^
A
A
A

Il diabete può essere causato da un virus

 
, Editor medico
Ultima recensione: 25.02.2021
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

01 February 2021, 09:00

I virus sono agenti infettivi davvero insidiosi e talvolta imprevedibili. Si scopre che alcuni di loro sono in grado di "confondere" le cellule di insulina nel pancreas, il che porta a un malfunzionamento dell'organo.

È noto che lo sviluppo del diabete di tipo I inizia con un attacco autoimmune al pancreas. E il diabete di tipo II è una conseguenza di disturbi metabolici, obesità, disturbi alimentari, ecc. Allo stesso tempo, praticamente nessuno parla dell'origine virale della malattia, sebbene tali informazioni esistano da molto tempo: gli scienziati lo hanno stabilito " i virus del diabete "appartengono all'infezione virale di Coxsackie dalla serie enterovirale. L'infezione da virus Coxsackie è talvolta accompagnata da sintomi clinici inespressi, ma può anche causare gravi manifestazioni gravi, in particolare miocardite, pancreatite e persino complicazioni come il diabete.

I ricercatori dello Spanish National Cancer Center hanno descritto il virus CVB4 che può causare il diabete. Gli scienziati hanno introdotto l'infezione nelle cellule di insulina formate artificialmente del pancreas di roditori e umani. Inoltre, le strutture produttrici di insulina sono state trapiantate dall'uomo ai roditori e quindi è stato iniettato il virus. È stato scoperto che CVB4 inibisce la sostanza proteica URI che controlla varie funzioni cellulari. Dopo la soppressione degli URI, il gene Pdx1 si è acquietato nel genoma cellulare, da cui dipende la ricerca e l'identificazione delle cellule beta che sintetizzano l'insulina.

Quando il gene Pdx1 viene disattivato, le cellule beta perdono il loro orientamento funzionale, smettono di rispondere ai segnali metabolici e smettono di produrre e produrre insulina. In altre parole, un'infezione virale disorienta le cellule dell'insulina del pancreas. Ancora una volta, dopo che le cellule stimolano artificialmente la produzione della sostanza proteica URI, "prendono vita" e tornano alla loro funzionalità.

Gli scienziati hanno fatto più della semplice ricerca sulle strutture cellulari. Hanno eseguito una sorta di test della relazione tra l'attività del gene Pdx1 e la componente proteica dell'URI con infezione virale nel pancreas in pazienti con diabete. L'ipotesi è stata confermata: nei pazienti con il virus, la sostanza proteica URI e il gene Pdx1 erano praticamente inattivi. Pertanto, uno schema simile funziona nel corpo umano, il che consente di pensare allo sviluppo di nuovi farmaci antidiabetici. Nuovi farmaci dovrebbero mirare a cacciare il virus dal pancreas (o distruggerlo) e ad attivare la funzionalità del gene Pdx1 e la componente proteica dell'URI. È probabile che tali farmaci siano rilevanti non solo per il trattamento del diabete virale, ma anche per altre varietà eziologiche della malattia.

A proposito, il diabete di tipo I può essere causato da un'altra causa virale: alcuni agenti virali hanno proteine che hanno una struttura simile all'insulina. Quando il sistema immunitario inizia ad attaccare un'invasione virale, attacca contemporaneamente le cellule del pancreas.

Il lavoro degli scienziati è descritto nella pagina

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.