Gli scienziati sono stati in grado di eliminare le cellule dall'HIV

2016-04-29 09:00

La genetica ha scoperto che le cellule infettate dal virus dell'immunodeficienza possono essere eliminate dai componenti "extra", in particolare dall'HIV. Le nuove tecnologie consentono di escludere i geni virali dalle cellule immunitarie, mentre il rischio di sviluppo secondario del virus è praticamente inesistente.

Riguardo alla tecnologia che consente di identificare i genomi del virus integrati nelle cellule, alcuni anni fa un gruppo di ricercatori sotto la guida di Kamel Khalili ha affermato. Quindi lo scienziato rimosso per dimostrare l'efficacia del nuovo sistema, chiamato CRISPR / Cas9 - i genomi del virus hanno una differenza caratteristica che il sistema li riconosce in una cellula e li distrugge. Ora gli esperti hanno nuovamente utilizzato la tecnologia CRISPR / Cas9 per distruggere il virus dell'immunodeficienza nelle cellule e hanno dimostrato che è possibile rimuovere il virus dalla cellula, inoltre, la tecnologia blocca il reinserimento dell'HIV nei cromosomi delle cellule immunitarie.

Gli scienziati che lavorano con le cellule, che nella maggior parte dei casi colpisce virus dell'immunodeficienza - linfociti T, nel genoma cui hanno partecipato centinaia di copie del virus dell'immunodeficienza modificato, in aggiunta, per monitorare meglio i risultati degli esperti hanno sostituito uno dei geni di HIV su una proteina fluorescente che ha portato allo sviluppo di luminosa molecole dopo l'attivazione del virus nella cellula. Sulla introduzione di geni delle attività di vita del virus Cas9 non è influenzato, ma la rimozione del genoma del virus dell'immunodeficienza linfociti T si sono verificati durante guide di espressione di RNA. Durante lo studio, i ricercatori hanno scoperto che la cellula originale era di 4 inclusioni di HIV-correlati, ma erano tutti spazzati via con un nuovo gruppo di sistema di Khalil. Inoltre, gli esperti hanno scoperto che il mantenimento di espressione genica e RNA Cas9 guide per impedire la reintroduzione di HIV nel DNA della cellula.

I ricercatori stessi hanno notato che il loro lavoro contribuirà a sviluppare nuovi metodi di trattamento dell'HIV, basati sulla rimozione del DNA dal virus delle cellule immunitarie, e gli scienziati ammettono anche che un tale metodo di trattamento eliminerà completamente la malattia.

Ora virus dell'immunodeficienza resta un grave problema in alcuni paesi, e il trattamento fino ad oggi si basa sulla terapia antiretrovirale, che si ferma solo lo sviluppo del virus e aiuta a prolungare la vita dei pazienti per diversi decenni, tuttavia, questo trattamento non consente di distruggere il virus nel corpo completamente. Il virus dell'immunodeficienza differisce in quanto è in grado di integrarsi rapidamente nel genoma delle cellule umane, dove "si deposita" e diventa la causa delle recidive. Oggi tutte le speranze sono affidate all'ingegneria genetica e gli esperti sperano che i nuovi metodi consentiranno di liberarsi dell'HIV per sempre.

Il sistema CRISPR / Cas9 è stato sviluppato sulla base della protezione anti-virus delle cellule ed è in grado di riconoscere "inutili" sezioni di DNA e rimuovere tutte le cellule non necessarie dalla cellula senza danneggiarle.

Ora gli specialisti hanno condotto solo la prima fase dei test e il sistema CRISPR / Cas9 ha dimostrato la sua efficacia, i piani del gruppo di ricerca per studiare il principio del nuovo sistema per capire se è efficace solo nella fase iniziale o in tutte le fasi dello sviluppo della malattia.

È importante sapere!

I sintomi, il quadro clinico e la prognosi della tubercolosi dipendono dallo stadio dell'infezione da HIV e sono causati dal grado di violazione della risposta immunitaria. Leggi di più...

Ultima revisione di: Alexey Portnov , esperto medico, su 20.05.2018

Il portale iLive non fornisce consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Le informazioni pubblicate sul portale sono solo di riferimento e non dovrebbero essere utilizzate senza consultare uno specialista.
Leggi attentamente le regole e norme del sito.

Copyright © 2011 - 2019 iLive. Tutti i diritti riservati.