^

Salute

Kruroplastyka

, Editor medico
Ultima recensione: 16.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La chirurgia plastica negli ultimi anni è diventata particolarmente popolare tra uomini e donne. Infatti, grazie a loro, è possibile migliorare l'aspetto, correggere la figura, eliminare molti difetti e difetti. Tuttavia, tali operazioni vengono eseguite non solo sul viso. In particolare, la cruroplastica sta guadagnando terreno: un'operazione specifica che consente di simulare la forma, correggere i contorni esterni e interni delle gambe, rendere le gambe più uniformi. Questo tipo di chirurgia plastica viene eseguita dal posizionamento dell'impianto con lipofilling simultaneo.

Il risultato ottenuto nel processo di cruroplastica è preservato per tutta la vita. Il periodo di riabilitazione è semplice, non ci sono praticamente conseguenze negative.

Indicazioni per la procedura

Molte persone sognano belle gambe. Tuttavia, ci sono molti casi in cui i desideri e la realtà sono lontani l'uno dall'altro, e non è sempre possibile risolvere il problema con l'aiuto di esercizi fisici che allenano determinati muscoli delle gambe.

La moderna chirurgia plastica aiuta a far fronte anche a situazioni piuttosto complicate associate alla correzione della forma delle gambe. Pertanto, il sogno di molti pazienti può davvero diventare realtà.

Le indicazioni per la cruroplastica spesso diventano:

  • stinchi troppo sottili;
  • sviluppo insufficiente della muscolatura della gamba, che è il risultato dell'esposizione a fattori genetici o intrauterini;
  • processi atrofici nel tessuto muscolare causati da malattie primarie o lesioni;
  • curvatura dei muscoli delle gambe dovuta a disturbi legati all'età o ad altri disturbi;
  • eccessiva curvatura degli arti inferiori a causa di fattori congeniti o acquisiti;
  • spessore disuguale delle gambe;
  • contorno irregolare delle gambe.

Nella maggior parte dei casi, i pazienti si rivolgono a uno specialista per la cruroplastica per motivi estetici. Ad esempio, la necessità di un intervento di chirurgia plastica si verifica dopo una forte perdita di peso, dopo problemi neurologici, accompagnata da atrofia delle singole fibre muscolari, nonché dopo lesioni alle estremità inferiori.

Preparazione

Il paziente deve essere avvicinato con attenzione alla procedura della cruroplastica, dovrebbe essere calmo - sia mentalmente che fisicamente. Una settimana prima dell'operazione, si consiglia di fare ginnastica leggera, fare lunghe passeggiate all'aria aperta e fare jogging. Qualsiasi intervento chirurgico è stressante per il corpo, quindi, prima della procedura di cruroplastica, il paziente deve riposare il meglio possibile, senza dimenticare una buona alimentazione. Se c'è un eccesso di peso, l'operazione dovrebbe iniziare la preparazione anche prima per correggere il peso corporeo.

Il fumo è considerato un fattore negativo per la guarigione delle suture postoperatorie. La nicotina restringe i vasi sanguigni, compromette la circolazione sanguigna e aumenta il rischio di complicanze. Per evitare conseguenze negative, si consiglia ai fumatori di astenersi dalla nicotina, almeno un paio di settimane prima dell'intervento chirurgico, della cruroplastica, nonché durante l'intero periodo di recupero.

Per quanto riguarda l'alcol, non influisce direttamente sulla qualità della guarigione, ma influisce negativamente sui processi di coagulazione del sangue. Pertanto, la moderazione nell'uso dell'alcool deve essere osservata sia prima che dopo kroroplastika.

Nel corso di una visita medica, prima di eseguire la cruroplastica, è necessario informare il medico in merito ai farmaci che si stanno assumendo. Si consiglia di interrompere l'assunzione di farmaci, compresi i contraccettivi orali, 1-2 settimane prima dell'intervento. Se ciò non è possibile, è necessario consultare un medico.

Alla vigilia dell'intervento, il paziente dovrebbe fare una doccia (preferibilmente con un sapone battericida), senza la successiva applicazione di creme, lozioni o oli. È necessario lasciare tutti i gioielli e gli accessori preziosi a casa, indossare abiti leggeri e confortevoli. Le scarpe dovrebbero essere piatte.

Poiché la cruroplastica comporta spesso l'uso dell'anestesia epidurale e dell'anestesia endovenosa, è importante che lo stomaco sia completamente vuoto al momento dell'intervento. Se contiene masse liquide o alimentari, possono entrare nel tratto respiratorio, il che è pericoloso per il paziente durante l'anestesia. Per evitare complicazioni, dovresti cenare facilmente la sera e la mattina successiva, alla vigilia dell'intervento, non consumare né cibo né acqua.

Molti esperti consigliano di escludere i cibi salati una settimana prima dell'operazione della cruroplastica. Ciò è dovuto al fatto che il sale può provocare gonfiore degli arti inferiori, che è estremamente indesiderabile nella fase postoperatoria.

Se tutto viene eseguito correttamente, non solo puoi prevenire lo sviluppo di complicanze dopo la cruroplastica, ma anche accelerare l'ulteriore ripristino dei tessuti e dell'intero corpo.

Chi contattare?

Tecnica di chroplasty

Gli impianti per la cruroplastica sono diversi, sia per dimensioni che per densità. Come riempitivo, viene solitamente utilizzato silicone salino o gel. Anche la superficie dell'impianto può essere diversa: da liscia a strutturata. La protesi stessa dovrebbe imitare il più possibile la forma muscolare, essere ipoallergenica e sicura.

Molto spesso con la cruroplastica, vengono utilizzati questi tipi di impianti:

  • simmetrico (protesi con uno spessore medio limite);
  • asimmetrico (protesi che ripetono la configurazione del muscolo del polpaccio).

La decisione su quale protesi verrà utilizzata durante la cruroplastica viene presa dal medico.

Come sta andando l'intervento?

Il paziente viene posto sul tavolo operatorio (posizione - disteso sul suo stomaco). Il chirurgo tratta l'area dell'operazione prevista con un antisettico, fa i segni necessari ed esegue un'incisione poplitea fino a circa 3,5 cm.

Successivamente, il medico con speciali forbici separa il tessuto molle dalla membrana del tessuto connettivo dei muscoli del polpaccio, formando un posto per l'introduzione dell'endoprotesi. Tale posto dovrebbe corrispondere alle dimensioni dell'impianto, poiché simula completamente la configurazione naturale del muscolo.

La protesi in silicone è posizionata sotto la fascia muscolare o ascellare (la tecnica sottofasciale o sottomarina viene utilizzata di conseguenza). Successivamente, il medico sutura la fascia, impone diverse suture sul grasso sottocutaneo ed esegue la sutura cutanea finale. La ferita viene trattata, viene applicata una medicazione asettica ritentiva.

L'intero periodo di chirurgia della cruroplastica dura in media un'ora e mezza.

Controindicazioni alla procedura

Poiché la cruroplastica è un intervento chirurgico a tutti gli effetti, richiede un atteggiamento serio e un approccio equilibrato, sia da parte del paziente che del chirurgo. Il medico raccoglie in anticipo tutte le informazioni sullo stato di salute del paziente, analizza le indicazioni e le controindicazioni disponibili per l'operazione. I test di laboratorio sono obbligatori, viene eseguita una visita medica completa.

La Kuroroplastica, così come qualsiasi altra chirurgia plastica, non può essere prescritta in presenza di tali controindicazioni:

  • decorso acuto o esacerbazione di malattie infettive e infiammatorie croniche, patologie del sistema cardiovascolare;
  • diabete mellito;
  • grave insufficienza renale o epatica;
  • gravidanza e allattamento;
  • obesità (compresa l'eziologia endocrina);
  • processi tumorali maligni;
  • malattie del sangue, tendenza alla trombosi, disturbi emorragici, vene varicose;
  • disturbi mentali.

Kroroplasty non viene eseguita con ipertensione scompensata, poiché in tali pazienti il rischio di sviluppare sanguinamento da vasi danneggiati è notevolmente aumentato.

Un'altra importante controindicazione è la cheloidosi. Questa è una patologia sistemica del tessuto connettivo, in cui si formano escrescenze sul sito della cicatrice postoperatoria. Una vera cicatrice cheloide è in costante aumento, indipendentemente dalle dimensioni originali e dalla profondità del danno cutaneo.

Se il medico ha scoperto che la cruroplastica non può essere eseguita per un motivo o per l'altro, è possibile eseguire ulteriori esami. In alcuni casi, le controindicazioni sono relative e il problema dell'operazione è deciso su base individuale.

Conseguenze dopo la procedura

Come con qualsiasi altra operazione, la cruroplastica ha i suoi rischi di sviluppare conseguenze negative. Le complicazioni sono rare, ma continuano a verificarsi e ogni paziente deve essere informato di ciò.

  • Emorragie, ematomi compaiono a seguito di danni ai vasi sanguigni durante l'operazione. Gli ematomi leggeri si risolvono gradualmente da soli e le emorragie massicce possono richiedere un intervento aggiuntivo con la sutura o la coagulazione del vaso danneggiato.
  • Un processo infiammatorio purulento può svilupparsi se le regole di asettico e antisettico non vengono seguite durante l'intervento. In alcuni casi, l'infezione può entrare nella ferita per via ematogena - in particolare, dai fuochi dell'infezione già nel corpo. Per evitare ciò, è necessario curare tutte le malattie infettive prima di eseguire la cruroplastica. [1]
  • Violazione della sensibilità, la parestesia può verificarsi a seguito di danni o compressione delle terminazioni nervose. Tali anomalie di solito scompaiono da sole, mentre il tessuto si rigenera.
  • Una contornatura dell'endoprotesi si verifica quando l'impianto viene selezionato in modo errato. Una conseguenza così spiacevole richiede una correzione chirurgica, che viene eseguita in due fasi. Innanzitutto, l'endoprotesi viene rimossa e dopo alcuni mesi viene inserito un impianto più adatto.
  • Il gonfiore degli arti inferiori è un ispessimento della parte inferiore della gamba dovuto all'accumulo di liquido nei tessuti. Questo fenomeno di solito scompare da solo circa 2 settimane dopo la cruroplastica.
  • La deformazione dell'arto operato può verificarsi a causa di un trauma meccanico all'endoprotesi. In tale situazione, è necessario sostituire l'impianto con uno nuovo.
  • Le cicatrici sono una conseguenza relativamente rara dopo la cruroplastica, che si verifica in pazienti con una tendenza individuale a formare cicatrici cheloidi o con un periodo di guarigione della ferita troppo lungo (ad esempio, se questo periodo è stato complicato dallo sviluppo dell'infiammazione infettiva).

Gonfiore dopo la cruroplastica

L'edema può verificarsi a seguito di un danno chirurgico diretto ai tessuti dell'arto inferiore. Inoltre, aumenta la permeabilità vascolare, che porta all'uscita del plasma dai vasi più piccoli. Durante l'operazione, sia il sangue che la vascolarizzazione linfatica sono invariabilmente danneggiati, il che porta alla formazione di gonfiore.

In generale, l'edema dopo la cruroplastica è considerato normale. Dopo un po ', passa da solo, ma questo processo può essere accelerato con i farmaci.

Molto spesso, per prevenire ed eliminare l'edema dopo la cruroplastica, si consiglia di indossare biancheria intima a compressione speciale. Tale biancheria intima aiuta i vasi venosi sulle gambe a funzionare correttamente, vale a dire a sollevare e trasportare il sangue.

In alcuni casi, è possibile risolvere il problema dell'edema con l'aiuto del massaggio linfatico drenaggio, che dovrebbe essere eseguito da uno specialista. Se un tale massaggio viene eseguito in modo errato, non solo puoi non aiutare, ma anche danneggiare il paziente.

Per ridurre il gonfiore dopo la cruroplastica, viene utilizzato un unguento di eparina, che viene applicato solo su aree cutanee intatte. Allo stesso scopo, viene utilizzato il gel Lyoton, che migliora la circolazione sanguigna e ha un leggero effetto anti-infiammatorio. Preparazioni esterne Troxevasin, Troxerutin, Heparoid Zentiva impediscono un eccessivo accumulo di liquidi. Dei farmaci per uso interno sono più adatti Detralex, Troxevasin, Eskuzan, ecc. Secondo la prescrizione medica, i diuretici Lasix, Triampur, ecc.

Una dieta speciale con limitazione del sale accelera la scomparsa dell'edema. Anche gli alimenti contenenti potassio dovrebbero essere aggiunti alla dieta: si tratta di banane, patate al forno, uvetta.

Dopo la cruroplastica, è consigliabile sollevare le gambe più spesso in posizione supina, ad esempio per posare un rullo o un cuscino. Non dimenticare di indossare calze o collant a compressione.

Complicazioni dopo la procedura

Ogni paziente deve avere familiarità con un elenco di possibili complicanze dopo la cruroplastica in anticipo. Su Internet, puoi sicuramente trovare recensioni e foto spiacevoli che fanno dubitare a molti pazienti l'operazione. Tuttavia, la stragrande maggioranza delle complicazioni insorge quando i pazienti non seguono le raccomandazioni del medico. A cosa dovrei prestare attenzione per prevenire lo sviluppo di problemi postoperatori?

Prima di decidere di eseguire interventi di chirurgia plastica, è necessario innanzitutto raccogliere tutte le informazioni sulla clinica e sul medico che eseguirà kroroplastika. È importante che la clinica sia richiesta, abbia attrezzature moderne, forniture e farmaci di alta qualità. I medici devono fornire al paziente non solo un'operazione di alta qualità, ma anche una diagnosi competente, consultazioni regolari (prima e dopo la cruroplastica), condizioni di permanenza confortevoli, anestesia e intimo compressivo, adeguate cure postoperatorie.

Tuttavia, è necessario prendere in considerazione anche il rischio minimo di complicanze che sono spesso associate a:

  • con le caratteristiche individuali del corpo e le sue reazioni impreviste;
  • con il mancato rispetto delle regole postoperatorie e degli appuntamenti con il medico.

Importante: qualsiasi preoccupazione relativa al benessere o alla gestione del periodo postoperatorio è un'occasione per consultare un medico.

Le complicazioni possono essere divise in due gruppi:

  • Complicanze comuni provocate direttamente dall'operazione di cruroplastica:
    • sindrome del dolore
    • gonfiore;
    • ecchimosi;
    • aumento della temperatura corporea;
    • la formazione di cicatrici cheloidi;
    • cambiamento nella sensibilità della pelle.
  • Complicanze specifiche associate a endoprotesi e caratteristiche anatomiche degli arti inferiori:
    • deformità degli arti;
    • danno dell'impianto;
    • contornatura della protesi;
    • altre rare complicazioni (allergia al materiale endoprotesi, atrofia tissutale, depositi di calcio nella zona di impianto).

Poiché la stragrande maggioranza delle complicanze è dovuta a cure e mantenimento impropri del periodo di riabilitazione dopo la cruroplastica, è importante seguire attentamente tutte le istruzioni del medico e seguire le sue raccomandazioni.

Cura dopo la procedura

L'edema fisiologico dopo la cruroplastica dovrebbe scomparire da solo entro 2 settimane dall'intervento. Se ciò non accade, possiamo ipotizzare i seguenti motivi per questo fenomeno:

  • uso irregolare o a breve termine di indumenti compressivi;
  • esposizione ad acqua calda o raggi ultravioletti durante il primo periodo postoperatorio;
  • pratica precoce dell'attività fisica.

Un aumento della temperatura è possibile in un piccolo intervallo (fino a 38 ° C) nei primi 2-3 giorni dopo la cruroplastica. In questi casi è necessario preoccuparsi e consultare un medico:

  • se la temperatura "saltava" bruscamente;
  • se la febbre dura più di una settimana;
  • se gli indicatori tornano alla normalità, quindi aumentano bruscamente.

Con lo sviluppo del processo infiammatorio, il paziente può sviluppare tali segni:

  • arrossamento della pelle nell'area dell'operazione;
  • dolore acuto durante la palpazione;
  • il rilascio di liquido sieroso o purulento dalla cicatrice postoperatoria.

Con grave intossicazione, il corpo può reagire abbastanza violentemente: sono possibili nausea, vomito, vertigini, perdita di appetito, ecc. In tali situazioni, contattare un medico dovrebbe essere immediato.

Per prevenire la perdita di sensibilità della pelle, il medico può prescrivere vitamine del gruppo B, fisioterapia.

Dopo la cruroplastica, la riparazione completa dei tessuti avviene entro circa 2-3 mesi. Fino a questo momento, il paziente potrebbe avvertire disagio, gonfiore e leggero dolore.

La durata della disabilità varia a seconda dell'occupazione:

  • per gli impiegati, questo periodo è di circa 2-4 settimane;
  • per le persone impegnate nel lavoro fisico - 4 settimane in più.

Le estremità operate iniziano a ferire la sera del giorno dell'intervento, quando termina l'azione del farmaco anestetico. Per ridurre il dolore, vengono prescritte pillole, a discrezione del medico. Puoi ridurre il dolore applicando le borse del ghiaccio - per 20 minuti 4 volte al giorno. Molto spesso, il dolore si attenua entro 2-3 giorni.

Per prevenire e ridurre il gonfiore dopo la cruroplastica, è necessario:

  • subito dopo l'operazione, indossare biancheria intima a compressione e indossarla per tutto il periodo di riabilitazione;
  • durante i primi tre giorni, tieni le gambe sopra il corpo (usa un rullo speciale o diversi cuscini).

Alle gambe viene insegnato a esercitarsi gradualmente. Se necessario, applicare una borsa di ghiaccio. Fino a quando tutti i sintomi spiacevoli scompaiono, si consiglia di indossare scarpe morbide senza tacchi. Per 2 mesi, l'attività fisica dovrebbe essere limitata, gli effetti termici dovrebbero essere evitati (doccia calda, bagno, vasca, radiazione ultravioletta).

Kroroplasty è generalmente considerata una chirurgia plastica relativamente semplice e sicura. Il periodo di recupero non richiede molto tempo e il risultato inizia a deliziare i pazienti quasi immediatamente.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.