^

Salute

Trattamento antibiotico delle ferite: unguenti, compresse

, Editor medico
Ultima recensione: 07.06.2019
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Trauma alla pelle o alla mucosa con una violazione dell'integrità di tutto lo spessore e altro, l'apertura di accesso per i microbi dall'ambiente è chiamata ferita aperta. La medicina moderna considera qualsiasi lesione accidentale a priori infetta - contenente un certo numero di microrganismi patogeni. Lo sviluppo dell'infezione purulenta è favorito dalle seguenti condizioni: danno sufficientemente profondo e esteso; coaguli di sangue, corpi estranei, aree di tessuto morto e un grande accumulo di microbi nella cavità della ferita. Di particolare pericolo sono le profonde ferite infette da batteri anaerobici che entrano nella sua cavità insieme a terreni fertilizzati da terreni agricoli. Gli antibiotici per le ferite vengono utilizzati sia per la prevenzione delle infezioni batteriche che per il trattamento delle ferite purulente.

La corretta guarigione del danno dipende spesso dalla scelta di un farmaco antibatterico e dal suo utilizzo. Trattando le ferite con antibiotici, è possibile evitare l'infiammazione o la sepsi.

La ferita ricevuta deve essere processata il prima possibile, la probabilità della sua suppurazione e la velocità di guarigione dipendono da essa. Il trattamento antibiotico della ferita non viene effettuato, poiché gli antibiotici sono attivi solo contro i batteri e la ferita può essere infettata da vari agenti patogeni - funghi, virus, parassiti. Gli antisettici sono usati per i trattamenti esterni primari e successivi di ferite. Si tratta di sostanze chimiche che sono attive contro un'ampia gamma di agenti patogeni che rimangono sensibili all'antisettico per molto tempo. Le sostanze antisettiche non influenzano direttamente il processo di guarigione, il loro effetto indiretto è che riducono significativamente il numero di microrganismi patogeni nella ferita, che rallentano il recupero dei tessuti danneggiati. 

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5]

Indicazioni Antibiotici per le ferite

In caso di ferite accidentali, soprattutto profonde, la probabilità di infezione è alta. Per evitare la suppurazione, dopo il trattamento con un antisettico, di norma vengono prescritti preparati esterni con un antibiotico ad ampio spettro (polveri di Baneocina e Gentaxan, emulsione Sintomicina) poiché di solito occorrono da due a tre giorni per determinare l'agente causale. Tali tattiche spesso impediscono l'accumulo di pus nella ferita ei tessuti della superficie della ferita pulita si riprendono molto più velocemente.  

Se la suppurazione della ferita non può essere evitata, gli antibiotici sono prescritti per le ferite purulente. In questo caso, possono essere prescritti trattamenti sia locali che sistemici. Gli antisettici usati per il trattamento delle ferite distruggono una varietà di microbi sulla sua superficie, tuttavia, la loro importanza per la guarigione è molto mediata. Con ferite purulente profonde con alta probabilità di infezione o significativa perdita di tessuto, vengono lasciati aperti (non cuciti) per ripristinare nuovi tessuti. In questo caso vengono mostrati antibiotici per la cicatrizzazione delle ferite, distruggendo o fermando lo sviluppo della flora microbica nella cavità della ferita e allo stesso tempo promuovendo processi di riparazione (pomata Levomekol, polvere di gentaxan).

Ciò è particolarmente vero se la ferita è infiammata e si instaura l'agente causale del processo infiammatorio. La sua consolidata sensibilità a determinati farmaci è motivo per prescrivere antibiotici specifici per l'infiammazione della ferita.

Le ferite aperte con bordi e pareti irregolari richiedono un trattamento chirurgico quando tutti i tessuti non vitali e necrotici vengono rimossi. Con un'estesa ferita lacerata, diverse fasi di epitelizzazione spesso avvengono contemporaneamente in diverse aree - da un lato la ferita è già cicatrizzante, e dall'altro può marcire. Gli antibiotici per le ferite strappate sono prescritti senza fallo, poiché la probabilità di infezione è molto alta.

Nel caso di lesioni causate da un oggetto perforante, specialmente localizzato sulla pianta del piede o sul tallone, è anche impossibile fare a meno dell'antibiotico e del suo uso sistemico. Un sottile canale della ferita e una pelle ruvida in questi punti impedisce il rilascio della ferita. Le condizioni sono create per lo sviluppo di colonie di batteri anaerobici, tra cui cancrena, tetano e flemmone del piede. Un antibiotico per ferite da taglio viene utilizzato per via orale o parenterale, con preferenza per gruppi di farmaci caratterizzati da attività anaerobica.

Gli stessi criteri sono usati dal medico quando prescrive antibiotici per ferite da arma da fuoco. In questo caso, è necessaria anche la cura chirurgica primaria, molto dipende dalla posizione e dal tipo di lesione.

Un antibiotico prescritto per uso esterno con una ferita aperta dovrebbe essere nella forma di un gel o soluzione. Gli unguenti che hanno una base grassa non sono adatti allo stadio iniziale della guarigione, poiché il film oleoso formato impedisce la normale respirazione e il nutrimento dei tessuti profondi, e ritarda anche il rilascio del fluido della ferita.

Gli antibiotici per trasudare le ferite possono avere una base solubile in acqua e, dopo il trattamento iniziale della ferita, vengono utilizzate polveri con antibiotici, nel caso di una forma grave, viene spesso prescritto l'uso sistemico di agenti antibatterici.

Un'alternativa moderna agli antibiotici sono le medicazioni realizzate con materiali assorbenti che assorbono l'essudato della ferita e rimuovono e disintossicano i microbi. Non hanno un effetto tossico sul tessuto della ferita, pur mantenendo un ambiente umido e favoriscono l'autopulizia delle ferite.

Usati anche batteriofagi che distruggono i patogeni di un particolare tipo o diversi tipi (complessi). Esternamente usato come irrigazione e gadget.

trusted-source[6], [7], [8]

Modulo per il rilascio

I farmaci con attività antibatterica sono disponibili in varie forme. La maggior parte delle preferenze viene data agli agenti esterni: cerotti, polveri, soluzioni e unguenti (gel, creme). Non hanno un effetto sistemico, agiscono localmente nel sito di applicazione.

Il trattamento delle ferite con antibiotici comporta la partecipazione di un medico che, per posizione e tipo di danno (per ogni lesione, vi sia una sospetta associazione di microrganismi sensibili a determinati gruppi di farmaci) prescriverà il farmaco più adatto e la forma del suo uso preferito. Inoltre, l'istituzione medica può determinare il tipo di agente patogeno facendo semina batteriologica.

Tuttavia, non è sempre possibile cercare rapidamente l'assistenza medica e trasferire la responsabilità al medico. Proseguendo una campagna per alcuni giorni lontano dalla civiltà, si consiglia di preparare un kit di primo soccorso, inclusi gel, unguenti e creme per le ferite con un antibiotico. Quando si scelgono i farmaci per il kit di pronto soccorso, viene data la preferenza ai farmaci esterni, si possono anche assumere pillole contenenti antibiotici ad ampio spettro. In caso di ferite ricevute per caso lontano dalle istituzioni mediche, entrambe possono essere utili.

Molti antibiotici usati per trattare le ferite sono disponibili in varie forme, ad esempio il solfato di gentamicina può essere trovato sotto forma di unguento, polvere, soluzione iniettabile.

Nei casi gravi con lesioni estese e profonde, vengono utilizzate compresse e forme di rilascio antibiotico iniettabili. Il medico può prescrivere antibiotici in pillole per ferite purulente con infiammazione e iperemia dei tessuti circostanti, edema, con aumento della temperatura corporea. A volte nei casi gravi, con la minaccia di sepsi, vengono utilizzate iniezioni intramuscolari o endovenose di antibiotici, se è impossibile eseguire immediatamente un trattamento chirurgico di una ferita lacerata, viene interrotto con un antibiotico ad ampio spettro per saturare i tessuti adiacenti con il farmaco e prevenire la diffusione dell'infezione. Tale elaborazione può essere effettuata per 48 ore.

Viene anche usato il trattamento con polveri antibatteriche. La polvere con un antibiotico per la guarigione delle ferite (Gentaxan, Baneotsin) viene venduta in farmacia e consiste non solo di componenti battericidi. Include anche sostanze che forniscono la disintossicazione e la rigenerazione dei tessuti danneggiati.

Una piccola abrasione o graffio può essere lavato con un antisettico, in polvere con streptocide e sigillato con un cerotto battericida per evitare la reintroduzione delle infezioni.

Per impedire ai microbi di penetrare nella ferita dall'ambiente, la moderna farmacia offre un considerevole arsenale di medicamenti antimicrobici idrocolloide, collagene, idrogel, che sono fissati sulla pelle con bende, normali o rotonde, e sono anche incollati sulla pelle sana attorno alla ferita. Cerotto di guarigione della ferita con un antibiotico, o meglio un antisettico, per esempio, contenente ioni d'argento (Cosmopor), miele antibatterico o preparati più tradizionali - furatsilina, novocaina, dimexide e altri. Bende e cerotti hanno dimensioni diverse.

trusted-source[9], [10], [11], [12], [13]

I nomi dei più popolari agenti antibatterici per le ferite

Il trattamento di qualsiasi ferita inizia con la sua pulizia. Se la ferita è piccola e non profonda, un trattamento antisettico e una medicazione sono sufficienti per prevenire la re-infezione.

Alcol e soluzioni alcoliche (iodio, verde brillante, acido salicilico e borico, erbe medicinali), perossido di idrogeno, clorexidina, miramistina sono stati a lungo usati come antisettici. Più velocemente la ferita sarà lavata con acqua (possibile con sapone) e trattata con antisettico, meno probabilità di infezione e infiammazione. Lacerato, pugnalato, colpito da arma da fuoco e altre ferite profonde contaminate da terra, la ruggine deve essere sottoposta a pulizia chirurgica. Tali lesioni richiedono una terapia antibiotica. Gli antibiotici devono essere utilizzati per una lunga pausa tra l'ottenere una ferita e la fornitura di cure mediche, ferite purulente e infiammate.

Dopo il trattamento primario, la ferita viene chiusa con una benda. La scelta di medicazioni e cerotti è molto ampia e dipende dal fatto che il paziente abbia stabilito allergie ai farmaci e alla necessità di un ulteriore intervento chirurgico.

Lastre di piccole dimensioni dopo il trattamento possono essere sigillate con un cerotto adesivo battericida convenzionale. La sua superficie esterna passa liberamente aria e consente all'umidità di evaporare dalla superficie della ferita. La base interna dell'intonaco è tessuto (cotone, viscosa, fatto di materiali polimerici), la sua impregnazione di solito contiene verde brillante, clorexidina e sintomicina. Ad esempio, cerotto antisettico Band-Aid, Uniplast, Cosmos e altri.

Se la ferita è più estesa, puoi applicare un cerotto antisettico Cosmopor. La sua base è un materiale morbido non tessuto impregnato d'argento impregnato di ioni d'argento. Dimensioni da 7 × 5 a 20 × 10 cm. È convenientemente incollato e si adatta bene a diverse parti del corpo.

Le medicazioni sterili Arma-Gel proteggono efficacemente dall'infezione secondaria, permettono alla ferita di respirare, seguono i contorni della superficie della ferita e la pelle circostante, senza attaccarsi e rimuovere facilmente, possono rimanere sulla pelle fino a due giorni. La struttura di impregnazione idrogel agisce in modo prolungato, cedendo gradualmente il farmaco alla ferita e assorbendo le sostanze tossiche secrete dai batteri. Le bende sono disponibili in diversi tipi: antidolorifici (ad eccezione degli antisettici contengono novocaina o lidocaina); antimicrobico - con dimexide per ferite complicate da infezione piogenica; pulizia - con nano-silicio o bentonite; guarigione delle ferite - con metiluracile o furatsilinom; emostatico e antiburn.

In caso di ferite cicatrizzanti scarsamente ea lungo termine, le piastre vengono applicate al biocoupling Belkozin con collagene e metiluracile. La placca viene applicata su una ferita precedentemente depurata da pus, particelle di tessuto morti. Per le ferite purulente, si consiglia di pre-inumidirlo con un antisettico. Le medicazioni sono fatte ogni due o tre giorni. Durante questo tempo, la piastra è completamente assorbita. Se non viene lisato e non c'è dolore, bruciore, accumulo di pus e una reazione allergica, il piatto rimane fino a completa guarigione della ferita.

La benda autoadesivo (cerotto) antimicrobica di Vita Wallis non contiene farmaci. Realizzato in tessuto assorbente impregnato con particelle di idrossido di alluminio trattate con argento colloidale. Previene l'infezione, non ferisce la ferita e non provoca allergie, fornisce un buon assorbimento ed effetto emostatico. E non è tossico. Promuove il rinnovamento e il ripristino della struttura cellulare del tessuto, previene la formazione di cicatrici. Viene rimosso senza lasciare residui nella ferita e senza causare disagio e dolore.

Le medicazioni con miele antibatterico Medihani sono presentate dal produttore come una nuova parola nella guarigione delle ferite. Progettato per adulti e bambini, una guarigione delle ferite molto rapida è indicata nel riferimento ad uno studio randomizzato di farmaci (è necessaria una sola medicazione). La medicazione applicata sulla superficie della ferita, a contatto con i sali di sodio contenuti nel fluido della ferita secreto, forma una massa gelatinosa, creando un ambiente umido nella ferita, che ha un effetto purificante, cicatrizzante e rigenerante. La ferita è piena di tessuto di granulazione. L'elasticità della medicazione consente di tamponare le ferite profonde e le tasche.

Le patch e le medicazioni moderne sono un'alternativa ai soliti agenti antibatterici, tuttavia, la rilevanza degli antibiotici è ancora piuttosto elevata. Quando si trattano ferite infette, ad alto rischio di suppurazione e altre complicanze più gravi, vengono utilizzati antibiotici di diversi gruppi. Vengono presi in considerazione anche l'età del paziente e la presenza di patologie croniche come diabete, vene varicose, tromboflebiti, alcolismo, tossicodipendenza, malattie del fegato, reni e altri organi.

Gel antibatterico Tyrosur - utilizzato esternamente in caso di ferite infette, graffi, abrasioni. Il suo principio attivo (tirotricina) - un composto di tireochine e gramicidine nel rapporto di 8: 2 (7: 3) è la tossina di un bacillo safenico saprofitico, chiamato Bacillus corto. L'unguento è principalmente sensibile agli agenti infettivi molto comuni - batteri gram-positivi: stafilococco (compreso d'oro), streptococco, enterococco fecale, clostridia, corynebacterium, funghi, trichomonad e alcuni altri.

La tireocidina ha la capacità di agire sulla membrana cellulare dei microrganismi, riducendo la loro tensione superficiale. Le gramicidine formano canali cationici in esse attraverso le quali le cellule batteriche perdono il potassio e bloccano anche il processo di fosforilazione, che interrompe la respirazione cellulare.

L'effetto specifico della tireotricina, che non è caratteristico degli antibiotici sistemici, impedisce lo sviluppo di agenti patogeni di resistenza crociata al gel, che accelera il processo di granulazione e il ripristino della superficie della pelle.

La farmacocinetica della sostanza attiva non è stata studiata, ma le sue alte concentrazioni sono state trovate nello strato corneo adiacente e nella cavità della ferita. Pertanto, l'uso di questo gel durante la gravidanza e l'allattamento è possibile solo con il permesso di un medico in piccole aree della superficie della pelle e per un breve periodo, tenendo conto del rapporto rischio / beneficio. Nella pratica pediatrica da usare è permesso, non ci sono limiti di età.

Controindicato nei pazienti sensibilizzati. Non può essere applicato alla mucosa nasale, perché è dimostrato che tale applicazione può influire negativamente sul senso dell'olfatto.

Gli effetti collaterali si manifestano sintomi locali di dermatite.

Un sottile strato di gel Tyrosur viene usato per trattare la ferita due o tre volte durante il giorno. Per piccoli graffi o abrasioni, questo è sufficiente: le ferite umide o profonde sono coperte con un bendaggio protettivo, che viene cambiato una volta al giorno. La durata dell'uso dipende dalla condizione della ferita. Nei casi in cui non vi è alcun effetto terapeutico dopo sette giorni di trattamento, è necessario modificare il farmaco.

I casi di sovradosaggio e interazioni con altri farmaci sono sconosciuti.

Crema e unguento Bactroban altamente attivo per una gamma piuttosto ampia di batteri. Il principio attivo (mupirocina) di questi farmaci è stato intenzionalmente creato per l'applicazione locale. Staphylococ, streptococchi, in particolare, ceppi resistenti alla meticillina di questi batteri, così come gonococchi, menningococci, haemophilus bacillus, l'agente eziologico della setticemia emorragica, cocchi gram-negativi e batteri a forma di bastoncello sono sensibili ad esso. Non mostra attività per enterobatteri, corinebatteri e micrococchi. La mupirocina inibisce l'attività enzimatica della sintesi di isoleucil-transfer-RNA, che catalizza la produzione di proteine nelle cellule di un microrganismo patogeno. La resistenza crociata con altri antibiotici non è indicata. L'effetto della dose-dipendente: da batteriostatico a battericida.

Se usata esternamente, la mupirocina viene assorbita leggermente, ma l'assorbimento aumenta sulla superficie della pelle con un'integrità compromessa. Una parte del farmaco, aspirata nel flusso sanguigno generale, viene scomposta ed escreta nelle urine.

L'uso durante la gravidanza e l'allattamento al seno di questo gel è possibile solo con il permesso del medico in piccole aree della superficie della pelle e per un breve periodo, tenendo conto del rapporto rischio / beneficio.

Bactroban è controindicato nella sensibilizzazione agli ingredienti della crema, non applicato sulle mucose del naso e degli occhi. Nella pratica pediatrica, l'unguento viene utilizzato a partire dai due mesi di età e la crema dopo un anno. Il trattamento di Bactroban con gli anziani è prescritto con cautela, oltre che con disfunzione renale.

Gli effetti collaterali sono stati per lo più dermatiti localizzate, tuttavia, in rari casi, sono stati osservati i seguenti sintomi sistemici: mal di testa o mal di stomaco, nausea, stomatite ulcerosa, sviluppo di re-infezione.

Crema e unguento applicati a una ferita pre-pulita con un tampone di cotone da una a tre volte al giorno. Il trattamento viene effettuato con una durata di una settimana a dieci giorni. È consentita l'applicazione sotto la medicazione. Lavarsi accuratamente le mani dopo aver trattato la ferita.

I casi di overdose non sono noti.

Se è necessario combinare la terapia con Bactroban con altri farmaci locali per il trattamento delle ferite, l'intervallo tra i trattamenti deve essere di almeno mezz'ora.

L'emulsione di Syntomycin è intesa per il trattamento delle ferite purulente. Il cloramfenicolo (sintomicina) è attivo contro molti tipi di batteri, in particolare per alcuni ceppi di Pseudomonas aeruginosa e altri bacilli resistenti alla penicillina, alla streptomicina, ai sulfanilamidi, un'azione batteriostatica, basata su una violazione della sintesi delle proteine cellulari batteriche. Se la ferita è dolorosa, puoi usare l'emulsione Syntomycin con novocaina. Questa combinazione di antibiotico con componente anestetico sopprimerà la crescita e la riproduzione dei microbi, oltre a ridurre la sindrome del dolore.

Con questo principio attivo nelle farmacie è possibile acquistare cloramphenicol-gel, utilizzato nelle ferite infette infiammate nella prima fase del processo (nel secondo non è più prescritto). La sua base contiene ingredienti che hanno effetto anti-infiammatorio e migliorano il deflusso della secrezione della ferita.

La resistenza dei batteri al cloramfenicolo si sviluppa lentamente.

La farmacocinetica di questi agenti esterni non è stata studiata, si presume che quando applicata esternamente, una parte insignificante della preparazione applicata entra nella circolazione generale, che viene eliminata principalmente attraverso gli organi urinari e parzialmente attraverso l'intestino.

Donne in gravidanza e in allattamento da utilizzare come prescritto da un medico su piccole superfici.

Controindicazioni all'uso - ipersensibilità ai componenti, alterazione della formazione del sangue, eczema, psoriasi, infezioni fungine, per il gel in aggiunta - il terzo trimestre di gravidanza, i bambini di età inferiore ai nove mesi.

Gli effetti collaterali si verificano localmente: eruzione cutanea, prurito, bruciore, arrossamento, gonfiore.

L'emulsione viene applicata sulla ferita con uno strato sottile o sotto forma di un tampone imbevuto in esso, coperto con una benda in cima, può essere applicato sotto un impacco. La frequenza delle medicazioni e la durata del trattamento sono determinate dal medico.

Il gel viene applicato sulla ferita o su una benda, che viene quindi applicata sulla ferita, una volta al giorno, sulla pelle bruciata, una volta ogni tre giorni. Quando si piangono ferite prima di applicarle la patch di garza promakuyut.

Il trattamento della ferita, se necessario, può essere combinato con l'antibiotico orale o parenterale prescritto da un medico.

Overdose non è stato segnalato.

La combinazione con eritromicina, oleandomicina, nistatina e levorinum potenzia l'effetto del cloramfenicolo, con penicilline naturali - riduce. Non compatibile con farmaci sulfa, citostatici, barbiturici, alcol, bifenile, pirazolone.

Tutti i suddetti farmaci possono essere utilizzati per le crepe da capezzolo nelle madri che allattano. Il water è obbligatorio prima di essere alimentato: i resti del prodotto vengono rimossi con un tovagliolo e il seno viene lavato accuratamente con sapone e abbondante acqua in modo che anche la più piccola dose di farmaco non entri nella bocca del bambino.

Esiste una gamma piuttosto ampia di unguenti antibiotici che possono essere utilizzati nel trattamento delle ferite infette.

Un'alternativa agli unguenti antibiotici è la pomata di Mafenide, un rappresentante delle sulfonamidi, che inattiva una moltitudine di batteri patogeni, incluso il blu del bacillo del sangue e gli agenti causali della gangrena del gas (batteri anaerobici). L'acetato di Mafenida non perde le sue qualità in un ambiente acido, la sua concentrazione del 10% è fatale per l'infezione piogenica.

Penetrando nella circolazione sistemica attraverso il tessuto danneggiato, si trova già dopo tre ore dal momento del trattamento della ferita. Viene rapidamente decomposto, il prodotto del metabolismo non possiede attività, viene eliminato dai reni. Il principio attivo e il suo metabolita inibiscono l'attività enzimatica dell'anidrasi carbonica, che può causare l'acidificazione metabolica del sangue.

L'uso durante la gravidanza e l'allattamento non è raccomandato.

Controindicato nei pazienti sensibilizzati. Gli effetti collaterali sono dermatiti locali, c'è una sensazione di bruciore, dolore, a volte molto forte, che dura da mezz'ora a tre ore. Gli anestetici possono essere prescritti per il sollievo.

L'unguento è imbrattato con uno strato da due a tre millimetri, è possibile tamponare le cavità della ferita e applicarlo su una benda. Le medicazioni sono fatte ogni giorno con abbondanti secrezioni purulente, con scarse - a giorni alterni o due.

Le polveri antibatteriche sono una forma conveniente per il trattamento delle ferite. Trattano entrambe le ferite fresche e cicatrizzanti. Prima del trattamento, la ferita deve essere pulita da residui di pus, secrezione della ferita, particelle morte.

Polvere Gentaxan - è una combinazione riuscita dell'antibiotico gentamicina solfato, un assorbente di polimetilxilossano e un composto di zinco con levotryptofan. L'antibiotico aminoglicosidico inibisce l'attività vitale di molti bacilli gram-positivi e gram-negativi, la sua azione potenzia il sorbente, svolgendo attività di disintossicazione, neutralizzando i prodotti del metabolismo batterico. La combinazione di triptofano con zinco prolunga l'azione dell'antibiotico e contribuisce al restauro e alla granulazione della ferita. L'applicazione di questa polvere già al secondo o terzo giorno riduce il numero di patogeni nella ferita al minimo, la prima fase della guarigione passa nella seconda, la prevenzione delle complicanze - infiammazione, linfoadenite, sepsi.

La farmacodinamica di Gentaxan è associata non solo al blocco della produzione di proteine in una cellula batterica, ma anche alla rottura della componente grassa della membrana batterica a causa della sua azione complessa. La polvere riduce i sintomi non solo dell'intossicazione locale, ma anche sistemica, migliora il drenaggio della ferita, contribuisce all'abbassamento dell'edema, ripristina la normale circolazione sanguigna, lo scambio gassoso e l'equilibrio acido-base nella ferita. La superficie della ferita viene rilasciata attivamente dai prodotti di essudazione e necrosi, il processo infiammatorio locale viene arrestato, accelerando così la guarigione della ferita. L'uso della polvere impedisce la formazione di cicatrici e cicatrici.

Il farmaco agisce superficialmente e non ha effetti sistemici clinicamente significativi.

L'uso durante la gravidanza e l'allattamento non è stato studiato, se c'è una tale necessità, la polvere viene utilizzata secondo la raccomandazione del medico. L'uso in pratica pediatrica senza limiti di età è permesso.

Controindicato nei pazienti sensibilizzati ai componenti della polvere.

Gli effetti collaterali sono reazioni dermatologiche locali.

La polvere di gentaxan viene usata per trattare la superficie della ferita dal momento in cui è stata ferita alla sua guarigione. Nella prima fase del processo di medicazione, ogni giorno vengono effettuati uno o due trattamenti. La pre-ferita viene trattata, lavata con un antisettico e deve essere asciugata. In caso di ferite in lacrime, il flusso parziale della polvere insieme all'icore può essere compensato asciugando la superficie della ferita con tamponi di garza e aggiungendo polvere, senza ulteriore trattamento.

La polvere copre l'intera superficie della ferita ad un'altezza di 0,5-1 mm, dopo di che viene legata, fornendo il drenaggio necessario.

Dopo aver ridotto l'infiammazione e purificato la ferita dai resti di pus e tessuti morti, la legatura viene eseguita una volta al giorno o a giorni alterni.

Nei casi in cui il trattamento chirurgico primario non può essere eseguito per intero, la superficie della ferita è piena di polvere e fasciata, tuttavia, l'assistenza operativa deve essere fornita entro e non oltre un giorno.

La polvere di interazione farmacologica non è stata studiata, ma con l'uso parallelo di altri agenti antibatterici, l'effetto può essere potenziato.

Powder Baneotsin combina nella sua composizione due antibitik, potenzia l'azione l'uno dell'altro. Neomicina solfato ha uno spettro molto ampio di attività antimicrobica, la maggior parte dei batteri gram-positivi e gram-negativi sono sensibili ad essa. Lo zinco della bacitracina (un antibiotico polipeptidico) agisce più sui bacilli gram-positivi, tuttavia i bacilli neisserii e emofilici, gli actinomiceti ei fusobatteri sono anche sensibili a questo farmaco. I ceppi resistenti alla bacitracina sono estremamente rari.

È più facile elencare i microrganismi che sono insensibili a Baneocin. Questi sono gli pseudomonadi, gli actinomiceti del genere Nocardia, i virus e la maggior parte dei funghi.

L'uso della forma esterna direttamente sulla ferita riduce l'effetto sistemico di due antibiotici e, di conseguenza, riduce il rischio di reazioni allergiche. La concentrazione massima è determinata nel sito di applicazione, con ferite aperte, l'assorbimento è più attivo. La parte del farmaco che è penetrata nella circolazione sistemica viene determinata dopo 2-3 ore.

L'uso di donne in gravidanza e in allattamento non è raccomandato, l'appuntamento dovrebbe valutare il rapporto tra i benefici dell'uso della madre per il rischio per la salute del bambino.

La controindicazione è sensibilizzazione ai componenti del farmaco e di altri aminoglicosidi. Si sconsiglia inoltre di applicare su ampie superfici delle ferite, in caso di gravi malattie del sistema cardiovascolare e urinario, danni ai recettori della coclea dell'orecchio e disturbi del sistema nervoso autonomo. Non utilizzato per lesioni cutanee intorno agli occhi.

L'aderenza alle regole di applicazione è espressa da manifestazioni dermatologiche locali (la fotosensibilizzazione non è esclusa). Con l'assorbimento incontrollato nel flusso sanguigno generale (utilizzando ampie aree in ferite aperte), si possono osservare effetti nefro- e ototossici del farmaco, nonché danni al sistema nervoso autonomo.

La polvere di baneocina viene utilizzata su piccole superfici della ferita. Può essere utilizzato fin dai primi giorni di vita di un bambino se non esiste un'alternativa sotto forma di un farmaco più sicuro. Tutte le categorie di età dei pazienti in polvere prescritti da due a quattro volte al giorno durante la settimana. L'intera superficie della ferita è coperta di polvere e il processo di sudorazione è attivato, a causa del quale il dolore e la combustione si riducono e si ottiene un effetto sedativo. Puoi coprire la ferita con una benda di garza.

La dose massima di polvere applicata sulla superficie della ferita al giorno è 200 g. Una settimana dopo, il trattamento con Baneocin viene interrotto. Se necessario, ripetere la dose è dimezzato.

Il sovradosaggio (con assorbimento sistemico) è pieno di effetti tossici sugli organi dell'udito e del sistema urinario.

Gli effetti di interazione compaiono solo nel caso di assorbimento attivo nella circolazione generale. Quando interagisce con antibiotici dello stesso gruppo o cefalosporine, oltre a diuretici, l'effetto nefrotossico è potenziato.

L'interazione con antidolorifici e rilassanti muscolari può portare a disturbi della conduzione neuromuscolare.

Baneocin è anche disponibile in forma di unguento.

In parallelo con agenti esterni, si possono somministrare antibiotici sistemici, specialmente in caso di ferite infette profonde accidentali. L'assunzione di antibiotici in pillole o iniezioni può anche prevenire complicazioni della ferita così gravi come la sepsi o la cancrena da gas, che può essere fatale. I farmaci sistemici dovrebbero essere assunti solo su prescrizione medica. Nel trattamento delle ferite infette vengono utilizzati antibiotici di quasi tutti i gruppi. Preferire farmaci attivi per l'agente eziologico dell'infezione. Per identificarlo, le secrezioni delle ferite vengono seminate sui media e viene determinata la sensibilità del batterio agli antibiotici. Inoltre, tengono conto della tolleranza da parte del paziente degli antibiotici di un particolare gruppo.

Per le infezioni purulente, vengono utilizzati antibiotici battericidi β-lattamici di penicillina e cefalosporina che sopprimono l'attività enzimatica della transpeptidasi legandosi a una proteina situata sulla membrana interna della membrana cellulare del microbo. L'inattivazione di questo enzima interrompe il processo di produzione del peptidoglicano, la base della membrana batterica, che gli conferisce rigidità e protegge i batteri dalla morte. Le membrane cellulari del corpo umano non contengono peptidoglicano, quindi questi antibiotici sono relativamente poco tossici.

Le droghe differiscono nello spettro di azione ed effetti collaterali, così come le proprietà farmacocinetiche.

Le penicilline sono ben assorbite e rapidamente distribuite nei tessuti e nei fluidi corporei, raggiungendo concentrazioni terapeutiche ottimali. Excreted attraverso gli organi urinari.

I farmaci più attivi e meno tossici del gruppo della penicillina sono i sali di benzilpenicillina, che neutralizzano principalmente i cocchi gram-positivi (streptococchi). Il loro principale svantaggio è lo stretto spettro di azione e instabilità della β-lattamasi, quindi non sono adatti per il trattamento dell'infezione da stafilococco.

Dopo aver scoperto un'infezione da stafilococchi penicillinici, può essere prescritta l'oxacillina.

I farmaci semisintetici di questo gruppo (ampicillina, flemossina) hanno già uno spettro d'azione più ampio.

Il farmaco combinato Ampioks, che è una combinazione di ampicillina e oxacillina, penicilline protette da inibitori - le combinazioni con acido clavulanico (Amoxiclav, Augmentin) o sulbactam (Ampisid, Unazin) sono preparazioni di un ampio spettro di attività, attivo per i più comuni batteri piogeni. Tuttavia, pseudomonas aeruginosa e questi farmaci non sono attivi.

Le penicilline penetrano nella placenta, tuttavia l'effetto teratogeno non è fisso. Le forme protette dall'inibitore del farmaco sono utilizzate, se necessario, per il trattamento di donne in gravidanza senza complicanze registrate.

Le medicine si trovano nel latte materno, quindi le donne che allattano prendono la penicillina e i suoi derivati solo dietro prescrizione di un medico per motivi di salute.

Le penicilline più spesso di tutti gli antibiotici causano una reazione di ipersensibilità, e se uno dei rappresentanti delle penicilline causa un'allergia, allora c'è un'alta probabilità che la sensibilizzazione possa verificarsi anche agli altri. La maggior parte degli effetti collaterali sono associati a reazioni di ipersensibilità.

Le penicilline con altri antibiotici battericidi si rafforzano reciprocamente e con batteriostatico si indeboliscono.

Le cefalosporine (derivati dell'acido 7-amminosfosporico) hanno, in generale, una gamma più ampia di attività battericida rispetto alle penicilline e una maggiore resistenza alle beta-lattamasi. Si distinguono quattro generazioni di questi farmaci, con ogni generazione lo spettro di azione è più ampio e la resistenza è più alta. La caratteristica principale dei farmaci appartenenti alla prima generazione è il loro antagonismo agli stafilococchi, in particolare alla formazione di β-lattamasi e a quasi tutti gli streptococchi. I farmaci di questo gruppo di seconda generazione sono anche molto attivi contro i principali batteri piogeni (stafilococco e streptococco), nonché Klebsiella, Proteus, Escherichia.

La terza generazione di cefalosporine ha uno spettro d'azione ancora più ampio, tuttavia è più attiva contro i batteri gram-negativi. Gli antibiotici appartenenti alla quarta generazione sono altamente attivi in quasi tutti i tipi di anaerobi e batteri. Tutte le generazioni sono resistenti alle plasmidi β-lattamasi e la quarta, anche ai cromosomi. Pertanto, quando si prescrivono penicilline e cefalosporine, un test per il tipo di agente patogeno e la sua sensibilità agli antibiotici è di grande importanza. I farmaci possono appartenere alle generazioni precedenti, ma se l'infezione è causata da stafilococco, non ha senso prescrivere farmaci di terza o quarta generazione, che sono anche più tossici.

I preparati a base di cefalosporina spesso causano reazioni allergiche in soggetti allergici alla penicillina.

Negli ultimi anni, macrolidi e fluorochinoloni sono venuti alla ribalta. Ciò è dovuto alla comparsa di frequenti reazioni allergiche crociate, nonché allo sviluppo di resistenza nei batteri associati all'uso scorretto di penicilline e cefalosporine.

La base strutturale degli antibiotici di classe macrolidica è un anello di lattone macrociclico con al suo interno 14 °, 15 °, 16 ° atomo di carbonio. Secondo il metodo di produzione, sono suddivisi in naturali (eritromicina, oleandomicina - obsoleti e praticamente non utilizzati) e semi-sintetici (azitromicina, claritromicina, roxitomicina). Sono principalmente batteriostatici.

L'eritromicina è il primo farmaco di questo gruppo, che è un farmaco di riserva utilizzato per sensibilizzare un paziente ad altri antibiotici. Questo è uno degli antibiotici più tossici, causando la minor quantità di reazioni avverse. Attivo a stafilococchi, streptococchi, altri batteri gram-positivi e gram-negativi. È applicato localmente nella forma di unguento, può esser prescritto in targhe. La biodisponibilità dell'eritromicina somministrata per via orale dipende dall'assunzione di cibo, esistono già ceppi resistenti di batteri.

I restanti farmaci di questo gruppo (roxithromycin, midecamycin, josamicina) sono superiori all'eritromicina nello spettro d'azione, creano concentrazioni più elevate del farmaco nei tessuti, la loro biodisponibilità non dipende dall'assunzione di cibo. Una caratteristica di tutti i macrolidi è una buona tollerabilità e l'assenza di reazioni incrociate di sensibilizzazione con antibiotici β-lattamici, la concentrazione di antibiotici nei tessuti supera significativamente la concentrazione plasmatica.

L'eritromicina e la spiromicina possono essere prescritte alle donne in gravidanza.

I chinoloni fluorinati di seconda generazione (ciprofloxacina, norfloxacina, ofloxacina) sono attivi principalmente per lo stafilococco, il terzo (levofloxacina) e, soprattutto, il quarto (moxifloxacina) sono utilizzati nelle ferite infette come antibiotici ad ampio spettro, inclusi i parassiti intracellulari. La moxifloxacina è attiva in quasi tutti gli anaerobi.

I preparati di questo gruppo hanno un effetto battericida che viola la costruzione della deossiribonucleasi del batterio inibendo l'attività enzimatica dei principali partecipanti a questo processo, DNA girasi e topoisomerasi-IV.

Controindicato nei pazienti con porfiria acuta, così come nelle donne in gravidanza e in allattamento, poiché penetrano nella barriera placentare e sono determinati nel latte materno. I fluorochinoloni sono ben assorbiti dal tratto gastrointestinale, caratterizzato da un grande volume di distribuzione, alte concentrazioni di tessuti e organi. Il massimo è determinato dall'intervallo di tempo di tre ore dal momento della somministrazione orale. I pazienti con insufficienza renale grave devono aggiustare la dose di tutti i chinoloni fluorurati.

Gli effetti indesiderati tipici dei chinoloni sono osservati sotto forma di dispepsia, disturbi nell'attività del sistema nervoso centrale, reazioni di sensibilizzazione in base al tipo di dermatite o edema, fotosensibilità durante l'assunzione dei farmaci. Per tutti i farmaci in questo gruppo è caratterizzato dallo sviluppo di reazioni allergiche crociate.

La biodisponibilità dei chinoloni diminuisce quando sono combinati con farmaci antiacidi, medicinali, tra cui magnesio, zinco, bismuto e ferro.

La combinazione di alcuni fluorochinoloni con teofillina, caffeina e altre metilxantine aumenta la loro tossicità, poiché impedisce a quest'ultimo di essere eliminato dal corpo.

L'uso simultaneo con farmaci antinfiammatori non steroidei e derivati del nitroimidazolo aumenta la probabilità di azione neurotossica.

Non compatibile con nitrofurani.

Gli antibiotici del gruppo aminoglicosidico sono ampiamente noti come componenti di rimedi esterni per la guarigione delle ferite infette. Questo gruppo comprende streptomicina, neomicina, gentamicina, amikacina. Questi antibiotici sono molto tossici quando applicati sistemicamente, la resistenza ad essi è in rapido sviluppo, quindi vengono scelti come farmaci sistemici solo se il paziente ha reazioni allergiche ad altri gruppi di antibiotici.

Gli antibiotici per le ferite sono usati quasi sempre. Una ferita accidentale raramente è pulita. Per piccole ferite, abrasioni, graffi possono essere applicati indipendentemente con mezzi esterni con un antibiotico per la guarigione delle ferite. Sono venduti in farmacia senza prescrizione medica. Affinché il trattamento sia efficace, è necessario osservare le condizioni di conservazione e la durata indicata sulla confezione. La scelta degli antibiotici per l'uso sistemico nelle ferite infette è una prerogativa del medico. Anche il dosaggio e la somministrazione dei farmaci sono determinati dal medico e i pazienti devono seguire rigorosamente il trattamento raccomandato, evitando così le terribili complicazioni.

Attenzione!

Per semplificare la percezione delle informazioni, questa istruzione per l'utilizzo del farmaco "Trattamento antibiotico delle ferite: unguenti, compresse" è stata tradotta e presentata in una forma speciale sulla base delle istruzioni ufficiali per l'uso medico del farmaco. Prima dell'uso leggere l'annotazione che è arrivata direttamente al farmaco.

Descrizione fornita a scopo informativo e non è una guida all'autoguarigione. La necessità di questo farmaco, lo scopo del regime di trattamento, i metodi e la dose del farmaco sono determinati esclusivamente dal medico curante. L'automedicazione è pericolosa per la tua salute.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.