^

Gestione del periodo postpartum

, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Nonostante il fatto che il periodo postpartum si riferisca allo stato fisiologico, richiede un atteggiamento serio nei confronti di se stesso. Lo stato di salute del puerpera, la resistenza dell'organismo a una possibile infezione, il normale decorso dell'involuzione dell'utero e la lattogenesi dipendono in larga misura da un regime igienico ben organizzato nel periodo postpartum.

Negli ultimi decenni, l'esperienza acquisita nella pratica ostetrica ha confermato in modo convincente la razionalità della gestione attiva del normale periodo postpartum. Ciò significa che dopo 6-8 e al massimo dopo 12 ore si alza la puerpera, si serve da sola. Tale tattica attiva contribuisce a una significativa riduzione della frequenza di subinvoluzione e utero, miglioramento della lattazione, assenza quasi completa di tromboflebite postpartum.

I seguenti principi di gestione postpartum sono distinti:

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8], [9], [10], [11], [12], [13]

Mantenimento del normale stato di salute di madre e figlio

Valutazione delle condizioni della madre, misurazione e registrazione della temperatura corporea, pressione arteriosa, determinazione della natura e frequenza cardiaca. Prestare attenzione alle ghiandole mammarie: determinare la loro forma, possibile congestione, lo stato dei capezzoli, la presenza di crepe in loro; -

Monitoraggio costante degli scarichi postpartum (lochia) e dell'involuzione dell'utero.

Intervalli di tempo:

  • durante le prime due ore - ogni 15 minuti;
  • durante la terza ora - ogni 30 minuti;
  • per le prossime tre ore - ogni 60 minuti;
  • durante l'ulteriore soggiorno nel dipartimento postpartum
  • una volta al giorno.

Standing altezza utero sopra il metro misurata vagina, in cui la vescica deve essere svuotato del suo formato sul primo giorno di 15-16 cm. Calo giorno da 2 cm fundal al 10 giorno del periodo postnatale sopra vagina normale non è determinata. L'utero alla palpazione sono in genere indolore, mobili, denso, regolare svuotamento della vescica e dell'intestino promuove involuzione attiva dell'utero.

Informazioni più affidabili sui processi involutivi nell'utero nel periodo postpartum sono ottenute con ultrasuoni. In questo caso viene determinata la lunghezza, la larghezza, la dimensione antero-posteriore dell'utero, viene esaminata la cavità uterina, vengono valutate le sue dimensioni e il suo contenuto.

L'immagine ecografica dell'utero post-partum dipende dal metodo di consegna: eseguire esercizi postparto.

Supporto per l'allattamento al seno precoce

Allo stato attuale, l'efficacia dell'applicazione precoce del neonato al seno della madre, cioè nelle prime 2 ore, è teoricamente dimostrata e confermata dalla pratica:

  • provoca emozioni positive nella madre, previene l'ipogalassia e promuove il miglior apporto di componenti immunitari dal sangue della madre attraverso la barriera del seno e del latte al corpo del neonato;
  • Contatto "pelle a pelle" e l'attaccamento precoce del neonato al seno, stanza rooming-in madre e neonato, la scelta della madre della posizione durante l'allattamento che è più comodo per lei, e per il bambino, che contribuisce ad un'alimentazione lunga e di successo - questa connessione emotiva e dà al puerpera l'opportunità di rivelare i suoi sentimenti materni;
  • protegge il neonato dalle infezioni.

Per oggi è consentito un programma di alimentazione flessibile. Un tale regime significa una quantità ragionevole di alimentazione in determinati momenti e la cessazione dell'alimentazione notturna se il bambino si abitua ad esso. Gli intervalli tra le poppate aumentano all'aumentare del peso del bambino.

Supporto per il senso di fiducia in se stessi della madre

Fornendo alla madre informazioni accurate e complete durante tutto il periodo post-partum riguardo alle sue condizioni e alle condizioni del neonato, le capacità acquisite di cure di qualità e supervisione del bambino aumenteranno il senso di autostima e forniranno anche l'opportunità di cercare aiuto in modo tempestivo se necessario.

Svolgimento di consulenza sulla pianificazione familiare e l'assistenza all'infanzia dopo la dimissione

Lo scarico del puerpera dall'ospedale è effettuato:

  • dopo una valutazione obiettiva delle condizioni della madre: nessun disturbo, emodinamica stabile, assenza di sanguinamento, nessun segno di infezione. Non ci sono prove a favore della necessità di ecografia di routine degli organi pelvici delle donne nel periodo postpartum;
  • dopo che alla madre viene insegnato come prendersi cura del bambino. In assenza di deviazioni dal decorso fisiologico del periodo postpartum, il paterno e il neonato vengono dimessi a casa il terzo giorno;
  • dopo che la madre è stata consultata sull'alimentazione infantile, sulla contraccezione dopo il parto e sui principali sintomi minacciosi del periodo postpartum.

Sintomi minacciosi nelle donne dopo il parto:

  • sanguinamento dalla vagina (utilizzare 2-3 pad in 30 minuti);
  • aumento della temperatura corporea;
  • difficoltà a respirare;
  • dolore addominale;
  • dolore alle ghiandole mammarie e ai capezzoli;
  • dolore nel perineo;
  • Scarico purulento (con un odore sgradevole) dalla vagina.

Condizioni minacciose del bambino, per le quali è necessario un aiuto

  • il bambino fa schifo;
  • il bambino è pigro o agitato;
  • il bambino ha convulsioni;
  • il bambino ha un disturbo respiratorio;
  • il bambino ha ipertermia o ipotermia;
  • viene determinato l'edema, iperemia o suppurazione della ferita ombelicale;
  • incontinenza urinaria, dolore (difficoltà) con la minzione;
  • il bambino ha vomito o diarrea.

trusted-source[14], [15], [16], [17], [18], [19]

È importante sapere!

Nel caso della possibilità di prolungamento della gravidanza, il trattamento deve essere volto, da un lato, la soppressione dell'attività uterina, e dall'altro - sull'induzione di maturazione polmone del tessuto fetale (nel periodo 28-34 settimane di gravidanza). Inoltre, è necessario correggere il processo patologico, che ha causato la nascita prematura. Leggi di più...

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.