^
A
A
A

L'età del padre influisce sulla salute di un bambino?

 
, Editor medico
Ultima recensione: 30.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

22 April 2018, 09:00

Esperti mondiali nel campo della biologia e della medicina hanno cercato per molti anni di determinare la relazione tra l'età dei genitori e la salute dei loro figli. Tuttavia, si richiama l'attenzione principalmente sul l'età della madre alla nascita del bambino: perché una donna dovrebbe concepire, orso e dare alla luce un bambino normale, che non passa con una parte dei loro malattie, che possono accumularsi nel corso degli anni. Ora gli scienziati sono interessati a - non è la salute del bambino rotto se suo padre non è giovane? L'età del padre ha un ruolo importante al momento del concepimento?
 
Come si è scoperto, in seguito la paternità influisce anche sulla salute futura della prole. Sono già stati una serie di studi che ha permesso di confermare se il bambino è nato un uomo all'età, il bambino aumenta notevolmente il rischio di sviluppo di tali disturbi mentali come malattia maniaco-depressiva psicosi, l'autismo, la mancanza di una sindrome di attenzione, il suicidio e così via.
 
Il professor Dan Eninger con la sua squadra che rappresenta diversi centri scientifici e medici tedeschi hanno cominciato a esplorare il rapporto tra la qualità della salute dei bambini e l'età dei loro padri. L'esperimento è stato il seguente. Gli specialisti hanno ricevuto prole da roditori maschi di diverse età: il maschio più giovane aveva 4 mesi e il più anziano aveva 21 mesi. Le madri femmine erano giovani - 4 mesi, e tutti i roditori rappresentavano una singola linea genetica. Scienziati di topi nati valutati da una serie di parametri. Prendere in considerazione i cambiamenti tipici di organi e tessuti, disturbi di strutture proteiche, ecc tutti i giovani si sviluppano su un piano di parità e sono stati separati dai loro padri - .. Cioè, non ho mai comunicato con loro. Già nei 19 mesi della loro vita, è stato trovato: cuccioli nati ai "vecchietti" ha cominciato a mostrare i primi segni di invecchiamento, ed entro la fine della loro vita è stato ridotto da 2 mesi (che i roditori sono molti). Risultò che i topi, i cui padri erano più giovani, vivevano più a lungo e invecchiavano più lentamente.
 
Il processo di invecchiamento avviene simultaneamente con l'accumulo di mutazioni. Potrebbe benissimo essere che le mutazioni da parte di uomini anziani abbiano provocato rapide mutazioni del DNA nella prole. Ma ciò che è notevole, sia nel primo che nel secondo gruppo di giovani, l'accumulo mutazionale si è verificato ad un tasso uguale.
Tuttavia, la differenza più ovvia è stata trovata nella direzione epigenetica. Gli scienziati hanno indicato la metilazione del DNA: i gruppi metilici sono attaccati al DNA, risultando in geni soggetti a questi gruppi, cambiando la forza del loro lavoro. Tali modifiche esistono abbastanza a lungo e cambiano solo con l'età. Come hanno scoperto gli scienziati, in piccoli roditori ereditari di gruppi diversi c'erano differenze nel modello di etichette del DNA metilico. Tali modifiche hanno molto in comune nei maschi anziani e la loro giovane, e sono stati registrati esattamente modifiche sui geni responsabili per la durata della vita e per lo sviluppo di malattie legate all'età. In parole povere, i vecchi padri, per così dire, hanno impostato l'attività genetica della loro progenie per l'invecchiamento.
 
Eppure, è troppo presto per trarre conclusioni. Gli scienziati devono capire come avviene l'eredità dell'invecchiamento molecolare. E gli esperimenti sui roditori non possono essere confrontati con quei processi che si verificano nel corpo umano.
Lo studio è descritto nelle pagine pnas.org

 

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7]

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.