^

Salute

Durata dell'emorragia (secondo Duke)

, Editor medico
Ultima recensione: 19.10.2021
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La durata del sanguinamento (secondo Duke) è una tecnica specifica per valutare lo stato del sistema circolatorio, più precisamente - i vasi. Normalmente, secondo questo metodo, il periodo dall'inizio alla fine della perdita di sangue dovrebbe essere non più di tre minuti.

L'emostasi è una funzione molto importante, un intero complesso biologico, che mira a fermare tempestivamente il sangue, in modo che il corpo non lo perda al di sopra della norma fisiologica. Mediante meccanismi di regolazione dell'emorragia, l'emostasi viene suddivisa in vascolare-piastrinica o primaria e secondaria, corretta coagulazione del flusso sanguigno.

La durata del sanguinamento (secondo Duke) è una valutazione dello stato dei trombociti. Se le pareti vascolari sono danneggiate, idealmente le piastrine dovrebbero essere attivate immediatamente per partecipare alla coagulazione - emocoagulazione. Navi con spasmodiruyuya di elasticità normale e piastrine aggregate ostruite (aggregazione - incollaggio, cellule agglomeranti). Pertanto, la nave viene chiusa da una formazione primaria molto importante, che viene chiamata "trombo bianco".

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7]

Come viene eseguito l'esempio?

Spesso la durata del sanguinamento (secondo Duke) viene eseguita da un ago speciale, viene anche chiamato l'ago di Frank. Consiste in un corpo cavo con un grilletto. Da un lato, l'ago ha un accoppiamento per una molla, dall'altro una piccola punta. L'ago di questo disegno è molto comodo, dal momento che il tecnico di laboratorio può regolare la profondità esatta della puntura. Con l'aiuto del grilletto, quando la molla viene raddrizzata, viene eseguita una foratura molto piccola. Il test Duque prevede un recinto di non più di 1 ml di materiale, cioè sangue. La puntura viene eseguita al dito, più spesso nel senza nome o nel lobo dell'orecchio.

Esistono modi alternativi per determinare la durata del sanguinamento?

La durata del sanguinamento (secondo Duke) non è l'unico metodo nel moderno complesso diagnostico. Spesso, invece di scarificare il lobo dell'orecchio umano, i tecnici di laboratorio usano metodi più sofisticati e sensibili. Difficoltà artificiali provocate da deflusso venoso - stasi (spesso con l'ausilio di un dispositivo per il monitoraggio della pressione arteriosa), quindi una puntura viene effettuata nella zona superiore dell'avambraccio dallo scarificatore. Speciali gocce di sangue vengono gocciolate ogni 20-30 secondi con speciali salviettine sterili. Normalmente, dopo tre minuti sull'ultimo tovagliolo, le macchie diventano piccole e dopo altri due minuti l'emorragia si ferma.

Tuttavia, la durata dell'emorragia (secondo Duke) come metodo, testato entro il secolo, ha il diritto di esistere. Inoltre, centinaia di laboratori continuano a utilizzare questo test e i medici sono abituati a fidarsi di questa tecnica, utilizzando i calcoli per chiarire la diagnosi e adeguare le misure terapeutiche.

trusted-source[8], [9], [10], [11], [12], [13], [14], [15], [16]

Con l'aiuto di quali indicatori viene valutata l'emostasi primaria?

Inoltre, come determinato dalla durata del sanguinamento (secondo Duke), l'attività piastrinica viene valutata anche usando:

  • Calcolo del numero di piastrine;
  • Calcolo di una formula piastrinica specifica;
  • Stime di aggregazione di adenosina difosfato (ADP) e piastrine;
  • Valutare la capacità delle piastrine di aggregarsi con il collagene;
  • Determinazione della possibilità che le piastrine si aggreghino con l'adrenalina;
  • Le stime di coagulazione sono l'attività del fattore von Willebrand.

Il metodo per determinare il momento in cui si è formato un blocco di vasi danneggiati è stato sviluppato dallo scienziato americano, patologo William Duke all'inizio del XX secolo. In precedenza, il campione veniva prelevato da uno scarificatore o da un ago sottile dal lobo dell'orecchio, in seguito - da un dito.

Come viene stimata la durata del sanguinamento (secondo Duke)?

L'emostasi normale è in grado di far fronte alla perdita di sangue, più è microscopico, in due o tre minuti. Se la coagulazione è ritardata, rispettivamente, e la durata del sanguinamento (secondo Duke) sarà maggiore. Ciò potrebbe indicare uno sfondo di altri indicatori che si discostano dalla norma, sulle patologie epatiche, l'emofilia e altre malattie. Va notato che il periodo misurato può dipendere dal sito di prelievo del sangue - la punta del dito o dell'orecchio.

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.