^

Esperto medico dell'articolo

Ostetrico-ginecologo, specialista in fertilità

Mamma in gravidanza

, Editor medico
Ultima recensione: 18.05.2024
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Una donna che aspetta la nascita di un bambino ha bisogno di visitare frequentemente il medico ed eseguire esami di laboratorio. Naturalmente i risultati di tali esami sono sempre chiari al medico specialista, ma non al paziente stesso. E cosa fare se il prezioso foglio con gli indicatori è già in mano e l'appuntamento dal medico è ancora lontano? Come capire che va tutto bene con il bambino? Ciò che dice l'abbreviazione hCG, molte donne lo sanno. Ma cosa significa MoM in gravidanza?

Standard internazionali per la mamma in gravidanza

Le lettere poco comprese MoM stanno per Multiple of Median, che significa "multiplo della mediana". La mediana in questa situazione è un indicatore medio corrispondente a una certa età gestazionale. Quando si parla di MoM, i ginecologi intendono il coefficiente, con l'aiuto del quale è possibile determinare il grado di deviazione di qualsiasi indicatore in una direzione o nell'altra dal valore medio.

Il MoM viene calcolato applicando la seguente formula: l'indice ottenuto nei test viene diviso per il valore medio accettato corrispondente al termine di gravidanza specificato.

Non esiste un'unità di misura specifica per le MoM e i suoi valori sono individuali. Si scopre che se questo valore è vicino a uno, i risultati dei test di una donna sono il più simili possibile alla media. Ad esempio, se valutiamo l'indicatore standard della gravidanza - hCG - i valori MoM in gravidanza dovrebbero essere compresi tra 0,5 e 2, a seconda del termine.

Il calcolo viene effettuato utilizzando programmi speciali che sono in grado non solo di determinare la cifra necessaria, ma anche di confrontare l'indicatore tenendo conto delle caratteristiche di un particolare paziente (presenza di cattive abitudini, eccesso di peso, ecc.). Poiché tali programmi sono diversi e ce ne sono molti, i valori delle MoM in gravidanza, ottenuti in diversi istituti diagnostici, possono differire leggermente. Forti deviazioni dai parametri normali spesso indicano la presenza di problemi seri che colpiscono sia il futuro bambino che la paziente incinta.

HCG nel mese/mese per settimana di gravidanza

Durante la gravidanza, un ruolo speciale è svolto dalla gonadotropina corionica, comunemente nota come ormone hCG. Stimola i meccanismi necessari per il normale trasporto del feto e previene anche lo sviluppo inverso del corpo luteo, attiva la produzione di estrogeni e progesterone nella fase preplacentare.

L'HCG comprende unità α e β, quest'ultima è la più importante nella diagnosi. Le unità β compaiono nel flusso sanguigno immediatamente dopo che l'ovocita è penetrato nell'endometrio, cosa che avviene intorno al nono giorno dopo l'ovulazione. Nella gravidanza normale, l'indicatore hCG tende ad aumentare di due volte ogni paio di giorni e il picco del suo aumento cade nella decima settimana. A partire da questo termine i suoi valori cominciano a diminuire per due mesi, per poi stabilizzarsi. In alcune donne, un nuovo scatto di crescita si registra anche nelle ultime fasi della gravidanza: un MoM di hCG elevato in questo caso può indicare lo sviluppo di insufficienza placentare.

In quali casi un medico può prescrivere uno studio hCG MoM a una paziente in gravidanza?

  • Come parte di una diagnosi generale all'inizio della gravidanza.
  • Nella diagnostica continua durante tutta la gravidanza.
  • Nella sospetta gravidanza ectopica, concepimento fetale.
  • Se esiste una minaccia attuale di aborto spontaneo.
  • Quando si esegue la cosiddetta “triplice analisi” (estriolo, ACE) per individuare malformazioni nel nascituro.

La norma dell'hCG MoM in gravidanza per settimane

Come abbiamo già accennato, i valori di riferimento delle MoM in gravidanza possono variare da una struttura diagnostica all'altra, ma non escono mai dal range 0,5-2.

L'HCG può essere misurato in IU/mL o in mMe/mL. I suoi valori normali in UI/mL sono:

Periodo di trasporto dal giorno dell'ultima mestruazione

HCG stimato

Seconda settimana

50-300

Settimane dalla terza alla quarta

1500-5000

Settimane dalla quarta alla quinta

10.000-30.000

Settimane dalla quinta alla sesta

20000-100000

Settimane dalla sesta alla settima

50000-200000

Settimane dalla settima all'ottava

40000-200000

Settimane dall'ottava alla nove

35000-140000

Settimane dalla nove alla dieci

32500-130000

Dalle dieci alle undici settimane

30.000-120.000

Settimane dall'undicesima alla dodici.

27500-110000

Dalla tredicesima alla quattordicesima settimana.

25.000-100.000

Dalla quindicesima alla sedicesima settimana

20000-80000

Dalla diciassettesima alla ventunesima settimana

15.000-60.000

Dopo aver fissato i risultati dell'hCG, viene calcolato il MoM, il rapporto tra l'indicatore ottenuto e la mediana. Valori fisiologicamente normali in gravidanza, ricordiamo, sono considerati nell'intervallo 0,5-2.

AFP nel MoM in gravidanza

L'AFP viene letta come alfafetoproteina. È una sostanza proteica prodotta nel fegato e nel sistema digestivo dell'embrione. Le pazienti incinte vengono testate per l'AFP per determinare se sono presenti difetti di sviluppo nel feto.

I valori AFP dipendono da molti fattori, come i metodi diagnostici utilizzati. Per evitare confusione, la deviazione del livello AFP dai valori normali viene solitamente calcolata utilizzando lo stesso MoM: il grado di molteplicità rispetto alla mediana.

Un intervallo compreso tra 0,5 e 2 è considerato MoM normale per la somministrazione di ACE.

Questi numeri si trovano elevati in queste situazioni:

  • in gravidanze multiple;
  • per necrosi del tessuto epatico fetale;
  • nei disturbi della formazione del tubo neurale fetale, aplasia congenita della parete addominale anteriore;
  • per ernia ombelicale o malattia renale fetale.

Si osserva una diminuzione dei valori AFP MoM:

  • con trisomia 18, 21 (collegamento alla sindrome di Down);
  • per ritardi di sviluppo;
  • per morte intrauterina, aborto spontaneo;
  • per la gomma da masticare.

Inoltre, un livello basso potrebbe essere semplicemente il risultato di un errore nel calcolo dell'età gestazionale (il che significa che il vero concepimento è avvenuto più tardi di quanto si pensasse).

Norme AFP MoM in gravidanza per settimana

Il contenuto di AFP nel flusso sanguigno di una donna incinta inizia lentamente ad aumentare a partire dalla 14a settimana. L'aumento continua fino a circa 32-34 settimane, dopodiché il livello comincia a diminuire.

La norma è calcolata dai seguenti valori:

  • 13-15 settimane - 15-60 U/ml (0,5-2 MoM);
  • 15-19 settimane - 15-95 U/ml (0,5-2 MoM);
  • 20-24 settimane - 27-125 U/mL (0,5-2 MoM).

È opportuno tenere presente che l'AFP o la MoM in gravidanza non sono di per sé sufficientemente informative. I risultati dei test dovrebbero essere confrontati con i risultati degli ultrasuoni, lo studio del livello degli ormoni placentari, dei valori di hCG e di estriolo libero. Solo una valutazione completa dei risultati può determinare il rischio di malformazioni nel feto.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.