^

Salute

Come funziona il retto e come funziona?

, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il retto non è altro che una delle parti principali del tratto gastrointestinale, che è l'ultima sezione del colon. In un adulto, la lunghezza del retto è di 13 -23 centimetri e si trova nella regione pelvica. Per capire perché si verificano le emorroidi, esaminiamo le peculiarità del retto.

Qual è il retto e in cosa consiste

trusted-source[1], [2], [3]

Qual è il retto e in cosa consiste

Il diametro del retto varia in modi diversi (2,5 - 7,5 centimetri). L'inizio del retto prende dal colon sigmoide, solo alla fine termina con un foro - è chiamato l'anale.

In effetti, il retto non è dritto, in quanto ha due curve, e si trovano nel piano longitudinale. La primissima curva è chiamata sacrale. Questa curva è concava verso l'osso sacro e termina dietro un rigonfiamento. La seconda curva è chiamata perineale, poiché il suo rigonfiamento è diretto in avanti e rappresenta più direttamente l'incurvatura dell'intestino attraverso il coccige.

Sezioni del retto

Il retto può essere diviso in tre sezioni diverse. Il più basso e stretto è chiamato perineale, in altre parole può essere chiamato canale anale. Questo canale svolge la funzione di apertura verso l'esterno (ano). La sua lunghezza è di soli 2-4 centimetri.

Sopra il canale anale è la parte più ampia del retto, la sua lunghezza varia da 10 a 12 centimetri, si chiama ampolla. Il terzo compartimento del retto è chiamato "nampampulare", rispetto alla fiala, questa sezione è piccola, lunga solo 5-6 centimetri.

trusted-source[4], [5], [6]

Kopčík

Il coccige si trova direttamente dietro il retto, e c'è anche l'osso sacro. Di fronte al retto degli uomini in questa zona ci sono le ampolle dei dotti deferenti, la ghiandola prostatica, le vescicole seminali e, naturalmente, la vescica. Le donne in quest'area sono l'utero e la vagina. Nelle figure è possibile considerare notevolmente la differenza nel modo in cui si trovano il retto e gli organi localizzati.

Protezione rettale

Diversi strati di protezione si trovano sulle pareti del retto stesso. Come abbiamo già detto, la parte superiore, che è nampampulare, è sotto l'affidabile protezione del peritoneo, con una pellicola sottile (molto trasparente) all'esterno. I canali anali e ampollari sono coperti da strati affidabili, formati da grassi e fibre connettive, non si applica al peritoneo.

Il retto ha anche uno strato intermedio, che è saldamente protetto da un paio di file di muscoli. Le fibre muscolari sono esterne (sono longitudinali). E le fibre muscolari longitudinali all'interno contengono fibre circolari della stessa composizione, che sono chiamate sfintere interno, chiamato anche polpa e circondato dallo sfintere esterno, in modo che le masse di feci si chiudano e non cadano prematuramente verso l'esterno.

Le fibre dello sfintere sono saldamente interconnesse e attaccate in un principio circolare all'ano.

trusted-source[7], [8], [9], [10], [11], [12], [13], [14]

Mucosa rettale

La membrana mucosa è la parete del retto (parete interna). Strati incredibilmente sottili della membrana mucosa sono separati dallo strato muscolare. È grazie a questi strati ultrasottili che si forma la mobilità muscolare dei tessuti connettivi.

Le cellule epiteliali sotto forma di un cilindro formano la membrana mucosa del retto. Sono anche costituiti da ghiandole intestinali, sono chiamati muco e calice. Hanno la capacità di evidenziare il segreto sotto forma di muco. È progettato per prevenire ferite, graffi e altri danni alle pareti del retto, quando passa masse fecali. Il muco serve anche da lubrificante per le feci, che passa più rapidamente attraverso il retto. I follicoli - piccoli noduli linfoidi - si trovano anche nel retto.

trusted-source[15], [16], [17], [18]

Pieghe del rettale

Quando il retto non è pieno di feci, il suo muco è in grado di formare pieghe - ce ne sono molte e vanno in direzioni diverse. Due o tre pieghe del retto attraversano, accanto a loro ci sono le fibre dello strato muscolare, che vanno in cerchio. Il loro turno è ottenuto sotto forma di una vite e si trovano nell'ampolla del retto. Ci sono anche altre pieghe che non sono permanenti, sono longitudinali e si raddrizzano quando l'intestino è riempito.

Nella zona dell'ano le mucose formano più pieghe - sono da 6 a 10. Queste pieghe sono costanti, si chiamano funny - post anali. Situato all'ano e alla base della loro elevazione sotto forma di un anello. Qui è il luogo in cui la mucosa del retto forma una transizione nella pelle dell'ano - l'ano.

trusted-source[19], [20], [21], [22], [23], [24]

Sistema di irrorazione rettale

Per avere una chiara idea del perché si verificano le emorroidi, è importante capire come il sistema di fornitura del sangue del retto. Il fatto è che le emorroidi sono una malattia che colpisce i vasi sanguigni situati nello strato sottomucoso del retto. È a causa della violazione della loro struttura e del loro lavoro che una persona soffre così tanto dal dolore nell'area dell'ano.

trusted-source[25], [26], [27]

Il lavoro delle cinque arterie

Cinque arterie lavorano per innescare il flusso di sangue al retto. O meglio, non nell'intestino stesso, ma in quello, nel suo strato submucoso. Una di queste arterie non è un'arteria accoppiata, è in alto ed è chiamata emorroidaria. Questa arteria è la fine dell'arteria inferiore, che è chiamata mesenterico.

Quindi, l'arteria emorroidaria ha un ruolo importante - trasporta il flusso sanguigno nella parte posteriore del retto. Queste sono le aree situate sopra l'ampolla e nella parte dell'ampolla (ne abbiamo già parlato).

Ma ci sono altre 4 arterie che portano il sangue al retto. Creano coppie. Queste coppie si trovano a destra e a sinistra, al centro e nella parte inferiore del retto. Finiscono le arterie ipogastriche.

Queste arterie non funzionano da sole: costituiscono un'unica rete di arterie che lavorano insieme in modo armonioso a beneficio del nostro corpo. Le arterie sono interconnesse verticalmente e orizzontalmente nelle pareti del retto.

Sistema venoso del retto

Questo è un sistema molto importante che fornisce il deflusso del sangue attraverso le vene nel retto. Il sangue scorre da ghirlande più piccole a quelle più grandi, quindi scorre attraverso le arterie.

Dov'è la rete di vene nel retto? La sua posizione è nello strato chiamato submucoso (lo sappiamo già). La parte più solida del retto è quella finale: in essa le arterie e le vene non si diramano verso i più piccoli capillari, ma si estendono direttamente ai cosiddetti pilastri anali. Da questo, nel retto si formano corpi cavernosi, situati sotto la membrana mucosa. Questi corpi sono anche chiamati cavernosi.

Quando una persona sviluppa emorroidi, questi corpi cavernosi si gonfiano e provocano riflessi dolorosi in una persona, a volte insopportabili. Queste sono le caratteristiche anatomiche del retto.

Perché le emorroidi hanno protuberanze nell'ano?

E questo è solo corpi cavernosi o cavernosi. Sono permeati di molte piccole ghirlande che sembrano uva. Quando il sangue si accumula in loro, l'uva si gonfia e aumenta. Approssimativamente come il fallo si gonfia durante l'erezione. E poi le pareti di questi corpi cavernosi non possono sopportare il flusso di sangue e possono scoppiare, danneggiare, allungare e, ovviamente, ferire gravemente.

Quindi la persona si lamenta di sanguinamento dall'ano. Per evitare o fermarlo, hai bisogno di farmaci anti-infiammatori che rimuoveranno il processo infiammatorio nei corpi cavernosi e allo stesso tempo il dolore. Nel frattempo, è necessario ricordare che quando si verificano le emorroidi, il sangue dall'ano non è scuro, ma scarlatto, perché nei corpi cavernosi è tale a causa dell'accumulo di ossigeno.

Il ruolo dei corpi cavernosi

Il loro ruolo non è solo quello di portarci problemi quando le emorroidi attaccano il corpo. Dato che i medici non hanno studiato a lungo l'organismo umano, non hanno ancora compreso appieno il ruolo dei corpi cavernosi, tranne che per l'accumulo di sangue. È noto che aiutano lo sfintere a conservare la materia fecale, svolgendo la funzione aggiuntiva della pinza.

I corpi cavernosi, come l'appendice, sono simili al rudimento nel corpo umano. Si trovano anche nei bambini appena nati, quindi il corpo ha bisogno di loro, forse anche per quei ruoli che ancora non indoviniamo.

Nervi del retto

Nel retto ci sono molte terminazioni nervose. Come le spie che formano la loro rete, ci sono fibre del sistema nervoso parasimpatico e simpatico. Quindi la natura ha concepito anatomicamente, dal momento che ci sono molte zone riflesse nel retto, ei segnali provenienti da queste zone sono trasmessi dalla corteccia cerebrale.

Quando nasce un ragazzo o una ragazza, il loro retto ha la forma di un cilindro, non ha curve, non ha ampolle e le pieghe dell'intestino non sono molto pronunciate.

trusted-source[28], [29], [30]

La dimensione del retto

La dimensione del retto

La lunghezza del retto di un neonato è di 6 cm, almeno 5 cm Le colonne anali di bambini piccoli sono molto ben sviluppate. Finitura dell'ampolla formando fino all'età di 8 anni. E poi il retto si piega. Quando un bambino raggiunge gli 8 anni, non si piega solo nel retto - generalmente inizia a crescere molto velocemente, per allungarsi e dall'età di 14 anni diventa più lungo di tre volte più lungo - dai 15 ai 18 centimetri. E il diametro del retto nell'adolescenza - da 3,2 cm a 5, 4 cm

Quando una persona invecchia e raggiunge l'età di 50-60 anni, il suo retto si allunga ancora di più, le curve non sono più così chiare, perdono la loro direzione e la membrana mucosa del retto diventa molto più sottile. Allo stesso tempo, i corpi cavernosi (cavernosi) diventano magri, vuoti, quindi le emorroidi negli uomini e nelle donne di età compresa tra 60 e 65 anni sono molto rare.

Lavoro del retto per rimuovere le tossine

Quando il retto funziona, garantisce il funzionamento del sistema digestivo nel suo complesso. Il retto fa il lavoro di eliminare le tossine dal corpo e tutte le sostanze inutili che non sono più necessarie lì.

Quando un sacco di scorie non necessarie si accumulano nel retto, devono essere rimosse da lì. E se il retto non funziona normalmente, queste masse marce e fetide si accumuleranno lì, avvelenando l'intero corpo. Ecco perché è così importante che il retto sia sano e svolga tutte le sue funzioni di sostanze evacuanti non necessarie per il corpo.

Ruolo statistico del retto

Ci sono ruoli importanti nel retto. Ci sono due ruoli principali. Uno è statistico, l'altro è dinamico. Il ruolo statistico del retto suggerisce che accumulerà gli escrementi intestinali e li conserverà.

Se le feci sono normali, sarà colorata uniformemente marrone. È denso, le sfumature del marrone possono variare. Nella composizione delle feci normali il 30% dei residui di cibo e acqua - 70%. Tra i detriti alimentari - cellule dell'epitelio intestinale, insieme a batteri morti. La massa di feci di una persona sana al giorno non sarà superiore a 350 grammi.

Quando le masse fecali si accumulano nel retto, possono allargarsi e le pieghe del retto (la sua mucosa) appianare. Le feci sono trattenute nel retto per mezzo della polpa anale, perché le pareti dell'ano sono strettamente compresse. Lo sfintere anale è progettato per garantire che i contenuti dell'intestino non cadano da sé e che i gas non vengano rilasciati involontariamente.

trusted-source[31], [32], [33], [34], [35], [36], [37]

Forza dello sfintere

Lo sfintere anale è un muscolo molto potente e forte. Studi scientifici dimostrano che in una persona sana la forza dello sfintere è tale che a riposo raggiunge i 550 grammi, e quando diminuisce, alla massima compressione questa forza sale a 850 grammi.

Quando una persona è preoccupata per le emorroidi o altre malattie del retto, questo influenza immediatamente la forza dello sfintere. Diventa più debole quasi quattro volte - la forza della sua compressione raggiunge solo da 200 a 300 grammi invece di 850. E poi il contenuto dell'intestino può emergere spontaneamente, e questo accade con le più comuni azioni domestiche: tosse, accovacciata, risata, starnuti e semplice camminata. Oltre alle feci, non ci sono gas nel retto, feci liquide e questo processo sgradevole è permanente, a patto che il retto non sia sano.

trusted-source[38], [39], [40], [41], [42], [43]

Il ruolo dinamico del retto

Questo ruolo non è meno importante del primo - statistico. È caratterizzato da una caratteristica del retto di evacuare dal corpo ciò di cui non ha bisogno: masse fecali, sostanze estranee. Vale a dire, a causa della funzione dinamica del retto, una persona è in grado di defecare. Questo è un processo di riflesso fisiologico piuttosto complesso, di cui l'accademico Pavlov ha scritto. Nelle sue conferenze ha parlato della necessità di trovare il processo di defecazione attraverso i segnali dei nervi sensoriali del retto.

Ciò significa che quando le pareti del retto sono irritate dalle feci che si sono accumulate lì, c'è un segnale attraverso le terminazioni riflesse che è il momento di evacuarle dal retto.

A volte capita che una persona senta l'impulso di evacuare le feci dal retto quando è vuoto. Ciò significa che ci sono fallimenti nel suo lavoro. Ad esempio, con malattie come colite ulcerosa, emorroidi, infezioni che sono penetrate nell'intestino.

Muscoli coinvolti nella defecazione

Le fibre muscolari svolgono il ruolo più diretto nel processo di defecazione. Queste fibre muscolari si trovano sulle pareti intestinali. Sono uniti dai muscoli addominali, che non vogliamo oscillare così insistentemente. E invano: rafforzerebbe significativamente il corpo, perché la salute umana dipende dal successo del processo di defecazione.

trusted-source[44], [45], [46], [47]

Come si verifica la defecazione?

Quando inizia il processo di defecazione, la persona inspira profondamente, la glottide si chiude e lo sfintere dell'ano indebolisce la sua panca, si rilassa e gli addominali diventano tesi. Se gli addominali sono deboli, la persona non sarà in grado di produrre un normale atto di defecazione, ci vuole molto tempo per premere, le feci rettali possono essere deboli.

Quando una persona fa un profondo sospiro, il muscolo diaframmatico scende e la cavità addominale si restringe e diminuisce di volume. In questo momento, viene creata molta pressione nella cavità addominale e le feci vengono rilasciate attraverso l'ano. Questa pressione è così forte che raggiunge 220 mm di pressione dell'acqua, e questo è più di una volta e mezzo più alto del livello di pressione arteriosa creato dal flusso sanguigno.

trusted-source[48], [49], [50], [51]

Modelli di defecazione

Il processo di defecazione, come ogni altro processo che si verifica nel corpo, ha le sue leggi. Gli scienziati hanno rintracciato questi modelli e hanno scoperto che la defecazione è di due tipi: monostadio e bistadio.

Durante i movimenti intestinali simultanei, il retto è in grado di eliminare il suo contenuto in una volta. Se la defecazione è di due tempi, le masse fecali vengono rilasciate dall'intestino non in una volta sola, ma in parti. Può richiedere da tre a sette minuti. Quindi, con un'espulsione di due feci di due momenti, una persona è costretta a rimanere in bagno per più di sette minuti, poiché con il primo atto di espulsione delle masse fecali, ha ancora la sensazione che il processo non sia finito.

Sia il primo che il secondo tipo di defecazione sono normali e peculiari di una persona - queste sono solo caratteristiche anatomiche che non rappresentano un rischio per la salute, date le proprietà della loro contrazione.

trusted-source[52], [53], [54], [55]

Lunga defecazione

Accade così che una persona non possa defecare per più di 15 minuti. Quindi il processo richiede fino a mezz'ora. Per tutto questo tempo, una persona sta cercando di filtrare la massa fecale fuori dal retto in modo teso.

Invece di aspettare, in attesa della successiva contrazione delle pareti intestinali e di spingere fuori le masse fecali in un periodo di 7-15 minuti, la persona inizia a farsi prendere dal panico e spingerle fuori, spingendo. E poi la tensione costante negli addominali provoca un sovraccarico nelle vene del retto, in particolare - nei corpi cavernosi (cavernosi) che ci sono già familiari.

Questo fa sì che le emorroidi si sviluppino, mentre i corpi cavernosi si gonfiano e si infiammano. Crepe e infiammazioni possono anche svilupparsi nell'ano, il retto può iniziare a cadere fuori da inutili tentativi di filtrarlo.

Pertanto, con un processo intestinale significativamente rallentato, accompagnato da dolore all'ano, è necessario consultare un medico per un consiglio. Un proctologo può aiutarti.

trusted-source[56], [57], [58], [59]

Statistiche sul tipo di defecazione

Gli studi dimostrano che fino al 70% delle persone sperimentano una defecazione in una sola fase. Quindi viene esperita una defecazione di due momenti, altrimenti non può essere espressa fino al 25% delle persone. Il resto della gente fa una defecazione di tipo misto.

Ci sono esercizi che permettono a una persona di raggiungere un solo stadio, il tipo più conveniente di movimento intestinale per loro. Come farli, è necessario consultare un proctologo.

Per quanto riguarda i pazienti con emorroidi, fino al 90% di loro soffrono del fatto che hanno un tipo di movimento intestinale a due stadi. Devono essere particolarmente attenti durante le feci e utilizzare i processi naturali caratteristici del retto, cioè il tempo della sua riduzione.

trusted-source[60], [61], [62], [63], [64], [65], [66]

Perché l'automedicazione è pericolosa

Spesso una persona non presta attenzione al tipo di movimento intestinale e lo considera semplicemente un inconveniente, inconsapevole del fatto che provoca danni irreparabili al suo corpo.

Se una persona soffre di stitichezza, se sviluppa emorroidi, non è necessario automedicare, perché con i metodi erroneamente scelti il retto può essere coperto da crepe dall'interno o dall'esterno, ci possono essere sanguinamento da corpi cavernosi gonfiati, potrebbe esserci il rischio di ritardare le masse fecali nel retto e l'avvelenamento tossine del corpo. Non è necessario trascurare questi sintomi e contattare la clinica ai primi segni di dolore e disagio nell'area rettale.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.