^

Sistemi di protezione del tratto gastrointestinale

, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La teoria della nutrizione adeguata attribuisce grande importanza ai sistemi che proteggono l'organismo dalla penetrazione di varie sostanze nocive nel suo ambiente interno. L'assunzione di nutrienti nel tratto gastrointestinale deve essere considerata non solo come un modo per reintegrare energia e materiali plastici, ma anche come un'aggressione allergica e tossica. Infatti, l'alimentazione è associata al pericolo di penetrazione nell'ambiente interno del corpo di vari tipi di antigeni e sostanze tossiche. Solo grazie a un complesso sistema di protezione, gli aspetti negativi della nutrizione vengono neutralizzati efficacemente.

Prima di tutto, va notato un sistema che viene ancora definito meccanico o passivo. Con questo si intende limitata permeabilità della mucosa del tratto gastrointestinale per le molecole solubili con un peso molecolare relativamente basso (inferiore a 300-500) e impermeabilità ai polimeri, tra cui proteine, mucopolisaccaridi e altre sostanze aventi proprietà antigeniche. Tuttavia, le cellule del sistema digerente durante lo sviluppo post-natale è caratterizzata da endocitosi, facilitando l'ingresso nell'ambiente interno delle macromolecole e antigeni estranei. Ci sono dati che le cellule del tratto gastrointestinale degli organismi adulti sono anche in grado di assorbire grandi molecole, comprese quelle non grasse. Tali processi sono designati dal signor Volkheimer come una perforazione. Inoltre, il passaggio del cibo attraverso il tratto gastrointestinale di una notevole quantità di acidi grassi volatili, alcuni di loro da succhiare effetti tossici, e altri - l'effetto irritante locale. Da per xenobiotici, la loro formazione e l'assorbimento nel tratto gastrointestinale varia a seconda della composizione e le proprietà di contaminazione degli alimenti.

Esistono diversi altri meccanismi che impediscono l'ingresso di sostanze tossiche e antigeni dall'ambiente enterico nell'ambiente interno, due dei quali sono quelli di trasformazione. Uno di questi meccanismi è associato alla glicocalisi, che è impenetrabile per molte grandi molecole. Le eccezioni sono molecole che subiscono l'idrolisi da parte di enzimi (amilasi pancreatica, lipasi, proteasi) adsorbiti nelle strutture glicocalice. A questo proposito, il contatto delle reazioni allergiche e tossiche delle molecole non saldate con la membrana cellulare viene ostacolato e le molecole che subiscono l'idrolisi perdono le loro proprietà antigeniche e tossiche.

Un altro meccanismo di trasformazione è causato da sistemi enzimatici localizzati sulla membrana apicale delle cellule intestinali e da scissione di oligomeri fino a monomeri capaci di assorbimento. Pertanto, i sistemi enzimatici della membrana glicocalice e delle lipoproteine fungono da barriera che impedisce l'ingresso e il contatto di grandi molecole con la membrana delle cellule intestinali. Un ruolo importante può giocare le peptidasi intracellulari, considerate da noi come una barriera aggiuntiva e come un meccanismo di protezione contro i composti fisiologicamente attivi.

Per comprendere i meccanismi di protezione, è importante che la mucosa umana dell'intestino tenue umano contenga più di 400.000 cellule plasmatiche per 1 mm. Inoltre, sono stati rilevati circa 1 milione di linfociti per 1 m 2 della mucosa intestinale. Normalmente, il digiuno contiene da 6 a 40 linfociti per 100 cellule epiteliali. Ciò significa che nell'intestino tenue, oltre allo strato epiteliale che separa gli ambienti enterale e interno del corpo, c'è ancora un potente strato di leucociti.

Il sistema immunitario intestinale fa parte del sistema immunitario del corpo e si compone di diversi compartimenti. I linfociti di questi compartimenti hanno molte somiglianze con i linfociti non intestinali, ma hanno anche caratteristiche uniche. In questo caso, le popolazioni di diversi linfociti dell'intestino tenue interagiscono a causa della migrazione dei linfociti da un compartimento all'altro.

Il tessuto linfatico dell'intestino tenue rappresenta circa il 25% dell'intera mucosa intestinale. È presentato sotto forma di cluster nei cerotti di Peyer e nella sua lamina propria (linfonodi separati), così come una popolazione di linfociti disseminati localizzati nell'epitelio e nella lamina propria. La mucosa dell'intestino tenue contiene macrofagi, linfociti T, B e M, linfociti intraepiteliali, cellule bersaglio e altri.

I meccanismi immunitari possono agire nella cavità dell'intestino tenue, sulla sua superficie e nella lamina propria. Allo stesso tempo, i linfociti intestinali possono diffondersi ad altri tessuti e organi, tra cui ghiandole mammarie, organi genitali femminili, tessuto bronchiale linfatico e partecipare alla loro immunità. Danni ai meccanismi che controllano l'immunità del corpo e la sensibilità immunitaria dell'intestino tenue agli antigeni possono fare la differenza nella patogenesi delle violazioni dell'immunità locale dell'intestino e nello sviluppo di reazioni allergiche.

Meccanismi non immuni e immunitari per proteggere l'intestino tenue proteggono dagli antigeni estranei.

Mentre la mucosa del tratto digestivo è potenzialmente zona attraverso la quale la penetrazione di antigeni e sostanza possa tossici nell'ambiente interno dell'organismo, qui definito ha un efficace sistema di protezione, che comprende sia fattori meccanici (passive) e attivi protezione. In questo caso, i sistemi che producono anticorpi e il sistema immunitario cellulare interagiscono nell'intestino. Va aggiunto che le funzioni protettive barriera epatica è implementato utilizzando assorbimento cellulare kupferovyh di sostanze tossiche, completato da un sistema di antitossina risposte nell'epitelio dell'intestino tenue.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8], [9], [10]

Risultati

Apertura delle leggi generali della assimilazione delle sostanze nutritive, è altrettanto valido per il più primitivo e gli organismi più evoluti, inevitabilmente portato alla formazione di una nuova teoria evolutiva di motivata adatto per i processi di assimilazione di interpretazione solo l'uomo non, ma anche altri gruppi di organismi. La teoria dell'alimentazione adeguata da noi proposta non è una modifica della classica, ma una nuova teoria con una diversa assiomatologia. Allo stesso tempo, uno dei postulati di base della teoria classica, secondo cui l'assunzione e il dispendio nel corpo dei nutrienti devono essere bilanciati, la nuova teoria accetta interamente.

Secondo la teoria della nutrizione equilibrata, cibo, che è una struttura altamente organizzata e consiste di nutrienti, fibre alimentari e in alcuni casi i prodotti tossici sottoposti a, caratteristiche fisico-chimiche e meccaniche trattamento enzimatico. Di conseguenza, i componenti utili del cibo vengono estratti e convertiti in composti specifici della specie che vengono assorbiti nell'intestino tenue e forniscono energia e bisogni plastici del corpo. (Molti fisiologi e biochimici confrontando questo processo con il recupero di componenti di valore dal minerale.) Dalle sostanze zavorra, alcuni elementi dei succhi gastrici, cellule esfoliate dello strato epiteliale del tratto gastrointestinale, così come un certo numero di prodotti di flora batterica vitali nutrienti parzialmente utilizzando e zavorra generato segreti , che vengono espulsi dal corpo. Da questo schema di assimilazione del cibo seguono i principi del calcolo della quantità di sostanze nutritive che entrano nel corpo insieme al cibo, ne valutano i pregi, ecc.

Secondo la teoria, un'alimentazione adeguata, così come il passaggio da uno stato affamato ad uno soddisfatto, è causata non solo dai nutrienti, ma anche da vari composti regolatori vitali che provengono dall'intestino all'ambiente interno del corpo. Tali composti regolatori sono principalmente ormoni prodotti da numerose cellule endocrine del tratto gastrointestinale, che in numero e varietà superano l'intero sistema endocrino del corpo. I composti regolatori includono anche fattori simili agli ormoni, come i derivati del cibo, formati a causa dell'azione degli enzimi sull'apparato digerente del macroorganismo e della flora batterica su di esso. In alcuni casi, non è possibile tracciare una linea chiara tra sostanze normative e tossiche, come l'istamina.

Dal punto di vista della teoria classica sull'alimentazione della microflora del sistema digerente negli organismi monogastrici, compresi gli esseri umani (ma non i ruminanti), non è nemmeno un attributo neutro, ma piuttosto dannoso. Con le posizioni della teoria della nutrizione adeguata flora batterica del tratto gastrointestinale, non solo nei ruminanti, ma anche, a quanto pare, tutti o la stragrande maggioranza degli organismi pluricellulari - una festa necessaria per l'assimilazione del cibo. E 'ormai accertato che l'attività in numerosi organismi alimentari nel sistema digestivo è non solo l'estrazione di una scrittura sua parte utile - nutrienti primari, ma anche la trasformazione dei vari componenti alimentari sotto l'influenza della microflora, e anche prodotti della sua attività di raffinazione. Di conseguenza, la parte inutilizzata della sostanza nutritiva diventa una parte attiva dell'ambiente enterico che possiede una serie di proprietà importanti.

Per gli organismi complessi, è giusto assumere che in senso metabolico essi siano sistemi superorganici in cui l'ospite interagisce con una microflora specifica. Sotto l'azione della microflora, si formano nutrienti secondari, che sono estremamente importanti e in molti casi necessari. La fonte di nutrienti secondari sono i nutrienti della zavorra coinvolti nella regolazione di molte funzioni locali del corpo.

L'assimilazione del cibo, in accordo con la teoria classica dell'alimentazione, riduce all'idrolisi enzimatica delle sue complesse strutture organiche e all'estrazione di elementi semplici - i nutrienti appropriati. Da qui una serie di idee fondamentali sull'opportunità di arricchire il cibo, cioè la separazione dei componenti contenenti sostanze nutritive dalla zavorra, e anche l'uso di nutrienti finiti come prodotti finali di clivaggio, sangue adatto o anche iniettato, ecc. Al contrario, secondo la teoria di adeguata potenza, non c'è solo la ripartizione degli alimenti, ma anche nutrienti e preparazione di sostanze fisiologicamente attive dovute all'esposizione della microflora del tratto gastrointestinale, h sostanze di zavorra. In questo modo si formano molte vitamine, acidi grassi volatili e gli amminoacidi essenziali necessari che influiscono in modo significativo sui fabbisogni corporei di cibo proveniente dall'esterno. Il rapporto tra i nutrienti primari e secondari può variare ampiamente, a seconda delle specie e persino delle caratteristiche individuali della microflora. Inoltre, insieme ai nutrienti secondari sotto l'influenza della flora batterica, si formano sostanze tossiche, in particolare ammine tossiche. L'attività della flora batterica, che è una componente obbligatoria degli organismi multicellulari, è strettamente correlata a una serie di importanti caratteristiche del macroorganismo.

Come più volte notato, lo sviluppo della teoria dell'alimentazione adeguata si basa su modelli biologici e evolutivi generali, nonché sui risultati di numerose scienze, in particolare biologia, chimica, fisica e medicina. Infatti, per il biologo, non solo la "formula", ma anche la tecnologia di qualsiasi processo è estremamente importante, poiché l'evoluzione è nella direzione di ottimizzare la tecnologia dei processi biologici. Nei sistemi biologici, molto dipende dalla tecnologia dei processi, poiché la loro alta efficienza, e talvolta la stessa possibilità, è associata alla realizzazione di determinati collegamenti intermedi. L'insufficiente efficienza della loro implementazione o la loro interazione interrompono il funzionamento del sistema nel suo complesso. Questa presentazione spiega alcune differenze fondamentali tra le teorie di un'alimentazione equilibrata e adeguata. La prima teoria, in sostanza, è determinata dalla formula equilibrata della nutrizione, la seconda, oltre a tale formula, tiene conto della tecnologia della nutrizione, cioè della tecnologia dei processi di assimilazione del cibo da parte di vari gruppi di organismi.

Infine, la teoria dell'alimentazione adeguata è uno degli elementi centrali della scienza interdisciplinare della trofologia. Combinando molte sezioni di scienze biologiche e mediche relative ai vari aspetti della assimilazione di sistemi biologici alimentari di varia complessità (dalla cella e l'organismo di ecosistemi e biosfera), una scienza è necessaria per una comprensione dell'unità fondamentale della natura. Questo è anche importante per caratterizzare i processi di interazione nella biosfera sulla base di connessioni trofiche, cioè per considerare la biosfera come una trofosfera. Ma, piuttosto che forse in misura maggiore alla formazione di ecologia trofica, e compresa la teoria di una nutrizione adeguata è essenziale per una varietà di scienze mediche, come i tessuti trofici e dei suoi disturbi, diversi problemi di gastroenterologia, aspetti teorici e applicativi della scienza nutrizionale - è infatti, parti irrazionalmente separate di un problema comune - i problemi di assimilazione del cibo da parte di organismi che si trovano a diversi livelli della scala evolutiva. Questo problema dovrebbe essere considerato da alcune posizioni unitarie sulla base di una visione più ampia e più profonda di prima.

Quindi, la teoria dell'alimentazione adeguata è, per così dire, la teoria dell'alimentazione equilibrata, in cui sono cresciute le "ali biologiche". Ciò significa che la teoria dell'alimentazione adeguata è applicabile non solo a una persona oa un particolare gruppo di animali, ma anche a una varietà di specie animali e, inoltre, a tutti i gruppi di organismi.

trusted-source[11], [12], [13], [14], [15], [16], [17], [18]

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.