^
A
A
A

Gli scienziati hanno sviluppato un embrione umano in vitro

 
, Editor medico
Ultima recensione: 20.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

03 June 2016, 11:00

Un team internazionale di specialisti provenienti dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna nel laboratorio ha sviluppato un embrione umano che è rimasto in vita per 13 giorni (i primi scienziati sono riusciti a mantenere la vita nell'embrione solo per 9 giorni). Secondo gli scienziati, grazie a molti altri giorni di vita, sono stati in grado di identificare nuovi aspetti dello sviluppo umano nelle fasi iniziali, che prima erano sconosciuti alla scienza. Inoltre, un lavoro simile può aiutare a capire perché un certo numero di gravidanze vengono interrotte nelle prime settimane.

Le fasi di sviluppo nelle prime fasi di molti animali da parte degli scienziati sono state studiate abbastanza bene, ma lo sviluppo umano per molti aspetti non è chiaro.

Uno degli specialisti che lavorano nel nuovo progetto - Ali Brivanlou biologo - ha rilevato che nel 21 ° secolo, gli scienziati possono dire di più su roditori o le rane che su una persona, nonostante il fatto che un certo numero di esperti che lavorano in questo settore negli ultimi anni e ha già eliminato un numero di lacune in questo problema.

In particolare, nell'ultimo lavoro, gli scienziati hanno osservato la divisione delle cellule negli embrioni e hanno stabilito una determinata caratteristica che può essere definita unica per l'uomo.

Brivanlow e i suoi colleghi hanno trovato cellule sul nascere che appaiono circa il decimo giorno e scompaiono il 12. Ora gli specialisti non possono spiegare a cosa servono queste cellule e ciò che esse influenzano, ma al culmine dello sviluppo queste cellule costituiscono circa il 10% dell'embrione. Secondo gli esperti, le cellule possono rappresentare qualcosa di simile a un organo di transizione (come una coda che appare nell'embrione, ma scompare prima della nascita). 

La ricerca può essere utile nel campo della fecondazione artificiale, per esempio, secondo Norbert Gleyhera, il capo di uno dei centri di riproduzione di New York, circa la metà degli embrioni vengono impiantati nell'utero di donne muoiono. Il lavoro di Brivanlow e dei suoi colleghi aiuterà a capire agli specialisti cosa sta succedendo esattamente in questa fase di sviluppo e come prevenire la morte dell'embrione dopo l'impianto.

Gleyher ha spiegato che il processo di fecondazione in vitro rimane un mistero ancora oggi, ma ora gli sviluppi Brivanlou (che Gleyh ha lavorato in passato) aiuterà a valutare meglio la capacità dell'embrione alla vita solo prima dell'impianto in utero.

Nonostante tutti i vantaggi del nuovo studio, la capacità di far crescere un embrione umano in vitro richiama una serie di questioni etiche e politiche. In un certo numero di paesi, compresi gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, sono vietati gli embrioni di età superiore a 14 giorni, poiché il feto inizia a formarsi dopo tale periodo.

Ma durante il lavoro Brivanlou ei suoi colleghi erano quasi sicuri che i loro embrioni non sarebbero stati in grado di vivere più di due settimane, dal momento che l'embrione ha bisogno di ulteriore nutrizione, man mano che cresce, costituita da ormoni e sostanze nutritive. Per dire quali sostanze sono necessarie per un nuovo organismo durante lo sviluppo, gli scienziati ora non possono, per questo sarà necessario condurre un'altra serie di esperimenti con embrioni di animali, a cui, secondo alcune informazioni, gli scienziati hanno già iniziato.

trusted-source[1], [2], [3]

È importante sapere!

La tachicardia nel feto durante la gravidanza è una condizione patologica pericolosa sia per la donna che per il futuro bambino. Considerare le cause della tachicardia, i sintomi, i metodi di trattamento e la prognosi.

Leggi di più...

!
Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.