^
A
A
A

L'Europa è libera al 100% dalla malaria

 
, Editor medico
Ultima recensione: 20.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

19 May 2016, 11:00

Il 25 aprile si è celebrata la Giornata mondiale della malaria e alla vigilia della festa l'OMS ha annunciato che in Europa la malaria è completamente eliminata. I casi di nuove malattie in Europa in 20 anni sono diminuiti in modo significativo e per oggi i medici non hanno registrato alcun nuovo caso di malaria in Europa.

Secondo il capo dell'ufficio regionale per l'Europa dell'OMS, questo risultato è una tappa importante nella storia della sanità pubblica, tutti i leader europei hanno investito molto impegno e oggi possiamo tranquillamente celebrare una vittoria completa sulla malaria in Europa. Tuttavia, non puoi rilassarti, perché sul pianeta ci sono ancora paesi in cui questa malattia è diffusa e i turisti possono portare di nuovo la malaria in Europa, che sarà l'inizio di una nuova epidemia.

Nel lungo viaggio per liberare l'Europa dalla malaria, la dichiarazione di Tashkent adottata nel 2005 ha svolto un ruolo importante. È stata questa dichiarazione che è diventata la base per un nuovo modo di eliminare la malaria in Europa (l'Oms si è impegnata a liberare l'Europa dalla malattia entro il 2015). Tutti i paesi interessati da questo problema hanno utilizzato la dichiarazione come punto di riferimento e ora, a causa di un lavoro ben coordinato e di azioni chiare di tutte le regioni europee, le infezioni locali sono diminuite a zero.

Tutti i paesi hanno dimostrato un forte impegno politico, hanno fatto sforzi per individuare e epidemiologia dei casi di sorveglianza della malaria, ha introdotto nuovi metodi per combattere la malattia zanzare vettoriali e per informare i cittadini della zona a rischio, assistenza attiva fornita in questa comunità locale.

Ottenere lo status ufficiale di una regione libera dalla malaria se il paese non ha rilevato un nuovo caso di malaria negli ultimi 3 anni.

Ora, dopo aver analizzato la situazione, la Regione Europea è riconosciuta libera dalla malaria, ma il capo del Dipartimento delle Malattie Infettive dell'OMS ha sottolineato che è impossibile attenuare l'attenzione. Finché la malaria rimane nel mondo, il rischio di una nuova ondata di infezione in Europa rimane piuttosto elevato e se i paesi europei non sono vigili e rispondono rapidamente, anche una sola persona, malata di malaria, può provocare una nuova ondata di infezione.

Ad Ashgabat quest'estate, l'OMS intende convocare una riunione in cui verranno discusse questioni relative a un'eventuale ri-epidemia di malaria in Europa. Presumibilmente, alla riunione parteciperanno rappresentanti di paesi in cui vi è un alto rischio di rimandare la malattia.

L'OMS, al fine di prevenire il ritorno della malaria in Europa, invita tutti i paesi a mantenere lo stesso livello di dedizione alla causa comune, a continuare a condurre test tempestivi e il trattamento dei casi rilevati della malattia. È anche importante capire i modi in cui la malattia può tornare in Europa, così come i rischi ad essa associati. Ogni regione europea dovrebbe essere preparata per i casi di ripresa della malattia e intraprendere azioni immediate a tale riguardo.  

Vale la pena notare che l'esito dell'incontro formerà la base per una strategia per prevenire la ridistribuzione della malaria in Europa.

È importante sapere!

Il plasmodio nello striscio di sangue nelle persone sane è assente. Parassiti Plasmodium falciparum, a sua volta 2 ospiti: nelle femmine di tipo corpo di zanzara Anopheles, in cui v'è la riproduzione sessuale, sporogony, e nel corpo umano, in cui v'è la riproduzione asessuata, schizogony Leggi di più...

!
Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.
You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.