fortunatamente, grazie alle proprietà esfolianti del retinolo, la sua azione consente di curare l'acne: le cellule morte regolarmente rimosse non ostruiscono i pori, che influisce maggiormente sulla condizione della pelle soggetta ad acne.

Il retinolo è più sicuro dei retinoidi

Essendo, come il retinolo, i derivati della vitamina A, i retinoidi sono disponibili solo su raccomandazione di un dermatologo. Sebbene i retinoidi siano molto più efficaci dei farmaci venduti in farmacia senza prescrizione medica, presentano un inconveniente significativo: l'uso dei retinoidi può causare irritazione e arrossamento della pelle. Il retinolo, allo stesso tempo, agisce sulla pelle molto più morbida, trasformandosi in acido retinoico - un ingrediente chiave nei farmaci prescritti da un dermatologo - lentamente e gradualmente. Retinolo è l'ideale per le donne con pelle sensibile, incline all'irritazione.

Cosmetici retinoici

La prima azienda che ha preso la libertà di rilasciare un rimedio acido riminoico per il mercato cosmetico è stata Ortho Parmaceutical Corp., una sussidiaria interamente di proprietà

Johnson & Johnson. Nel 1971, al pubblico è stata presentata una preparazione per il trattamento dell'acne "Retin-A" (tretinoina allo 0,1%), che ha rapidamente guadagnato popolarità. Dopo 25 anni, nel 1996, Ortho Parmaceutical rilasciò un altro rimedio, Renova, progettato per prevenire i cambiamenti senili della pelle e il recupero dal fotodanneggiamento. "Renova" contiene tretinoina allo 0,05%, racchiuso in una base di crema morbida, ed è usato per combattere rughe sottili e iperpigmentazione. I consumatori apprezzarono i farmaci retinoici e una serie di successo di Ortho Parmaceutical fu seguita (anche se con grande cura) da un certo numero di altre società. I cosmetici Retinovaya si mescolavano molto accuratamente con la moderna cosmetologia, i fotogrammi delle famiglie invasi gradualmente e le caratteristiche acquisite della disciplina medica.

I retinoidi penetrano la pelle direttamente attraverso lo strato corneo (la via transepidermica) o attraverso i dotti escretori delle ghiandole (la via transfollicolare). Nella pelle, viene creato un gradiente di concentrazione retinoide, che diminuisce verso il derma. Nell'epidermide, i retinoidi controllano i processi di cheratinizzazione e pigmentazione e nello strato dermico contribuiscono al ripristino della matrice intercellulare, degradando gradualmente durante l'invecchiamento o l'irradiazione UV. La via transfollicolare consente di ottenere una maggiore concentrazione di retinoidi direttamente nei follicoli, che è particolarmente utile nel trattamento delle patologie follicolari, ad esempio l'acne.

Ogni anno, le principali riviste dermatologiche del mondo pubblicano i risultati degli studi sui farmaci retinoici, compresi quelli cosmetici. Gli studi clinici a lungo termine che comportano analisi istologiche parallele sono di grande valore, il che rende possibile confrontare gli effetti visibili con i cambiamenti morfologici della pelle.

Per una pulizia più profonda, è possibile utilizzare speciali peeling superficiali, ammorbidire lo strato corneo e rimuovere le cellule morte. Molto spesso questi peeling includono acidi della frutta (glicole pi-lingas) e agenti peeling contenenti enzimi (peeling enzimatici). Un'altra categoria di farmaci che compongono la serie di cosmetici sono quelli che leniscono, ammorbidiscono, nutrono, proteggono e rigenerano la pelle. Il loro compito è prevenire l'insorgenza di effetti collaterali associati all'azione del retinolo (eritema, infiammazione, arrossamento, ecc.) O alleviare le condizioni del paziente in caso di sensazioni sgradevoli già presenti.

Una condizione indispensabile quando si utilizza una serie di cosmetici è una chiara osservanza della sequenza di applicazione dei preparati. Solo in questo caso è possibile ottenere risultati positivi ed evitare complicazioni. Studi clinici dimostrano che un approccio così completo si giustifica pienamente nel caso di acne da lieve a moderata, pelle fotodametrica e sbiadita. La stampa medica ha anche riferito sul successo del trattamento delle strie bianche mediante una combinazione di preparati contenenti acido glicolico (20%) e tretinoina (0,05%) in una base di crema morbida.

Complicazioni e controindicazioni all'uso di cosmetici retinoici

Quando si utilizzano i cosmetici retinoici in alcuni casi, arrossamento della pelle, peeling temporaneo, raramente - vesciche, aumento della sensibilità alla luce solare. Questo dovrebbe essere preso in considerazione quando si sviluppa la formulazione, se possibile, selezionando i componenti in modo tale da ridurre il rischio di effetti collaterali. Tra le controindicazioni all'uso dei cosmetici retinoici - il ricevimento simultaneo di farmaci fotosensibilizzanti dai gruppi di tiazidici, tetracicline, fluorochinoloni, fenotiazine, sulfonamidi.

Vorrei soprattutto notare il problema dell'utilizzo di cosmetici retinoici in donne in gravidanza. Nonostante il fatto che la concentrazione di retinoidi nei prodotti cosmetici sia piccola e si ritiene che non siano praticamente assorbiti nel sangue, è meglio essere riassicurati e astenersi dall'utilizzarli. Va ricordato che la vitamina A ha un forte effetto teratogeno e che i medicinali retinoici per le donne incinte sono categoricamente controindicati.

trusted-source[2], [3], [4], [5], [6], [7]

È importante sapere!

La carenza di vitamina A è una malattia sistemica che colpisce le cellule e gli organi di tutto il corpo. I cambiamenti risultanti nella struttura dell'epitelio sono chiamati "metaplasia cheratonizing". Leggi di più...

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.