^

Salute

Postura: tipi di postura e fasi di sviluppo dei disturbi posturali

, Editor medico
Ultima recensione: 25.06.2018
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La postura normale è uno dei criteri che determina lo stato della salute umana. Visto di fronte rispetto al piano frontale, è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche: la posizione della testa è diritta; Spalle, clavicole, archi costali, creste delle ossa iliache sono simmetriche; l'addome è piatto, tirato su; le estremità inferiori sono diritte (gli angoli dell'anca e le articolazioni del ginocchio sono circa 180 °); se visti dal retro: i contorni delle spalle e gli angoli inferiori delle scapole si trovano ad un livello e i bordi interni sono alla stessa distanza dalla colonna vertebrale; se osservata dal lato del piano sagittale: la colonna vertebrale presenta moderate curve fisiologiche (lordosi cervicale e lombare, cifosi toracica e sacro-coccigea). La linea, convenzionalmente mantenuta attraverso il centro di gravità della testa, l'articolazione della spalla, il grande sputo, la testa del perone, il lato esterno della caviglia, deve essere continua verticale.

Dopo lo studio della postura umana, è stato proposto un gran numero di classificazioni (Kasperczyk 2000). Uno dei primi fu sviluppato nella seconda metà del XIX secolo in Germania. Riflette le tendenze del tempo e il criterio principale per la sua valutazione era la posizione "militare". In considerazione di ciò, la postura della persona è stata definita come normale, libera ea proprio agio. Agli inizi del 1880 Fischer sviluppò una classificazione alquanto diversa, individuando una postura militare, corretta e scorretta. Successivamente, questa classificazione è stata ripetutamente ripetuta da molti specialisti in varie interpretazioni.

Ortopedico tedesco Staffel (1889), tenendo conto delle caratteristiche di piegatura della colonna vertebrale rispetto al piano sagittale, identificati cinque tipi di postura: normale, tondi parte posteriore (dorso rotundum), pianeggiante posteriore (dorso planum), una concava posteriore (dorso cavum) e piano-concava posteriore (dorsum rotundo-cavum).

Nel 1927 Dudzinski, sulla base della classificazione di Staffel, ha sviluppato quattro tipi di violazioni di postura insito nei bambini: convessa, concava, rotonda, con una curvatura laterale della colonna vertebrale e gravi disturbi combinati della colonna vertebrale.

Tipi di violazione della postura, Stafford (1932):

  1. Postura con curvatura anteroposteriore pronunciata della colonna vertebrale:
    • la parte posteriore è rotonda;
    • la parte posteriore è piatta;
    • indietro curvo;
    • indietro convesso-concavo;
  2. La postura è troppo tesa.
  3. Postura con curvatura laterale della colonna vertebrale.

In altri tentativi di sviluppare classificazioni di rifiuti (Haglund e Falk, 1923, Figura 3.46, Stasienkow, 1955, Wolanskiego, 1957), la classificazione di Staffel è fortemente influenzata da essi.

L'inizio del XX secolo. In America è stato notato da un gran numero di lavori sullo studio della postura umana.

Così, nel 1917, Brown, un podologo presso la Harvard University, ha sviluppato la cosiddetta classificazione di Harvard di postura del corpo umano, criterio di valutazione che è il valore delle curve fisiologiche della colonna vertebrale rispetto al piano sagittale. Dopo aver esaminato 746 studenti dell'Università, l'autore ha individuato quattro tipi di rifiuti, indicandoli con lettere maiuscole dell'alfabeto: A - postura perfetta; B - buona postura; C - portante con lievi disturbi; D - la postura è cattiva Successivamente questa classificazione è stata più volte modificata e cambiata da diversi specialisti. Così, a Boston Klein e Thomas (1926) sulla base della sistematizzazione dei risultati degli studi sugli scolari, si distinguevano tre tipi di postura: forte, medio e debole.

La classificazione della postura umana di Wilson, sviluppata presso l'Università della California meridionale, si basava anche sulla tipologia di Brown.

Sulla base di un'analisi di cento fotogrammi di posizioni verticali umane, Brownell nel 1927 ha sviluppato una classificazione di 13 tipi

Nel 1936, Crook sviluppò una classificazione per bambini in età prescolare. Analizzando i dati di 100 bambini, l'autore ha individuato 13 tipi di sedimenti tipici per questa età, stimandoli da 0 (la peggiore postura) a 100 (eccellente). Nella classificazione sviluppata, la postura era espressa in media di 50 caratteristiche del corpo umano. In questa posizione i criteri di valutazione non sono limitate solo dalle caratteristiche della colonna vertebrale, e tengono conto dei diversi indici di APS - il grado di raddrizzamento del ginocchio, della pelvi angolo di inclinazione, inclinare la testa in avanti, il grado di equilibrio del corpo, e altri.

Versione polacca della classificazione della postura umana sviluppata da Wolanski (1957). Prendendo in considerazione le curve fisiologiche della colonna vertebrale, l'autore ha individuato tre tipi di postura:

  • K - postura cifotica;
  • L - posizione lordotica;
  • R - postura uniforme.

La classificazione di Wolanski è sorto come risultato della realizzazione da parte dell'autore di misurazioni di un assedio di 1300 bambini di Varsavia all'età da 11 a 17 anni. Successivamente, sulla base della ricerca, in cui hanno partecipato 3.500 soggetti di età compresa tra i 3 ei 20 anni, l'autore ha sviluppato una classificazione sviluppata da lui con l'inclusione di altri due sottotipi in ciascun tipo. Quindi, è stata ottenuta una tipologia, che comprende 9 tipi di rifiuti umani.

Data la gravità delle curve fisiologiche della colonna vertebrale Nikolaev (1954) classificazione della postura è stato proposto, che comprende cinque tipi: normali, raddrizzato, spalle curve, lordotic e cifotiche.

Con la postura normale, le curve della colonna vertebrale sono nel mezzo. Con la postura raddrizzata, la colonna vertebrale è diritta, le sue curve sono scarsamente espresse. La postura curva è caratterizzata da una lordosi cervicale ingrandita, in relazione alla quale la testa è un po 'avanzata, la cifosi toracica è ingrandita. La postura lordotica differisce dalla lordosi lombare fortemente espressa. A una postura cifotica la cifosi toracica è bruscamente aumentata.

Nedrigailova (1962), a seconda del metodo di fissaggio delle articolazioni e della posizione dei segmenti dell'arto inferiore, normalmente suggerisce quattro tipi di postura:

  • tipo di flessione attiva simmetrica con articolazioni dell'anca e del ginocchio semi-piegate, che sono attivamente fissate dalla tensione muscolare. Il corpo è inclinato in avanti e la TC del corpo viene spostata anteriormente. Tale tipo di posizione verticale "protettiva" si osserva principalmente nei bambini piccoli che iniziano a camminare, e negli anziani con un equilibrio stabile insufficiente del corpo;
  • tipo simmetrico attivo-passivo con una disposizione verticale del tronco e degli arti inferiori. L'OCT del corpo è in qualche modo posteriore o al livello dell'asse di movimento dell'articolazione dell'anca e in qualche modo anteriore o al livello dell'asse di movimento dell'articolazione del ginocchio. Entrambe le articolazioni sono fissate principalmente passivamente, ma i muscoli sono in uno stato di costante tensione tonificante per un bloccaggio più affidabile delle articolazioni;
  • simmetrica, estensori, di tipo preferibilmente passivo - dell'anca e del ginocchio sono in posizione pererazgiba bct corpo localizzazione spostato 3-4 cm posteriormente al fianco all'asse di rotazione congiunta e anteriormente all'asse di rotazione del giunto aperto ginocchio. Entrambe le articolazioni sono fissate passivamente dalla tensione dell'apparato legamentoso, l'articolazione della caviglia è attiva.
  • Il tipo asimmetrico è caratterizzato dal fatto che la gamba portante è installata nell'inclinazione delle articolazioni dell'anca e del ginocchio e queste articolazioni sono chiuse passivamente. L'altra gamba assume un carico molto minore, le sue biocelle si trovano nella posizione di flessione e le articolazioni vengono fissate attivamente.

Sulla base dei risultati di goniometry Gamburtsev colonna vertebrale (1973), classificato il cuscinetto tipo contro le tre caratteristiche - (. X) l'angolo del bacino di inclinazione rispetto alla verticale, la lordosi indicatore lombare (a + p), l'angolo di inclinazione del toracica colonna vertebrale alla verticale (y), su cui ha individuato 27 tipi di postura.

Putilov (1975) raggruppò i cambiamenti funzionali della colonna vertebrale in 3 gruppi:

  1. spostamento nel piano frontale;
  2. spostamento nel piano sagittale;
  3. spostamenti combinati.

La violazione della postura nel piano frontale (postura scoliotica) è caratterizzata dallo spostamento dell'asse della colonna vertebrale a destra e a sinistra della posizione mediana.

Disturbi della postura nel piano sagittale sono divisi in 2 gruppi: 1 ° gruppo - con un aumento delle curvature fisiologiche, 2 ° - con il loro appiattimento. Con l'aumento della cifosi toracica e della lordosi lombare, si forma una postura con un dorso arrotondato . L'incremento totale della cifosi toracica porta alla formazione di una postura schiena circolare , e un aumento lordosi lombare - un lordotic . Quando si appiattiscono le curve fisiologiche, si sviluppa una postura piatta.

La postura combinata nei piani sagittale e frontale è caratterizzata da un aumento o diminuzione delle flessioni fisiologiche in combinazione con lo spostamento laterale primario dell'asse della colonna vertebrale (sinistra, destra) a diversi livelli. La postura scoliotica può essere combinata con un dorso rotondo, concavo, rotondo, piatto e lordotico.

La capacità e l'incapacità di mantenere correttamente il tuo corpo nello spazio influiscono non solo sull'aspetto di una persona, ma anche sullo stato dei suoi organi interni e sulla sua salute. La postura si forma nel processo di crescita del bambino, cambiando a seconda delle condizioni di vita, dello studio, dell'educazione fisica.

Smagin (1979), prendendo in considerazione la posizione della colonna vertebrale, lo stato dei piedi, considerando varie anomalie caratteristiche della postura scorretta dei bambini in età scolare, sviluppò un altro approccio alla sua classificazione e individuò cinque gruppi.

  1. Il primo gruppo comprende bambini sani, in cui la colonna vertebrale si trova simmetricamente, ma ci sono diversi disturbi caratteristici della postura sbagliata: spalle inoltrate, scapola pterigoidee, piccola deformazione del torace. Fermati a questi bambini - normale.
  2. Il secondo gruppo comprende i bambini con curvatura della colonna vertebrale nel piano frontale a destra oa sinistra fino a 1 cm, che può essere corretto dal bambino stesso attraverso la tensione dei muscoli della schiena. C'è asimmetria delle linee di spalla, spalle cadenti e scapole con lo stesso nome, le lame ala e diversi triangoli forma di vita, il piede è appiattito (superficie prolungamento della parte inferiore del piede, un leggero abbassamento dell'arco longitudinale).
  3. I bambini del terzo gruppo notano una diminuzione o un aumento delle curve fisiologiche della colonna vertebrale nel piano sagittale, in una o più sezioni. A seconda dei cambiamenti nelle pieghe, la schiena del bambino assume una forma piatta, rotonda, arrotondata o concava piatta. Gli elementi frequenti del disturbo della postura sono un torace appiattito o infossato, muscoli toracici deboli, pterigoidi, natiche appiattite.
  4. Il quarto gruppo comprende bambini con lesioni organiche di osso (curvatura della colonna vertebrale in un piano frontale su una o più sezioni nella forma di un arco o archi, verso destra o sinistra di una quantità maggiore di 1 cm (scoliosi) con torsione vertebre attorno ad un asse verticale, presenza di gobba costale, asimmetria della cintura della spalla, torace e triangoli della vita).
  5. Il quinto gruppo comprende bambini che hanno una deformazione persistente della colonna vertebrale sul piano sagittale (cifosi e cifoscoliosi). Rilevando la scapola pterigoide sporgente, le articolazioni della spalla in avanti sporgenti, il torace è appiattito.

Gladysheva (1984), basato sul rapporto tra i piani del torace e dell'addome, suggerisce quattro tipi di postura: molto buona, buona, media e scarsa.

  • Con una postura molto buona, la superficie anteriore del torace in qualche modo sporge in avanti rispetto alla superficie anteriore dell'addome (è come se fosse disegnata).
  • Una buona postura è caratterizzata dal fatto che le superfici frontali del torace e dell'addome si trovano sullo stesso piano, la testa è leggermente inclinata in avanti.
  • Con una postura media, la superficie anteriore dell'addome protende in qualche modo in avanti rispetto alla superficie anteriore del torace, la lordosi lombare è allargata, gli assi longitudinali degli arti inferiori sono inclinati in avanti.
  • Con una postura scorretta, la superficie anteriore dell'addome è fortemente protrusa, il torace è appiattito, la cifosi toracica e la lordosi lombare vengono ingrandite.

Potapchuk e Didur (2001), tenendo conto delle peculiarità dello sviluppo fisico dei bambini, suggeriscono l'assegnazione della postura di un bambino in età prescolare, uno scolaro più giovane, un giovane uomo e una ragazza.

Postura ottimale del bambino in età prescolare: il tronco è situato verticalmente, il torace è simmetrico, le spalle sono spiegate, le scapole sporgono leggermente, l'addome è sporgente in avanti, è indicata la lordosi lombare. Gli arti inferiori sono raddrizzati, l'angolo del bacino va da 22 a 25 °.

La postura normale di uno scolaro è caratterizzata dai seguenti segni: la testa e il tronco sono disposti verticalmente, la cintura dell'omero è orizzontale, le scapole sono premute sul retro. Le curve fisiologiche della colonna vertebrale rispetto al piano sagittale sono moderatamente espresse, i processi spinosi sono disposti lungo una singola linea. La protrusione dell'addome è ridotta, ma la superficie anteriore della parete addominale si trova anteriormente al torace, l'angolo del bacino è aumentato.

La postura ottimale del giovane e della ragazza, secondo gli autori, è la seguente: la testa e il tronco si trovano verticalmente con le gambe dritte. Le spalle sono leggermente abbassate e si trovano sullo stesso livello. Le lame sono premute sul retro. Il torace è simmetrico. Le ghiandole mammarie nelle ragazze e le tazze da succhiare nei giovani sono simmetriche e si trovano sullo stesso piano. L'addome è piatto, disegnato in relazione al torace. Le curve fisiologiche della colonna vertebrale sono ben espresse, le ragazze sottolineano la lordosi, nei giovani uomini - cifosi.

Con una postura verticale, i carichi meccanici che agiscono sui dischi intervertebrali possono superare il peso corporeo di una persona. Considera il meccanismo (il verificarsi di questi carichi). Il GCM del corpo di una persona in piedi si trova approssimativamente nell'area della vertebra L1. Pertanto, questa vertebra è influenzata dalla massa delle parti sovrastanti del corpo, che è circa la metà del peso corporeo.

Tuttavia OCM sovrastante parte del corpo non si trova direttamente sopra il disco intervertebrale, e leggermente di fronte ad esso (questo vale per la vertebra L4, che è la più sporgente in avanti), per cui vi sono le forze di torsione sotto l'azione di cui il corpo sarebbe avanti pieghevole, se il momento della forza di gravità non fa era in contrasto con il momento di forza creato dai muscoli estensori della colonna vertebrale. Questi muscoli si trovano vicino all'asse di rotazione (che si trova approssimativamente nella regione del nucleo gelatinoso del disco intervertebrale), e quindi la spalla della loro forza di trazione è piccola. Per creare il momento di forza necessario, questi muscoli di solito hanno bisogno di sviluppare una forza maggiore (la legge della leva agisce: minore è la distanza, maggiore è la forza).

Poiché la linea di azione della forza di trazione muscolare è praticamente parallela alla colonna vertebrale, essa, sommandosi con la gravità, aumenta notevolmente la pressione sui dischi intervertebrali. Pertanto, la forza che agisce sulla vertebra L, nella solita posizione eretta, non è la metà del peso corporeo, ma due volte più grande. Con inclinazioni, sollevamento pesi e altri movimenti, forze esterne creano un grande momento attorno all'asse di rotazione che passa attraverso i dischi intervertebrali lombari. I muscoli e specialmente i legamenti della colonna vertebrale si trovano vicino all'asse di rotazione, e quindi la forza da essi esercitata dovrebbe essere diverse volte maggiore del peso del carico sollevato e delle parti sovrastanti del corpo. È questa forza che influenza il carico meccanico che si verifica nei dischi intervertebrali. Ad esempio, la forza che agisce sulla vertebra L3 in una persona del peso di 700 N, nelle seguenti condizioni (Nachemson, 1975):

  • Posa o movimento / Forza, H
  • Sdraiato sul retro di un'estensione di 300 N / 100
  • Sdraiato sulle zampe posteriori dritte / 300
  • Posizione verticale / 700
  • Camminare / 850
  • Torso piegato di lato / 950
  • Seduto senza supporto / 1000
  • Esercizi isometrici per muscoli addominali / 1100
  • Risate / 1200
  • Inclinare in avanti di 20 ° / 1200
  • Salendo dalla posizione supina sul retro, gambe raddrizzate / 1750
  • Sollevamento del carico 200 N, schiena dritta, ginocchia piegate / 2100
  • Sollevando il carico 200 N dall'inclinazione in avanti, le gambe sono raddrizzate / 3400

Nella maggior parte delle donne in posizione eretta, a causa delle peculiarità della costituzione, c'è ancora un paio di forze che agiscono in relazione all'articolazione dell'anca. In questo caso, la base del sacro (il sito della connessione sacrale con la superficie inferiore delle vertebre L5) nelle donne si trova posteriormente rispetto all'asse frontale delle articolazioni dell'anca (negli uomini le loro proiezioni verticali praticamente coincidono). Ciò crea ulteriori difficoltà per loro quando si sollevano pesi - il carico sollevato per le donne è circa il 15% più pesante.

In proiezione cremagliera convenzionale situato sul corpo OCM 7,5 ± 2,5 mm posteriormente ai punti trocantere (10-30 mm dall'asse anteriore delle articolazioni dell'anca), a 8.7 ± 0.9 mm anteriormente all'asse ginocchio e ± 42 1,8 mm anteriore all'asse della caviglia.

Adams e Hutton (1986) hanno scoperto che nella posizione eretta dell'umano, la colonna lombare è piegata di circa 10 ° sotto il suo limite elastico. Secondo i ricercatori, questa restrizione del movimento è probabilmente dovuta all'azione protettiva dei muscoli e della fascia lombare e posteriore. Hanno anche sottolineato che il margine di sicurezza può diminuire o scomparire completamente con movimenti rapidi.

Le deviazioni dalla postura normale sono indicate come violazioni della postura nel caso in cui i risultati di un esame approfondito non rivelino malattie della colonna vertebrale o altri dipartimenti dell'OA. Di conseguenza, le violazioni della postura occupano una posizione intermedia tra la norma e la patologia e, di fatto, sono una condizione di pre-malattia. Si ritiene che le violazioni della postura non siano una malattia, in quanto sono accompagnate solo da disturbi funzionali dell'APS. Allo stesso tempo, possono essere le prime manifestazioni di gravi malattie.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7]

Fasi dello sviluppo dei disturbi posturali

Lo sfondo avverso è lo stadio di presenza di difetti biologici o condizioni sfavorevoli che contribuiscono alla violazione della postura (in assenza di deviazioni dinamiche e statiche).

Prebolezn è una fase di cambiamenti non fissi nell'APS. Ci sono manifestazioni iniziali di insufficienza funzionale dei sistemi che assicurano una postura normale, sono definiti i sintomi di postura alterata e si nota un deterioramento negli indici di sviluppo fisico. I cambiamenti sono reversibili nella normalizzazione del processo di educazione fisica o di kinesiterapia diretta.

Malattia - lo stadio delle deformazioni statiche di APS corrisponde alla presenza di disturbi irreversibili o difficilmente reversibili della postura.

I disordini di postura sono funzionali e fissi. In violazione funzionale, il bambino può assumere la posizione della postura corretta in base al compito, per una postura fissa che non può. I disturbi funzionali si verificano più spesso a causa di un debole corsetto muscolare del tronco.

La violazione della postura in età prescolare e scolastica porta ad un deterioramento del lavoro degli organi e dei sistemi di un organismo in crescita.

La violazione della postura nei bambini si verifica sia sul piano sagittale che sui piani frontali.

Nel piano sagittale, la violazione della postura si distingue con un aumento o una diminuzione delle curve fisiologiche della colonna vertebrale.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.