Lactostasis

La lattostasi è la stasi del latte nei dotti del seno di una donna che allatta. Per comprendere le cause della lattostasi, è necessario capire come è organizzato il seno, quali sono le sue principali funzioni nella lattogenesi.

Epidemiologia

La maggior parte della lattostasi si verifica con la prima lattazione. C'è anche una tendenza alla lattostasi nelle donne che allattano che hanno già subito la lattostasi durante il parto precedente e l'allattamento al seno nell'anamnesi. La lattostasi può verificarsi se vi sono cambiamenti cicatriziali nella ghiandola mammaria o nella mastopatia. Né l'età della donna che allatta né la razza influenzano lo sviluppo della lattostasi.

Nella pratica medica, viene utilizzata la classificazione internazionale delle malattie. In conformità con esso, si distinguono le seguenti forme della malattia:

  • O92 - Altri cambiamenti nella ghiandola mammaria, così come i disturbi della lattazione, che sono associati con la nascita di un bambino.
  • O92.7 - Altri e non specificati disturbi della lattazione.
  • O92.7.0 - Lattostasi.

Le cause laktostaza

Ci sono molte ragioni per questa sindrome.

  1. La prima e più comune causa è un'applicazione non corretta del bambino al seno, che porta allo svuotamento incompleto del seno. Come risultato dell'accumulo in una certa area del latte e dell'assenza del suo ritiro per un periodo di tempo indefinito, si forma un grumo di latte cagliato, che è la causa del tormento di una donna che allatta.
  2. La seconda causa frequente di lattostasi è una rara applicazione o alimentazione dall'orologio. Come risultato di questo tipo di alimentazione, la lattostasi può svilupparsi immediatamente in entrambe le ghiandole mammarie. In questo processo, diversi canali sono solitamente coinvolti nel processo.
  3. Pompaggio errato Molto spesso il quarto - il quinto giorno dopo il parto, quando c'è un abbondante gonfiore di latte, e il neonato ha bisogno solo di una piccola quantità di cibo da nutrire, la madre inizierà ad esprimersi da sola, spesso senza nemmeno sapere come farlo. Queste manipolazioni alla fine portano a danni ai dotti teneri e allo sviluppo della lattostasi.
  4. Seno grande Sì, i proprietari di seni lussureggianti sono a rischio di sviluppare la lattostasi, dal momento che non sempre sanno come regolare correttamente l'allattamento.
  5. Indossare un reggiseno aderente, sintetico e non correttamente selezionato, che a sua volta può portare alla trasmissione dei dotti e al ristagno del latte.
  6. Lesioni. Anche una piccola spinta di una briciola nel seno della madre può portare alla lattostasi a causa di danni al condotto.
  7. Lo stress. La mancanza cronica del sonno, la stanchezza portano ad un aumento del nervosismo, che a sua volta influisce negativamente sulla produzione di latte.

Fattori di rischio

I principali fattori predisponenti per la comparsa della lattostasi sono:

  • L'alimentazione non è su richiesta, ma a ore;
  • Attaccamento errato del bambino al seno;
  • Caratteristiche costitutive: capezzolo piatto o disegnato, grande dimensione del seno;
  • Interventi operativi sulla ghiandola mammaria nell'anamnesi;
  • l'obesità;
  • Lesioni e contusioni al petto;
  • Stress e mancanza di riposo e pieno-nutrimento;
  • Fumare e bere alcolici.

Patogenesi

La ghiandola mammaria è un organo ormone dipendente, che ha una complessa struttura lobulare con ramificazione alveolare-tubulare dei dotti lattiferi. È negli alveoli che la produzione di latte avviene sotto l'azione dell'ormone prolattina. In una ghiandola ci possono essere fino a 20 lobi disposti radialmente. Tutti i dotti escretori di un lobo sono collegati al condotto del latte, che va al capezzolo e termina al suo apice con una piccola apertura - un buco del latte. In questo caso, la rete di condotti del latte si è ramificata più vicina al capezzolo. La pelle del capezzolo è tuberosa, ci sono molte fibre muscolari dirette circolarmente e longitudinalmente, che svolgono un ruolo molto importante nella suzione. Il contenuto di grasso sottocutaneo nella base del capezzolo è minimo.

La funzione principale del seno è la sintesi e la secrezione del latte. Poiché la ghiandola mammaria è un organo ormone dipendente, durante la gravidanza la sua struttura cambia sotto l'azione degli ormoni placentari. Nella ghiandola mammaria c'è un rapido aumento del numero di condotti e dei loro rami. Dalla 28a settimana di gravidanza, le ghiandole mammarie iniziano a produrre colostro. Da questo momento inizia la lattogenesi. È in questo periodo che si formano la composizione e la qualità del colostro, che dopo il parto sarà nutrito dal neonato e quindi è importante la qualità della nutrizione e lo stile di vita della donna incinta. Ma l'allattamento stesso inizia solo dopo la nascita e la separazione della placenta, quando, sotto l'influenza di ormoni come la prolattina e l'ossitocina, il colostro viene sostituito dal latte. Questo latte è ricco per il bambino di minerali, vitamine, grassi, proteine e carboidrati, necessari per la sua crescita e lo sviluppo proprio in questo periodo di neonato. Innanzitutto, il latte viene prodotto indipendentemente dall'alimentazione. Quindi viene assegnato in base allo svuotamento del torace.

Ora, conoscendo la struttura e la fisiologia del seno, capiremo la patogenesi della lattostasi. Quindi, all'inizio della lattazione, quando tutti i meccanismi di un processo complesso non sono ancora stati stabiliti, il legame patogenetico è la mancanza di interazione tra le funzioni secretoria, cumulativa ed escretoria del seno. Così, al secondo terzo giorno dopo il parto, quando il latte è abbondantemente prodotto dalle ghiandole, gli alveoli non sono in grado di trattenerne un gran numero, e i dotti sotto l'azione degli ormoni non lo estraggono abbastanza. Qui, e ristagno di latte o lattostasi. Nei periodi successivi di allattamento, il ruolo patogenetico principale è giocato dall'effetto meccanico sul rilascio del latte, che crea un ostacolo al suo completo isolamento. Ora il processo di allattamento è già ben consolidato e il latte viene prodotto sotto controllo autocrino e non a causa dell'azione diretta dell'ormone.

Sintomi laktostaza

I primi segni principali della lattostasi che si verificano nella fase iniziale sono il dolore e il disagio nella ghiandola mammaria. Quando palpare un piccolo cerotto doloroso viene esaminato nel solito tessuto ghiandolare mammario. La pelle sopra questo sito diventa iperemica. In primo luogo, lo sviluppo della lattostasi, il dolore si verifica solo a contatto con la ghiandola mammaria, più tardi persistono le sensazioni dolorose. Quando si collegano diversi dotti, si verifica un rigonfiamento dell'intero tessuto mammario, se un condotto è danneggiato, il gonfiore può essere localizzato localmente solo sul sito di blocco. A livello locale, sopra l'area danneggiata, la temperatura della pelle aumenta. La temperatura corporea rimane normale e il benessere generale di una donna che allatta non è solitamente disturbato. Nel tardo stadio della malattia, quando è coinvolta la microflora condizionatamente patogena, la temperatura corporea aumenta, la ghiandola mammaria diventa gonfia e dolorante, le condizioni generali del paziente peggiorano. C'è un brivido e debolezza.

Dopo aver rilevato il sito del blocco del seno, è necessario procedere immediatamente alla sua rimozione. La cosa migliore è l'applicazione frequente e corretta del bambino, in modo che il suo mento fosse diretto verso la lattostasi formata. Dal momento che nessun apparecchio per esprimere, nessuna mano può far fronte meglio della bocca del bambino. E devi applicare il più spesso possibile, è meglio sdraiarsi con un bambino per un giorno a letto, e tutte le faccende domestiche da affidare agli altri membri della famiglia. In questo caso, la posizione per l'alimentazione dovrebbe essere scelta come la più comoda, in cui nulla dovrebbe interferire e eventualmente rilassarsi il più possibile. Se v'è una lunga e dolorosa blocco o la formazione di lattazione, si consiglia di applicare al panno caldo seno colpito, asciutta prima di alimentazione ed effettuare il pompaggio del bambino non è sazio il latte anteriore, e non sempre per il problema della terra. Puoi anche massaggiare leggermente la zona indurita, ma non è necessario applicare forze speciali. Il compito principale di esprimere il seno con la lattostasi è quello di rilasciare il dotto ostruito. Per fare ciò, le quattro dita della mano destra posizionati sotto il seno e il pollice sulla superficie superiore del seno. In questo caso, è necessario percepire chiaramente l'area di indurimento sotto le dita. Avendo afferrato la ghiandola in questo modo, le dita avanzano dalla base della ghiandola al capezzolo. Questi movimenti forniranno un leggero dolore, ma passeranno immediatamente dopo il drenaggio del condotto. La cosa principale è non esagerare con la forza di pressione sulla ghiandola, in quanto può danneggiarlo e quindi aggravare la situazione. Se, dopo aver eseguito tale procedura, sotto le dita si verifica un indurimento, è necessario massaggiare nuovamente il blocco del blocco e continuare ad esprimere. Dopo il pompaggio, il bambino sarà più difficile da succhiare, ma svuoterà definitivamente tutti i dotti. Questa procedura è consigliata per eseguire diversi feed di fila. Con la scomparsa dei sintomi, molte più poppate dovrebbero essere avviate dal petto, in cui c'era la lattostasi e finire con l'altro seno. In ogni caso, è stato possibile far fronte indipendentemente a questo problema o no, è necessario visitare uno specialista specializzato - mammologo, e in sua assenza - un chirurgo o un medico di famiglia. È il medico che metterà un'accurata diagnosi clinica e prescriverà il trattamento giusto, correggerà le manipolazioni già eseguite e consiglierà sulla prevenzione della lattostasi.

Diagnostica laktostaza

La lattostasi viene diagnosticata immediatamente con un esame locale del 100%. Ma indipendentemente è impossibile effettuare la diagnosi differenziale, dal momento che ci sono un certo numero di altre malattie del seno con sintomi simili alla lattostasi. La principale differenza dalla mastite è l'assenza di aumento della temperatura corporea a cifre elevate e il deterioramento del benessere generale di una donna in allattamento. Con l'accumulo prolungato di latte nelle condotte, si possono formare delle cisti - galattocele, con il trattamento di cui solo il medico può far fronte.

Di norma, con la lattostasi, viene assegnato un esame del sangue dettagliato per valutare l'incuria del processo. Vengono valutati i seguenti parametri: la velocità di eritrosedimentazione, il numero di leucociti e la formula dei leucociti. Il principale metodo di indagine strumentale è la diagnosi ecografica. È sull'ecografia che il medico può vedere il numero, il volume e la posizione dei dotti ostruiti. La presenza di una complicazione purulenta o di lesioni cistiche può anche essere diagnosticata con ultrasuoni. La procedura è indolore, non costosa, assolutamente sicura per la salute e, soprattutto, al 100% informativa. A volte, in rari casi, viene prescritta la mammografia, che è anche informativa, ma comporta un carico di radiazioni, il che non va bene per una madre che allatta e il suo bambino.

Cosa c'è da esaminare?

Chi contattare?

Trattamento laktostaza

Le misure mediche dovrebbero essere prese immediatamente dopo la diagnosi di lattostasi. Per anestetizzare e ridurre l'edema locale, si raccomanda l'uso dell'unguento "Traumeel". Deve essere applicato in piccole quantità con leggeri movimenti di massaggio nel luogo di blocco. Oralmente è necessario prendere 1-2 compresse di "No-shpa", che ha un effetto antispasmodico e amplierà i dotti, che faciliteranno la partenza del coagulo di latte. Un buon drenaggio e proprietà anti-edema è il farmaco "Lymphomyosot", che viene prescritto 10 gocce 3 volte al giorno per 15-20 minuti prima dei pasti sotto la lingua. Dai mezzi di medicina alternativa, il metodo di trattare la lattostasi con una foglia di cavolo è ben dimostrato. Per fare ciò, selezionare un foglio grande, raffreddarlo e schiacciare bene, quindi collegarlo all'area interessata per la notte. Il succo di cavolo ha un effetto risolutivo sulla parte occulta della ghiandola. Con ostruzioni severamente curabili dei dotti, sono prescritti UHF ed elettroforesi, massaggio professionale con un percorso fino a 10 sedute.

Grande attenzione nel trattamento della lattostasi dovrebbe essere data alla nutrizione e al riposo della donna che allatta. Il riposo dovrebbe essere pieno: dormire di notte almeno 7-8 ore e dormire durante il giorno 1-2 ore. Nel menu è opportuno limitare la quantità di cibo proteico e diversificare la tavola con verdure e frutta, frutti di mare, brodi di camomilla, tè verde, composte.

Prevenzione

La prevenzione della lattostasi è l'attacco corretto e frequente al seno del bambino, che si nutre a richiesta, e non in tempo, nutrizione completa e riposo della donna in allattamento. È anche importante indossare biancheria intima adeguatamente selezionata. È anche un buon consigliere per l'allattamento al seno.

Previsione

La previsione per l'assistenza tempestiva è sempre favorevole. La complicazione più comune della lattostasi è la mastite. Può verificarsi in assenza o trattamento errato: l'uso di impacchi caldi e alcolici, massaggio ruvido e sbagliato, ecc. La complicazione della lattostasi con la mastite si verifica a causa della presenza sui capezzoli di crepe e ferite, attraverso cui i microrganismi patogeni penetrano e provocano l'infiammazione purulenta della ghiandola.

La lattostasi di solito dura per 2-3 giorni di trattamento correttamente selezionato e non va via dopo le ricadute stesse.

È importante sapere!

Se parlare in generale, allora la risposta alla domanda, è possibile fare la marmellata con lattazione, inequivocabile - è possibile! Ma ecco che cosa può essere mamma marmellata, hai bisogno di un approccio molto differenziato a questo problema. Leggi di più...

Ultima revisione di: Alexey Portnov , esperto medico, su 26.06.2018

Il portale iLive non fornisce consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Le informazioni pubblicate sul portale sono solo di riferimento e non dovrebbero essere utilizzate senza consultare uno specialista.
Leggi attentamente le regole e norme del sito.

Copyright © 2011 - 2019 iLive. Tutti i diritti riservati.