^

Salute

Leucociti

, Editor medico
Ultima recensione: 20.11.2021
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

I leucociti sono il fondamento della funzione protettiva dell'immunità, poiché queste cellule sono le prime a rispondere all'invasione degli antigeni nel corpo umano. La protezione dei leucociti è un processo di fagocitosi: riconoscimento attivo di elementi estranei, loro cattura e digestione. Questa proprietà dei leucociti fu scoperta da un eccellente microbiologo, l'immunologo Ilya Ilyich Mechnikov all'inizio del secolo scorso. La scoperta fu così rivoluzionaria per il momento in cui lo scienziato ottenne il premio Nobel.

Il conteggio quantitativo dei leucociti dipende direttamente dalla velocità con cui questi globuli bianchi formano il midollo osseo, e anche il tasso di escrezione e decadimento è un criterio molto importante. I leucociti vengono riciclati e rimossi dopo aver raggiunto lo scopo previsto - la fagocitosi. Tutti questi parametri sono influenzati da molti fattori, quindi l'indice dei leucociti può fluttuare entro i limiti della norma. Alla fine della giornata lavorativa, i globuli bianchi possono aumentare leggermente, così come con un intenso esercizio fisico ed emotivo. Anche un hobby per il cibo proteico, una razione di carne o un brusco cambiamento nelle condizioni climatiche possono influenzare il numero di leucociti nel sangue. La norma per un adulto è considerata fluttuare da 4 a 9 mila in 1 ml di sangue.

I leucociti si formano nel midollo osseo rosso e nei linfonodi. Il numero di globuli bianchi (globuli bianchi) nel sangue circolante è un importante indicatore diagnostico.

I leucociti hanno una funzione fondamentale: proteggere il corpo dagli agenti stranieri. A causa della loro attività fagocitaria, si realizza la partecipazione all'immunità cellulare e umorale, lo scambio di istamina, antimicrobico, antitossico, formazione di anticorpi e altri importanti componenti delle reazioni immunologiche.

I leucociti includono le cellule di granulociti, monocitiche e serie linfoidi (vedi anche  "La formula dei leucociti ").

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8], [9], [10]

Leucociti: cambiamenti nella morfologia

Nelle infezioni gravi nei granulociti di sangue, ci sono la granularità tossica, la vacuolizzazione del citoplasma e il corpo di Knyazkova-Dele, che ha un grave valore prognostico. La presenza di uno o più dei suddetti cambiamenti indica lo sviluppo della batteriemia e la generalizzazione dell'infezione.

La granularità tossicogenica dei neutrofili è un rosso scuro grossolano che appare come risultato di cambiamenti fisico-chimici nel citoplasma sotto l'influenza di un agente infettivo. Si ritiene che questa patologia rifletta o meno una violazione dei processi di maturazione dei neutrofili, a seguito della quale la ruvida granularità è trattenuta nelle cellule mature o è il risultato dell'assorbimento di sostanze tossiche. I leucociti hanno questi cambiamenti durante malattie settiche (spesso appaiono prima dello spostamento nucleare ed è un segno prognostico negativo), la polmonite lobare, scarlattina, i tessuti tumorali decadimento dopo la radioterapia.

La vacuolizzazione del citoplasma è meno comune, ma non ha un significato diagnostico minore. I leucociti hanno questi cambiamenti nella sepsi (soprattutto causati da infezione anaerobica), ascessi, distrofia epatica acuta.

Taurus Knyazkova-Dele - grandi aree bianco-blu del citoplasma di varie forme, prive di granuli specifici. I leucociti hanno questi cambiamenti nelle malattie infiammatorie, infezioni (morbillo, scarlattina), sepsi, ustioni.

Ipersegmentazione dei nuclei dei neutrofili - la presenza di più di 5 segmenti nei nuclei dei neutrofili. I leucociti hanno questi cambiamenti con una caratteristica costituzionale ereditaria, così come una carenza di vitamina B 12 e acido folico. L'ipersegmentazione congenita non è accompagnata da alcun sintomo clinico.

L'anomalia dei leucociti di Pelger è una rottura ereditaria dominante della maturazione dei granulociti, caratterizzata da una diminuzione della segmentazione dei nuclei dei neutrofili. Molto spesso, i neutrofili maturi contengono un nucleo a due segmenti o non segmentato, raramente un nucleo a tre segmenti. Per le loro proprietà fisiologiche, tali cellule non differiscono dai neutrofili normali e maturi.

Anomalia pseudopelgeriana - una diminuzione della segmentazione dei nuclei dei granulociti - è possibile con malattie mieloproliferative, agranulocitosi, mieloma multiplo, tubercolosi. È temporaneo, transitorio. Dopo il recupero del paziente, i leucociti pseudopelerei scompaiono. Al centro dell'anomalia della maturazione dei nuclei c'è una violazione del metabolismo degli acidi nucleici.

Cellule di leucemia (l'ombra di Botkin-Humprecht) - nuclei dilapidati di linfociti con i resti di nucleoli - si trovano nella leucemia linfatica cronica.

I leucociti possono essere diversi per struttura, struttura del citoplasma e cadere in due gruppi principali: 

  • Granulociti (granulari), in cui il nucleo ha una struttura granulare; 
  • Agranulociti (non a grana), il cui citoplasma non contiene granuli.

A loro volta, i granulociti hanno sottospecie, che sono differenziate secondo le tonalità istologiche: 

  • Eosinofili, che sono macchiati con mezzi acidi; 
  • Basofili macchiati con pitture di base; 
  • Neutrofili, che possono essere colorati da tutti i tipi di media.

Segue la suddivisione dei neutrofili: 

  • Giovani, nuovi metamyelocytes; 
  • Pugnalato, non completamente maturo; 
  • Segmentato, maturo, con nuclei segmentati.

I leucociti delle serie neutrofili svolgono un ruolo importante - fagocitico. L'attività fagocitaria dipende dall'età, negli anziani, l'attività protettiva è ridotta. I neutrofili possono anche rilasciare lisozima e interferone. Il lisozima è un enzima importante che ha un'azione antibatterica che idrolizza le pareti cellulari degli agenti patogeni (batteri, virus) e li distrugge. L'interferone è un nome generico per un gruppo di proteine che hanno effetti antivirali, immunomodulatori e oncoprotettivi.

Gli eosinofili sono una cellula granulocitaria che ha un nucleo segmentato. Queste cellule sono coinvolte nella fagocitosi, proteggono il corpo dalle allergie. I basofili sono cellule poco conosciute, perché raramente si trovano negli studi analitici. I basofili prendono parte a molti processi immunitari, comprese le reazioni antiallergiche.

I leucociti delle specie di agranulociti hanno due sottospecie: monociti e linfociti. Linfociti - questo è il collegamento principale della funzione protettiva dell'immunità, che "pattuglia" il corpo e identifica antigeni nocivi. Inoltre, i linfociti controllano tutte le cellule interne, naturali, al fine di rilevare la mutazione e la divisione atipica, che è caratteristica per l'insorgenza dei processi oncologici. Il funzionamento dei linfociti è impossibile senza l'attività degli "alleati", macrofagi che corrono lungo il flusso sanguigno e i tessuti per riconoscere elementi nocivi. I linfociti occupano quasi un terzo della composizione di tutti i leucociti del sangue, nei bambini piccoli il loro numero è leggermente più grande e, con l'età, il rapporto percentuale è equalizzato. Un numero maggiore di linfociti è indicativo di malattie infettive, come la tubercolosi, il citomegalovirus, l'epatite, la mononucleosi infettiva. Inoltre, i linfociti aumentano nelle malattie del sangue maligne - leucemia. Un numero ridotto di linfociti segnala un possibile processo oncologico, immunodeficienza. Inoltre, il linfocitopenia può essere scatenata dall'intossicazione da farmaci quando viene superata la dose di glucocorticoidi.

I leucociti delle sottospecie dei linfociti sono suddivisi in base alle funzioni nelle seguenti cellule: 

  • I linfociti B sono cellule che lavorano nel midollo osseo, producendo immunoglobuline. I linfociti B hanno anche due sottotipi: B-1 e B-2; 
  • T-linfociti, che controllano la produzione di anticorpi nei linfociti B. Queste cellule prendono il nome dalla prima lettera di un organo importante - il timo, dove crescono e maturano; 
  • T-helper, ha ricevuto il nome, che descrive il loro ruolo principale - aiuto. Gli aiutanti aiutano a sintetizzare gli anticorpi; 
  • T-soppressori - un sottotipo di T-linfociti che sopprimono - sopprimono la sintesi eccessiva di immunoglobulins (sopprimere - trattenere); 

Natural killer - Natural killer, cellule citotossiche che cercano di contenere e distruggere virus e oncoprocess.

I monociti sono i leucociti più grandi, con un grande nucleo largo e capaci di trasformarsi in macrofagi. I macrofagi partecipano attivamente al processo immunitario umorale, distruggendo batteri e virus.

I leucociti con i loro indicatori quantitativi e strutturali possono indicare tali malattie: 

Globuli bianchi elevati

  • La leucemia è elevata nella leucemia (l'eccesso è di centinaia di migliaia); 
  • I leucociti sono elevati nelle leucocitosi (fino a diverse decine di migliaia); 
  • Lo spostamento dei neutrofili verso il lato sinistro dei limiti della norma indica malattie infettive; 
  • Eosinofilia (che supera la soglia delle norme) indica una reazione allergica, invasioni elmintiche croniche; 
  • La linfocitosi indica diverse varianti di malattie: mononucleosi infettiva, patologie ematopoietiche, tubercolosi, brucellosi, sifilide; 

trusted-source[11], [12], [13], [14], [15], [16], [17], [18], [19]

Leucociti ridotti

Leucopenia, quando le cellule bianche del sangue è sceso, può essere indicativo di artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico - il lupus eritematoso sistemico, intossicazione da farmaci, sistema ematopoietico patologica, salmonellosi. La dipendenza dall'alcool e il diabete mellito possono essere accompagnati da una condizione in cui i leucociti si abbassano.

I leucociti sono un indicatore importante del minimo obbligatorio di ricerca: i test di laboratorio. La determinazione del numero di leucociti aiuta a specificare la diagnosi della malattia di base ed è un'informazione significativa per i medici di qualsiasi specializzazione.

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.