^

Salute

Fusobatteri: amici o nemici?

, Editor medico
Ultima recensione: 24.06.2018
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Secondo la adottata nei fuzobakterii etichettatura microbiologia includono procarioti, e sono batteri gram-negativi, anaerobi che abitano in esseri umani e altri mammiferi, come parte della normale microbiocenosis DC o microflora. La loro famiglia - Fusobacteriaceae - ha più di una dozzina di specie.

trusted-source[1], [2], [3]

Morfologia dei fusobatteri e caratteristiche del loro metabolismo

La struttura dei fusobatteri è unicellulare, nella forma di una verga simile al fuso (in latino fusus) - a causa dei punti affilati su entrambi i lati. Le aste possono essere spesse e sottili, diritte e curve, e può anche verificarsi una forma filiforme. La lunghezza di questi batteri varia da 0,0005 a 0,008 mm, non ci sono organi di movimento, anche se in alcune fonti si sostiene che abbiano flagelli peritricchiali (situati su tutta la superficie).

I batteriologi osservano che questi microrganismi non formano una disputa, cioè, nel caso di deterioramento delle condizioni di esistenza, non possono trasformarsi in cellule con un guscio denso. La riproduzione di fusobacteria avviene per scissione mitotica di una cellula in due con trasferimento orizzontale di geni concentrati nel nucleoide.

La morfologia dei fusobatteri determina in parte gli habitat delle loro colonie: le mucose della bocca, del tratto respiratorio, dell'area urogenitale e della parte inferiore del tubo digerente - l'intestino crasso. Nel sangue, la loro presenza non è stabilita, sì è fusobacteria e inutilmente, perché i nutrienti che ricevono dalla fermentazione dell'olio di glucosio, saccarosio, maltosio e alcuni aminoacidi.

Quindi, sulla base del metabolismo di questi microrganismi c'è il processo biochimico della dissimilazione anaerobica (senza ossigeno) dei carboidrati sotto l'influenza degli enzimi. I metaboliti sono acido butano a basso peso molecolare, anidride carbonica e idrogeno. Per ottenere l'energia dei batteri, è necessario l'idrogeno, e i suoi ioni assumono l'Adhesina A (FadA) delle proteine di superficie, quindi li spostano all'interno della cellula.

A proposito, l'acido butirrico è molto importante per il mantenimento dell'omeostasi intestinale (assorbimento di acqua ed elettroliti) e per la rigenerazione delle cellule dell'epitelio mucoso; i medici hanno stabilito una relazione tra la mancanza di questo acido nell'intestino e lo sviluppo di patologie infiammatorie locali (ad es. Colite ulcerosa). Oltre ai fusobatteri, l'acido oleico è prodotto da batteri del genere Clostridium.

Sulla patogenicità condizionata dei fusobatteri

I fusobatteri, come la maggior parte degli anaerobi gram-negativi, sono considerati batteriologicamente opportunisti, ma ci sono ceppi in cui gli scienziati non dubitano più dell'aumentata patogenicità. In particolare, si trova nella cavità orale e negli intestini di Fusobacterium necrophorum, così come nel Fusobacterium nucleatum, che ha scelto la placca dentale per abitazione.

Come funziona il loro meccanismo patogenico? La superficie esterna della membrana citoplasmatica fuzobakterii consiste di polimerizzato grassi, proteine e carboidrati in forma di lipopolisaccaridi batterici che sono sostanze tossiche (endotossine) e antigeni contemporaneamente. Cioè, questi composti causano una risposta immunitaria del corpo e una risposta infiammatoria senza un evidente effetto (esterno) esogeno sui singoli sistemi e organi.

Si ritiene che la patogenicità di alcuni batteri famiglia Fusobacteriaceae verifica solo nel caso di indebolimento dell'immunità, ma si deve tenere presente che essi hanno la capacità di identificare una maggiore aggressività, perché fuzobakterii produrre fosfolipasi A - un enzima che rompe i lipidi delle membrane cellulari e consente l'accesso dei batteri alle cellule di tutti i tessuti. Ma "alone" microrganismi questo enzima non sono generalmente utilizzati, ma in presenza di agenti patogeni aumenta l'attività significativamente. Se il danno mucose streptococco o stafilococco fuzobakterii cogliere l'occasione di penetrare in profondità e causare infiammazione tessuto necrotico. L'esempio più significativo di tale azione sinergica - faringite cancrena (o angina di Vincent), derivanti da un infezione da batteri gram negativi mucosali Spirochaetales Borrelia vincentii, Prevotella intermedia e Fusobacterium nucleatum.

Quali malattie causano i fusobatteri?

E ora elenchiamo alcune malattie causate da fusobatteri, più precisamente, patologie che si sviluppano con la loro partecipazione più che attiva. Per loro i dottori includono:

  • pulpite di denti cariati;
  • gengivite;
  • malattia parodontale;
  • osteomielite della mascella;
  • flemmone di diversa localizzazione;
  • tonsillite e paratonzillite (tonsillite flemmonica);
  • forma cronica di sinusite;
  • ascesso oftalmico dopo angina streptococcica con necrosi e sepsi (sindrome di Lemierre);
  • malattia bronchiectatica;
  • polmonite purulenta;
  • ascesso dei polmoni;
  • empiema della pleura;
  • ascessi del cervello;
  • infiammazione suppurativa degli organi addominali;
  • balanite erosiva e balanopostite;
  • colpite acuta (vaginiti) e vulvite;
  • complicazioni purulenta-settiche di aborti medici;
  • colite ulcerosa;
  • Malattia di Crohn;
  • setticemia.

I ricercatori della Harvard Medical School e del Dana-Faber Cancer Institute hanno condotto un'analisi genomica dei tumori nel cancro colorettale e ha trovato in loro un numero anormalmente elevato di fuzobakterii F. Nucleatum. Ad oggi, gli studi stanno continuando a confermare (o smentire) l'ipotesi avanzata sul coinvolgimento dei fusobatteri nello sviluppo del cancro del colon e del retto. Il fatto è che la proteina di superficie dei batteri, l'adesina A (che abbiamo citato sopra), si lega alla glicoproteina transmembrana delle cellule epiteliali umane con E-caderina. Questa proteina fornisce l'adesione intercellulare nei nostri tessuti e può "incollare" le cellule tumorali, prevenendone l'invasione. Ma i fusobatteri lo neutralizzano, determinando una proliferazione senza ostacoli delle cellule tumorali.

Trattamento di fusobacteria

Il trattamento dei fusobatteri, o meglio, la fusobacteriosi della terapia farmacologica viene effettuato con antibiotici.

Tra gli agenti antibatterici, i medici preferiscono il più attivo contro il F. Nucleatum e F. Necrophorum: clindamicina, carbenicillina, cefoxitina, cefoperazone, cefamandolo, fosfimitsinu, ornidazole. Lo scopo di un particolare farmaco, ovviamente, dipende dalla diagnosi e dal quadro clinico della malattia.

Carbenicillin (nomi commerciali -. Karbetsin, Fugatsillin, Mikrotsillin, Piotsianil ecc) agisce solo sui batteri gram-negativi ed è utilizzato in casi di peritonite, setticemia, meningite, osteomielite nella terapia complessa.

Seconda generazione cefalosporina antibiotico Cefoxitin (mefoxim, Atralksitin, Bontsefin) raccomandati per l'ampio spettro di eziologia batterica compresa tonsilliti, polmonite, infezione del tratto urinario, ossa, articolazioni, pelle e dei tessuti molli; è assegnato per prevenire complicazioni infettive dopo le operazioni.

Una formulazione di fosfomicina (fosfomicina trometamolo, Monural, Urofosfabol) usato nelle malattie batteriche urologiche - cistiti ricorrenti o uretrite aspecifica (mono- 3 g).

All'inizio dell'articolo, abbiamo promesso di scoprire il grado di pericolo per una persona di un piccolo fusobacterium unicellulare. Sì, può essere patogeno, ma, d'altra parte, una persona non può liberarsi della sua presenza nella microflora.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.