Gamma-idrossibutirrato: dipendenza, sintomi e trattamento

Il Gamma-idrossibutirrato provoca intossicazione, simile all'intossicazione da alcol o chetamina, e può portare alla soppressione della respirazione e della morte, specialmente in combinazione con l'alcol.

Il gamma-idrossibutirrato (GHB, anche chiamato "G") viene assunto dalla bocca. Nei suoi effetti, è simile alla ketamina, ma dura più a lungo ed è molto più pericoloso.

Il gamma-idrossibutirrato provoca una sensazione di rilassamento e di rilassamento e può anche causare affaticamento e disinibizione. A dosi più elevate, il GHB può causare capogiri, compromissione della coordinazione, nausea e vomito. Ci possono essere convulsioni e coma, insufficienza respiratoria e morte. La combinazione di GHB e altri sedativi, specialmente l'alcol, è estremamente pericolosa. La maggior parte delle morti avvenne quando il GGB fu preso insieme all'alcool.

Si osservano sintomi di astinenza se il gamma-idrossibutirrato non viene assunto diversi giorni dopo un precedente uso frequente.

Il trattamento è necessario solo con un sovradosaggio. Potrebbe essere necessario eseguire una ventilazione artificiale se la respirazione è disturbata. La maggior parte dei pazienti guarisce rapidamente, sebbene gli effetti possano persistere per 1-2 ore.

Ultima revisione di: Alexey Portnov , esperto medico, su 01.06.2018

Il portale iLive non fornisce consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Le informazioni pubblicate sul portale sono solo di riferimento e non dovrebbero essere utilizzate senza consultare uno specialista.
Leggi attentamente le regole e norme del sito.

Copyright © 2011 - 2019 iLive. Tutti i diritti riservati.