^
A
A
A

Tipo di fibre muscolari e modi di accumulare energia per l'allenamento

 
, Editor medico
Ultima recensione: 15.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Esistono diversi tipi di fibre muscolari. Tipo I, o fibre muscolari a contrazione lenta, che hanno un tasso di contrazione relativamente lento. Essi sono utilizzati principalmente aerobico via metabolica e contengono molti mitocondri con un alto livello di enzimi necessari per tratto aerobico produzione di energia (t. E. Enzimi necessari durante il ciclo e trasporto catena Krebs di elettroni) hanno una densità capillare elevato per la loro alimentazione di ossigeno e di energia substrati, nonché per la rimozione di sottoprodotti, ad esempio acido lattico.

Atleti con un gran numero di tipo fibre muscolari di lattato nel sangue soglia superiore, perché possono dare piruvato velocemente nel ciclo di Krebs e meno piruvato viene convertito in acido lattico, in modo da conseguire carico permanente e allungare il periodo di tempo prima di fatica.

Le fibre muscolari di tipo II, o il rapido restringimento, hanno una velocità di contrazione relativamente veloce e la capacità di generare rapidamente energia anaerobica. Sono divisi in categorie, due delle quali sono ben definite. Le fibre muscolari di tipo II hanno un alto tasso di riduzione e un sistema di produzione di energia aerobica e anaerobica abbastanza ben sviluppato. Le fibre muscolari di tipo II sono le più veloci e più glicolitiche. La maggior parte dei carichi richiede una combinazione di fibre muscolari veloci e a contrazione lenta in grado di resistere a contrazioni muscolari relativamente lente con occasionali brevi strappi con rapida contrazione muscolare.

Carichi che richiedono il coinvolgimento di un numero maggiore di fibre di tipo II, come lo sprint, la camminata intensiva, dipendono fortemente dalle riserve di carboidrati accumulate. Questi carichi sono associati a un esaurimento più veloce delle riserve di glicogeno. Il rapporto tra fibre muscolari lente e contrazioni rapide dipende principalmente dalla predisposizione genetica. Nell'uomo, una media del 45-55% delle fibre muscolari si riduce lentamente. Tuttavia, le sessioni di allenamento possono influenzare la distribuzione dei tipi di fibre muscolari. Gli atleti impegnati in attività sportive che richiedono principalmente energia aerobica (funzionamento a lunga distanza), fibre a contrazione lenta costituiscono il 90-95% dei muscoli in esercizio.

L'energia di legami chimici di cibo si accumula nella forma di grassi e carboidrati e in una dimensione minore - nella forma di proteine. Questa energia viene trasferita all'ATP, che la trasferisce direttamente alla struttura o al composto cellulare bisognoso.

Tre sistemi diversi possono essere utilizzati nella trasmissione di energia ATP: fosfagene, anaerobico-glicolitico e aerobico. Il sistema fosfagenico trasferisce l'energia più rapidamente, ma la sua capacità è molto limitata. Il sistema anaerobico-glicolitico può anche trasmettere energia in tempi relativamente brevi, ma i prodotti di questa via riducono il pH della cellula e ne limitano la crescita. Il sistema aerobico trasferisce l'energia più lentamente, ma ha la massima produttività, perché carboidrati o grassi possono essere utilizzati come substrati per l'energia. Tutti questi sistemi possono essere utilizzati simultaneamente in diverse celle del corpo e l'ambiente cellulare ei requisiti energetici determinano il sistema di trasferimento di energia preferito.

  • La presenza di ossigeno e substrati energetici
  • due importanti fattori dell'ambiente cellulare.

Il tipo di fibre muscolari e le caratteristiche intrinseche sono fattori chiave nel determinare il sistema di trasferimento di energia per le cellule muscolari. Le manipolazioni dietetiche e le sessioni di allenamento possono modificare l'ambiente cellulare e avere un forte impatto sulle prestazioni del sistema di trasmissione dell'energia, nonché sui substrati energetici.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.