^
A
A
A

Gli scienziati tedeschi stanno sviluppando trasmissioni live in 3D senza occhiali

 
, Editor medico
Ultima recensione: 16.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

28 September 2011, 11:04

Un nuovo sviluppo di scienziati tedeschi nel prossimo futuro consentirà di guardare le trasmissioni 3D in tempo reale senza occhiali.

Oggi, i possessori di TV 3D si accontentano di un elenco limitato di ingranaggi, poiché per ricevere immagini 3D, il filmato deve essere ulteriormente elaborato, quindi è impossibile guardare le trasmissioni 3D in tempo reale.

La tecnologia senza l'uso di occhiali, chiamata autostereoscopia, viene già applicata. Si basa sull'uso di lenti o di una barriera di parallasse, in modo che gli occhi sinistro e destro vedano un diverso numero di pixel, il che crea l'illusione del volume. Lo svantaggio di questo metodo risiede nell'elevato costo e nella distanza fissa tra lo spettatore e il televisore, la fatica degli occhi.

Un altro metodo consiste nello scatto simultaneo di un oggetto da parte di un gran numero di telecamere, che sono installate a diverse angolazioni, a seguito delle quali le immagini vengono riversate l'una sull'altra, creando un'immagine 3D. E più telecamere, più grande è il quadro, ma non è pratico, dice Frederick Cilli (Istituto Fraunhofer intitolato a Heinrich Hertz).

Gli scienziati hanno sviluppato un analizzatore stereoscopico (STAN), che può elaborare il filmato catturato in tempo reale e creare l'effetto di un tiro simultaneo di 25 telecamere. Questo sistema è un tablet su cui è installato il software per convertire il segnale in un formato stereo. Sfortunatamente, la velocità di conversione non è ancora sufficiente per una trasmissione su vasta scala di trasmissioni 3D, ma Frederick Cilli sostiene che questo problema verrà risolto nel prossimo futuro.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.