^
A
A
A

Infiammazione delle ghiandole paraanale nei gatti

 
, Editor medico
Ultima recensione: 25.02.2021
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

I proprietari di animali domestici possono affrontare un problema come l'infiammazione delle ghiandole paraanale nei gatti, che è irto di conseguenze negative e richiede un trattamento immediatamente dopo il suo rilevamento.

Le cause infiammazione delle ghiandole paraanale nei gatti

La maggior parte dei mammiferi, compresa la famiglia felina, ha un paio di sacche anali (sacs) tra i muscoli dello sfintere anale, delimitate da tessuto connettivo e rivestite di epitelio squamoso all'interno. Sono chiamati seni paraanal o seni (sinus paranalis) e nelle loro pareti ci sono le ghiandole: sebacee e apocrine. Ogni seno ha un condotto stretto e corto che si apre sul lato del bordo interno dell'ano.

I seni paranal contengono secrezioni di ghiandole e cellule di epitelio esfoliato, e questo segreto con un odore estremamente sgradevole (con cui i felini segnano "il loro territorio" e le feci) può essere di diversa consistenza - da liquido a molto denso. La maggior parte dei gatti è in grado di liberare sistematicamente le ghiandole da questa secrezione da sola: viene secreta durante i movimenti intestinali, quando le feci solide e le contrazioni dello sfintere esterno dell'ano vengono esercitate sul seno.

Ma alcuni animali domestici possono avere problemi sotto forma di un aumento dei seni paranalari e della loro infiammazione.

Come notato dai veterinari, le cause più comuni di sacculite o sinusite paraanale, cioè l'infiammazione delle ghiandole / dei seni paraanale, è un blocco dei dotti dei seni paraanale e una violazione della loro pervietà, che porta al ristagno delle secrezioni.

Fattori di rischio

I principali fattori di rischio per lo sviluppo dell'infiammazione delle ghiandole / dei seni paranasali includono:

  • Costipazione cronica o movimenti intestinali allentati (diarrea)
  • elmintiasi intestinale (comprese quelle derivanti dall'alimentazione di gatti con carne e pesce crudi);
  • violazione del microbiota intestinale obbligato di varie eziologie;
  • ipodynamia e obesità;
  • cibo troppo morbido;
  • presenza di allergie alimentari;
  • diminuzione del tono muscolare dello sfintere anale;
  • trauma alla regione anale con danni ai dotti dei seni paraanale;
  • predisposizione ereditaria.

Patogenesi

Il meccanismo di sviluppo del processo infiammatorio - la patogenesi della sinusite paraanale - è spiegato dal fatto che nella secrezione accumulata inizia un'intensa moltiplicazione di batteri condizionatamente patogeni che erano inizialmente presenti in essa e microrganismi patogeni che entrano dal retto.

Ma perché le ghiandole di alcuni animali producono una secrezione troppo densa, o c'è una maggiore produzione di essa, i veterinari non lo sanno ancora.

Sintomi infiammazione delle ghiandole paraanale nei gatti

I primi segni di infiammazione delle ghiandole paraanale / dei seni sono più frequenti e la leccatura prolungata dell'inguine da parte del gatto. Anche nella prima fase

L'animale può dimostrare il suo disagio durante la defecazione defecando fuori dal vassoio.

Il forte prurito nella zona anale nella fase successiva della malattia si manifesta con un comportamento irrequieto e tenta di calmarlo, "rotolando" sulla schiena (seduto sul pavimento, sollevando la coda e allungando le zampe posteriori in avanti).

Inoltre, i sintomi includono scarso appetito nell'animale, ridotta attività locomotoria e rigidità nella parte posteriore quando si cammina. Potrebbe esserci una scarica densa e leggermente maleodorante da sotto la coda e l'area intorno all'ano può essere gonfia e arrossata. Su uno o entrambi i lati dell'ano, sotto la pelle, ci sono aree sporgenti che sono difficili al tatto e abbastanza dolorose per l'animale.

Complicazioni e conseguenze

Le complicazioni e le conseguenze più gravi di tale infiammazione sono lo sviluppo di un ascesso, il suo sfondamento (con fuoriuscita di pus e icore e la possibile diffusione dell'infezione nella cavità pelvica) e la formazione di una fistola perianale, cioè una fistola.

Con una fistola nei tessuti che circondano l'ano, nell'ano (a volte con la cattura di una parte significativa dello sfintere) o nel retto, appare una ferita con secrezione sierosa e un cattivo odore.

Diagnostica infiammazione delle ghiandole paraanale nei gatti

Gli esperti fanno la diagnosi di tale infiammazione sulla base dell'esame e dei sintomi presenti.

Diagnosi differenziale

Viene eseguita la diagnostica differenziale con elmintiasi, infiammazione dei genitali e formazioni maligne di localizzazione anorettale.

Trattamento infiammazione delle ghiandole paraanale nei gatti

Se il gatto mostra segni di problemi alle ghiandole paraanale, è opportuno visitare un veterinario che possa aiutare professionalmente l'animale liberando manualmente i seni dalle secrezioni stagnanti ed effettuando l'appropriato trattamento antisettico.

È consentito utilizzare supposte rettali con ittiolo, che vengono somministrate due volte al giorno per una settimana. Il linimento di sintomicina o l'unguento Levomekol è anche usato per l'infiammazione delle ghiandole paraanale nei gatti.

L'infiammazione infettiva con formazione di pus viene trattata con antibiotici. I veterinari prescrivono farmaci come l'ampicillina o l'amoxicillina (amoxicillina con acido clavulanico); sospensione veterinaria per iniezioni sottocutanee e i / m Clavil (amoxicillina + clavulanato di potassio) - entro cinque-sette giorni, un'iniezione (la dose è calcolata dal peso corporeo dell'animale); Cefalen 1000 (Cephalexin) e Cefalen sospensione per somministrazione orale.

L'omeopatia per animali può essere utilizzata, in particolare, farmaci antinfiammatori con effetti analgesici e curativi, come Travmatin (sotto forma di soluzione iniettabile) o Trauma-gel (per uso esterno).

In assenza dell'effetto della terapia conservativa, il trattamento chirurgico viene eseguito come rimedio cardinale: rimozione dei seni paraanale. Questo intervento chirurgico è spesso complicato dal restringimento del retto o dall'incontinenza fecale.

Prevenzione

Le misure preventive si riferiscono ad alcuni fattori che aumentano il rischio di sviluppare un'infiammazione delle ghiandole paraanale.

In particolare, il gatto dovrebbe essere alleviato in tempo dai vermi, eventuali disturbi intestinali dovrebbero essere trattati e l'animale non dovrebbe essere sovralimentato in uno stato di obesità. Si raccomanda inoltre di introdurre una quantità sufficiente di fibre nella dieta - per aumentare il volume delle feci, che, durante i movimenti intestinali, eserciteranno una maggiore pressione sulle ghiandole, consentendo loro di purificarsi.

Previsione

Il trattamento tempestivo fornisce una prognosi favorevole per l'esito di questa infiammazione, sebbene la sua ricorrenza non sia esclusa. Ma nel caso di un ascesso, c'è una vera minaccia per la vita dell'animale.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.