^

Cosa succede se il bambino piange nel giardino?

, Editor medico
Ultima recensione: 01.06.2018
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Se un bambino piange nel giardino, i genitori dovrebbero essere pazienti e conoscere le caratteristiche del sistema nervoso del loro bambino. Tuttavia, se vuoi abituare il bambino all'asilo il più presto possibile, devi capire che l'adattamento completo non arriverà prima di due o tre mesi dopo che il bambino è entrato nell'asilo. Allora, cosa hai bisogno di sapere ai tuoi genitori?

Caratteristiche del sistema nervoso del bambino

I bambini sono diversi. Uno inizia subito a piangere nella scuola materna non appena la madre scompare dietro la porta, e poi si calma. Un altro bambino piange per tutto il giorno. Il terzo si ammala immediatamente - e questa è anche una forma di protesta contro una situazione sconosciuta. Per il bambino che si separa da sua madre e suo padre - tutta una tragedia. Può sopravvivere rapidamente se la situazione nella scuola materna gli piace. Ma se no, il bambino potrebbe non adattarsi alle condizioni che sono estranee a se stesso. Il risultato può essere una crisi isterica, un pianto costante nel giardino e frequenti malattie.

trusted-source[1], [2], [3]

Quali bambini si adattano meglio all'asilo?

Secondo le stime di educatori e psicologi infantili alle ambiente non familiare nella scuola materna è bambini migliore adattati da famiglie numerose, che sono nati e cresciuti in appartamenti comunali, dove il processo di formazione fin dall'inizio era basata su un partenariato di parità con i genitori (quando i genitori considerano il bambino un pari e sono lui da adulto).

Quando piangere può essere dannoso per la salute di un bambino

Studi americani dimostrano che il pianto può causare danni irreparabili al sistema nervoso del bambino. Abbiamo bisogno di dosare il pianto del bambino, dice la dottoressa di psicologia Penelope Leach. Ha esaminato circa 250 bambini e ha scoperto che piangere per più di 20 minuti consecutivi provoca un grave colpo alla salute del bambino. Ciò si applica non solo al pianto nell'asilo, ma anche all'educazione del bambino a casa. Quei bambini che piangono per più di 20 minuti, poi sperimentano più problemi durante la loro vita, perché si abituano all'idea che nessuno verrà a chiedere aiuto e non aiuterà. Inoltre, dice il dottor Leach, il pianto prolungato di bambini distrugge il loro cervello, che successivamente porta a problemi con i loro studi.

Quando un bambino piange, un ormone dello stress chiamato cortisolo prodotto dalle ghiandole surrenali è prodotto nel suo corpo. Questo cortisolo è l'ormone che può danneggiare il sistema nervoso del bambino. Più il pianto è lungo, più il cortisolo viene prodotto e più è probabile il danno alle cellule nervose.

"Non significa che un bambino non dovrebbe mai piangere o che i genitori dovrebbero preoccuparsi non appena un bambino inizia a piangere, tutti i bambini piangono, alcuni più di altri." Cattivo per i bambini non sta piangendo, ma il fatto che il bambino non riceve una risposta al suo pianto sull'aiuto ", scrive il dottor Leach nel suo libro.

Quando non puoi dare il bambino all'asilo?

I genitori dovrebbero sapere che i ragazzi dai 3 ai 5 anni sono molto più adattabili al nuovo ambiente rispetto alle ragazze della stessa età. Il periodo di tre anni è il più difficile per il bambino. A questa età c'è una rottura nella psiche, la formazione dell '"io" del bambino, questa è un'età critica per lui. Se, durante il periodo di maggiore vulnerabilità, portare il bambino all'asilo, la sua psiche può soffrire irreparabilmente, e il periodo di adattamento sarà prolungato per un lungo periodo - fino a sei mesi.

I bambini dai tre ai cinque anni sono molto difficili da separare dalla madre, poiché il loro rapporto con lei a questa età è il più forte. È molto rischioso strapparlo, deve essere in grado di farlo.

Non puoi dare il bambino all'asilo, se è spesso malato, questo stravolgerà completamente il sistema immunitario indebolito del bambino. Non puoi dare il bambino all'asilo, se è ancora molto piccolo e troppo difficile da separarsi da sua madre.

Come adattare correttamente un bambino ad un asilo?

Prima il bambino dovrebbe andare in un asilo con sua madre e vedere cosa fanno gli altri bambini lì. Basta lasciare il bambino all'asilo e passare un'intera giornata - inumano. Il sistema nervoso del bambino riceverà un potente colpo da cui ci vorrà molto tempo per riprendersi.

Mamma o papà dovrebbero assolutamente andare all'asilo con il bambino e stare nell'ambiente dei bambini. Il bambino sarà più rilassato se la madre è vicina. Quando i bambini sono in cammino, la madre può portare il bambino all'asilo in modo che possa camminare con loro senza separazione da sua madre. È necessario portare il bambino all'asilo anche la sera, in modo che possa vedere che i genitori prendono i bambini dopo il turno. È molto importante che il bambino sappia che verrà necessariamente per lui.

Che il bambino non abbia visto, come altri bambini piangano a separarsi da mamma, per tutta la prima settimana deve essere sfociato in un giardino per un'ora dopo - non alle 8.00 e alle 9.00. E hai bisogno di pre-alimentare la colazione del tuo bambino nel solito ambiente domestico, come nella scuola materna, può rifiutarsi di mangiare.

Durante la prima settimana, la mamma può stare con il bambino nel gruppo, in modo che si senta sicuro e capisca che nulla gli farà male. Ma non rimanere per tutto il giorno, ma prima per un paio d'ore, prima della passeggiata mattutina, poi partire con il bambino a casa. Allora il tempo nell'asilo può essere aumentato.

E finalmente nella seconda settimana puoi provare a lasciare il bambino da solo all'asilo, ma non per tutto il giorno, ma prima di pranzo. Quindi porta il bambino a casa.

Nella terza settimana il bambino può essere lasciato all'asilo per l'intera giornata. Durante questo periodo avrà il tempo di capire che nell'asilo non affronta nulla, ma al contrario, è interessante giocare con nuovi bambini, ascoltare racconti interessanti e condividere nuovi giocattoli.

Il grado di adattamento dei bambini all'asilo

Ogni bambino ha le sue peculiarità del sistema nervoso, quindi si adattano in modo diverso all'ambiente non familiare della scuola materna. Alcuni si abituano e si adattano rapidamente, altri sono molto difficili. Da quanto velocemente il bambino inizia a navigare in condizioni non familiari, puoi dividerli in tre grandi gruppi.

Il grado più difficile di adattamento

A causa di condizioni non familiari, può verificarsi un esaurimento nervoso nel bambino, piange a lungo e inconsolabilmente, partendo senza sua madre, inizia a ferire spesso e per molto tempo. Il bambino non vuole comunicare con nessuno che non sia i genitori, non vuole giocare nell'asilo con altri bambini, è chiuso e mal focalizzato. I giocattoli non possono divertirlo, il bambino li ordina uno per uno, senza fermarsi affatto. Non ha il desiderio di giocare, proprio come il desiderio di stabilire un contatto con altri bambini.

Non appena l'educatore dice qualcosa al bambino, può avere paura e iniziare a chiamare sua madre, piangendo o non reagendo affatto alle parole dell'insegnante.

Azioni dei genitori

Dobbiamo essere il più flessibili possibile con questo bambino, la prima o la seconda mamma dovrebbe essere con lui all'asilo e preferibilmente andare a un consulto con uno psicologo.

trusted-source[4], [5], [6]

Grado medio di adattamento

Un bambino simile può giocare con altri bambini, il pianto non è molto lungo, ma manifesta una protesta nascosta in un contesto non familiare. E si manifesta come frequenti malattie: raffreddori, tonsilliti, naso che cola, allergie. Quando la madre lascia il bambino da solo e se ne va, sperimenta un tempo relativamente breve, e poi inizia a giocare con altri bambini. Durante il giorno può avere esplosioni apparentemente irragionevoli di capricciosità, rabbia, aggressività o lacrime. Su questi sintomi si può capire che il bambino non si è ancora adattato correttamente.

Di solito tali bambini possono adattarsi al nuovo collettivo e agli educatori dei bambini per almeno un mese e mezzo.

Azioni dei genitori

La delicatezza di genitori ed educatori, conversazioni e spiegazioni, che riguardano la permanenza del bambino nella scuola materna. I genitori dovrebbero parlare con il bambino ogni giorno, scoprire quali eventi hanno avuto luogo nella scuola materna e smontarli secondo le ossa. I genitori dovrebbero anche tenersi in contatto con gli operatori sanitari in tempo utile per reagire a qualsiasi problema del bambino.

trusted-source[7], [8]

Alto grado di adattamento

Quando un bambino si adatta molto bene in un ambiente non familiare, i genitori e i badanti facilmente. Un buon adattamento significa che il bambino va volontariamente all'asilo, stabilisce rapidamente il contatto con i bambini, risponde in modo adeguato alle osservazioni degli educatori. Il periodo di adattamento per questi bambini è il più breve - meno di tre settimane. Il bambino non è quasi malato, vuol dire che sopporta tranquillamente le condizioni dell'asilo.

Un bambino con un buon grado di adattamento non è annoiato, non capriccioso, non piange. Sa come trovare un lavoro e coinvolgere altri bambini. Condivide tranquillamente i suoi giocattoli e il suo in compagnia di altri bambini. Un tale bambino si addormenta tranquillamente e si sveglia in tempo, non si innervosisce per una passeggiata.

Quando i genitori vengono, il bambino racconta volentieri gli eventi che hanno avuto luogo nella scuola materna.

Azioni dei genitori

Il fatto che il bambino tolleri relativamente facilmente la situazione nella scuola materna non significa che sia necessario fornirlo a te stesso. Nella prima settimana, devi ancora adattare il bambino, prepararlo all'asilo, parlare di nuovi bambini e di un zia educatore di qualcun altro. Al bambino dovrebbe essere detto perché va all'asilo e cosa lo sta aspettando lì. E soprattutto - per far sapere al bambino che mamma o papà lo porteranno necessariamente a casa dopo un turno.

Consigli per i genitori per un migliore adattamento dei bambini nel giardino

Se un bambino piange nel giardino, questo indica che ha bisogno di aiuto. Dopotutto, l'ometto è ancora così indifeso e il suo sistema nervoso è così fragile. Assicurati di chiedere all'insegnante quanto piange il tuo bambino e quando. Forse è molto turbato la mattina quando parti? Magari la sera, quando pensa che non lo porteranno via? O forse il bambino piange dopo aver dormito, perché il nuovo ambiente è a disagio per lui? A seconda della causa del pianto, puoi eliminarlo e calmare il bambino frustrato.

  1. Fai attenzione se il bambino piange dopo che la madre lo porta all'asilo o, forse, il pianto diventa più forte quando il padre lo porta all'asilo? Se il bambino piange di meno, quando un altro membro della famiglia (non la mamma) lo porta all'asilo, lascia che questo membro della famiglia (padre, nonno, sorella maggiore) lo porti via per ora. Quindi devi farlo finché il bambino non si adatta.
  2. Scopri dal caregiver quali giochi o giocattoli piacciono di più a tuo figlio. Forse si calma, andando a letto con il suo amato cavallo? O dopo aver parlato con la ragazza Irochka? O gli piace quando un insegnante gli legge una fiaba sul galletto d'oro? Questi metodi dovrebbero essere usati quando il bambino piange nel giardino.
  3. Non tacere, parla con tuo figlio, anche se è ancora piccolo e non può parlare con te. Quando mamma e papà parlano con il bambino, spiegano qualcosa, condividono le loro impressioni, il bambino si calma e piange molto meno spesso. Molto bene, quando sulla strada per la scuola materna la madre racconta al bambino la cosa interessante che attende il bambino nel gruppo. E sulla via di casa, anche qualcosa dice al bambino, chiede come ha trascorso la giornata.
  4. Puoi dare il tuo bambino nel giardino della sua bambola preferita o orso - un giocattolo con cui si sente più protetto. Un tale giocattolo si troverà sicuramente in ogni bambino. Questo è un metodo particolarmente valido se il bambino ha un grado di adattamento severo o moderato a un ambiente non familiare. Puoi anche dare al tuo bambino la sua cosa preferita: un vestito, un asciugamano, un fazzoletto, le pantofole preferite. Con questi oggetti, il bambino si sentirà un po 'più a suo agio - con lui, come un pezzo dell'ambiente domestico familiare.
  5. C'è un altro modo meraviglioso per ammorbidire l'adattamento del bambino nella scuola materna. Puoi dare al bambino una chiave e dire che questa è la chiave dell'appartamento. Puoi dire a tuo figlio che ora la chiave dell'appartamento (casa) sarà solo con lui e senza quella chiave, mamma o papà non potranno tornare a casa fino a quando non prenderanno il loro bambino dall'asilo. Questa è una mossa molto buona che aiuterà il bambino a sentirsi importante e necessario. Ciò aiuterà anche il bambino ad acquisire ulteriore fiducia in se stesso e che i genitori lo porteranno necessariamente fuori dalla scuola materna il prima possibile. Questa chiave dovrebbe trovarsi al posto del bambino in un posto tale che il bambino possa prenderlo e associarlo con l'arrivo dei genitori. Questo gli darà fiducia in quei momenti in cui il bambino piange nell'asilo.
  6. Quando i genitori portano un bambino fuori dalla scuola materna, non dovrebbero essere di fretta, nervosi o urlanti. Anche se i genitori sono nervosi in silenzio, il bambino legge immediatamente queste emozioni e le ripete. Dopotutto, la relazione del bambino con i genitori a questa età è molto forte. Per tuo figlio non ti arrabbi e non piangere, cerca di essere di buon umore e buona salute.
  7. Non reagire alle prime lacrime e ai capricci del bambino. Comprenderà rapidamente che in questo modo può essere manipolato da sua madre e suo padre. Siate fermi nelle vostre intenzioni e non allontanatevi da loro. Se decidi di trasformare il bambino in un asilo nido, sopravvivi con lui il primo mese di adattamento (e forse più a lungo) e reagisci sensibilmente ai suoi bisogni e problemi. La tua fermezza e buona volontà aiuteranno il tuo bambino a trovare la pace in un ambiente insolito.
  8. Pensa ad una buona tradizione quando saluti tuo figlio, lasciandolo in giardino. Insegnagli a mandare un bacio o baciare il bambino sulla guancia, accarezzarlo sulla schiena, dare un altro segno convenzionale che parla dell'amore per il bambino. Questo scambio di segni "Ti amo" calma il bambino, gli dà un senso di sicurezza, nonostante il fatto che la mia amata madre (papà) ora se ne vada.

Se un bambino piange all'asilo, i genitori possono salvarlo da qualsiasi problema con pazienza, amore e cura. Dopotutto, il periodo di adattamento era una volta il loro.

È importante sapere!

I genitori prestano poca attenzione al problema dell'adattamento all'asilo, ahimè, questo è vero. Perché il bambino ha frequenti raffreddori, malattie respiratorie, malumore e pianto forte e isterico prima di andare all'asilo? Leggi di più...

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.