^
A
A
A

Per prevenire un infarto il tè aiuterà

 
, Editor medico
Ultima recensione: 20.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

07 April 2016, 09:00

Gli scienziati continuano a studiare le proprietà di varie bevande che le persone sono abituate a consumare quotidianamente, in particolare tè e caffè. Nel corso di vari studi, sono stati rivelati sia i benefici che i danni di queste bevande.

Il recente lavoro di specialisti americani ha dimostrato che gli amanti del tè hanno un rischio ridotto di sviluppare malattie cardiache e vascolari.

Secondo gli scienziati, solo una tazza di tè al giorno ridurrà il livello di calcio nelle arterie coronarie e ridurrà la probabilità di sviluppare varie malattie cardiovascolari, tra cui ictus e infarto, del 35% .

A tali conclusioni, gli scienziati sono venuti dopo un lungo studio, che è durato per 15 anni con la partecipazione di 6.000 volontari.

Come risultato di osservazione e lo studio dello stato di salute dei partecipanti all'esperimento, gli scienziati hanno trovato che nel gruppo in cui è stato necessario bere ogni giorno una tazza di tè del 35% riduce il rischio di malattie cardiache e dei vasi sanguigni, e nel gruppo, i partecipanti che hanno bevuto almeno tre tazze di tè ogni giorno, gli scienziati hanno mostrato una diminuzione del livello di calcio nelle arterie coronarie. Vale la pena ricordare che l'accumulo di calcio aumenta il rischio di sviluppare un infarto. Questa patologia è la principale causa di disabilità e mortalità tra la popolazione.

Nonostante il fatto che i moderni risultati medici abbiano un significativo arsenale di farmaci che aiutano a prevenire malattie cardiache e vascolari, gli scienziati avvertono che molti pazienti semplicemente non sospettano dei benefici del tè per il loro cuore e trascurano questa bevanda meravigliosa.

Nel tè contiene un sacco di sostanze - aminoacidi, proteine, alcoldoidi, minerali e tannini - che hanno effetti benefici su vari organi e sistemi del corpo umano. La quantità di nutrienti nella bevanda dipende non solo le varietà di tè, ma anche sulla birra corretta - il gusto e benefici della bevanda è in gran parte i piatti, la qualità dell'acqua e altre, piccole cose apparentemente insignificanti, come la temperatura, la quantità di produzione di birra, birra volta influenzati e così via. Inoltre, il tè non può essere riscaldato o bollito, da bere più di mezz'ora fa, altrimenti il tè da una bevanda salutare diventa un vero veleno.

L'interesse degli scienziati non è solo il tè, ma il caffè. È difficile dire quale di queste bevande sia più popolare, ma i medici raccomandano che alcune persone si astengano dal bere caffè e abusino anche di questa bevanda profumata, poiché è possibile sviluppare il diabete o altre gravi malattie.

Ma il caffè ha anche proprietà benefiche per il corpo umano, ad esempio, in uno studio recente è emerso che alcune tazze di caffè al giorno riducono l'infiammazione e prevengono il cancro. Ma i pazienti ipertesi e i pazienti con malattie cardiache non possono bere caffè, anche una tazza al giorno può influire negativamente sullo stato di salute.

Inoltre, non è consigliabile bere caffè alle persone che soffrono di obesità, perché in questo caso aumenta la probabilità di sviluppare diabete.

In generale, il tè e il caffè possono influire positivamente e negativamente sul corpo, ma gli scienziati ancora una volta avvertono che in tutto ciò si dovrebbe conoscere l'estensione e dare la preferenza a prodotti di qualità.

È importante sapere!

Ictus emorragico: qualsiasi emorragia spontanea (non traumatica) nella cavità del cranio. Tuttavia, il termine "emorragico" nella pratica clinica è generalmente utilizzato per riferirsi a emorragia intracerebrale causato dalle malattie cerebrovascolari più comuni: ipertensione, aterosclerosi e angiopatia amiloide.

Leggi di più...

!
Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.
You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.