^

Salute

Cintura pelvica

, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Le ossa della cintura pelvica sono unite insieme di fronte alla metà dell'articolazione pubica e dietro di esse con il sacro formano le articolazioni sacro-iliache.

L'articolazione sacro-iliaca è formata dalle superfici a forma di orecchio del sacro e dell'ileo ed è un'articolazione piatta. La capsula articolare davanti e dietro è sostenuta da forti legamenti corti. Nel rafforzamento dell'articolazione svolge un ruolo importante l'articolazione sacro-iliaca tra l'osso, tesa tra la tuberosità dell'ileo e la tuberosità del sacro. I movimenti nell'articolazione sono insignificanti e si verificano attorno a questo legamento, che agisce come l'asse dell'articolazione. La mobilità dell'articolazione sacro-iliaca fornisce una funzione tampone elastica del bacino. Nell'innervazione dell'articolazione partecipano i rami del plesso lombosacrale. La particolarità di questa articolazione è l'assenza di muscoli, che specificamente guiderebbero questa articolazione.

L'articolazione pubica (articolazione pubica) è formata dalle ossa pubiche, che sono saldamente collegate al disco interlobicolo fibroso-cartilaginoso situato tra di loro. Tra i legamenti del bacino, è necessario notare il legamento iliaco-lombare, sacro-tubercolare e sacrale-legamento.

Nella posizione verticale del corpo, il bacino ha sempre un'inclinazione anteriore, che è misurata dall'angolo dell'inclinazione pelvica. È formato da una linea che passa attraverso la spina dorsale e il bordo superiore della fusione frontale e una linea situata nel piano orizzontale.

Questo angolo è solitamente di 50-60 ° e può cambiare con un cambiamento nel carattere di stare in piedi.

Nello studio il medico deve ricordare che il bacino con Disk presacrale, pube e bagni di vapore o alle articolazioni osakralnymi, articolazioni dell'anca e l'apparato muscolo-legamentosa è un buffer per il movimento "la colonna vertebrale e le gambe" della catena cinematica.

Esistono tre tipi principali di bacino (Lewit K., 1993):

  • bacino medio (normale). L'angolo del sacro rispetto alla verticale dal BMP del corpo è 130-145 °, la verticale passa attraverso l'apice dei muscoli dietro l'asse delle articolazioni dell'anca. Lordosi lombare è di 18 mm;
  • bacino assimilato, o liberato, con sacro allungato e mantello alto, disco lombosacrale più alto di L1-L2. Il sacro si avvicina alla linea verticale, l'angolo di inclinazione è 150-165 °, la lordosi lombare è appiattita a 6 mm. C'è una grande mobilità delle vertebre L1 e delle articolazioni sacro-iliache;
  • Il bacino "sovraccarico" ha un mantello profondo e rivolto in avanti. L'angolo dell'inclinazione del sacro si avvicina alla linea orizzontale, raggiungendo 110-130 °. La linea ripida C 7 corre davanti al mantello e l'asse delle articolazioni dell'anca. La testa del paziente viene spinta più spesso in avanti, il bacino è tornato. Le strutture della PDS lombosacrale, dell'articolazione sacroiliaca e delle articolazioni dell'anca sono sovraccariche, i muscoli addominali sono ricoperti da una vegetazione eccessiva. L'iperlordosi (30 mm) si combina con la tensione tonificante dei muscoli multi-sezionale e glutea. Quando il
    bacino è sovraccarico , si verificano spesso blocchi articolari lombari e orosoculari, legamenti interstiziali e apiartrosi (sindrome di Baastrup).

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5]

Piano e asse di movimento del bacino

Per studiare e registrare lo stato del corpo umano e le sue parti, è consuetudine distinguere tra il piano del corpo e l'asse del movimento. Ci sono tre aerei principali.

Il piano sagittale o antero-posteriore (immaginario) divide il corpo umano o qualsiasi parte di esso nelle due metà (divisione) sinistra e destra, il piano sagittale che passa attraverso il centro del corpo viene chiamato piano mediano.

Il piano orizzontale attraversa il corpo trasversalmente, dividendolo nelle divisioni cefalica (cranica) e caudale (caudale). Il piano orizzontale, disegnato su qualsiasi arto, lo divide nelle sezioni prossimale (più vicino al tronco) e distale (più lontano dal tronco).

Il piano frontale (parallelo alla superficie della fronte) divide il corpo o le sue parti nelle divisioni anteriore (ventrale) e posteriore (dorsale). Tutti e tre i piani sono perpendicolari tra loro. Qualsiasi altro piano può essere solo intermedio rispetto ai piani menzionati.

Tutti e tre i piani, quando intersecati tra loro, formano linee chiamate assi di rotazione. Quando i piani sagittale e orizzontale si intersecano, viene formato un asse sagittale e il movimento attorno a questo asse avviene nel piano frontale. Quando si attraversano i piani frontale e orizzontale viene formato un asse trasversale. Il movimento attorno a questo asse viene eseguito sul piano sagittale. Quando si attraversano i piani sagittale e frontale si forma un asse verticale. Il movimento attorno all'asse verticale avviene nel piano orizzontale.

La biomeccanica considera il dispositivo del movimento umano come catene biocinetiche controllate, costituite da collegamenti collegati da giunture e collegati a loro muscoli. Insieme costituiscono una biomeccanica capace di eseguire i movimenti dati. Nella catena biocinetica, i movimenti possono essere mantenuti in tutte le articolazioni, solo in parte di essi o questo può essere il movimento di tutti i collegamenti nel loro complesso. Le catene biochimiche possono essere aperte o chiuse (con collegamenti finali associati) e quindi hanno proprietà diverse. Quindi, una catena biocinetica chiusa non ha un collegamento terminale libero, è impossibile avere movimenti isolati in una sola articolazione.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.