^

Gruppi sanitari di neonati

, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il gruppo sanitario del neonato viene valutato alla dimissione dal reparto maternità.

  • Gruppo I-st: bambini sani da madri sane, gestosi di 1 metà della gravidanza.
  • 2 ° gruppo:
    • sottogruppo "A" - i figli di madri con un bacino stretto, i bambini con l'immaturità fisiologica, prematurità I livello, eritema tossica, sindrome edematosa di I grado, diploma post-termine che.
    • "B" del gruppo - complicata dalla storia somatica della madre: malattie respiratorie croniche, endocrinopatie, malattie del sistema cardiovascolare, malattie allergiche, malattie del sistema urinario. Complicato da patologie ostetrico-ginecologico madre anamnesi acute e croniche degli organi genitali, una consegna culatta, aspirazione, forcipe, taglio cesareo. Ipogalattia nella madre. L'asfissia lieve (punteggio di Apgar 6-7), il figlio di una gravidanza multipla, ritardo di crescita intrauterina del bambino, distorta II grado, i bambini di peso inferiore a 2000 g o 4000 g, più piccole anomalie anatomiche (più di 4-5) febbre transitoria, perdita patologica del peso corporeo (oltre l'8%).
  • Terzo gruppo - l'asfissia da moderata a grave, trauma della nascita, cefaloematoma, vena ombelicale cateterizzazione, prematurità III grado, embriofetopatii, malattia emorragica, malattia emolitica del neonato, infezioni intrauterine.
  • Il 4 ° e il 5 ° gruppo di salute sono appropriati in presenza di malformazioni congenite con segni di decompensazione pronunciata.

trusted-source[1], [2], [3]

Osservazione dell'erogazione di neonati sani

trusted-source[4], [5], [6]

Osservazione del pediatra distrettuale

1 ° gruppo di salute:

  • nei primi 3 giorni dopo la dimissione dalla maternità:
  • nel 18-20 ° giorno della vita;
  • il 28 ° e il 30 ° giorno di vita - una visita a un policlinico da parte di un bambino, al 2 ° mese di vita un bambino in buona salute visita il policlinico 2 volte, poi ogni mese.

2 ° gruppo di salute:

  • nei primi 3 giorni dopo la dimissione dalla maternità:
  • 14 ° giorno di vita:
  • 21 ° giorno di vita;
  • nel 28-30 ° giorno di vita - una visita a un policlinico da parte di un bambino, a 1 mese di età un bambino in buona salute visita il policlinico 2 volte e ogni mese.

3 ° gruppo di salute:

  • nel primo giorno dopo la dimissione dall'ospedale di maternità;
  • I neonati sono controllati dal capo del dipartimento;
  • Ogni 5 giorni durante il primo mese di vita i bambini vengono esaminati da un pediatra. Inoltre, l'osservazione è condotta sulla malattia di base insieme con gli specialisti stretti.
  • Il 4 ° e il 5 ° gruppo sono stati osservati per la principale malattia in ospedale.

Esame clinico e riabilitazione di neonati di diversi gruppi a rischio nel sito pediatrico

Gruppi a rischio di neonati (raccomandazioni metodologiche dell'URSS del 1984)

  • 1o gruppo - neonati con rischio di sviluppare patologia del SNC.
  • 2 ° gruppo - neonati a rischio di infezione intrauterina.
  • 3o gruppo - neonati con rischio di sviluppare disordini trofici e endocrinopatie.
  • Quarto gruppo: neonati con rischio di sviluppare organi e sistemi congeniti a volte.
  • 5 ° gruppo: neonati appartenenti al gruppo di rischio sociale.

Ci sono anche gruppi addizionali (secondo l'ordine della M3 RF n. 108 del 29.03.96 e le raccomandazioni metodologiche della città di Ivanovo dal 1988.

  • gruppo di rischio per sordità e sordità;
  • un gruppo a rischio per l'anemia;
  • gruppo di rischio per lo sviluppo della sindrome da morte improvvisa;
  • gruppo di rischio per lo sviluppo di malattie allergiche.

L'osservazione dell'erogazione di neonati di diversi gruppi di rischio nell'area pediatrica viene effettuata in modo differenziato.

trusted-source[7], [8], [9], [10], [11], [12], [13], [14]

1 ° gruppo - neonati con rischio di sviluppare la patologia del sistema nervoso centrale

Fattori di rischio:

  • l'età della madre è inferiore a 16 anni e superiore a 40 anni;
  • cattive abitudini e rischi professionali della madre;
  • patologia extragenitale della madre;
  • patologia della gravidanza e del parto (tossicosi, minaccia di interruzione, aborti, polidramnios, gravidanze multiple nella storia, parto prolungato o rapido);
  • toxoplasmosi e altre malattie infettive;
  • la massa del bambino è superiore a 4000 g;
  • resistenza, asfissia, stigma.

Piano di osservazione

  • Ispezione del pediatra distrettuale almeno 4 volte durante il primo mese di vita, poi mensile.
  • Esame con la partecipazione del capo del dipartimento entro e non oltre 3 mesi ed è obbligatorio per ogni malattia del bambino.
  • Un esame da un neurologo a 1 mese, poi ogni trimestre; un chirurgo, un oculista - secondo la testimonianza.
  • Controllo rigoroso del pediatra distrettuale, volto a rilevare la crescita della dimensione della testa, la definizione di sviluppo neuropsicologico.
  • Vaccini profilattici sotto il piano individuale dopo il permesso del neuropatologo.
  • Raggiunto l'anno in assenza di cambiamenti dal lato del sistema nervoso centrale, il bambino viene rimosso dal registro.

trusted-source[15], [16], [17], [18], [19], [20], [21], [22], [23], [24], [25], [26], [27], [28], [29], [30]

2o gruppo - neonati a rischio di infezione intrauterina

Fattori di rischio:

  • patologia extragenitale della madre;
  • malattie ginecologiche infiammatorie;
  • patologia del lavoro (lungo intervallo anidro, patologia placentare);
  • trasferito nell'III trimestre di gravidanza infettiva (rosolia,
  • toxoplasmosi, citomegalite, ARVI) e malattie batteriche;
  • prematurità, ritardo di crescita intrauterino (FARM).

Piano di osservazione

  • Ispezione da parte del pediatra distrettuale almeno 4 volte durante il primo mese, poi mensile; infermiera - 2 volte a settimana.
  • Esame precoce di laboratorio a 1 e 3 mesi (sangue, urina) e dopo ogni malattia.
  • Esame obbligatorio con il capo del dipartimento entro e non oltre 3 mesi dopo ogni malattia.
  • Misure di prevenzione, diagnosi precoce e trattamento della disbiosi.
  • In assenza di sintomi di infezione intrauterina, il bambino viene rimosso dalla clinica a 3 mesi di età.

trusted-source[31], [32], [33], [34], [35], [36], [37], [38]

3o gruppo: neonati con rischio di sviluppare disordini trofici e endocrinopatia

Fattori di rischio:

  • patologia extragenitale della madre (diabete, ipotiroidismo,
  • obesità, ipertensione);
  • aborto precedente;
  • patologia della gravidanza (tossicosi grave);
  • parto dalla quarta o più gravidanza;
  • grande peso alla nascita, ipotrofia, immaturità, bambini dai gemelli;
  • ipogalassia nella madre, alimentazione artificiale precoce, sindrome da malassorbimento;
  • bambini con sgabelli instabili;
  • cattive abitudini della madre (fumo).

Piano di osservazione

  • Ispezione del pediatra distrettuale almeno 4 volte durante il primo mese, poi mensile.
  • Il capo del dipartimento esamina il bambino entro e non oltre i 3 mesi.
  • Ispezione da un endocrinologo almeno 2 volte durante il primo anno di vita (nel primo trimestre e 12 mesi).
  • Lotta per l'alimentazione naturale fino a 1,5-2 anni.
  • Esame clinico durante il primo anno di vita. In assenza di patologia, il bambino viene rimosso dal registro.

trusted-source[39], [40], [41], [42], [43], [44], [45], [46]

4 ° gruppo: neonati con rischio di sviluppare malformazioni congenite dei primi organi e sistemi

Fattori di rischio:

  • presenza di malformazioni congenite nei coniugi o loro parenti;
  • precedente nascita di bambini con malformazioni congenite;
  • matrimonio inanimato;
  • età della madre oltre 35 anni;
  • nocività professionale dei genitori;
  • cattive abitudini dei genitori;
  • uso di medicine nella prima metà di gravidanza;
  • patologia della gravidanza (tossicosi della prima metà della gravidanza più minaccia di interruzione, ARVI in 1 trimestre di gravidanza;
  • diabete mellito in donne in gravidanza;
  • la rosolia trasferita o il contatto con il paziente nel primo trimestre di gravidanza;
  • aborti spontanei nell'anamnesi;
  • il numero di stimmi è più di cinque;
  • polidramnios acutamente in via di sviluppo.

Piano di osservazione

  • Indagine del pediatra distrettuale 4 volte durante il primo mese di vita, poi mensile.
  • Analisi delle urine a 1 mese, poi a cadenza trimestrale e dopo ogni malattia.
  • Consultazioni di specialisti stretti (oculista, cardiologo, genetista) nel primo periodo al minimo sospetto della possibilità di patologia nel bambino.
  • Ritiro dalla registrazione del dispensario all'età di 1 anno in assenza di sintomi clinici della malattia.

trusted-source[47], [48], [49], [50], [51], [52], [53], [54], [55]

5 ° gruppo: neonati del gruppo a rischio sociale

Fattori di rischio:

  • condizioni sociali e di vita insoddisfacenti;
  • famiglie incomplete e grandi;
  • famiglie con scarso clima psicologico;
  • famiglie di studenti.

Piano di osservazione

  • Ispezione del pediatra distrettuale 4 volte durante il primo mese di vita, poi una volta al mese 1-2 volte.
  • Controllo dall'infermiera di distretto per l'effettivo luogo di residenza del minore.
  • Partecipazione del capo del dipartimento alla supervisione preventiva del bambino.
  • Ricovero ospedaliero obbligatorio in caso di malattia.
  • Registrazione anticipata nel DDU (nel primo anno di vita), preferibilmente con una permanenza 24 ore su 24.
  • Nei casi necessari - privando la madre dei diritti dei genitori.

trusted-source[56], [57], [58], [59]

Gruppo di rischio udito e sordità

Fattori di rischio:

  • malattie virali infettive della madre durante la gravidanza (rosolia, influenza, citomegalovirus o infezione da herpesvirus, toxoplasmosi); toxicosis di gravidanza;
  • asfiksija;
  • danno alla nascita intrauterino;
  • Iperbilirubinemia (più di 200 μmol / l);
  • malattia emolitica del neonato;
  • peso alla nascita inferiore a 1500 g;
  • prematurità;
  • farmaci ototossici assunti dalla madre durante la gravidanza;
  • età gestazionale più di 40 settimane;
  • malattie ereditarie nella madre, accompagnate da una lesione dell'analizzatore uditivo.

Piano di osservazione

  • I neonati di questo gruppo di rischio sono osservati da un pediatra in collaborazione con un otorinolaringoiatra che lo esamina a 1, 4, 6 e 12 mesi e esegue un test di isolamento acustico.
  • Sulla raccomandazione dell'otorinolaringoiatra - impedanceometry con riflesso acustico, consultazione dell'audiologo.
  • Monitoraggio attento dello sviluppo dell'analizzatore uditivo.
  • Evitare la nomina di aminoglicosidi, farmaci ototossici (furosemide, chinino, gocce per le orecchie, sfradex, anauran, garazon).
  • Supervisione fino a 18 anni.

Gruppo di rischio per lo sviluppo dell'anemia

Fattori di rischio:

  • violazione della circolazione sanguigna utero-placentare, insufficienza placentare (tossicosi, minaccia di interruzione, ritenzione di gravidanza, ipossia, esacerbazione di malattie somatiche e infettive):
  • fetomaterinsky e emorragie fetoplacentose;
  • gravidanze multiple;
  • melena intrauterina;
  • prematurità;
  • fertilità multipla;
  • carenza di ferro profonda e prolungata nel corpo di una donna incinta;
  • legatura prematura o tardiva del cordone ombelicale;
  • emorragie intrapartum;
  • prematurità;
  • bambini grandi;
  • bambini con anomalie della costituzione;
  • sindrome da malassorbimento, malattie intestinali croniche.

Piano di osservazione

  • Pediatra fino a 3 mesi 2 volte al mese.
  • L'analisi generale o comune di un sangue in 3, 6. 12 mesi. In precedenza dalle indicazioni.
  • Studio del ferro sierico, capacità totale legante del ferro nel siero (OZHSS).
  • Elettrocardiografia (ECG).
  • Consultazioni di specialisti stretti (cardiologo, gastroenterologo) secondo indizi.
  • Introduzione precoce di additivi alimentari (succo, purea di frutta, carne macinata).
  • Per l'alimentazione artificiale, si raccomandano miscele adattate contenenti ferro.
  • Scopo della ferroterapia dopo la conferma della carenza di ferro.
  • Supervisione fino a 1 anno.
  • Gruppo di rischio per lo sviluppo della sindrome da morte improvvisa.

Fattori di rischio:

  • atteggiamento negativo della madre al bambino;
  • condizioni abitative avverse;
  • famiglia monoparentale;
  • matrimonio non registrato;
  • alcolismo, fumo dei genitori:
  • basso livello di istruzione della famiglia;
  • giovane età di madre;
  • prematurità, nascita con un peso inferiore a 2000 g;
  • FRATELLI;
  • bambini dei primi 3 mesi di vita che hanno sofferto di malattie acute;
  • bambini con infezione intrauterina;
  • bambini con malformazioni congenite di organi vitali.

Piano di osservazione

  • Quando si tratta del patrocinio prenatale o primario del neonato, scoprire tutti gli indirizzi possibili della residenza del bambino.
  • Osservazione del pediatra almeno una volta alla settimana durante il primo mese di vita, 1 volta ogni 2 settimane prima dell'anno.
  • I bambini di età inferiore a 1 anno di età vengono osservati ogni giorno fino al recupero.
  • Informare il capo del dipartimento pediatrico sui bambini di questo gruppo a rischio.
  • Consultazioni degli assistenti dell'Accademia medica.
  • Lavoro sanitario ed educativo con la famiglia.
  • Non diffondere il bambino a dormire sullo stomaco.
  • Non applicare una fitta fascia, non surriscaldare il bambino.
  • Non fumare nella stanza in cui si trova il bambino.
  • La culla dovrebbe essere nella stessa stanza dei genitori.
  • Conservazione dell'alimentazione naturale nei primi 4 mesi di vita.
  • Osservazione dinamica di un bambino al di sotto di 1 anno sotto forma di epicrisi a 3, 6, 9, 12 mesi e fornire la storia per l'esame al capo del reparto pediatrico.

Gruppi di rischio per lo sviluppo di malattie allergiche

Fattori di rischio:

  • storia familiare allergica esausta;
  • malattie infettive acute ed esacerbazioni di malattie croniche durante la gravidanza;
  • ricevimento della madre durante la gravidanza antibiotici, sulfonamidi, trasfusioni di sangue;
  • aborto di gravidanza;
  • complicanze della gravidanza (tossicosi, minaccia di interruzione);
  • abuso di allergeni obbligati gravidi;
  • rischi professionali durante la gravidanza;
  • disbiosi dell'intestino e della vagina nelle donne in gravidanza;
  • malnutrizione del bambino, transizione precoce all'alimentazione artificiale;
  • uso frequente e irrazionale della terapia antibiotica.

Piano di osservazione

  • Pediatra d'ispezione almeno 4 volte durante il primo mese di vita, poi su un decreto.
  • Ispezione da specialisti stretti (compreso un allergologo, immunologo, gastroenterologo) secondo indizi.
  • Test di laboratorio sulle date decretate, compresa l'analisi delle feci per la disbiosi.
  • Dieta ipoallergenica di madre e bambino.
  • Sanificazione tempestiva di focolai di infezione.
  • Lotta per l'alimentazione naturale.
  • Eliminazione di allergeni domestici.
  • L'uso di farmaci antibatterici è strettamente secondo le indicazioni
  • Durata dell'osservazione fino a 2-3 anni.

Standard di osservazione dispensativa (profilattica) del bambino durante il primo anno di vita

I compiti di un pediatra sulla cura prenatale:

  • Raccolta e valutazione della storia genealogica.
  • Raccolta e valutazione dei dati della storia biologica.
  • Raccolta e valutazione dei dati di storia sociale.
  • Identificazione dei gruppi a rischio.
  • Fare una prognosi sullo stato di salute e sullo sviluppo del bambino.
  • Definizione di orientamento al rischio.

Preparazione delle raccomandazioni, incluse le seguenti sezioni:

  • condizioni igienico-sanitarie;
  • modalità;
  • alimentazione e nutrizione.

I compiti del pediatra distrettuale sul patrocinio primario del neonato:

  • Raccolta e valutazione della storia genealogica.
  • Raccolta e valutazione dei dati della storia biologica.
  • Raccolta e valutazione dei dati di storia sociale.
  • Identificazione dei gruppi a rischio.
  • Prognosi dello stato di salute e sviluppo del bambino.
  • Definizione di orientamento al rischio.
  • Valutazione delle informazioni per il periodo precedente l'ispezione.
  • Valutazione dello sviluppo fisico. 

Diagnosi e valutazione dello sviluppo neuropsichico, tra cui:

  • diagnosi dello sviluppo neuropsichico;
  • valutazione dello sviluppo neuropsichico con la definizione di una variante del gruppo di sviluppo;
  • identificazione dei gruppi di rischio.

Valutazione della resistenza, tra cui:

  • analisi della frequenza, durata e gravità delle malattie acute.

Diagnosi e valutazione dello stato funzionale del corpo, tra cui:

  • identificazione dei reclami;
  • ispezione di organi e sistemi:
  • valutazione della frequenza cardiaca (HR), della frequenza del movimento respiratorio (BHD) e della pressione arteriosa (BP);
  • raccogliere informazioni e valutare il comportamento del bambino;
  • l'assegnazione di gruppi di rischio per anomalie comportamentali.

Conclusione sullo stato di salute, tra cui:

  • orientamento al rischio, gruppo a rischio;
  • valutazione dello sviluppo fisico:
  • valutazione dello sviluppo neuropsicologico;
  • valutazione della resistenza;
  • valutazione dello stato funzionale e del comportamento;
  • previsione di adattamento;
  • diagnosi, gruppo di salute.

Raccomandazioni, incluse le seguenti sezioni:

  • condizioni igienico-sanitarie;
  • modalità;
  • alimentazione e nutrizione;
  • educazione fisica e temperamento;
  • impatto educativo;
  • raccomandazioni sull'immunoprofilassi delle malattie infettive;
  • raccomandazioni per la prevenzione delle condizioni limite e della loro progressione;
  • laboratorio e altri metodi di ricerca, compresi screening audiologici, ecografia (compresi gli ultrasuoni delle articolazioni dell'anca).

Ispezione da specialisti medici

1 mese

  • Il neurologo
  • Chirurgo per bambini.
  • Traumatologo.
  • Oculista.
  • specialista ORL.

2 mesi

  • Il neurologo

3-4 mesi

  • specialista ORL.

5-6 mesi

  • specialista ORL.

7-9 mesi

  • Dentista per bambini.
  • Chirurgo per bambini.

In 12 mesi

  • Il neurologo
  • Chirurgo per bambini.
  • Traumatologo.
  • Oculista.
  • specialista ORL.
  • Dentista per bambini.

Metodi di esame di laboratorio

1 mese

  • Screening audiologico.
  • Ultrasuoni del cervello.
  • Ultrasuoni delle articolazioni dell'anca.

3 mesi

  • Un esame del sangue generale, un test delle urine generale.

12 mesi

  • L'analisi generale di un sangue, l'analisi generale di urina, un elettrocardiogramma.

Al 2 ° anno di vita, il pediatra distrettuale esamina il bambino ogni trimestre, alla fine dell'anno di osservazione, a un bambino sano viene assegnato un esame del sangue generale, un test delle urine generale e uno studio delle feci per le uova di elminto.

Al 3 ° anno di vita, il pediatra distrettuale esamina il bambino 1 volta nella prima metà dell'anno, alla fine dell'anno di osservazione al bambino sano viene prescritto un esame del sangue generale, un esame generale delle urine e uno studio delle feci per le uova di elminto.

Bambino di ispezione da specialisti necessari prima di entrare i bambini in età prescolare (chirurgo ortopedico, oculista, neurologo, dentista, discorso, otorinolaringoiatria, psicologo).

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.