You are here

Per riposare è meglio in altri paesi

2016-04-12 10:00

In Gran Bretagna, gli esperti hanno scoperto che è meglio andare in vacanza in un altro paese o, in casi estremi, in un'altra città o villaggio. Secondo gli scienziati, lasciando solo i confini della propria città, una persona riposa completamente, rilassa, ripristina la forza e lo stato mentale. A conferma delle loro parole, un team di scienziati ha condotto un sondaggio a cui hanno preso parte più di 30 milioni di persone.

Di conseguenza, gli esperti hanno concluso che l'81% degli intervistati (coloro che hanno deciso di andare in vacanza in un altro paese) si sentiva fisicamente molto meglio, più riposato e calmo. Di tutti gli intervistati il 35% ha indicato che mentre era in vacanza in un altro paese lo stress prodotto durante il funzionamento, si ritirò, il 42% ha detto che dopo le vacanze per un lungo periodo di tempo si sente pieno di energia, il 10% ha segnalato un miglioramento della condizione della pelle, e il 6% vantava la perdita di peso .

Secondo gli esperti britannici, la ragione di tale cambiamento positivo per l'essere umano sta nel fatto che durante il viaggio si svolge un cambiamento di scenario - lontano dalle abitazioni umane nuove interessanti persone, nuovi posti, nuove esperienze, tutti i problemi, le preoccupazioni restano a casa, che è migliaia di chilometri di distanza.

A proposito, gli scienziati avvertono che una vacanza è necessaria affinché una persona mantenga la normale capacità lavorativa, inoltre, gli esperti hanno anche scoperto che rilassarsi dal lavoro ogni 62 giorni, ma, purtroppo, quanto tempo (diversi giorni, una settimana o un mese) è necessario per il ripristino delle forze degli scienziati non è stato segnalato.

Gli esperti sono sicuri che senza una vacanza una persona semplicemente "brucia" al lavoro, mentre la capacità lavorativa si deteriora ogni 2 mesi ed è necessario fare pause regolari nel lavoro. Gli scienziati hanno scoperto che oltre il 20% dei dipendenti soffre di varie malattie a causa del fatto che non hanno preso una vacanza per lungo tempo. I ricercatori hanno scoperto che quei dipendenti che preferiscono lasciare un risarcimento monetario sono più irritabili e aggressivi di quelli che non perdono le ferie annuali. I maniaci del lavoro spesso sviluppano l' insonnia, che porta solo ad un peggioramento delle tensioni emotive, di conseguenza, si verifica un "burnout interno".

In generale, il lavoro senza congedo ha un effetto negativo su tutto il corpo: diminuisce l'immunità, peggiora la salute generale, si sviluppano malattie croniche.

Vale la pena notare che oltre il 5% dei datori di lavoro negli Stati Uniti consente ai propri dipendenti di "vendere" vacanze all'interno dell'azienda, i. I dipendenti possono trasferire la loro vacanza in toto o in parte ai colleghi per una determinata ricompensa monetaria. Secondo il parere dei datori di lavoro, i dipendenti possono sostituirsi completamente al lavoro e il processo complessivo non ne risentirà minimamente.

Nel centro di ricerca, Superjob ha condotto un'indagine tra i lavoratori e ha scoperto che quasi la metà degli intervistati è pronta a vendere la propria vacanza ai colleghi e poco più del 40% non è contrario all'acquisto di ulteriori vacanze. Gli uomini sono più disposti a separarsi dal congedo per soldi rispetto alle donne, ma più una persona è anziana, meno è pronta a rinunciare al riposo.

È importante sapere!

La gravidanza e il mare: una domanda che preoccupa molte donne che si preparano a diventare mamme. Da un lato, sembra che un congedo di maternità su una spiaggia sabbiosa sia una grande opportunità per riprendersi e riposare completamente. Leggi di più...

Ultima revisione di: Alexey Portnov , esperto medico, su 20.05.2018

Il portale iLive non fornisce consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Le informazioni pubblicate sul portale sono solo di riferimento e non dovrebbero essere utilizzate senza consultare uno specialista.
Leggi attentamente le regole e norme del sito.

Copyright © 2011 - 2019 iLive. Tutti i diritti riservati.