^
A
A
A

Gli scienziati hanno detto come aumentare la durata dell'erezione

 
, Editor medico
Ultima recensione: 30.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

27 September 2012, 09:00

Lo scienziato è da tempo a conoscenza dei fattori biochimici che causano l'erezione del pene, ma finora sono rimasti un mistero per quei fattori che lo supportano.

Un team di scienziati della Johns Hopkins University ha scoperto che le fantasie erotiche e l'irritazione delle zone erogene causano un'erezione, ma fornisce il suo ossido nitrico I, che viene rilasciato dalle terminazioni nervose del pene. Questa sostanza aumenta il flusso di sangue ai genitali e porta al gonfiore dei tessuti. Tuttavia, la durata di questa erezione dura solo pochi secondi. Questa scoperta è stata fatta da scienziati dieci anni fa.

Quindi gli specialisti hanno chiesto come mantenere la funzione erettile e come aumentarne la durata.

Quando un uomo viene visitato da fantasie sessuali o vede una ragazza carina, il cervello invia segnali alle ghiandole per la produzione di testosterone e che, entrando nel sangue, attiva i processi chimici che controllano i meccanismi biologici, che, se designati più semplicemente, sono chiamati una valvola.

Aprendo questa valvola, l'organo maschile si riempie di sangue e si ottiene un'erezione. La qualità dell'erezione dipende dal lavoro di questa valvola - è lui che fornisce ciò che si ottiene alla fine di tutti i processi biologici - sia sciabole sia lana di cotone morbida.

"Sapevamo già che l'ossido di azoto I, prodotto nelle terminazioni nervose, provoca un'erezione rilassando i muscoli che permettono al sangue di riempire il pene", afferma il coautore dello studio, il dott. Arthur Brunette.

I partecipanti all'esperimento di scienziati erano topi e ratti. Lo specialista è riuscito a stabilire che la soluzione di questo mistero risiede nell'azione dell'ossido nitrico I, che secernono i vasi sanguigni.

"Nel corso della ricerca, abbiamo stabilito che i meccanismi fisiologici dell'erezione possono essere paragonati al lavoro di un'auto. L'autista non può semplicemente accendere il motore e andare via. Per il movimento, è necessario spremere il pedale del gas e tenerlo premuto ", afferma Dr Brunette.

Quando un uomo sente la prima ondata di eccitazione, le terminazioni nervose dell'organo genitale portano al movimento attivo dei vasi sanguigni, che a loro volta iniziano il rilascio dell'ossido nitrico I. Questa connessione continua a sostenere l'erezione.

"Quando il sangue scorre all'organo riproduttivo, la riserva di ossido nitrico I, che si trova nelle pareti dei vasi sanguigni, entra in azione attiva e c'è una liberazione ancora maggiore", conclude il dott. Brunette.

Questo processo è basato su un aumento del flusso sanguigno, sotto la pressione di cui le cellule endoteliali delle pareti dei vasi secernono più ossido di azoto I.

Si noti che la debolezza sessuale può essere un presagio di problemi cardiaci.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6]

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.