^
A
A
A

Zone erogene: il periodo preparatorio del rapporto sessuale

 
, Editor medico
Ultima recensione: 15.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Le zone erogene sono chiamate chiazze di pelle o membrane mucose, la cui irritazione provoca eccitazione sessuale. Alle zone erogene, oltre a queste aree, sono inclusi anche gli organi della vista, dell'udito, dell'olfatto, del tatto e del gusto, che, prendendo le informazioni rilevanti, contribuiscono all'emergenza, alla stabilizzazione e all'intensificazione dell'eccitazione sessuale.

3. Freud ei suoi studenti consideravano le zone erogene di un essere umano adulto come il risultato finale di uno sviluppo sessuale prolungato, a cominciare dalla nascita. Quindi, secondo le idee di Freud, il neonato ha l'intera superficie del corpo come una zona erogena continua (l'intera pelle è "erotizzata"). Il bambino presumibilmente riceve "piacere sessuale" dal toccare qualsiasi parte del suo corpo. In futuro, la "sessualità infantile" passa attraverso una serie di fasi, durante le quali varie zone erogene (orale, anale) vengono alla ribalta e la direzione del desiderio sessuale (autoerotiche, omosessuali, eterosessuali) cambia. Perché la sessualità matura è caratterizzata dall'orientamento eterosessuale del desiderio sessuale e dal ruolo principale delle zone erogene genitali. Fermare lo sviluppo o la regressione della sessualità porta, secondo Freud, al rapporto infantile delle zone erogene (orale, anale). Secondo i sostenitori della medicina psicosomatica, le malattie della pelle (eczema, neurodermatite, psoriasi) e le lesioni della mucosa (stomatite, bronchite, colite, ecc.) Possono essere basate su un conflitto sessuale. In questo caso, si verifica "erotizzazione" di alcune aree della pelle e delle mucose (prurito, cambiamento trofico, ecc.).

V. I. Zdravomyslov ha elaborato uno schema per collocare le zone erogene delle donne. Queste zone differiscono per intensità di eccitazione, il suo contenuto psicologico. L'irritazione simultanea di diverse zone erogene, come nota AM Svyadoshch, può portare sia alla sommatoria delle loro azioni, sia alla soppressione di molti altri di una zona. Si osservano i fenomeni di ectopia ed eterotopia delle zone erogene. Ectopia è l'arresto della zona, l'assenza totale di qualsiasi risultato quando esposto ad esso (EP = 0). L'eterotopia è il trasferimento della zona erogena, la sua comparsa dove prima non esisteva. In rari casi, è stata descritta la disattivazione di un gran numero di zone erogene, che ha portato a difficoltà nello svolgimento del periodo preliminare di carezze, poiché era necessario trovare le zone erogene attive, che a volte sono molto insolite. Inoltre, v'è una sorta di zone erogene ipersensibilità (continuo o in determinati momenti del ciclo mestruale), in quale zona l'irritazione non può essere accompagnato da una sensazione di piacere, sensualità, e d'altra parte, si sentiva come sgradevole o dolorosa.

  • Bocca. Bacio labbra       

La storia del bacio può essere fatta risalire all'antichità. Teorie e ipotesi dell'emergenza di un bacio di labbra sono molte, sono state pubblicate monografie dedicate a questo problema. Analizzando la fisiologia di un bacio labiale, i ricercatori hanno distinto tre fattori principali: il tatto (tatto), il gusto e l'olfatto. Vari autori, dando la preferenza a uno o all'altro fattore, costruiscono di conseguenza le loro ipotesi sull'emergere di un bacio. Quindi, parte degli autori che danno il ruolo principale al tatto, credono che il bacio d'amore sia nato dalla carezza primitiva - baciando il tuo bambino e succhiando il seno di sua madre. I sostenitori di questa opinione credono che all'inizio il bacio fosse un contatto istintivo e solo successivamente, provocando sensazioni sessuali, acquisì un significato erogeno.

Questa opinione è contrastata da un'altra, con la quale il bacio è passato in un atto sessuale da un tocco che esprime cordialità e adorazione. Un tale tocco di persone di sesso diverso facilita gradualmente il loro riavvicinamento e offre una grande opportunità per l'intimità sessuale.

Alcuni autori vedono il lato principale nelle sensazioni gustative che si presentano durante un bacio. Van de Velde scrisse che anche gli antichi romani erano in grado di determinare il gusto dei baci della loro amata. Secondo lui, i morsi non dolorosi sono una normale tecnica di bacio. Negli uomini, il posto preferito per tali morsi è la spalla sinistra o l'area sopra la clavicola, le donne hanno un collo (lato sinistro) ed entrambi i lati del corpo. Molto dipende dalla crescita e dalla posizione degli sposi. Secondo Van de Velde, la propensione a mordere un gioco d'amore è più sviluppata nelle donne. Questi autori trovano una grande connessione tra gli organi digestivi e la sfera sessuale, tra "gusto e amore".

E, infine, il terzo gruppo di autori considera l'olfatto come il fattore principale del bacio. Certo, l'olfatto nell'antichità ha avuto un ruolo molto più grande di adesso. Con lo sviluppo della civiltà e dell'urbanizzazione, l'olfatto delle persone moderne gioca un ruolo sempre meno importante, ma ne discuteremo più in dettaglio nella sezione "Naso e odore".

Come ci si aspetterebbe, non ci dovrebbero essere punti di domanda nella valutazione di questa zona, dal momento che quasi ogni donna si baciava e quindi sapeva come i baci agiscono su di lei. In effetti, solo due mappe hanno domande. Uno dei pazienti per molti anni soffriva di piorrea e la stomatite ulcerosa e temuto infettare il marito con un bacio, l'altro era un odore sgradevole tagliente dalla bocca e il naso, e quando si è sposata carezze sempre allontanato da suo marito. Ci si può aspettare che la bocca nella stragrande maggioranza dei casi ecciti fortemente le donne, infatti è emerso che l'effetto eccitante si manifesta più o meno in meno del 50% dei casi. 105 donne baci erano piacevoli, ma non eccitavano e 73 pazienti erano completamente indifferenti a loro. 25 donne baci erano sgradevoli o disgustose. Una forte eccitazione quando si baciavano le labbra provava solo 80 donne su 400 (20%). Abbastanza spesso, le donne usavano la bocca per il contatto orale, sia eterosessuale che omosessuale.

  • lingua

Ovidio Nazon nei suoi "Amores" ("Songs of Love") promuove caldamente un bacio linguistico. Un bacio linguistico e linguistico è cantato da molti poeti dell'antichità e della modernità.

Questo dolce bacio alla francese, dove la lingua è solo leggermente tocca le labbra del partner, e il samyana indiano di massima - la rotazione della lingua nella bocca di un altro, è il contatto di lingua tedesca con la lingua. È anche chiamato profondo, caldo. Nell'indiano "Kamasutra" Vatsyayana e "Scienza dell'amore" Ovid Nazon sono vari tipi di baci. Ovidio Nason offre alle donne una serie di consigli igienici su questa materia (il bordo tagliente di un dente rotto può ferire la lingua di un altro, e un odore sgradevole dalla bocca avvelenerà la dolcezza del bacio). V. Du Sosses ha dedicato un'intera monografia alla scienza del bacio. Van de Velde scrive che senza una lingua non esiste ancora un vero bacio d'amore, poiché questo organo è generalmente uno degli strumenti più importanti per le variazioni nel bacio. Il bacio, a suo parere, ha l'irritazione più grave quando la punta della lingua solletica delicatamente le labbra e la punta della lingua del partner.

Sembrerebbe che un bacio linguistico dovrebbe quindi dare il massimo risveglio sessuale. Nell'analisi, risulta che 111 donne (27,7%) non erano a conoscenza dell'esistenza di tali baci, 46 donne baciate "con la lingua", ma sono rimaste indifferenti a questo.

  • Naso e Odore

È opinione diffusa che uomini e donne con grandi nasi siano "i più appassionati". Il naso come zona erogena è menzionato da molti sessuologi, ma la nostra analisi ha dimostrato che il naso non è affatto una zona erogena. Solo 6 donne (1,5%) che baciavano il naso erano "molto piacevoli e leggermente eccitanti". La principale massa di donne rimane a questa carezza assolutamente indifferente o addirittura non familiare. Tre donne hanno baciato il loro naso in modo sgradevole.

Allo stesso tempo, i sessuologi devono essere consapevoli della stretta connessione riflessa tra le concas nasali e gli organi genitali femminili. Le prime notizie sono che le irritazioni emanate dalla sfera genitale possono portare allo sviluppo di una malattia della cavità nasale, apparsa già nel 1885.

Uno dei fondatori della scienza sessuale Havelock Ellis nella sua monografia "perversione sessuale", scrive: "... Persone che hanno genitali difettosi, assicurarsi di avere difetti da parte dei nervi olfattivi, e viceversa." N. Henscheld nella sua tesi di laurea (Amburgo, 1967) fornisce un interessante caso di agenesia dell'area olfattiva in combinazione con l'eunucoidismo.

Soprattutto, questa domanda è stata sviluppata da W. Fliss. Egli sostiene che una speciale "punti sesso" si trovano su una partizione del naso e conchiglie inferiori (genitalstellen), che in ogni epoca si gonfiano e facilmente krovotochat.Nam aveva trovato diversi casi di rinite vasomotoria, sotto forma di una sorta di preeclampsia nelle donne in gravidanza. La connessione di punti Fliess nel naso con genitali femminili è stata dimostrata nelle loro opere da numerosi medici

Quindi, può essere considerato provato e clinicamente e sperimentalmente la presenza di una connessione riflessa tra la mucosa nasale e la sfera sessuale di una donna.

  • odore

Per quanto riguarda la sessualità, la situazione è migliore con l'olfatto, che per alcune donne è una zona erogena pronunciata. I. Bloch cita l'affermazione di Genkel: "L'odore è la quintessenza dell'amore, cioè le sensazioni olfattive formano la causa principale del rapporto sessuale". IP Pavlov ha scritto: "E penso che, forse, il principale agente causale del riflesso sessuale sia uno speciale odore irritante." Nell'uomo, il ruolo sessuale dell'olfatto, secondo J. Novak, è una sorta di atavismo, un "residuo di anima", ma con una condizione patologica può avere un impatto significativo sulla vita sessuale di una persona. Nelle persone con una perversione dei sentimenti sessuali, alcuni odori si comportano come una frusta, eccitando nettamente il desiderio sessuale. Di seguito è riportato un esempio di tale perversione.

Sensibilità particolarmente sviluppata a specifici odori in alcuni insetti. Così, i maschi di alcune specie di farfalle odorano la femmina della loro specie per pochi chilometri e volano inconfondibilmente verso di essa.

Per una persona particolarmente eccitante nei rapporti sessuali è il gruppo chimico caprilico (sudore, perdite vaginali, liquido seminale, secrezioni del prepuzio e ghiandole situate vicino agli organi genitali). Gli odori delle femmine che attirano i maschi sono chiamati epigoni e includono muschio, tsibert.

Ancora Ippocrate ha notato che ogni uomo e ogni donna ha il suo odore individuale. Credeva che con l'età, l'odore di una persona potesse cambiare. L'odore degli uomini è più forte che nelle donne. Le ghiandole vestibolari delle donne pubblicano un odore specifico "femminile". Questo odore durante le mestruazioni può essere intensificato. Su alcuni uomini, si comporta estremamente emozionante e può spiegare il loro desiderio di cunnilingus.

O. Stall ha dedicato un ampio capitolo della sua monografia agli odori specifici di uomini e donne. Crede che l'odore di un gruppo caprilico, di solito percepito come spiacevole, su alcuni uomini sia eccitante.

Jager credeva che gli uomini eccitassero spesso l'aroma della loro amata donna (l'odore dei capelli, l'odore delle ascelle e della testa, specialmente la nuca). O. F. Scheuer si riferisce qui l'odore della pelle delle mani, dei piedi, dell'ano e persino delle feci. Molte donne hanno spiriti preferiti che li eccitano. I. Blok scrive che gli odori più eccitanti includono l'odore di reseda, eliotropio, gelsomino, patchouli, violetta, rosa e muschio. Alcune donne sono fortemente eccitate dal fiore di una castagna fatta in casa, il cui odore è simile all'odore di un seme maschile. Tra le donne, c'è la convinzione che l'odore dei chiodi di garofano sia tra gli odori più eccitanti degli uomini. Noi (VI Zdravomyslov) dovevamo incontrare donne che inumidivano i peli pubici del profumo "Carnation".

L'effetto stimolante di certi spiriti sul sentimento sessuale è enfatizzato dal Moritz of the Dukes. Scrive che Richelieu nella sua vecchiaia per l'eccitazione dell'attività sessuale viveva tra gli odori degli spiriti più forti. NE Ishlopdsky nella sua monografia scrive che l'Oriente è più comune non labiali e linguali molto meno, e il bacio olfattiva quando il naso del soggetto entra in contatto sia con il naso o della guancia o il braccio di un altro. Scrive che i cinesi, anche praticando il bacio olfattivo, considerano il bacio di labbra europeo un'espressione di cannibalismo. M. Hlrschfeld nel suo lavoro principale dà immagini di un bacio così nasale.

In 86 casi su 400, l'odore dei mariti è stato piacevole per i nostri pazienti, e in 9 casi ha anche suscitato una sensazione sessuale, ma insieme a questo molto spesso (102 casi) è stato estremamente sgradevole o addirittura disgustoso.

In molti casi, il ruolo negativo giocato dall'odore di vodka, tabacco. L'uso diffuso dell'alcol è sempre più la causa di matrimoni infelici, che portano al divorzio. L'odore del fumo di vino nella maggior parte delle donne non scoraggia solo i baci, ma spesso uccide completamente l'amore.

  • Palpebre e vista

Le palpebre sono di per sé una zona erogena indistintamente espressa. 167 donne (41,7%) hanno reagito positivamente a baciare le palpebre, 152 (38%) di loro stavano baciando secolo "proprio bello" e non causa alcun sensazioni sessuali, e solo 9 donne "kissing negli occhi" ha causato un'eccitazione sessuale tagliente. Secondo i nostri pazienti, nessuno ha mai baciato le palpebre, e sei di questi baci erano sgradevoli (forse perché tingevano le ciglia).

Oltre a baciare le labbra "negli occhi" è noto e il cosiddetto "bacio della farfalla", "bacia la falena" - il contatto bilaterale con le ciglia.

La situazione è diversa con la visione. Non importa quanto grande sia l'importanza dell'udito nella vita sessuale di una donna, tuttavia, N. E. Ishlondsky, credendo che il sentimento uditivo generalmente manifesti il suo effetto dopo che l'atteggiamento positivo o negativo verso l'oggetto è più o meno determinato visivamente, che nel problema sessuale di tutti i sensi, la visione gioca un ruolo dominante.

Questa stessa opinione è condivisa da J. Bloch, che disse che non era un caso che due grandi pensatori, il filosofo Platone e lo scienziato naturale Charles Darwin, concordavano sul fatto che "la bellezza è l'incarnazione dell'amore". La bellezza porta sempre emozioni positive. A.E. Mandelstam scrive che la contemplazione delle forme nude, le corrispondenti opere di pittura e scultura è uno strumento potente che eccita il sentimento sessuale. Assegna un ruolo importante agli abiti alla moda, alla biancheria, alle scarpe, all'acconciatura, sottolineando l'attrattiva delle donne.

L'analisi delle nostre mappe ha rivelato dati abbastanza inaspettati. Si scopre che 144 donne erano indifferenti al tipo di mariti nudi e solo nel 64 questo genere provocava eccitazione, e solo 16 - forte. Oltre a questo, 66 donne erano spiacevoli a guardare un marito nudo e due addirittura disgustate. 77 donne su 400 (quasi il 20%) non hanno mai visto organi genitali maschili.

  • Orecchio e udito

Il condotto uditivo fin dai tempi antichi era considerato una delle zone erogene più forti. Baciare e succhiare i lobi delle orecchie o la superficie posteriore del padiglione auricolare in alcuni casi ha effettivamente causato un forte eccitamento sessuale nelle donne che abbiamo osservato. Utilizzate in modo particolare questa zona nei paesi dell'Est. In India, sin dall'antichità perversione di "davanbandzh" - coito nel padiglione auricolare.

A noi 183 donne (45,7%) non hanno mai baciato un orecchio, 78 (19,5%) donne erano assolutamente indifferenti a tali baci. In 121 casi (30%) la zona era positiva e solo 11 (3,7%) provocavano una forte eccitazione, in 18 casi (4,5%), i baci provocavano emozioni negative, di cui in 6 casi i baci all'orecchio erano addirittura disgustosi .

Udito. Una donna può essere eccitata da quelle parole teneri che sente durante i preliminari e il coito. R. Neubert ritiene che una donna "ami sentire". Una donna può essere detta dieci volte al giorno che è la più dolce, la più affascinante, la più bella.

È noto che alcune donne possono essere eccitate da questa o quella musica, quindi parlando di zone erogene e reazioni erogene, non possiamo fare a meno di soffermarci sulla musica e sul canto. Sin dai tempi antichi, è nota la potente influenza del canto e della musica sulle emozioni. La musica può eccitare, ma la musica può anche lenire. Perciò, nell'antichità, Platone, Aristotele, Asclepio (Esculapio) e Celio Aureliano usavano la musica per curare i pazienti. Nel Medioevo, l'influenza musicale sui pazienti fu raccomandata da Avicenna.

Nell'Europa occidentale, la "musicoterapia" cominciò a diventare di moda nei secoli XVII-XVIII. Dal XIX secolo, iniziò lo studio scientifico dell'influenza della musica su varie funzioni del corpo umano (circolazione del sangue, respirazione, scambio gassoso, ecc.).

In Russia nel 1913, VM Bekhterev organizzò la "Società per chiarire l'importanza terapeutica della musica". Sfortunatamente, la guerra mondiale ha spezzato le attività di questa società. Ai nostri tempi, uno dei più importanti discepoli e seguaci di VM Bekhterev - VN Myasishchev presso lo stesso istituto ha di nuovo rianimato lo studio della musicoterapia.

È necessario accogliere il fatto che negli ultimi anni un numero crescente di nostri autori ha incluso la musica nel complesso del trattamento psicoterapeutico delle nevrosi e delle condizioni simili alla nevrosi. In Inghilterra, Frank Knight con un buon effetto usa la musica di D. D. Shostakovich per il trattamento di forme gravi di psiconevrosi che non possono essere influenzate da altri tipi di terapia. Negli Stati Uniti, si formò l'Associazione Nazionale di Musicoterapeutici, che compilò cataloghi terapeutici di musica - la farmacopea musicale ("musicopee"). VL Levy fornisce alcuni estratti dal "musicologo" raccomandato agli appassionati moderni di questo problema. Sfortunatamente, non ci sono opere su "Musica e sesso" in questa lista.

Questo vuoto è colmato da uno studio ampio e sfaccettato di A. Hens sull'influenza della musica sul sesso. L'autore riteneva che tra tutte le opere musicali, le più eccitanti fossero le opere di R. Wagner ("Tristano e Isotta", "L'anello del Nibelungo", "Tannhauser") e l'operetta di J. Offenbach. La musica di Wagner e la sua importanza nella sessuologia sono dedicate alla monografia di P. Becker. R. Meireder nel suo libro definisce Richard Wagner un genio erotico.

Oggi, la maggior parte degli autori fa riferimento a questa categoria e alla più recente musica dance. L'eccitante effetto sessuale di quest'ultimo è ulteriormente rafforzato dai corrispondenti movimenti del corpo, di cui parleremo un po 'più avanti nella sezione "Analizzatori sensoriali".

Non possiamo concordare pienamente con l'opinione di GP Shipulin che quando si compone una "farmacopea musicale", si devono prendere in considerazione lavori di musica strumentale piuttosto che vocale che ha un diverso punto di applicazione nella psiche (la parola è indirizzata al secondo sistema di segnali ). LS Brusilovsky sottolinea giustamente il ruolo del canto vocale attivo (coro solista e coro) e passivo (ascoltando il canto) nel trattamento di varie malattie.

Nella seconda edizione della "Guida alla psicoterapia", LS Brusilovsky offre una panoramica della letteratura mondiale sulla musicoterapia dall'antichità ai giorni nostri. Per la natura dell'impatto sul sistema nervoso, divide tutte le opere in stimolanti e sedativi. In questa recensione, sfortunatamente, quasi nessuna menzione dell'influenza della musica sul sesso.

Recentemente, l'influenza della musica su varie manifestazioni di nevrosi, così come il ruolo della musica nel trattamento dei disturbi sessuali, è studiato da SA Gurevich.

Senza negare il significato semantico del canto, possiamo affermare che molto spesso una "canzone senza parole", cioè solo il suono (timbro e intonazione) della voce, può provocare una reazione emotiva piuttosto pronunciata, compresa quella sessuale. Sulle donne in questo senso, le note molto alte dei tenori lirici sono fortemente influenzate. Conosciute sono le epidemie di questi tenoristok: "pechkovchanka", "lemeshistok", ecc.

A. Moll una volta ha sottolineato che la musica e il canto influenzano in modo eccitato i sistemi nervoso e muscolare. Soprattutto, a suo parere, le donne sono sensibili alla musica in senso erotico.

È chiaro che l'effetto della musicoterapia dipende non solo dal lavoro e dal suo esecutore, ma anche dall'ascoltatore stesso e può essere ottenuto solo da persone che comprendono più o meno la musica.

I giudizi di cui sopra sul significato emotivo dell'analizzatore uditivo sono confermati dall'analisi delle mappe erogene. L'analisi dei nostri dati sull'udito ha confermato le parole di Rudolf Neubert secondo cui la donna "ama ascoltare". Pertanto, in 154 donne (38,5%) l'udito era effettivamente una zona erogena pronunciata, e in 38 pazienti "parole affettuose" stesse potevano causare una forte eccitazione sessuale.

Insieme a questo, la stessa analisi ha mostrato un'immagine sgradevole del comportamento coniugale di un gran numero di mariti dei nostri pazienti. Tutti i sessuologi concordano sul fatto che il marito non dovrebbe allontanarsi dalla moglie dopo i rapporti sessuali e addormentarsi senza la successiva carezza, senza l'epilogo del coito, senza nachspiel. Secondo i nostri dati, i mariti di 90 dei nostri pazienti (22,5%) commettono rapporti sessuali estremamente primitivi. Di notte, silenziosamente, si rivolge a sua moglie che non ha avuto il tempo di svegliarsi, fa silenziosamente il suo lavoro e, senza dire una parola, "si gira e si addormenta". In 47 casi, alle "conversazioni di mariti" (11,75%), le mogli erano completamente indifferenti, e in 12 casi (3%) i mariti dicevano tali abomini che causavano dispiacere e talvolta disgusto per le donne. Non sorprende che con tale comportamento scoraggino le mogli dal perseguire "doveri coniugali" e sviluppino in loro una persistente freddezza sessuale.

  • collo

Il collo è una zona erogena piuttosto pronunciata. In 218 donne questa zona è stata positiva, in 27 casi ha causato una forte eccitazione sessuale. Insieme a questo, 95 donne (23,7%) hanno baciato il collo completamente sconosciute, in 12 casi erano addirittura spiacevoli. Diverse parti del collo di una donna non sono uguali per grado di erogenità. Uno è più piacevoli baci del collo di fronte, un altro - dietro, sul bordo del cuoio capelluto. Pertanto, recentemente abbiamo distinto il "collo davanti", "collo dietro" e "superfici laterali del collo". Delle 200 donne intervistate (Tabella 4), solo 122 (61%) avevano la stessa reazione in tutte le parti del collo e in 78 casi (38%) la reazione era diversa.

"Cat's Place" (un posto sul retro tra le scapole) è una zona erogena pronunciata tra quelle donne che conoscono la sua esistenza, ma il fatto è che 319 donne su 400 nessuno in questo luogo ha baciato. In 40 dei nostri pazienti questa zona era positiva e in 7 ha causato un forte risveglio. Solo due delle donne intervistate hanno baciato il marito tra le scapole ed erano sgradevoli.

  • Ghiandole mammarie

Proprio come la bocca, le ghiandole mammarie sono irritate più spesso di altre aree, quindi non ci sono quasi risposte vaghe (solo 7 donne hanno notato che non sanno come reagiscono a questa irritazione). In 288 casi (72%), le ghiandole mammarie erano zone positive. In 46 casi, le donnole che si trovano di fronte alle ghiandole mammarie (anche senza irritazione dei capezzoli) hanno causato un forte eccitamento sessuale.

Va notato che le ghiandole mammarie sono potenti zone erogene non solo per le donne. Anche il contatto manuale con loro eccita gli uomini. C'è anche una perversione - coito intra mammorum (rapporti sessuali tra i seni). Il "Kama Sutra" e "Anamgarande" questo tipo di coito - narvasadata - anche adatto per un rapporto sessuale dopo la pausa (almeno in un paio di giorni) nei casi in cui gli amanti vogliono evitare la gravidanza, credendo che questo si tradurrà semi maturi durante l'eiaculazione, e con i seguenti atti diventerà già immaturo, incapace di fecondare.

Con questo metodo, non solo un uomo può portarsi all'orgasmo, ma una donna riceve una grande eccitazione dal tocco del pene e dello scroto. Inoltre, l'uomo, premendo le ghiandole mammarie l'un l'altro, produce ulteriore irritazione con le sue mani, quasi a massaggiarle. S. Embe Boas ritiene che questo metodo sia più interessante per gli uomini che amano i busti massicci e potenti.

A volte le ghiandole mammarie possono raggiungere un valore colossale. In alcuni casi, l'aumento è unilaterale, ma più spesso - bilaterale. Citiamo alcuni casi così squisiti. Bartholines riferì una donna le cui ghiandole mammarie pendevano fino alle ginocchia. Bonet descrisse ghiandole mammarie del peso di 64 libbre, Durston una donna di 24 anni che non riusciva ad alzarsi dal letto senza aiuto: il suo seno sinistro pesava 64 libbre, e quello destro era leggermente più piccolo. Mapledelsoch guardava una bambina di due anni con un busto, come una donna che allatta.

Sugli uomini, non solo il contatto manuale o sessuale con le ghiandole mammarie delle donne è eccitante, ma anche la loro contemplazione. Le donne lo sanno bene e lo usano ampiamente, indossando abiti con una profonda scollatura.

Durante il rapporto sessuale, molte donne sono contrassegnate dall'ingorgo delle ghiandole mammarie (fase di tumescenza), a volte piuttosto significativo, la chiarezza del pattern venoso è migliorata. La fase detemtsentsii cattura e ghiandole mammarie (ingorgo di loro rapidamente diminuisce, il pattern venoso diventa nuovamente meno evidente). In 30 casi, le ghiandole mammarie erano una zona negativa, e in 6 casi questo è stato espresso abbastanza forte.

Capezzoli e areole intorno a loro nelle donne sono una delle zone erogene più potenti. Le loro caratteristiche sessuali differiscono significativamente dalle caratteristiche delle ghiandole mammarie. La prima cosa che salta all'occhio - quasi 10 volte più punti interrogativi: qui hanno 63 invece di 7. Capezzoli rimangono indifferenti solo 37 invece di 85. Le donne sono tre volte più pronunciato effetto sexy. In 134 donne, questo effetto è stato espresso bruscamente e in un certo numero di casi ha anche portato a un orgasmo di presa in giro. Questo è tornato nel 1909, G. Merzbach ha scritto.

L'irritazione dei capezzoli si ottiene in vari modi: mani (impastare, sorseggiare), bocca (succhiare, leccare) e, infine, glandis penis. I proprietari di un orgasmo di presa in giro sostengono che con quest'ultimo metodo si ottiene molto più facile rispetto agli altri. I capezzoli femminili sono estremamente sensibili a qualsiasi stimolazione sessuale e si trovano immediatamente in uno stato di erezione, e le areole circostanti sono in uno stato di tumescenza.

Van de Velde riteneva che l'erezione dei capezzoli, simile all'erezione dell'organo sessuale maschile e del clitoride femminile, rafforza ulteriormente l'effetto erotico. L'eccitazione massima si ottiene con la stimolazione simultanea del clitoride e dei capezzoli.

In considerazione delle differenze sopra riportate nelle caratteristiche sessuali delle ghiandole mammarie e dei loro capezzoli come zone erogene, sarà interessante analizzare la loro relazione individuale. Come si può vedere dalla tabella. 6, in 64 casi il rapporto tra capezzoli erogeni e ghiandole mammarie non è stato rivelato. Delle restanti 336 carte, 135 (40,2%) hanno mostrato lo stesso carattere erogeno, in 152 casi (45,2%), i capezzoli erano più erogeni e 49 (14,6%) meno erogeni a causa di 47 casi negativi.

Durante il rapporto sessuale, di solito l'erezione dei capezzoli e la tumescenza delle areole sono ulteriormente intensificate e nella quarta fase dell'atto (detumescenza) questi fenomeni passano abbastanza rapidamente.

In contrasto con i capezzoli maschili femminili sono zone erogene molto meno pronunciate, la loro irritazione durante il rapporto sessuale ha scarso effetto sull'eccitazione sessuale generale. Secondo W. Masters e V. Johnson, l'erezione dei capezzoli maschili durante il rapporto sessuale, sebbene in misura minore, è nota. Un piccolo capezzolo capezzolo negli uomini hanno osservato nel 60% dei casi, un'erezione pronunciata - solo nel 7%. Se la deteminazione dei capezzoli femminili dopo il coito avviene di solito molto rapidamente, quindi, secondo gli autori indicati, negli uomini (se c'è un'erezione dei capezzoli), passa molto lentamente (a volte anche per diverse ore).

  • Dita e tocco

L'analisi dei nostri dati ha rivelato che 148 donne hanno le dita come zona erogena positiva, ma non causano un'eccitazione sessuale reale (solo circa il 5%), in altri casi, le donne sono semplicemente contente quando vengono baciate dalle loro dita. Insieme a questo, l'analisi ha dimostrato che 149 donne non hanno mai baciato le loro dita.

Solo due donne erano infelici quando i mariti cercavano di baciare le loro dita. Inoltre, tre dei nostri pazienti sono stati stimolati da baci sulla superficie palmare della mano e due dalla superficie posteriore della mano.

Le dita dei piedi come zona erogena sono state incluse nell'analisi molto più tardi, e quindi il numero di osservazioni è inferiore (130).

N. Libermann ha sostenuto che le punte delle dita dei piedi sono tra le zone erogene più importanti delle donne. La nostra analisi ha mostrato quanto segue. Innanzitutto, è chiaro che le dita delle gambe femminili degli uomini non sono "in grande considerazione": solo 24 donne su 130 uomini sono state baciate dai piedi (18,5%), quindi "?" mettere l'81,5% delle donne, mentre ai baci delle dita delle mani "?" è stato notato nel 37% degli esaminati. Di queste 24 donne, 13 erano indifferenti a questi baci, una erano spiacevoli e solo 10 donne (41,5%) avevano questa zona positiva. Tre di loro che baciavano i loro piedi erano solo piacevoli e solo cinque provocavano una forte eccitazione. È possibile che una parte di queste 10 donne sia stata interpretata da una semplice autostima contenta - "sono così amate che baciano i loro piedi".

Dai dati letterari dell'ultima volta, solo AM M. Svadoszcz ha dovuto osservare un paziente i cui baci sui suoi piedi hanno provocato una forte eccitazione.

  • toccare

Considerare il tocco come zona erogena può essere in due aspetti: nel generale e nel genitale.

A.E. Mandelstam scrive che abbracci, tocchi di mani e piedi, specialmente nella danza, eccitano i sentimenti sessuali. Nella sessuologia indiana, un'ampia sezione è dedicata alla tecnica dei vari abbracci. Iv. Bloch ha scritto: "... Toccare la pelle di una persona cara è già metà del rapporto sessuale, questi tocchi danno sensazioni voluttuose trasmesse ai genitali".

Particolarmente erogene sono le danze moderne, sottoposte a un'accurata critica di M. Margulis nel suo libro The Disease of the Century. Sottolinea che le ragazze soffrono maggiormente dalle danze contemporanee, che hanno bisogno di conoscere la sessualità quanto necessario per essere in grado di mantenere la loro purezza.

Il senso del tocco delle donne è più sottile e più forte, più strettamente correlato alla sessualità. Molte donne in conversazione con gli uomini hanno l'abitudine di toccarsi il petto, la mano, e se si siedono, poi alla gamba. Toccato con le matite, le dita, ma solo per l'uomo a cui piacciono.

O. F. Scheuer riteneva che la pelle umana potesse essere considerata come un grande organo capace di suscitare sensazioni voluttuose. C'è anche una sensualità dei muscoli. Attrito, massaggio con mani e piedi erano ampiamente usati nell'antica India, tra greci e romani. Con lo scopo di chiamare l'eccitazione sessuale e le sensazioni voluttuose in Oriente, il massaggio nei bagni sott'acqua, eseguito per lo più da bellissimi giovani o ragazze, è molto comune.

La maggior parte dei sessuologi raccomanda che le donne nell'atto sessuale siano inserite nella vagina come membro sessuale del marito. Questo è particolarmente importante con una sindrome da dolore funzionale causata da una nevrosi. Nella presente analisi, prenderemo in considerazione la questione di come il tocco degli organi sessuali del marito colpisce sua moglie. Per 126 donne, è stato piacevole, di cui 28 ha provocato una forte eccitazione. 120 donne, per lo più frigide, lo hanno fatto indifferentemente (senza emozioni positive e senza emozioni negative). 96 (22%) delle donne non hanno mai toccato gli organi sessuali del marito. Per 58 donne questo tocco è stato spiacevole, e per 12 di loro è persino disgustoso.

  • lombo

Il lombo è una zona erogena indistintamente espressa. Solo in 24 donne il lombo era una zona erogena pronunciata. In cinque donne, era negativo. EP solo +0,54. L'osso sacro ha un EP ancora meno - + 0,48. Solo in 16 donne la regione del sacro provocava eccitazione sessuale e la quantità di "?" raggiunge i 207 di 400.

  • natiche

Tra le zone erogene, i glutei occupano un posto speciale. Belle natiche femminili erano nell'antica Grecia e Roma in un premio. Perfino Orazio ha scritto: "Per una donna un grande vizio, se la sua schiena è mal sviluppata - è come un naso piatto o le gambe contorte". In Grecia, fu costruito un tempio Venus Callipyge (kallos - bellissimo, sito di razze). Belle natiche femminili agiscono eccitamen- te sulla libido degli uomini.

Quasi tutte le zone erogene della donna causano emozioni positive, principalmente con carezze e baci, i glutei fanno un'eccezione. Qui molto spesso le sensazioni piacevoli e persino l'eccitazione causano non carezza, ma l'uso della forza (forte contrazione dei glutei con la mano maschile) e persino causare dolore. Questa caratteristica (flagellazione) è nota sia nella letteratura medica nazionale che in quella estera.

La nostra analisi delle mappe erogene ha mostrato che in 177 casi (44%) su 400 questa zona risultava positiva e in 15 donne causava un forte eccitamento sessuale. Il numero qui è 3 volte inferiore rispetto a quando si chiarisce l'indice erogeno della vita e del sacro. Insieme a questo, in 34 casi la zona era negativa, principalmente a causa della gamma di accettabilità. EP +0.75.

  • ombelico 

Come zona erogena, l'ombelico occupa la posizione centrale. In 56 donne (24%) era una zona positiva, in 7 casi ha dato una forte eccitazione, 52 donne sono rimaste completamente indifferenti all'ombelico del bacio. In 15 donne, i baci dell'ombelico erano sgradevoli, di cui due erano cattivi. Ecco un numero molto elevato di punti interrogativi: 237 (57,2%).

L'addome inferiore è una zona erogena piuttosto pronunciata. In 169 donne, questa zona è stata positiva, sebbene abbia avuto solo un'espressione acuta in 15 donne. 57 donne erano indifferenti a coccolare il fondo dell'addome. La percentuale di punti interrogativi, sebbene significativamente inferiore rispetto allo studio dell'ombelico come zona erogena, ma ancora una questione molto ampia, riguarda 167 donne (41,7%). Questa zona era negativa solo in 7 donne (1,7%).

  • clitoride 

Il ruolo erogeno del clitoride è ampiamente noto. In russo è chiamato un "amante". In 321 donne (80,2%) era una zona positiva, e in 176 casi (44%) qualsiasi contatto con lui provocava una forte eccitazione sessuale. Insieme a questo, va notato che 32 donne rimasero completamente indifferenti a qualsiasi irritazione del clitoride.

È irritato in vari modi: mani e bocca con carezze e carezze preliminari, membro sessuale maschile nei rapporti sessuali. L'irritazione del clitoride dalla bocca (cunnilingus), alcuni mariti usano come misura aggiuntiva, se la moglie durante l'atto sessuale non ha avuto il tempo di ottenere un orgasmo.   

In 20 casi, toccare il clitoride ha causato una sensazione spiacevole. Questo è principalmente donne che soffrono di vaginismo. Molti non danno il marito non solo per accarezzare i loro organi sessuali, ma anche per toccarli. Nella sezione del vaginismo diamo un esempio di A. Ts., Che era talmente cresciuto che non le toccava mai i genitali, nemmeno quando lavava. In 27 casi, qualsiasi contatto con il clitoride è stato spiacevole, e in 4 di essi addirittura disgustoso.

Mantegazza ha giustamente sostenuto che il clitoride come un pene con un'erezione aumenta di dimensioni. A. Moll lo negò categoricamente e credette che il clitoride, a differenza dell'organo genitale maschile, non cambia la sua grandezza quando è eccitato. Consideriamo questo un fraintendimento. L'erezione del clitoride si esprime, ovviamente, molto meno dell'erezione del pene. In alcuni casi, con una piccola dimensione del clitoride, questo aumento è poco evidente. La dimensione del clitoride è ancora più variabile delle dimensioni del pene. Più grande è il clitoride, più evidente è la sua tumescenza e un aumento di volume durante l'erezione.

La dimensione del clitoride nelle caratteristiche sessuali delle donne non gioca un ruolo significativo. Secondo W. Masters e V. Johnson, durante l'erezione il tronco del clitoride reagisce costantemente con l'aumento del suo diametro, mentre l'allungamento del clitoride è stato osservato in meno del 10% dei casi.

Assenza assoluta di tumescenza è solo per alcune donne frigide. N. Rohleder ha descritto il "clitorismo" - la tensione prolungata e dolorosa del clitoride (simile al priapismo negli uomini), che si sviluppa in alcune donne principalmente per eccessiva masturbazione.

Piccole labbra, l'ingresso della vagina e la sua parte inferiore sono la parte più importante dell'apparato sessuale di una donna per ottenere un orgasmo. In qualunque posizione si presenti il coito, l'organo sessuale maschile non può passare questo posto.

Per differenziare i loro sentimenti legati alla parte centrale della vagina, durante l'atto sessuale la donna non può, quindi non abbiamo preso in considerazione questa parte come una zona erogena separata.  

Poiché il corpo cavernoso del clitoride parte, e disposta all'ingresso della vagina in bassa polovyhgub (minores labiae pudende, nimphae), è logico che questo posto dovrebbe essere potente zona erogena. La nostra analisi è pienamente confermata, ma il potere di questa zona è in qualche modo inferiore al clitoride (vedi orgasmo vaginale).

Quindi, su 400 donne nel 309, l'irritazione di questa zona ha causato emozioni positive, e in 97 di esse - una forte eccitazione all'orgasmo (orgasmo vaginale). In 41 donne, la zona era indifferente e solo 26 pazienti erano irritati dall'irritazione dell'intruso.

La cervice nell'analisi si disassembla insieme alla caratteristica del fornice posteriore - le loro caratteristiche sono quasi identiche. Molte donne non possono differenziare, avere irritazione della cervice o del fornice posteriore.

La cervice è una delle zone erogene più potenti. Il fastidio durante il rapporto sessuale della cervice in 151 donne (37,7%) ha causato emozioni positive e 101 (25,2%) - un'eccitazione acuta, che spesso ha provocato un orgasmo cervicale (utero).

Wernich dedicò un articolo speciale allo stato della cervice durante il coito. Crede che l'erezione della parte inferiore dell'utero durante l'eccitazione sessuale dovrebbe essere equiparata alla tensione del pene in un uomo ed è significativa, e forse anche il punto principale per la fecondazione.

Allo stesso tempo, 142 punti interrogativi (35,5%) sono molto comuni in questa zona. Si tratta di donne con vaginismo, in cui non c'era affatto alcun coito o, nel migliore dei casi, era superficiale, o casi in cui una donna afferma di non capire se il marito tocca la cervice o meno. In alcuni casi, il caso è l'impotenza del marito, in altri - in una posizione inappropriata della donna durante i rapporti sessuali, quando il pene passa o per la cervice o non raggiunge il secondo.

Questa zona è anche caratterizzata dal fatto che è molto spesso negativa (90 donne - 22,5%) quando: toccare la cervice non è solo sgradevole, ma anche dolorosa e disgustosa. Questo è principalmente donne con processi infiammatori cronici dei genitali.

Se la cervice dell'utero e il clitoride sono concorrenti originali nell'ottenere un orgasmo o lavorare in modo sincrono mostreranno un'analisi della loro correlazione.

  • ano

L'area del perineo e dell'ano è stata considerata molto potente erogena sin dai tempi antichi. Questa opinione è condivisa da molti sessuologi moderni. Ci sono donne che hanno l'orgasmo rettale e perineale.

In generale, l'ampio uso di questa zona erogena è caratteristica dei paesi del sud e dell'est. Così, in India molto spesso all'intimità sessuale, il marito inoltre irrita la zona dell'ano con il dito o addirittura inserisce un dito nel retto. È noto che nell'isola di Sifnos (una delle isole delle Cicladi) nell'antichità, sia uomini che donne si masturbarono inserendo un dito nell'ano (N. Rau, Rosenbaum). G. S. Vasilchenko osservò una donna che, a prescindere dalla durata degli attriti, l'orgasmo non arrivò finché l'uomo non le iniettò il dito nell'ano.

Abbiamo esaminato le donne solo in un piccolo numero di casi notando l'uso dell'ano per la fase finale del rapporto sessuale allo scopo di prevenire la gravidanza (invece del coito interrotto).

Solo in 98 donne su 400 toccano l'ano erano emozioni positive, in 11 di loro, l'eccitazione era così forte che a volte portava a un orgasmo rettale. 108 donne (27%) sono rimaste completamente indifferenti all'irritazione dell'ano e in 128 casi (32%) è stato posto un punto interrogativo.

Inoltre, questa zona ha molto spesso un carattere negativo pronunciato. Per 126 donne (31,5%), toccare l'ano era estremamente spiacevole e persino disgustoso e talvolta doloroso. Nella maggior parte dei casi, queste erano donne che soffrivano di emorroidi. A volte l'atteggiamento indifferente veniva sostituito da emozioni negative dopo i tentativi del marito di eseguire un coito rettale.

La superficie interna delle cosce è una zona erogena piuttosto pronunciata. In 230 donne (57,5%) questa zona era positiva, ma una forte eccitazione dall'accarezzare questa zona si è verificata solo in 17 donne. 105 donne (26,2%) sono rimaste indifferenti alle carezze di questa zona, 59 intervistate hanno riferito di non aver mai accarezzato questa zona. Solo per sei donne affette da vaginismo, toccare le cosce interne era spiacevole, poiché suscitavano la paura di un nuovo doloroso tentativo di avere rapporti sessuali.

La disattivazione costante o temporanea dell'una o dell'altra zona erogena, oltre a una significativa diminuzione della sua intensità, è chiamata ectopia della zona erogena. Può essere singolo o multiplo. Particolarmente spesso l'ectopia si verifica nelle donne isteriche, soggette allo sviluppo dell'anestesia locale. Il trasferimento della zona erogena, il suo verificarsi in un luogo insolito sulla superficie del corpo di una donna è chiamato eterotopia della zona erogena. Il suggerimento nello stato ipnotico può influenzare l'intensità di questa o quella zona erogena, comunque per un tempo relativamente breve. Apparentemente, una certa influenza sulle zone erogene può avere autosuggestione e allenamento autogeno. Va notato l'erroneità dell'idea che l'affetto sia solo un'irritazione fisica (meccanica) delle zone erogene. In realtà, ogni carezza è un fenomeno psicofisiologico. Ha un contenuto psicologico, personale, a volte espresso in forma simbolica. Nel disegno dell'affetto, i suoi meccanismi riflettono fattori socioculturali, storici, etnografici, nonché valori personali, atteggiamenti e caratteristiche dell'uomo.

  • L'importanza delle zone erogene per le relazioni familiari

Quindi, tutti i sessuologi, sia nostri che stranieri, concordano che il marito è obbligato a conoscere le zone erogene di sua moglie. L'unica eccezione fu R. Kraft Ebing, che, allevato nello spirito del vittorianesimo, consigliò ai medici di astenersi dal raccomandare al marito di usare zone erogene. È completamente incomprensibile perché L. Ya. Milman nella sua monografia condivide questo punto di vista.

In alcuni casi, gli indicatori delle singole zone erogene sono stati riempiti due volte - per il marito e l'amico con cui esiste una vita sessuale parallela. Spesso queste caratteristiche sessuali differivano nettamente l'una dall'altra. Per l'analisi, abbiamo preso in ciascuna zona l'opzione più positiva.

Secondo Moraglia, una donna, per sua stessa ammissione, aveva sul corpo di 14 luoghi diversi, la cui irritazione le causava una forte eccitazione sessuale. Secondo i nostri dati, tale pansessualità non è una rarità. Solo negli ultimi 3 anni abbiamo osservato 5 donne con almeno 14 zone erogene pronunciate.

Uno dei nostri pazienti affetti da vaginismo pronunciato, tutte le zone erogene sul fronte (bocca, seni, genitali), aveva una pronunciati indicatori negativi, e la zona alla parte posteriore di tutto, però lieve, sono stati positivi.

In vista di una tale disposizione individuale delle zone erogene per ogni donna, uno dei compiti più importanti di entrambi i coniugi è trovare queste zone e poi usarle prima di ogni rapporto sessuale.

W. Liepmann sottolinea che non esiste un posto del genere sul corpo umano che non possa agire in modo erogeno, e in alcune persone sia anche la principale zona di eccitazione. Pertanto, nel caso di maggiore freddezza sessuale, si dovrebbe cercare costantemente la posizione di tali zone. L'uso di questi siti nel periodo preparatorio può inaspettatamente trasformare la freddezza sessuale in una forte eccitazione e passione.

W. Stockel scrive che il trattamento di freddezza sessuale - un "viaggio intrapreso per le scoperte nel campo delle zone erogene," e consiglia il marito, avere una moglie freddo di continuare questa ricerca fino a che "finché non trova quei luoghi o la modalità rapporto sessuale, che eccita il desiderio sessuale della moglie e provoca l'orgasmo ". Anche le indicazioni minore marito sulle zone erogene può trasformare freddo moglie "senza sesso" nella donna normale e anche appassionato.

Naturalmente, ogni uomo deve conoscere le zone erogene della moglie e abilmente usarli durante i preliminari, ma, come giustamente osservato NV Ivanov, non tutte le aree in un modo o nell'altro le donne comprese nella gamma di accettabilità, e se il marito, a prescindere con sua moglie, oltrepassa i confini di questo intervallo, introduce questo effetto inibitorio, che può portare a un crollo e allo sviluppo della frigidità. Va anche notato che con il passare del tempo e con il comportamento discreto del marito, la gamma di accettabilità di una donna di solito si espande gradualmente.

D'altra parte, l'educazione scorretta in alcune donne è estremamente ostacolata dalla gamma di accettabilità, e quindi il medico dovrebbe, secondo il consiglio di SI Consorum, spiegare al paziente che "se si amano, allora tutto è permesso a loro in questo amore" (N. Ivanov, AP Slobodyanik). Attualmente al lavoro in famiglia ci consulenza (3. E. Anisimova), spesso ha dovuto vedere e relazione inversa gamma priemlemosti- in un ampio intervallo di donne e più stretta e rigida - negli uomini, soprattutto se il marito è più giovane di sua moglie.

Secondo AP Slobodyanik e G. Merzbach, una donna. Lei dovrebbe informare il marito di tutto ciò di cui ha bisogno per creare relazioni ottimali.

  • Preparazione emozionale-aerogenica

La prima fase del coito è la preparazione emotiva-erogena di una donna, nell'eccitazione del suo desiderio di intimità. Questo è ottenuto da carezze preliminari, irritazione specifica per le zone erogene di questa donna.

Sfortunatamente, molti mariti considerano le carezze preliminari eccessivamente sentimentali e spesso iniziano il coito non appena hanno un'erezione, completamente non interessate alle esperienze sessuali di una donna.

La maggior parte delle ragazze, sognando il matrimonio, la vedono come un lato spirituale. Sensazioni corporee, i loro processi fisiologici in background. Per molti uomini c'è un desiderio specifico di detumescenza. Di fronte a questo ai primi passi della vita familiare, giovane, la ragazza si sente insultata e delusa nei suoi sogni. Questa frustrazione è una delle cause psicogeniche frequenti della freddezza sessuale.

Mirka M. KlimovaFyugnerova nel suo libro "per le donne", scrive che il partner privo di tatto, senza tante cerimonie spingendo per un rapporto sessuale senza prime manifestazioni di affetto e di tenerezza, che preparano una donna per eccitazione erotica, che porta alla freddezza sessuale e persino disgusto.

Sfortunatamente, gli uomini spesso dimenticano che nel matrimonio, prima di tutto, ci devono essere l'amore, il rispetto, la cortesia e l'attenzione (l'etichetta sessuale). Il marito e in una vita sessuale dovrebbe essere estremamente attento alla moglie. R. Neubert scrive: "Un marito a letto non dovrebbe addormentarsi davanti a sua moglie e svegliarsi dopo di lei, e ancora di più dopo il rapporto sessuale si rigira e russare".

  • Mancanza di prontezza emotiva ed emotiva

La maggior parte delle donne (secondo i nostri dati, oltre il 70%) comincia ad avere un orgasmo non è immediatamente dopo l'inizio dell'attività sessuale, e in alcuni, a volte un periodo abbastanza lungo di tempo: al momento la donna ha "retardatsionnaya frigidità", che non è una patologia.

Secondo S. Schnabl, questo periodo di tempo dura in media circa 3 anni (secondo i nostri dati - 2,62 anni). Nelle donne che hanno iniziato sessualmente in età avanzata, il periodo

La frigidità tardiva è in qualche modo ridotta. Secondo Schnabl, negli ultimi anni, il periodo di frigidità ritardata ha cominciato a diminuire nei giovani.

L. Ya. Yakobzon cita la dichiarazione di Elberskirchen che l'eccitazione sessuale è causata da una donna che si prende cura di lei. Poiché nel matrimonio i mariti raramente si prendono cura delle loro mogli, questo favorisce lo sviluppo della freddezza sessuale. La stessa opinione è condivisa da R. Neubert. Nel suo "Nuovo libro sul matrimonio", scrive: "Un marito deve prendersi cura di sua moglie non solo prima del matrimonio, ma anche nella vita familiare". In un altro luogo esclama: "Come soffrono le mogli dall'incapacità dei loro mariti di amare!"

Todor Bostandzhiev (Bulgaria) e ZA Rozhanovskaya credono che non ci siano affatto donne "fredde", e ci sono donne che "non sono riscaldate dall'attenzione e dalla cura di un uomo, dalla sua carezza e dalla sua tenerezza". Questo comportamento di un marito in un matrimonio spesso dipende non solo dal suo "egoismo e grossolanità", ma anche dalla completa ignoranza della sessualità e del matrimonio.

trusted-source[1], [2], [3], [4]

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.