^
A
A
A

Gli integratori proteici sono utili o pericolosi?

 
, Editor medico
Ultima recensione: 30.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

27 October 2017, 09:00

Un gran numero di persone in tutto il mondo compra regolarmente integratori proteici e proteine in polvere. Gli atleti che frequentano le palestre usano tali supplementi per aumentare il volume muscolare, le donne li assumono per la perdita di peso e molte persone consumano semplicemente proteine, considerandola sana. È davvero così? Una domanda simile è stata espressa per la prima volta dopo la morte di un giovane atleta australiano, Megan Hefford: ha aderito all'alta nutrizione proteica e assunto proteine per diversi anni. Si è scoperto che la donna era malata di una patologia, che è molto difficile da diagnosticare oggi: è una malattia genetica associata a una violazione dell'assimilazione delle proteine. La frequenza di rilevamento di tale malattia è di un caso di 8,5 mila persone. I medici dicono che la qualità e la sicurezza degli integratori proteici non è quasi controllata - come, ad esempio, nella produzione di medicinali. Pertanto, non possiamo parlare con sicurezza dei vantaggi di questo prodotto. Allo stesso tempo, il professore di nutrizione Wayne Campbell crede che la principale componente di bassa qualità potrebbe non essere la proteina stessa, ma altri ingredienti ausiliari. Nel 2010, uno dei gruppi scientifici ha testato 15 integratori proteici. Di conseguenza, hanno trovato alte concentrazioni di mercurio, cadmio, piombo e arsenico. Tre supplementi dei farmaci presentati non hanno superato il test di conformità agli standard sanitari statunitensi. Tuttavia, questi additivi erano disponibili per la vendita in accesso gratuito. Inoltre, la maggior parte dei cocktail di proteine conteneva una quantità di proteine diversa da quella indicata sull'etichetta. Come spiega l'esperto nefrologo Dr. Andrzej Rastogi, 50-60 grammi di proteine al giorno sono ottimali per una persona sana. In totale, tale quantità di proteine è contenuta, per esempio, in 180-200 g di filetto di pollo. Se una persona sta abusando di una proteina, i reni sono sottoposti a una grande tensione allo stesso tempo - spesso tutto finisce con lo sviluppo di insufficienza renale. Le persone con diabete, pielonefrite, persone anziane e bambini sono particolarmente a rischio. Sfortunatamente, il consumo di massa di frullati proteici da parte di adolescenti (soprattutto ragazzi) per scopi sportivi è sempre più comune. La questione è piuttosto dolorosa e contraddittoria: molti esperti sono inclini a credere che il rischio - anche per lo sport - non sia del tutto giustificato. "Spesso spieghiamo ai genitori che la qualità e la composizione degli integratori proteici non sono controllate e l'eccesso di proteine danneggia i reni. Il bambino è pienamente in grado di ricevere la quantità necessaria di proteine con il cibo. Naturalmente, non possiamo dire che trattiamo i cocktail proteici come un fenomeno terribile - no. Ma non possiamo consigliarli per l'uso ", spiega il dottore. I medici raccomandano: prima di prendere una decisione sull'uso delle proteine in polvere, fare dei test e andare all'esame, consultare un terapista e un nutrizionista. Tali esami sono auspicabili per essere tenuti regolarmente, se si decide ancora di prendere tali supplementi.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8]

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.