^
A
A
A

Il sonno e le lenti a contatto sono una cattiva combinazione

 
, Editor medico
Ultima recensione: 25.02.2021
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

29 October 2020, 09:00

Tornare a casa tardi o essere stanchi non è un motivo per dormire senza rimuovere le lenti a contatto. Tale negligenza può provocare gravi conseguenze per la vista.

Una persona che per prima indossa le lenti a contatto è molto attenta a indossarle all'inizio. Tuttavia, come dimostra la pratica, dopo un certo periodo di tempo, la dipendenza si sviluppa, le persone si rilassano e smettono di seguire alcune raccomandazioni mediche. Le statistiche mostrano che circa il 30% dei portatori di lenti a contatto periodicamente si permette di non toglierle prima di andare a letto.

Il Centro americano per il controllo e la prevenzione delle malattie ha fornito le seguenti informazioni: i pazienti che ignorano le regole e dormono con agenti correttivi più di cinque notti a settimana spesso contraggono infezioni agli occhi.

"Dormire con le lenti è un chiaro aumento del rischio di infezioni corneali, che, purtroppo, si riscontra spesso tra i pazienti adolescenti e di mezza età", hanno detto i rappresentanti del Centro.

In particolare, stiamo parlando dello sviluppo della cheratite microbica, una patologia infettiva che richiede una terapia antibiotica. Se non trattata con farmaci potenti, possono verificarsi complicazioni estremamente avverse.

Gli esperti hanno citato esempi di casi individuali dalla pratica, quando la presenza di lenti durante il sonno nel tempo ha portato a pericolose lesioni della cornea, alla necessità di un intervento chirurgico e persino alla perdita della funzione visiva.

Quindi, uno dei pazienti era un uomo di 34 anni. Andava regolarmente a letto senza rimuovere i suoi dispositivi e persino nuotava con loro in piscina, il che portava all'accumulo di pericolosa flora patogena nella cornea. Dopo un po 'dovette andare dal dottore, perché era preoccupato per una strana nuvolosità negli occhi sul lato sinistro. Il medico ha dovuto trattare a lungo un processo microbico-fungino infiammatorio misto, ma anche un trattamento potente non ha portato risultati. Come si è scoperto, era una forma acanthamoebica di cheratite causata da un raro agente infettivo: l'ameba. Di conseguenza, la vista è tornata all'uomo, ma non completamente.

In un altro caso, si trattava di una ragazza di 17 anni che raramente si toglieva le lenti morbide e alla fine è stata diagnosticata una cheratite da pseudomonas. Il processo infettivo è stato curato, ma dopo di esso sono rimasti cambiamenti cicatriziali irreversibili e la vista si è notevolmente deteriorata.

Il terzo paziente, un uomo di 59 anni, ha deciso di andare a caccia per diversi giorni. Ci sono voluti solo due giorni di uso continuo dei prodotti per lo sviluppo di un'ulcera corneale perforata infettiva. Di conseguenza, è stato necessario eseguire un intervento di trapianto di cornea serio e costoso, seguito da un lungo periodo di recupero.

Forse non stiamo parlando dei casi più tipici. Tuttavia, nessuno può garantire che alcun processo infettivo non inizi dopo aver indossato impropriamente le lenti. I medici avvertono: il sonno e le lenti sono concetti incompatibili.

Le informazioni sono presentate sul sito web www.fda.gov

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.