^

Salute

Trattamento della gastrite da aloe: come prendere

, Editor medico
Ultima recensione: 16.04.2020
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'aloe è considerata una delle medicine alternative più popolari in grado di alleviare molte malattie. Ad esempio, se prendi l'aloe per la gastrite, puoi presto interrompere lo sviluppo del processo infiammatorio, ripristinare la mucosa e persino rafforzare la difesa immunitaria. Il succo della pianta viene assunto nella sua forma pura, o da esso vengono fatte miscele di altri ingredienti medicinali. Tali combinazioni aiutano a rendere il medicinale più efficace e piacevole da usare.

Indicazioni

Può l'aloe con gastrite?

La gastrite è una malattia che viene spesso sostituita da periodi di esacerbazioni e remissioni. Se una persona è predisposta a tali esacerbazioni, ha disturbi di acidità, l'aloe può davvero aiutare. La pianta è adatta anche per prevenire la comparsa di gastrite.

L'aloe viene utilizzata più spesso nei seguenti modi:

  • Ogni mattina per un mese, poco prima di colazione, prendi 10 gocce di succo fresco. Il trattamento viene ripetuto ogni sei mesi.
  • 3-4 volte l'anno per 21 giorni al mattino mangiano la carne di una foglia di aloe, masticando bene e bevendo con acqua calda.
  • Mangiare ogni giorno 1 cucchiaino. Succo e marmellata la stessa quantità di miele. Il medicinale può essere lavato con acqua calda.

Quando si inizia il trattamento per la gastrite, è necessario ricordare altre regole che aiuteranno a recuperare più rapidamente e prevenire l'ulteriore sviluppo di recidive della malattia. È necessario rivedere radicalmente la dieta, escludere cibi piccanti e grassi. È importante smettere di fumare, bere alcolici, ecc. La routine quotidiana richiede anche una revisione: è necessario trovare il tempo non solo per il lavoro, ma anche per il relax, perché lo stress costante contribuisce alla comparsa di un nuovo attacco di gastrite. Un buon effetto antistress viene esercitato dalle passeggiate nel parco, nella foresta. La conformità con tali semplici suggerimenti in combinazione con l'aloe accelererà il recupero.

Aloe con gastrite ad alta acidità

Il succo dalle foglie inferiori di aloe inibisce lo sviluppo del processo infiammatorio nelle pareti dello stomaco con una quantità eccessiva di acido, elimina la sensazione di una spiacevole sensazione di bruciore dietro lo sterno, aiuta la membrana mucosa a riprendersi e allevia il dolore (e abbastanza rapidamente).

Elimina perfettamente l'acidità eccessiva come una composizione:

  • In uno spremiagrumi vengono preparati 200 ml di succo di patata crudo;
  • aggiungici 2 cucchiai. L. Succo di aloe e tanto miele;
  • tale strumento viene utilizzato a stomaco vuoto al mattino, circa 25-35 minuti prima di colazione.

La bevanda viene preparata ogni mattina, perché durante la conservazione perde le sue proprietà curative.

Aloe con gastrite atrofica

La gastrite atrofica è un grave problema che un medico dovrebbe trattare. Terapia antibatterica, antinfiammatoria di solito prescritta, farmaci per migliorare l'attività degli enzimi e la motilità gastrica. E solo negli intervalli tra le esacerbazioni della gastrite atrofica è possibile condurre un trattamento con mezzi alternativi - ad esempio una pianta di aloe.

Le seguenti ricette sono considerate le più popolari con gastrite atrofica:

  • 200 ml di miele combinati con 500 ml di olio di olivello spinoso e 100 ml di succo di aloe. I mezzi richiedono 1 cucchiaio. L. Prima dei pasti tre volte al giorno, per molto tempo.
  • 20 gocce di tintura alcolica di propoli vengono mescolate con la stessa quantità di succo di aloe, diluite con acqua e assunte prima dei pasti tre volte al giorno per 3 settimane.
  • 1 cucchiaio. L. Le foglie di menta secca vengono preparate con acqua bollente (200 ml), insistono fino al raffreddamento, filtrate. Aggiungi 1 cucchiaino. Miele e 1 cucchiaio. L. Aloe. L'intero volume viene bevuto al giorno, in diverse dosi, poco prima dei pasti principali.

Aloe con gastrite erosiva

La gastrite erosiva è una patologia grave, che è accompagnata dalla formazione di danni significativi alla mucosa gastrica. Con questa diagnosi, il paziente non deve in alcun caso prescrivere il trattamento da solo o interrompere la terapia prescritta dal medico. È possibile utilizzare metodi alternativi per l'erosione, ma solo in combinazione con la principale terapia farmacologica. L'aloe per gastrite è perfetta come tale alternativa aggiuntiva.

L'uso del succo di piante durante l'erosione dovrebbe durare almeno due mesi. Si beve in una quantità di 1 cucchiaino. Un quarto d'ora prima dei pasti, tre volte al giorno. È ottimale bere il medicinale con acqua calda e miele.

Va notato che non è consigliabile procurarsi il succo per un uso futuro, poiché si deteriorerà rapidamente. In frigorifero, viene conservato per non più di un giorno.

Se il danno allo stomaco è significativo e il dolore non si attenua, puoi aumentare leggermente il dosaggio - fino a circa 1 cucchiaio da dessert tre volte al giorno.

Aloe con gastrite a bassa acidità

La mancanza di acidità nello stomaco è spesso accompagnata da una maggiore formazione di gas, una violazione della digestione del cibo. L'aloe sta combattendo con successo tali sintomi in combinazione con miele, lamponi e piantaggine. Lo strumento è preparato come segue:

  • spremere 1 cucchiaino. Succo di aloe, la stessa quantità di succo di piantaggine;
  • preparare le foglie di lampone in acqua bollente (1 cucchiaio. L. Foglie per 200 ml di acqua), insistere per raffreddare, spremere e filtrare;
  • tutti i componenti sono miscelati, aggiungere 1 cucchiaino. Miele;
  • prenda il medicinale 15 minuti prima di un pasto di 100-150 ml.

È importante che il miele per la preparazione del farmaco sia naturale e non artificiale. L'uso di miele falso può aggravare il problema e, invece di beneficiare, il paziente danneggerà solo il corpo.

Benefici

I benefici e le proprietà curative dell'aloe

L'Aloe Vera contiene 75 ingredienti potenzialmente attivi: vitamine, enzimi, minerali, zuccheri, lignina, saponine, acidi salicilici e aminoacidi. [1

Vitamine: la presenza di vitamine con capacità antiossidanti è particolarmente importante: si tratta di acido ascorbico, tocoferolo, vitamina A e gruppo B. Contiene anche vitamina B12, acido folico e colina. Gli antiossidanti neutralizzano i radicali liberi.

Enzimi: contiene 8 enzimi: aliase, fosfatasi alcalina, amilasi, bradichinasi, carbossipeptidasi, catalasi, cellulasi, lipasi e perossidasi. La bradichinasi aiuta a ridurre un'eccessiva infiammazione quando applicata localmente sulla pelle, mentre altri aiutano a scomporre zuccheri e grassi.

Minerali: calcio, cromo, rame, selenio, magnesio, manganese, potassio, sodio e zinco. Sono necessari per il corretto funzionamento di vari sistemi enzimatici su diverse vie metaboliche e solo alcuni sono antiossidanti.

Zucchero: monosaccaridi (glucosio e fruttosio) e polisaccaridi: (glucomannani / polimanosio). Sono ottenuti dalla mucosa di una pianta e sono noti come mucopolisaccaridi. Il monosaccaride più famoso è il mannosio-6-fosfato e i polisaccaridi più comuni sono chiamati glucomannani [beta- (1,4) -acetilati mannani]. Fu anche trovato Acemannan, il famoso glucomannano. Recentemente, una glicoproteina antiallergica chiamata alprogeno e un nuovo composto antinfiammatorio, il C-glucosilchromone, sono stati isolati dal gel di aloe vera. [2]. [3]

Antrachinoni: sono stati trovati 12 antrachinoni che sono composti fenolici tradizionalmente noti come lassativi. Aloin ed emodin agiscono come analgesici, antibatterici e antivirali.

Acidi grassi: contiene 4 steroidi vegetali; colesterolo, campesterolo, β-sysosterol e lupeol. Tutti hanno effetti anti-infiammatori e il lupeolo ha anche proprietà antisettiche e analgesiche.

Ormoni: auxine e gibberelline che aiutano nella guarigione delle ferite e hanno effetti anti-infiammatori.

Altri: contiene 20 di 22 aminoacidi necessari per la persona e 7 di 8 aminoacidi insostituibili. Contiene anche acido salicilico, che ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. La lignina, una sostanza inerte, quando fa parte di preparati topici, migliora la penetrazione di altri componenti nella pelle. Le saponine, che sono sostanze insaponate, costituiscono circa il 3% del gel e hanno proprietà detergenti e antisettiche.

Meccanismo d'azione

Proprietà curative: glucomannano, un polisaccaride ricco di mannosio e gibberellina, ormone della crescita, interagiscono con i recettori del fattore di crescita sul fibroblasto, stimolando così la sua attività e proliferazione, che a sua volta aumenta significativamente la sintesi di collagene dopo l'uso locale e orale di Aloe vera. [4] L'aloe non solo ha aumentato il contenuto di collagene nella ferita, ma ha anche cambiato la composizione del collagene (più del tipo III) e ha aumentato il grado di reticolazione del collagene. A causa di ciò, ha accelerato la contrazione della ferita e aumentato la forza del tessuto cicatriziale risultante. È stata segnalata un'aumentata sintesi di acido ialuronico e dermatan solfato nel tessuto di granulazione di una ferita cicatrizzante dopo un trattamento orale o locale. [5]

Effetto sugli effetti delle radiazioni ultraviolette e gamma sulla pelle. È stato segnalato che l'aloe vera ha un effetto protettivo contro i danni da radiazioni sulla pelle. [6],  [7] Il ruolo esatto non è noto, ma dopo l'applicazione dell'aloe vera, si forma una proteina antiossidante metallotioneina nella pelle, che rimuove i radicali idrossilici e previene la soppressione del superossido dismutasi e del glutatione perossidasi nella pelle. Riduce la produzione e il rilascio di citochine immunosoppressive derivate da cheratinociti cutanei, come l'interleuchina-10 (IL-10), e quindi previene la soppressione indotta dai raggi UV dell'ipersensibilità di tipo ritardato. [8]

Effetto antinfiammatorio: l'aloe vera inibisce la via della cicloossigenasi e riduce la produzione di prostaglandine E2 dall'acido arachidonico. Recentemente, un nuovo composto antinfiammatorio chiamato C-glucosilchromone è stato isolato dagli estratti di gel.

Impatto sul sistema immunitario: l'alprogeno inibisce l'afflusso di calcio nei mastociti, inibendo così il rilascio di istamina e leucotriene dai mastociti da parte di anticorpi mediati da antigene-anticorpo. In uno studio su topi precedentemente impiantati con cellule di sarcoma di topo, acemannan stimola la sintesi e il rilascio di interleuchina-1 (IL-1) e il fattore di necrosi tumorale dai macrofagi nei topi, che a loro volta hanno scatenato un attacco immunitario che ha portato alla necrosi e regressione delle cellule tumorali. [9] Alcuni composti a basso peso molecolare sono anche in grado di inibire il rilascio di radicali di ossigeno attivi dai neutrofili umani attivati. [10]

Lassativi: gli antrachinoni presenti nella pelle dell'Aloe sono un forte lassativo. Aumenta il contenuto d'acqua nell'intestino, stimola la secrezione di muco e aumenta la motilità intestinale. [11]

Attività antivirale e antitumorale: queste azioni possono essere associate ad effetti indiretti o diretti. L'effetto indiretto è dovuto alla stimolazione del sistema immunitario e l'effetto diretto è dovuto agli antrachinoni. L'antrachinone aloina inattiva diversi virus avvolti, come l'herpes simplex, la varicella e l'influenza. [12] Studi recenti hanno dimostrato che la frazione di polisaccaridi inibisce il legame del benzopirene con gli epatociti primari di ratto, prevenendo così la formazione di addotti del DNA del benzopirene che causano il cancro. Sono stati segnalati anche l'induzione della glutatione S-transferasi e l'inibizione degli effetti stimolanti il tumore della forbol-miristina acetato, indicando un potenziale beneficio derivante dall'uso del gel di aloe vera nella chemioprevenzione del cancro. [13]. [14]

Effetto idratante e anti-invecchiamento: i mucopolisaccaridi aiutano a legare l'umidità alla pelle. L'aloe stimola i fibroblasti, che producono fibre di collagene ed elastina, rendendo la pelle più elastica e meno rugosa. Ha anche un effetto legante sulle cellule epidermiche esfolianti superficiali, incollandole insieme, che ammorbidisce la pelle. Gli aminoacidi ammorbidiscono anche le cellule della pelle indurite e lo zinco agisce come un astringente, restringendo i pori. Il suo effetto idratante è stato studiato anche nel trattamento della pelle secca associata all'esposizione professionale, quando i guanti in gel di aloe vera migliorano l'integrità della pelle, riducono la comparsa di rughe sottili e riducono l'eritema. [15] Ha anche un effetto anti-acne.

Effetto antisettico: l'Aloe Vera contiene 6 agenti antisettici: lupeolo, acido salicilico, azoto ureico, acido cinnamico, fenoli e zolfo. Tutti hanno un effetto inibitorio su funghi, batteri e virus.

Pertanto, viene utilizzata l'aloe con gastrite, a causa delle sue capacità di guarigione:

  • rigenerazione (restauro) dei tessuti interni dello stomaco;
  • la distruzione di agenti patogeni (effetto antimicrobico), una diminuzione dell'attività di E. Coli;
  • rafforzare l'immunità;
  • inibizione del processo infiammatorio;
  • guarigione dell'erosione, ulcere.

I componenti vegetali che hanno effetti antinfiammatori, allo stesso tempo hanno un effetto analgesico e aiutano anche il recupero dei tessuti danneggiati.

In caso di disturbi di acidità, l'aloe attiva la rigenerazione, blocca i processi atrofici, allevia il gonfiore e generalmente normalizza la funzione degli organi digestivi.

Controindicazioni

Controindicazioni

La prima importante controindicazione all'assunzione di aloe con gastrite è considerata la pressione alta. Il succo della pianta migliora lo spasmo della rete vascolare e quindi peggiora le condizioni del paziente. Con ipertensione grave, l'aloe può provocare una crisi ipertensiva.

Non è consigliabile assumere fondi, tra cui l'aloe, e con altre malattie e condizioni:

  • con gravi violazioni del fegato e dei reni;
  • con qualsiasi processo maligno nel corpo;
  • con tumori benigni (cisti, polipi, ecc.);
  • con ipersensibilità, tendenza a reazioni allergiche.

Bisogna fare attenzione a trattare l'aloe se il paziente soffre di diabete mellito: la pianta contiene poli e monosaccaridi che possono influenzare il livello di zucchero nel sangue.

I pediatri non sono invitati a offrire prodotti di aloe vera a bambini di età inferiore a 14 anni. Ed è certamente vietato trattare le piante dei bambini di età inferiore ai tre anni con il succo.

È altrettanto rischioso assumere l'aloe per le donne in gravidanza: esistono prove del fatto che il succo può far sbiadire il feto o interrompere spontaneamente la gravidanza.

Complicazioni dopo la procedura

Possibili complicazioni

Prima di procedere con il trattamento della gastrite di aloe, è necessario tenere conto di alcuni punti che aiuteranno a evitare complicazioni:

  • È necessario aderire ai dosaggi raccomandati. Il succo di aloe ha davvero un potere curativo, ma ciò non significa che possa essere bevuto in qualsiasi quantità. In caso di sovradosaggio di antrliclicosidi, possono comparire segni di intossicazione, enterocolite, ematuria.
  • L'aloe con gastrite ha un effetto battericida e non selettivo, ma diretto. Di conseguenza, contemporaneamente ai microrganismi patogeni, muore anche la microflora necessaria per l'intestino. Con un trattamento prolungato irragionevole, può svilupparsi la disbiosi. Per prevenire tale complicazione, è necessario pensare in anticipo alla prevenzione e assumere inoltre probiotici o consumare prodotti a base di latte fermentato.
  • Per trattare la gastrite, sono adatti succo e polpa di foglie di aloe, ma non il guscio esterno della pianta. Quei pazienti che preferiscono non perdere tempo a preparare la medicina, ma a mangiare foglie nella loro interezza, si mettono in pericolo. La sostanza naturale aloina è presente nella pelle dell'aloe, che se consumata in grandi quantità può provocare lo sviluppo di neoplasie maligne.
  • Il trattamento con gastrite da aloe non è raccomandato per le donne di età superiore ai 40-45 anni, poiché in questo periodo il loro corpo viene ricostruito, le donne in premenopausa in questa fase possono aumentare il rischio di sviluppare oncologia.

L'aloe con gastrite non farà molto male e aiuterà anche se eseguita correttamente, aderendo rigorosamente alle ricette e alle raccomandazioni degli specialisti.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.