^
A
A
A

Il sole aiuta l'intestino del bambino

 
, Editor medico
Ultima recensione: 16.04.2020
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

20 September 2019, 09:00

Gli scienziati affermano che l'esposizione alla luce solare su un bambino entro mezz'ora al giorno ridurrà il rischio di sviluppare processi infiammatori nell'intestino dei bambini. Questa informazione è stata espressa da un gruppo di esperti guidati dal Dr. Robin Lucas, in rappresentanza della School of Medicine della Australian National University di Melbourne.

Secondo recenti studi, solo nel territorio australiano circa ottocentomila persone hanno costantemente problemi con l'intestino - in particolare, non vengono registrati solo i disturbi intestinali, ma anche la malattia di Crohn e la colite ulcerosa. In questo caso, i segni patologici più comuni sono diarrea, dolore addominale, crampi e un generale deterioramento del benessere. Tali sintomi influenzano negativamente la qualità della vita delle persone, peggiorando la loro capacità di lavorare. Ciò accade principalmente perché la difesa immunitaria si allontana da un ritmo adeguato e dirige la sua aggressività verso i propri tessuti sani.

Esperimenti precedenti ci hanno permesso di dimostrare che i raggi del sole hanno un effetto benefico sulle difese immunitarie del corpo. Nel loro nuovo progetto, gli scienziati hanno dovuto determinare quali proprietà della luce solare si manifestano in relazione alle malattie intestinali.

Il nuovo studio ha coinvolto volontari - giovani scolari. Questo contingente è stato scelto perché in questo ambiente vi è fiducia nei dati ottenuti, ad esempio non è necessario tener conto di tali dati. Fattori avversi per il sistema digestivo, come l'abuso di alcol o il fumo. Secondo i risultati delle osservazioni, è stato scoperto che ogni dieci minuti i partecipanti erano esposti al sole, il rischio di innescare processi intestinali infiammatori è diminuito di circa il 6%. E per mezz'ora di prendere il sole, il rischio di malattie intestinali è stato ridotto di circa il 20%.

Gli scienziati sottolineano che al momento non sono in grado di rispondere con precisione alla domanda sui motivi di questa relazione. Presumibilmente, l'effetto benefico dipende in qualche modo dall'attivazione dei processi di produzione di vitamina D nel corpo. I ricercatori notano anche che non importava a che ora i partecipanti camminavano al sole - era mattina, giorno o sera. E, nonostante gli aspetti positivi del prendere il sole, gli scienziati non consigliano di ignorare completamente i mezzi di protezione dalle radiazioni ultraviolette.

In precedenza, nel corso degli esperimenti, è stato scoperto che le regolari passeggiate al sole aiutano a normalizzare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di coaguli di sangue. I raggi del sole non solo migliorano la salute: prolungano la vita prevenendo la comparsa di patologie così complesse come ictus e infarti.

Una descrizione completa dell'articolo è riportata nelle pagine ufficiali dell'università  www.anu.edu.au/news/all-news/sunshine-may-decrease-risk-of-inflammatory-bowel-disease

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.