^

Salute

A
A
A

Radiografia dei reni

 
, Editor medico
Ultima recensione: 31.05.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Esame a raggi X del sistema urinario

È difficile immaginare una moderna clinica urologica senza studi sulle radiazioni. Infatti, è grazie a loro che l'urologia è diventata una delle discipline mediche più accurate. Questo non è sorprendente, dal momento che i metodi a raggi consentono al medico di studiare in dettaglio sia la morfologia che la funzione degli organi escretori e di rilevare i cambiamenti patologici in essi nelle prime fasi dello sviluppo.

Le indicazioni per gli studi sulle radiazioni sono molto ampie. Sono prescritti per ogni paziente che è sospettato di danno o malattia dei reni, dell'uretere, della vescica, della prostata. L'appuntamento è fatto dal medico generico essente presente.

Il capo del dipartimento di radiazioni o uno specialista nel campo della diagnostica delle radiazioni sceglie i metodi di ricerca e la sequenza della loro applicazione. Gli urologi qualificati, di regola, sono ben preparati per la diagnosi di radiazioni di lesioni e malattie dei reni e delle vie urinarie e possono contattare il radiologo stesso per stabilire da soli l'ordine e il volume degli studi sulle radiazioni.

Metodi di esame radiologico del sistema urinario

Una radiografia di rilievo della regione addominale. Molti pazienti urologici eseguono un'indagine sui reni e sulle vie urinarie nella prima fase dell'esame o dopo l'ecografia. Per questo, il paziente deve essere preparato - per pulire l'intestino la sera prima e la mattina del giorno dello studio. Nella stanza dei raggi X, il paziente deve apparire a stomaco vuoto. L'unica eccezione sono i pazienti con colica renale acuta: devono essere esaminati senza pulire l'intestino. Il paziente viene posto sulla schiena e l'immagine viene eseguita su un film di grandi dimensioni in modo che entrambi i reni, i grandi muscoli lombari e il bacino siano visualizzati su di esso al livello dell'articolazione solitaria.

I reni su tutta la lunghezza dell'immagine del sondaggio non sono sempre, circa il 60-70% dei soggetti. Normalmente assomigliano a due ombre simili a fagiolo, situate a livello di ThXII-LII a sinistra e LI-LII a destra. Quindi, il rene sinistro è leggermente più alto del rene destro. I poli superiori dei reni si trovano normalmente più vicini alla linea mediana del corpo rispetto a quelli inferiori. I contorni dei reni sono normalmente chiari, la loro ombra è uniforme. La variante individuale è il rigonfiamento arcuato del contorno esterno (il cosiddetto rene humpback). Ureteri sulla radiografia del sondaggio della cavità addominale non sono visibili. Una vescica urinaria piena di urina può causare un'ombra ovale o rotonda nel bacino. La ghiandola prostatica normale nell'ombra non dà. Lo scopo principale della radiografia del sondaggio: la rilevazione di calcoli, calcificazioni e gas.

Urografia endovenosa. Questo è uno dei principali studi radiografici condotti da pazienti con lesioni del sistema urinario. L'urografia endovenosa si basa sulla capacità fisiologica dei reni di catturare composti organici iodati dal sangue, concentrarli ed eliminarli nelle urine. Nel convenzionale urography digiuno paziente dopo una purificazione preliminare e intestinale svuotamento della vescica 20-60 ml di agenti somministrati per via endovenosa un'urotropnyh contrasto ionici - o, più preferibilmente, non ionico.

 Urografia endovenosa 

Pielografia diretta L'urografia escretoria nella maggior parte dei casi fornisce lo studio del sistema calice-pelvi. Tuttavia, in alcuni pazienti, specialmente quando il mezzo di contrasto è debolmente asportato, se è necessario esaminare il calice e la pelvi in dettaglio, deve essere effettuato il contrasto diretto del tratto urinario superiore. Viene eseguita retrograda, attraverso un catetere installato nell'uretere (pielografia retrograda), o anterogrado, attraverso un ago o tubo nefrostomia (pielografia anterograda). Sulle radiografie ottenute, tutti i dettagli della struttura del calice e del bacino sono chiaramente visibili, è possibile rilevare cambiamenti insignificanti nei loro contorni e nella loro forma. L'uso limitato della pielografia diretta è associato alla necessità di cateterizzazione delle vie urinarie e al rischio della loro infezione. Questo studio è controindicato nei processi infiammatori acuti nel rene e nelle vie urinarie, nonché in macroembruria.

Angiografia dei reni. Ci sono un'arteriografia generale e selettiva dei reni. Nel primo caso, il catetere viene guidato dall'arteria femorale all'aorta addominale e la sua estremità è stabilita sopra il sito delle arterie renali. Se, a causa di occlusiva segmento malattia aorto-iliaco-femorale della cateterizzazione dell'aorta attraverso l'arteria femorale non è possibile ricorrere a translyumbalnoy aortica puntura puntura lombare. Attraverso un ago per puntura o un catetere con uno speciale iniettore, 40-60 ml di un mezzo di contrasto idrosolubile vengono iniettati nel lume aortico sotto pressione e viene eseguita una serie di raggi X.

In una serie di raggi X in un primo momento, un'immagine della aorta e rami principali estendentisi da essa, tra arteria renale (fase arteriosa precoce), quindi - ombra piccole arterie intraorgan (fase arteriosa tardiva), quindi - l'aumento totale intensità cromatica renale (fase nephrographic) debole ombra delle vene renali (venograms) e infine, l'immagine delle tazze e bacino, come un mezzo di contrasto viene escreto nelle urine.

Le arterie renali si allontanano dall'aorta quasi ad angolo retto al livello L, o il disco tra esso e LV. Il diametro del gambo dell'arteria renale è 1/3 -1/4 il diametro dell'aorta a questo livello, la lunghezza del diritto arteria - 5-7 cm, e la sinistra -. 3-6 cm arteriosi contorni lisci, l'ombra della loro uniforme ed intenso. Uno studio più dettagliato delle navi renali è possibile con il loro contrasto selettivo. Il catetere viene posto direttamente nell'arteria renale e un mezzo di contrasto viene iniettato attraverso di esso sotto pressione. Negli arteriogrammi, vengono registrate tutte le fasi dei reni contrastanti di cui sopra. Se necessario, eseguire radiografie mirate. Arteriografia renale viene eseguita ad un'ipertensione sospetta renovascolare (aterosclerosi, arterie, arterie renali) e le operazioni di pianificazione per renale anormale. L'arteriografia viene anche eseguita come primo stadio per gli interventi intravascolari, come la dilatazione del palloncino, l'embolizzazione, il posizionamento dello stent. Come con altri tipi di angiografia, nello studio di contrasto dei vasi renali, è preferita la tecnica di angiografia di sottrazione digitale (DSA). Per eseguire la venografia selettiva, il catetere viene inserito nella vena renale dalla vena cava inferiore.

Tomografia computerizzata La TC ha ampliato significativamente la portata degli studi morfologici su reni, vescica e prostata. La ricerca sui reni viene eseguita senza un addestramento speciale in persone di qualsiasi età. Nei tomogrammi, il rene normale ha la forma di un ovale irregolare con contorni regolari e taglienti. Nel reparto mediale anteriore di questo ovale, un seno renale appare al livello di LI-LII. Allo stesso livello, sono visibili le arterie e le vene renali. Per migliorare la visualizzazione del parenchima renale e la diagnosi differenziale delle formazioni volumetriche, viene prodotta la CT prodotta.

Attualmente, la TC è il metodo più informativo per la rilevazione e la diagnosi differenziale dei processi volumetrici nel rene.

Con il suo aiuto determina lo stadio dei tumori maligni dei reni. Il metodo ha un'elevata accuratezza nella diagnosi dei concrementi (inclusi i raggi X negativi), calcificazioni del parenchima e delle formazioni patologiche, nel riconoscimento dei processi peripico, periureterale e pelvico. La TC è anche efficace nel riconoscimento del danno renale traumatico. La ricostruzione tridimensionale su un tomografo computerizzato a spirale fornisce un urologo e un chirurgo a raggi X con un quadro dimostrativo di vasi renali. Infine, la TC è il metodo principale per visualizzare le ghiandole surrenali e diagnosticare le loro condizioni patologiche - tumori, iperplasia.

Imaging a risonanza magnetica. Questo metodo, al contrario di CT, consente di ottenere immagini a strati dei reni in varie proiezioni: sagittale, frontale, assiale. L'immagine dei reni assomiglia a quella trovata sulla TC, ma il confine tra gli strati corticale e cerebrale dell'organo è meglio visibile. Tazze e pelvi contenenti urina si distinguono come formazioni a bassa densità. Con l'introduzione di un agente di contrasto paramagnetico, l'intensità dell'immagine del parenchima aumenta in modo significativo, il che facilita il rilevamento dei nodi tumorali. Con la risonanza magnetica, la vescica è chiaramente visibile, comprese parti di esso come la parte inferiore e la parete superiore che sono scarsamente distinguibili sulla TC. Nella ghiandola prostatica vengono determinate la capsula e il parenchima. Quest'ultimo è normalmente omogeneo. Vicino alla ghiandola, nel tessuto a bolle sottostanti, puoi vedere formazioni più dense - vescicole seminali.

Studio dei radionuclidi sui reni. I metodi dei radionuclidi sono fermamente stabiliti nella pratica delle cliniche urologiche e nefrologiche. Permettono di rilevare le violazioni della funzionalità renale nelle fasi iniziali, il che è difficile da realizzare con l'aiuto di altri metodi. I medici sono attratti dalla fisiologia del metodo di radioindicazione, dalla relativa semplicità e dalla possibilità di condurre studi ripetuti durante il trattamento del paziente. È anche importante che i composti del radionuclide possano essere usati in pazienti con maggiore sensibilità alle sostanze radiopache. A seconda degli obiettivi di ricerca, uno degli indicatori del radionuclide viene selezionato dal gruppo di RFP nefrotropici.

 Studio dei radionuclidi sui reni 

Determinazione radiometrica del volume residuo di urina. In un certo numero di malattie, specialmente se c'è un'ostruzione al flusso di urina dalla vescica, in quest'ultimo dopo la minzione rimane una parte dell'urina, che è chiamata urina residua. Un modo semplice per misurarlo è la ricerca sul radionuclide. Dopo 1 1 / 2-2 ore dopo somministrazione endovenosa di RFP, escreta dai reni, viene misurata l'intensità della radiazione sopra la vescica. Dopo che il paziente ha svuotato la vescica, determinare il volume di urina escreta e misurare nuovamente l'intensità della radiazione sopra la vescica.

Principali sindromi cliniche e tattiche della ricerca radiologica

Tattica della ricerca sulle radiazioni, ad es. La scelta dei metodi di radiazione e la sequenza della loro applicazione, sono sviluppati tenendo conto della storia e dei dati clinici. In una certa misura è standardizzato, dal momento che nella maggior parte dei casi il medico deve fare i conti con sindromi cliniche tipiche: dolore ai reni, ematuria macroscopica, disturbi urinari, ecc Questo fatto giustifica l'uso di circuiti tipico esame dei pazienti, e di tali schemi sono riportati di seguito. Tuttavia, nella responsabilità del medico per l'analisi da parte di le caratteristiche della malattia nei singoli pazienti, e di entrare nel regime generale dei necessari adeguamenti.

Colica renale Le condizioni del paziente sono difficili. Ha un attacco di dolore cramping nel rene, spesso irradiato nella regione addominale inferiore e nella regione pelvica. La sindrome del dolore è spesso accompagnata da nausea o vomito, paresi dell'intestino. A volte c'è minzione frequente. Il paziente mostra procedure termiche, antidolorifici. Il medico curante, l'urologo o il chirurgo, determina le indicazioni per lo studio della radiazione e il tempo della sua condotta.

Lesione del rene e della vescica. Ematuria macroscopica. Danno renale è spesso combinato con un infortunio agli organi e ossa adiacenti in modo l'indagine vittima è consigliabile iniziare con una panoramica di fluoroscopia e radiografia, in cui accertare le condizioni dei polmoni, diaframma, della colonna vertebrale, costole, organi addominali. Al danno renale isolata includere lesioni dalla sua formazione subcapsulare ematoma, violazione del gap sistema capsula renale integrità pyelocaliceal per formare un ematoma retroperitoneale, schiacciamento o gap renale.

Malattie infiammatorie La pielonefrite è un processo infiammatorio non specifico con una lesione predominante del tessuto interstiziale del rene e del suo sistema intestinale e pelvico. Nelle radiografie e nei sonogrammi c'è un leggero aumento del rene interessato.

Ipertensione arteriosa Nephgenogenic. Una manifestazione alta e facilmente rilevabile di questa sindrome è l'ipertensione. È stabile e non cede agli effetti medici, finché non viene eliminata la causa dell'ipertensione. E ci possono essere due ragioni. Il primo è la violazione dell'afflusso di sangue arterioso all'organo. Può essere causato da restringimento dell'arteria renale dovuta a displasia fibromuscolare, aterosclerosi, trombosi, inflessione con nefroptosi, aneurisma. Questa forma di ipertensione nefrogenica è chiamata vasorenale o renovascolare. La seconda ragione è una violazione del flusso sanguigno intrarenale con glomerulonefrite o pielonefrite cronica. Questa forma della malattia è chiamata parenchima.

Tumori e cisti dei reni, della vescica, della prostata. La formazione volumetrica nel rene, nella vescica o nella prostata è una delle sindromi più frequentemente rilevate di danno a questi organi. Cisti e tumori a lungo possono svilupparsi segretamente, senza causare sintomi clinici gravi. I test di laboratorio su sangue e urina sono molto relativi a causa della loro non specificità ed eterogeneità dei risultati. Non sorprende che i metodi radiali siano il fattore decisivo nel determinare e stabilire il carattere del processo volumetrico.

Il metodo principale di esame radiale della prostata è l'ecografia transrettale. Informazioni preziose sulla natura del tumore possono essere ottenute usando la mappatura Doppler a colori. La TC e la risonanza magnetica sono metodi di raffinamento importanti, che consentono di valutare l'entità della diffusione del processo tumorale.

Malformazioni dei reni e delle vie urinarie. Le anomalie renali non si manifestano sempre come sintomi clinici specifici, ma devono essere ricordate, poiché queste anomalie sono osservate frequentemente e, inoltre, non sono così raramente complicate dall'infezione o dalla formazione di calcoli. Di particolare pericolo sono le anomalie, in cui il tumore è formazioni tumorali palpabili. È chiaro che un medico può sospettare un tumore nel caso in cui in realtà non lo sia.

Segni a raggi X della malattia renale

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.