^
A
A
A

Il cancro può autodistruggersi

 
, Editor medico
Ultima recensione: 09.03.2021
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

09 March 2021, 09:00

I ricercatori americani hanno trovato un "punto debole" nei tumori cancerosi: si scopre che è possibile avviare un programma di autodistruzione delle cellule maligne e curare così una grave malattia.

Gli scienziati hanno impiantato cellule tumorali umane prelevate dal colon e linfoma nei ratti. Di conseguenza, hanno notato che la soppressione di specifiche strutture proteiche che alimentano il tumore provoca la sua morte.

Al momento, i ricercatori hanno già medicinali pronti che sopprimono una struttura proteica come ATF4. La medicina mondiale ha tutte le possibilità di ottenere presto farmaci antitumorali innovativi in grado di inibire selettivamente lo sviluppo di cellule maligne.

Il principale specialista nel lavoro scientifico, il dottor Kumenis, ha assicurato che gli scienziati stanno andando nella giusta direzione e molto presto saranno in grado di fermare completamente la crescita della neoplasia senza possibilità di recidiva del tumore. Inoltre, c'era fiducia che il "punto debole" scoperto fosse appropriato in relazione a molte patologie oncologiche.

Un numero enorme di strutture cellulari nel corpo umano muore ogni giorno, solo per proteggere altre cellule da potenziali pericoli. Allo stesso tempo, il tumore canceroso ignora questo comportamento della difesa immunitaria. Come forzare una neoplasia ad autodistruggersi? Questa domanda ha turbato gli scienziati per molto tempo. E solo ora il team, accompagnato dal dottor Koumenis, ha raggiunto un risultato collegandosi ad ATF4 nelle strutture dell'intestino, della mammella e del linfoma umano e dei ratti con linfoma indotto. È stato scoperto che ATF4 è responsabile di tutte le vie biochimiche che funzionano simultaneamente con il gene. Se questa direzione viene interrotta, le cellule maligne produrranno grandi quantità di proteine e moriranno.

Quando gli scienziati sono stati in grado di "disattivare" l'ATF4 nei tumori e negli organismi di ratto, si è scoperto che le cellule patologiche hanno continuato ad accumulare la proteina 4E-BP e poi sono morte a causa dello stress. Un meccanismo simile ha "funzionato" e inibisce lo sviluppo di linfoma e cancro del colon negli animali. Nei tumori umani, a causa di cambiamenti mutazionali in MYC, si nota anche un aumento dell'espressione di ATF4 e 4E-BP. Il dottor Kumenis sottolinea il coinvolgimento di questo fatto nel presunto successo della scoperta.

I farmaci che inibiscono la sintesi biologica di ATF4 (acronimo di activating transcription factor 4) non sono nuovi, sono prodotti da aziende farmaceutiche e vengono utilizzati per curare molte patologie, tra cui l' Alzheimer e il Parkinson .

Secondo i risultati della ricerca, l'effetto su ATF4 è efficace in relazione alle neoplasie dipendenti da MYC. Ad oggi, sono in corso esperimenti per determinare i possibili effetti collaterali di tale trattamento nei malati di cancro.

I risultati del lavoro scientifico sono pubblicati nell'edizione Sciencedaily .

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.