^

Salute

Tipi di intervento sull'epididimo: le caratteristiche del loro funzionamento

, Editor medico
Ultima recensione: 05.10.2018
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Gli uomini di solito osservano la loro salute maschile molto attentamente, perché l'istinto della procreazione è intrinseco a loro non meno che alle donne. Ma a un certo punto la salute di un uomo può essere scossa, che gli verrà ricordato il dolore nello scroto dell'organo genitale. Le cause di tale dolore possono essere diverse e alcune richiedono un intervento chirurgico. Se il problema non può essere risolto con l'aiuto di metodi conservativi di trattamento, al medico può essere prescritta un'operazione sull'epididimo.

Indicazioni per la procedura

L'aderenza del testicolo è un organo importante del sistema riproduttivo negli uomini, che è responsabile della capacità dello sperma di fertilizzare l'uovo. Queste piccole creature mobili che danno origine a una nuova vita si formano nei testicoli, e poi per due settimane si spostano gradualmente lungo l'appendice (la sua lunghezza è dell'ordine di 0,7 cm), maturano e acquisiscono importanti funzioni.

Sam appendice (alias epididimo) immediatamente adiacente ai testicoli (testicoli) è costituito da un ampio, testa arrotondata, una stretta allungata nella lunghezza del corpo e della coda, termina il dotto deferente. Per tutta la sua lunghezza il corpo è coperto dalla busta vaginale del testicolo.

Quali patologie possono servire come motivo per la nomina di un intervento chirurgico sull'epididimo:

  • trauma testicolare e danni alle appendici della tunica vaginale (in questo caso, l'operazione è di solito eseguita ed è semplice in asportare e sutura i bordi del tessuto danneggiato della ferita, ma possono essere assegnati e la resezione del testicolo affetto da un'appendice con schiacciamento e necrosi tissutale testicolare inizio)
  • Torsione del testicolo del testicolo, che si verifica a seguito di un trauma (in questo caso vi è una violazione del rifornimento di sangue all'organo, che successivamente porta a cambiamenti necrotici e richiede la rimozione del testicolo danneggiato).
  • Oncologia dei testicoli (il più delle volte il cancro colpisce una parte dell'organo associato, e per prevenire le recidive, i medici insistono sulla rimozione completa del testicolo interessato).
  • Varicocele o vene varicose del funicolo spermatico, che rende difficile il drenaggio venoso comporta gonfiore del testicolo, surriscaldamento e interruzione della funzione riproduttiva (per le operazioni più popolari Marmara sotto scroto anestesia locale aperto e danneggiato Vienna ligato e rimossa sotto il controllo del microscopio microchirurgico, e poi nel l'inguine rimane una lunghezza di cucitura di circa 2 cm).
  • Cisti dell'epididimo. La cisti è una neoplasia benigna e arrotondata, all'interno della quale si trova un contenuto liquido di natura sierosa, emorragica o purulenta. Piccole cisti nella testa dell'epididimo vengono rilevate per caso e non richiedono un trattamento chirurgico. L'uomo viene inviato all'operazione per rimuovere il tumore, se:
  • la cisti raggiunse una grande dimensione e causò dolore e disagio nello scroto, specialmente durante il cammino,
  • la neoplasia ha causato una violazione dell'afflusso di sangue ai testicoli,
  • ci sono tali fallimenti ormonali come aumento della crescita dei capelli all'inguine, sul viso e sul corpo,
  • c'è una violazione delle funzioni sessuali e riproduttive.
  • Epididimite o infiammazione dell'epididimo, accompagnata dal suo edema e da un significativo aumento delle dimensioni. Di per sé, la malattia può essere trattata con metodi conservativi, ma in alcuni casi può essere complicazioni quali ascessi dell'epididimo, e se la sua apertura e drenaggio non danno un risultato positivo può essere assegnato alla rimozione dell'epididimo (epididymectomy).

Altre indicazioni per tale operazione possono includere:

  • epididimite cronica con frequenti recidive,
  • formazione nei tessuti dell'appendice di infiltrati densi, provocando sensazioni dolorose,
  • epididimite tubercolare, cioè infiammazione dell'appendice causata dall'agente causativo della tubercolosi (sia con una diagnosi accurata che con una sospetta patologia).

Come possiamo vedere, con diverse patologie vengono utilizzati vari metodi di trattamento operativo. Nei casi lievi, solo i tessuti, i vasi e le cisti danneggiati vengono rimossi, nel pesante - l'epididimo e il testicolo.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8], [9], [10]

Preparazione

La malattia in un uomo può essere identificata molto tempo prima che compaiano i primi sintomi, vale a dire: dolore e gonfiore. Così cisti sul appendice può crescere per diversi anni, non c'è modo che mi ricorda di se stessi, ma come si cresce comincia a comprimere organi e tessuti circostanti, causare un aumento nello scroto con una mano e il dolore mentre si cammina. Nella maggior parte dei casi, una neoplasia viene rilevata durante un esame urologico e successivamente osservata solo fino a quando inizia a crescere e causare disagio.

L'infiammazione dell'appendice, al contrario, può debuttare con sintomi acuti: aumento della temperatura, forte dolore allo scroto, gonfiore e arrossamento. Ma manifestazioni manifeste della malattia anche in assenza di trattamento vanno via per 3-5 giorni, dopo di che arriva una tregua, caratteristica per la remissione. Ora la malattia si trasforma in una forma cronica e può periodicamente ricordare il dolore, l'allargamento del testicolo, le fughe palpabili, una diminuzione della capacità fecondante dello sperma.

Se un uomo va a un medico circa il dolore e aumento delle dimensioni scrotale, oltre ad un controllo visivo, lo studio della storia e la palpazione del corpo del paziente, per una diagnosi accurata è assegnato un esame ecografico, che contribuirà a differenziare un normale infiammazione dei testicoli e delle loro appendici di tumori e disturbi vascolari in questo settore e Doppler.

A volte già durante la diagnosi il medico prende una decisione sullo scopo dell'operazione, sul suo tipo e sulla quantità di lavoro. Ma nella maggior parte dei casi, la malattia viene trattata con metodi conservativi e solo quando sono inefficaci ricorrono all'aiuto di un chirurgo che eseguirà un'operazione sull'epididimo.

Come preparazione per l'operazione, il paziente dovrà superare una serie di test di laboratorio che aiuteranno a valutare le prestazioni degli organi interni, il rischio di sanguinamento durante l'intervento chirurgico e la possibilità di utilizzare l'anestesia:

  • un esame del sangue clinico,
  • analisi della coagulazione del sangue (coagulogramma),
  • La reazione di Wasserman in combinazione con analisi del sangue per l'infezione da HIV e l'epatite,
  • analisi per la determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh (necessario in caso di necessità di trasfusione di sangue),
  • analisi generale di urina,
  • studio della dimissione dal pene,
  • biopsia e studio istologico del biomateriale per sospetta oncologia.

Inoltre, può essere prescritto un elettrocardiogramma per valutare la condizione del cuore e una radiografia del torace, così come le consultazioni dei medici in relazione alle patologie concomitanti esistenti. Questi momenti sono rilevanti per condurre un'operazione in anestesia generale, la cui possibilità è discussa nella fase di preparazione per la chirurgia con le specifiche di tollerabilità dei singoli anestetici.

Con neoplasie maligne e epididimite tubercolare, le sessioni di chemioterapia vengono eseguite per un mese prima dell'operazione.

Se si tratta di un'operazione pianificata del paziente, viene chiesto di radersi i capelli nell'area dell'inguine. Nel preoperatorio gli vengono somministrati sedativi.

trusted-source[11], [12], [13], [14], [15]

Chi contattare?

Tecnica operazioni sull'epididimo

In connessione con le malattie maschili, il medico può prescrivere 2 opzioni per la chirurgia dell'epididimo:

  • rimozione della cisti testicolo (spermocelectomia), che viene effettuata per analogia con il trattamento chirurgico del varicocele,
  • la rimozione dell'epididimo direttamente (con o senza il testicolo).

L'operazione per rimuovere la cisti testicolo  può ora essere eseguita con metodi diversi, ma tutti implicano l'accesso alla neoplasia attraverso l'incisione nei tessuti dello scroto. Solitamente tale incisione viene effettuata lateralmente, a seconda della localizzazione e della dimensione della cisti, ed è necessario rimuovere l'epididimo insieme alla cisti verso l'esterno o accedere a speciali attrezzature microchirurgiche.

Per evitare gravi emorragie in luoghi tessuti medico cauterizzare l'incisione (coagula) vasi danneggiati, e solo dopo che egli ottiene l'opportunità di avvicinarsi alla base della cisti (la gamba). Il funzionamento è dolce neoplasie separazione della testa e del corpo dell'epididimo, viene applicata alle cisti gambe (cisti e mangimi recipienti) legature (morsetti) e la sua escissione poi effettuata la chiusura della ferita layerwise, per cui materiali bioriassorbibili utilizzati.

Con una cisti di grandi dimensioni, il trattamento laser e laparoscopico sono più rilevanti. Nel primo caso, un tubo viene inserito attraverso la microradia attraverso la quale l'anidride carbonica e i microstrumenti chirurgici vengono introdotti nella cavità dello scroto. Il medico controlla gli strumenti a distanza, monitorando l'avanzamento dell'operazione sul monitor del computer. Dopo aver tagliato la gamba della cisti e tagliato i suoi tessuti, tutto viene risucchiato dalla cavità del corpo.

Il trattamento laser è un metodo innovativo per rimuovere le cisti che non richiede grandi incisioni. Il diodo laser viene inserito mediante un ago nel microcut sui tessuti dello scroto. Il fascio scioglie il tessuto della cisti, che viene successivamente aspirato, come nel trattamento laparoscopico.

Ciascuno dei metodi ha i suoi vantaggi e svantaggi. La procedura in aperto e la laparoscopia possono essere eseguite sia in anestesia generale che in anestesia locale (a seconda della portata dell'operazione e del verdetto dell'anestesista sulla base del desiderio del paziente e dello stato di salute). Per la rimozione di cisti mediante laser, è sufficiente l'anestesia locale con lidocaina, novocaina o ultracaina, poiché l'operazione stessa è praticamente indolore. Ma la mancanza di trattamento laser può essere considerata l'impossibilità di prendere un campione di tessuto cistico per un esame istologico necessario per confutare o confermare la sua appartenenza a escrescenze cancerose.

La rimozione dell'epididimo  è un'operazione tecnicamente più complicata, che, tuttavia, in alcuni casi è semplicemente necessaria per prevenire i processi necrotici.

Come nel caso della rimozione della cisti dell'epididimo, il paziente viene posto sul tavolo operatorio sul retro e viene iniettata l'anestesia. È anche possibile eseguire la procedura in anestesia locale, che prevede l'anestesia del sito di incisione e l'infiltrazione anestetica del cordone spermatico, che contiene fibre nervose e fornisce sensibilità ai testicoli e alle loro appendici.

Dopo l'introduzione dell'anestesia, i tessuti dello scroto sono stirati e realizzati in loro un'incisione longitudinale lungo la cucitura un po 'al lato di esso. I bordi della ferita sono tenuti da speciali supporti. Il testicolo e l'appendice ad esso attaccata vengono rimossi all'esterno, per i quali è già stato fatto un taglio nella membrana vaginale. Se l'operazione è programmata in relazione all'epididimite tubercolare, l'incisione raggiungerà il condotto seme, che dovrebbe essere rimosso.

Nell'area del seno, una soluzione anestetica (anestesia di infiltrazione) viene inserita sotto la testa e il corpo dell'appendice. Dopo questo primo fascio viene tagliato appendice anteriore precedentemente cucita la testa, e poi somministrato forbici nello spazio tra il serbatoio e la sua appendice, cercando di rimuoverlo senza danneggiare la capsula e navi circostante testicolo. Ora il dottore può tagliare la coda dell'epididimo e un piccolo segmento del dotto adiacente ad esso (circa 2 cm). Il resto dei vasi deferenti è più vicino all'inguine ed è legato e tagliato.

Quando i tessuti delle appendici vengono separati dal testicolo, la capsula viene suturata, chiudendo il difetto risultante dalla rimozione dell'epididimo. I testicoli sono posti in una conchiglia e avvolti in strati. Se un processo necrotico è stato rilevato nei tessuti testicoli mediante biopsia espressa, il testicolo deve essere rimosso.

Il processo infiammatorio nell'appendice può causare la crescita eccessiva dei tessuti dello scroto. In questo caso, i tessuti in eccesso vengono rimossi e il resto viene suturato in modo da conferire all'organo un aspetto originale. Dopo che l'appendice è stata rimossa e la ferita è suturata, una fasciatura di compressione asettica viene applicata allo scroto, sollevando l'organo verso l'alto.

Entrambi i tipi di chirurgia comportano l'introduzione di uomini nelle strutture interne del corpo, pertanto, devono essere effettuati rigorosamente in condizioni sterili dopo un attento trattamento dell'incisione con antisettici. Se necessario, il sito dell'operazione viene drenato per rimuovere elementi che possono successivamente causare un processo purulento-infiammatorio.

Intervento chirurgico per rimuovere le cisti dell'epididimo durata dura circa 30-40 minuti, e l'escissione dell'epididimo richiede circa 1 ora di tempo, perché richiede particolare cura a causa del rischio di danni ai vasi sanguigni uova, dopo di che il paziente è lasciato per alcune ore sotto la supervisione di un medico.

Controindicazioni alla procedura

Poiché l'operazione per rimuovere la cisti o l'epididimo stesso può essere eseguita in anestesia locale, non ci sono molte controindicazioni alla sua condotta. In questo caso, sono tipici per qualsiasi operazione non priva di sangue.

Un grave ostacolo alla chirurgia dell'epididimo, che richiede il taglio dei tessuti, è una violazione della coagulabilità del sangue, sebbene il rischio di sviluppare un sanguinamento grave sia impedito dalla tempestiva coagulazione vascolare. Nella terapia laser, ciò avviene naturalmente attraverso l'azione della radiazione laser, che cauterizza i tessuti e i vasi sanguigni direttamente durante la rimozione della cisti.

Se la diminuzione della viscosità del sangue è dovuta all'uso di farmaci speciali (anticoagulanti), l'operazione può essere posticipata per un po ', se è possibile rifiutare l'uso di tali farmaci.

Sono anche considerate le relative controindicazioni per la chirurgia:

  • presenza di focolai di malattie della pelle nello scroto,
  • processi infiammatori acuti nei testicoli e nelle appendici,
  • malattie infettive sistemiche acute,
  • grave condizione fisica e mentale del paziente.

Per rifiutare un intervento chirurgico, il medico non può, ma in suo potere, posticipare la procedura per un periodo di completa guarigione o remissione di malattie. In condizioni generali gravi del paziente, la chirurgia può essere eseguita dopo la stabilizzazione della condizione.

trusted-source[16], [17], [18], [19], [20]

Conseguenze dopo la procedura

La chirurgia dell'epididimo non è considerata una procedura chirurgica complicata, quindi nella maggior parte dei casi finisce bene. Dopo la rimozione della cisti sull'appendice, la scomparsa del dolore e del disagio nello scroto è notata da più del 95% degli uomini. Il resto ha indicato un lieve dolore durante i 3 mesi successivi all'operazione, dopo di che il disagio è scomparso completamente. In questo caso, la funzione riproduttiva negli uomini nella maggior parte dei casi è stata ripristinata.

La rimozione dell'appendice del testicolo da parte di medici o anche l'intero testicolo con un'appendice è prescritta dai medici non così spesso. Tuttavia, avere paura del funzionamento non è necessario. Il rischio di diventare sterili è più alto se non si fa nulla. E così, dopo aver rimosso l'epididimo o uno dei loro testicoli, un altro testicolo inizia a funzionare per due, il che consente a un uomo di diventare il padre del proprio figlio. Sulla potenza e sull'orgasmo, anche l'operazione non viene effettivamente riflessa, ma il dolore e il disagio che peggiorano significativamente la qualità della vita del paziente vanno via.

È chiaro che, come ogni altra operazione, sussiste il rischio di complicazioni derivanti dalla manipolazione chirurgica. Le complicanze più comuni sono la formazione di ematomi a causa di sanguinamento sottocutaneo, così come suppuration del tessuto a causa dell'accumulo di sangue in loro o infezione durante l'intervento chirurgico.

Se nel periodo postoperatorio la ferita non è stata trattata adeguatamente, è possibile che si verifichino infiammazione e suppurazione dei tessuti in quest'area. Per evitare che ciò accada, con un cambio di medicazioni, la ferita deve essere trattata regolarmente con soluzioni antisettiche. Successivamente, sul sito di infiammazione, si possono formare cicatrici ruvide e possono comparire sensazioni di costrizione dei tessuti.

Il fatto che l'operazione non sia stata priva di complicazioni, indicherà i seguenti sintomi:

  • dolore intenso dopo 3 giorni dopo l'operazione,
  • assegnazione sul posto di sangue, suture o pus,
  • dolore alle sensazioni spiacevoli all'inguine pochi mesi dopo l'operazione,
  • edema e arrossamento dei tessuti dello scroto, osservato per diversi giorni dopo la rimozione della cisti o dell'epididimo,
  • improvviso aumento della temperatura corporea, che indica lo sviluppo del processo infiammatorio nel corpo.

Ricorrenza di cisti e infertilità difficilmente può essere chiamata complicazioni dopo l'intervento chirurgico. Questo è più il risultato di una mancanza di un adeguato trattamento della malattia di base. Sebbene a volte per noncuranza il dottore durante la rimozione della cisti possa ancora danneggiare i dotti deferenti, che violeranno la sua passibilità, ma con un secondo testicolo normalmente funzionante, l'uomo rimane in grado di concepire. Quindi non esiste una connessione diretta tra infertilità e chirurgia.

trusted-source[21], [22], [23], [24], [25], [26], [27]

Cura dopo la procedura

Nonostante l'apparente complessità dell'operazione sull'epididimo, il periodo di riabilitazione dopo che è piccolo. Dopo l'operazione, una benda asettica e fredda vengono applicate allo scroto. Dopo un paio d'ore, in assenza di dolore espresso e sanguinamento dalle ferite del paziente potrebbe dover lasciare l'ospedale, anche se a volte i medici insistono sul fatto che l'uomo rimase un paio di giorni in ospedale, dopo di che è stato dimesso a casa per il trattamento ambulatoriale.

Quando l'epididymectomy, il primo giorno dopo l'operazione, viene eseguita la prima medicazione. Se nella ferita è rimasto un laureato in gomma del contenuto, questo viene immediatamente rimosso.

Il trattamento ambulatoriale comporta l'assunzione di antibiotici per 5-7 giorni. Questo è necessario per prevenire complicazioni di natura infiammatoria causate da un fattore infettivo. Inoltre, la terapia può essere prescritta per la malattia di base che ha causato l'infiammazione dell'epididimo, la formazione di cisti o patologia vascolare.

Nei primi giorni dopo l'operazione, un uomo deve aderire al riposo a letto, meno movimento, che impedirà il danneggiamento dei tessuti della ferita, sanguinamento e gonfiore dello scroto. Durante la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico (che è di 2-3 settimane), i medici raccomandano di astenersi dal rapporto sessuale e l'eccitazione sessuale durante l'auto-gratificazione, limitare l'attività fisica, evitare il lavoro fisico pesante e sollevamento di carichi pesanti, visitare i bagni e saune.

Dopo la rimozione dell'epididimo durante i primi tre giorni, possono essere prescritti farmaci per alleviare il dolore. Se si tratta di infiammazione oncologica o tubercolare, segue un ciclo di chemioterapia.

I giunti di superficie possono essere realizzati con materiali non assorbibili. In questo caso, devono essere rimossi dopo 7-10 giorni dopo l'operazione. Fino ad allora, si consiglia di utilizzare una sospensione - una speciale fasciatura di supporto per lo scroto, impedendo lo stiramento dei suoi tessuti e la divergenza delle articolazioni. Successivamente sarà necessario un po 'di tempo per indossare le mutandine sotto forma di costume da bagno, che forniscono una buona fissazione dello scroto.

Per valutare il trattamento in corso, il paziente dovrebbe venire per una visita di follow-up all'urologo 10 giorni dopo l'operazione. Ciò aiuterà in tempo a identificare possibili complicanze postoperatorie e ad adottare misure per eliminarle.

trusted-source[28], [29], [30], [31]

Recensioni

Le malattie della sfera sessuale maschile e il loro trattamento sono un argomento delicato che il sesso forte non cerca di discutere nei media. Ma i medici uomini piuttosto condividere attivamente i loro sentimenti e celebrano la scomparsa di tormentarli fino a questo dolore e disagio, per far fronte con la quale non poteva farmaci e la fisioterapia condotto all'inizio.

La chirurgia dei medici sull'epididimo è considerata uno dei metodi efficaci per il trattamento di alcune malattie, che abbiamo menzionato sopra. E insistere sul fatto che questa procedura aiuta non solo a migliorare la qualità della vita dei pazienti, ma aiuta anche a mantenere la capacità di procreare. Posticipando l'operazione con un aumento delle dimensioni dello scroto a destra o sinistra e una notevole sensibilità dei testicoli, un uomo rischia di rimanere sterile molto più di quando si esegue un'operazione per rimuovere la causa dei danni riproduttivi.

In generale, secondo le statistiche, che sono disponibili per i medici curanti, l'operazione è ben tollerata dai pazienti e i risultati sono soddisfatti. Le revisioni negative sono associate principalmente al fatto che alcuni uomini completano qualsiasi trattamento con la chirurgia, senza rendersi conto della necessità di terapia antibiotica e prendendo altri farmaci che aiutano a prevenire l'infiammazione e l'aspetto di una cisti ripetuta.

Non nascondere i medici e il fatto che esiste ancora il rischio di infertilità dopo l'intervento chirurgico sull'epididimo, che avvisano i pazienti in anticipo. Ma questo rischio quando il funzionamento e l'osservanza professionalmente condotto con le esigenze del periodo di riabilitazione è ancora inferiore a quello che è disponibile in connessione con la crescita delle cisti, ischemia tessuto testicolare, infiammazioni ricorrenti e oncologia in particolare, minaccia non solo la funzione riproduttiva, ma anche la vita umana. Tuttavia, qualsiasi operazione viene eseguita solo con il consenso del paziente stesso, quindi, l'uomo si assume ogni responsabilità per le sue conseguenze.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.