^

Salute

Come superare i test allergologici?

, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il trattamento delle allergie può essere efficace solo se l'allergene che provoca la risposta immunitaria viene rilevato tempestivamente. Passare analisi su un'allergia significa rivelare agenti causativi di una risposta aggressiva di un organismo che può reagire a gruppi seguenti di allergeni: 

  • Domestico: lana, forfora e prodotti di origine animale (saliva, urina), polvere domestica.
  • Nutrizionale - latte vaccino proteico, agrumi, frutta secca, frutti di mare, uova, cioccolato, bacche, verdure e frutta di colore rosso e così via.
  • Verdura - polline di piante e alberi.
  • Farmaci - medicinali (il più delle volte antibiotici).
  • Industriale - colla, prodotti chimici domestici, vernici, profumi.
  • Insetto - morsi di vespe, api, zanzare.
  • Virali - agenti patogeni di varie malattie, batteri, virus, funghi.

Va notato che, nel determinare l'antigene principale o l'aptene, ci sono oggettive difficoltà associate al fatto che negli ultimi dieci anni non si è praticamente riscontrata un'allergia monocomponente, una malattia cross-sectional è molto più spesso diagnosticata. Pertanto, superare i test per le allergie significa sottoporsi a un intero complesso di esami, aiutando a identificare le sostanze allergiche più pericolose.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7]

Com'è possibile consegnare analisi su un'allergia?

Qualsiasi esame medico inizia con la raccolta dell'anamnesi, cioè i reclami, i segni e i sintomi della malattia, la specificità del suo sviluppo, l'ereditarietà e le condizioni in cui l'allergia si manifesta particolarmente intensamente sono chiariti. I metodi per testare un paziente allergico possono essere suddivisi in due categorie: 

  • In vivo - con partecipazione diretta al processo del paziente stesso (test cutanei, provocazioni).
  • In vitro: è necessario solo siero di sangue.

Quindi, vengono fornite analisi, che possono essere eseguite con i seguenti metodi: 

  1. Test cutanei di scarificazione.
  2. Identificazione di immunoglobuline specifiche, anticorpi Ig Ig. 
  3. Provocazioni, test provocatori.
  4. Test di eliminazione

Test di scarificazione della pelle

Lo studio viene effettuato con l'aiuto di scarificazione (graffi) o con l'aiuto di test di picco (puntura) e mira a identificare un gruppo di allergeni che causano sintomi allergici tipici. Questi metodi sono considerati indolori e vengono eseguiti sulla pelle nella zona dell'avambraccio. L'area della pelle viene trattata con un antisettico, l'allergene è gocciolato su di esso. Se si consiglia di superare i test di allergia con il metodo di scarificazione, la pelle viene graffiata dallo scarificatore direttamente attraverso la goccia con allergeni. Se è prescritto un test di picco, piccole iniezioni vengono applicate attraverso la goccia utilizzando un ago monouso sterile. Entrambi i metodi sono assolutamente privi di sangue, in quanto assumono solo danni superficiali alla pelle. Di solito, non più di 15 campioni vengono prelevati una volta. La reazione del corpo si manifesta dopo 15 o 20 minuti come un piccolo edema localizzato e arrossamento. C'è anche un metodo completamente non aggressivo - un'applicazione (patch test), quando un cerotto speciale viene applicato a gocce con un allergene, il cerotto è attaccato alla pelle. La reazione della pelle sotto forma di prurito, congestione, gonfiore indica una risposta positiva all'allergene presentato. Tutti questi metodi hanno controindicazioni: •

  • Bambini sotto i 5 anni.
  • Se è indicata una storia di shock anafilattico.
  • Donne incinte e donne che allattano al seno.
  • Età oltre i 60 anni.
  • Terapia ormonale
  • Esacerbazione di malattie - allergiche, gastrointestinali, cardiologiche, nervose e altre.

Determinazione degli anticorpi IgE e IgG4 o determinazione quantitativa di immunoglobuline specifiche

Questo metodo (in vitro) è considerato altamente sensibile e determina l'intero gruppo di veri allergeni provocanti. Il fatto è che inizialmente nel sangue contiene una piccola quantità di Ig E, con allergie con una reazione immediata, questa quantità supera significativamente i limiti della norma. Il modo per identificare anticorpi specifici più spesso aiuta a identificare gli allergeni alimentari, che integra le informazioni diagnostiche ottenute con metodi provocatori o dermici. Il metodo è molto conveniente perché è possibile fare dei test per le allergie durante un'esacerbazione sia di una reazione allergica che di una esacerbazione di un'altra malattia. Inoltre, la definizione di immunoglobuline non è controindicata nelle donne in gravidanza, negli anziani e nei bambini. L'analisi richiede sangue dalla vena 3 ore dopo aver mangiato.

Inoltre, il metodo RAST, un test radioallergosorbente, è efficace, che rileva il livello di IgE quando vengono introdotti specifici trigger - allergeni. Il metodo RAST è buono perché i suoi risultati non sono influenzati dalla terapia farmacologica, compresi gli antistaminici, ed è adatto anche per l'esame di bambini piccoli.

Metodo RIST (indicatore di carta radioimmunosorbente). Il metodo è efficace per la rinite allergica, l'asma bronchiale, la sinusite e la bronchite. RIST fornisce un'immagine abbastanza informativa e accurata del livello di anticorpi IgE e IgG.

trusted-source[8], [9], [10], [11], [12], [13]

Metodi provocatori

I test provocatori sono necessari nei casi in cui test cutanei e livelli di IgE non forniscono un quadro diagnostico accurato e il medico ha dubbi sul vero agente causale della malattia. Le provocazioni sono condotte solo negli ospedali sotto stretto controllo medico. Il metodo prevede l'introduzione di una piccola quantità di allergene sublinguale (sotto la lingua), nasale (nel naso), meno spesso direttamente nei bronchi. L'interazione dell'allergene con il corpo richiede una certa quantità di tempo, quindi valuta la sintomatologia, cioè la reazione. Certamente, i sintomi allergici possono manifestarsi in modo piuttosto intenso, motivo per cui le provocazioni sono prescritte piuttosto raramente e sotto severe indicazioni mediche.

Test di eliminazione

Succede che la reazione allergica si verifica periodicamente, ma più spesso l'organismo ha la proprietà di reagire costantemente a un determinato stimolo. Il metodo di eliminazione (eliminazione) determina la sostanza provocatoria. Un buon esempio è la dieta di eliminazione, quando i prodotti "sospetti" vengono gradualmente ritirati dalla razione del soggetto allergico, le condizioni del paziente vengono monitorate, viene valutata la sintomatologia. Di norma, con la "supposizione" corretta e l'esclusione dell'allergene dopo un paio di settimane, c'è un notevole sollievo e una diminuzione della reazione allergica.

Inoltre, in aggiunta, che le persone allergiche devono essere testati per le allergie, un buon strumento per il monitoraggio dello stato sta conducendo "un'allergia diario", che descrive tutte le istanze di risposta a vari stimoli, il tempo e l'intensità dei sintomi.

trusted-source[14], [15]

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.