^

Salute

A
A
A

Infezione delle ferite - Sintomi

 
, Editor medico
Ultima recensione: 16.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Più spesso la suppurazione di una ferita si verifica il 5 ° -8 ° giorno dopo l'operazione.

I seguenti sono segni clinici di suppurazione della ferita.

  1. Presenza di segni locali di infezione:
    • presenza di dolore nell'area della ferita che sono solitamente crescendo carattere (prima costante di pressatura, poi "strappi" o pulsazione) e solo ridotto dopo il trattamento o il drenaggio o in caso di comparsa spontanea di ferita ferita;
    • la comparsa di iperemia ed edema nell'area della ferita (sutura);
    • divergenza dei bordi della ferita, comparsa di secrezione sierosa o purulenta;
    • ipertermia locale.
  2. L'emergere di una reazione generale:
    • peggioramento delle condizioni generali (debolezza, mancanza di appetito, disturbi del sonno);
    • aumento della temperatura - l'infezione della ferita è caratterizzata da febbre alta - ipertermia (superiore a 38 ° la sera con diminuzione della temperatura rispetto alla norma e subfebrile al mattino;
    • la comparsa di brividi;
    • la comparsa di sintomi di intossicazione - tachicardia, sensazione di secchezza delle fauci, "frattura", dolore muscolare;
    • alterazioni infiammatorie nel sangue (aumento della VES, aumento del numero dei leucociti, spostamento della formula dei leucociti a sinistra, linfopenia).

Di norma, la reazione generale del corpo (febbre purulenta-repertoriabile) con infezione della ferita corrisponde sempre alla dimensione dei cambiamenti e alla natura del processo.

In caso di incoerenza delle modifiche locali allo stato generale, si dovrebbe assumere:

  • presenza di altri focolai purulenti (ascesso nel bacino piccolo e nella cavità addominale, polmonite, ecc.), che devono essere identificati, poiché spesso vi è una combinazione di infezione della ferita e infezione del sito chirurgico;
  • la presenza di un agente patogeno particolarmente virulento dell'infezione della ferita (anaerobi, Pseudomonas aeruginosa), per la definizione di cui devono essere applicati ulteriori studi batteriologici;
  • generalizzazione dell'infezione, ad es. Sepsi.

Di solito, infezioni da stafilococco sono accompagnati da manifestazioni luminose cliniche di guarigione delle ferite, streptococchi - pigro, per Pseudomonas aeruginosa è caratterizzata da grave intossicazione, anaerobica (putrida) flora - la rapida diffusione del processo del tessuto circostante, senza segni di demarcazione alle manifestazioni locali magri.

In caso di incoerenza inversa (una lieve reazione generale nei pazienti con infezione estesa della ferita), si dovrebbe tenere presente la possibilità di reazioni ipo- e arecative in pazienti con immunosoppressione.

I cambiamenti nella immunodefazione del corpo e l'uso di una massiccia terapia antibatterica possono portare a manifestazioni atipiche dell'infezione della ferita, quando i cambiamenti locali e generali sono espressi solo leggermente in un vasto processo purulento. Queste condizioni non sono meno pericolose, poiché sono possibili la rottura dei meccanismi di adattamento e la generalizzazione dell'infezione.

La diagnosi si basa principalmente sui segni clinici dell'infezione della ferita, che consente non solo di valutare la natura e la gravità del processo della ferita (quando si esegue la revisione della ferita), ma anche di assumere il tipo di patogeno.

Per l'infezione della ferita sono inclusi anche ematomi crampiformi della parete addominale anteriore e del perineo.

Cause: violazione della tecnica di funzionamento (difetti emostatici) o interferenza sullo sfondo della sindrome DIC nei pazienti gravi. Gli ematomi più ampi e subaponotici sono più gravi e in ritardo. Sono più comuni dopo pfannenshtil addominale, quando l'aponeurosi viene separata dai muscoli in una vasta area, meno spesso - nella gelatina intradosternal inferiore. In presenza di ematomi, i pazienti quasi immediatamente dopo l'operazione si occupano di pressioni o scoppi di dolori nell'area della cucitura, che all'inizio, di solito, vengono presi come il solito dolore postoperatorio, fermandosi quando si prescrivono farmaci narcotici.

Anche la rilevazione dell'anemia a livello medio e talvolta severo è spesso considerata una perdita ematica intraoperatoria.

Solo la suppurazione dell'ematoma e l'attaccamento dei segni di infezione rendono possibile una corretta diagnosi.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.