Frattura aperta

Se il luogo di frattura, che è una violazione della sua integrità anatomica, formata una ferita aperta, è una frattura aperta, chiusa e si riferisce al danno: ICD-10 Classe XIX, codice - S00-S99.

La dimensione della ferita varia da una piccola puntura sulla pelle a una vasta rottura di tutti gli strati della pelle e l'apertura dei tessuti molli danneggiati, spesso con il loro distacco e l'esposizione dei frammenti ossei che entrano nella cavità della ferita aperta.

Le cause frattura aperta

Le cause di una frattura aperta sono un forte effetto traumatico esterno (deformante) dell'energia residua di rottura al momento dell'impatto, caduta, collisione, compressione accelerata, ecc. La maggior parte delle situazioni specifiche in cui tutti questi effetti si manifestano sono noti a tutti e non devono essere elencati: questa è una lista abbastanza ampia, inclusi tutti gli incidenti.

Indipendentemente da come questo è accaduto, la patogenesi di fratture ossee scheletriche a causa del fatto che la forza dell'azione esterna (l'energia superficiale specifica) per una particolare struttura scheletrica, al momento della frattura è molto superiore al limite di resistenza ossea biomeccanica - la sua capacità di sopportare l'energia d'impatto (che l'osso il tessuto assorbe esattamente come qualsiasi altro materiale). Osso resistenza biomeccanico è un personaggio viscoelastico e, inoltre, varia con il tasso di applicazione forza: ad alta velocità tessuti ossei impatto meccanico trattengono più energia, che porta alla distruzione della loro struttura cristallina stratificata.

Le cause delle fratture ossee si riscontrano anche nel fatto che la struttura dell'osso non è uniforme nelle direzioni trasversali e longitudinali, a causa della quale l'osso ha diverse proprietà meccaniche quando caricato su diversi assi. E la maggior parte delle fratture sono il risultato di un'esposizione simultanea all'osso in diverse direzioni.

Quindi, lo stretching porta a una frattura trasversale, con impatto longitudinale della compressione dinamica - frattura obliqua (diagonale). Ad esempio, una frattura aperta dell'anca, di regola, si verifica quando si deforma per piegarsi, quando le forze combinate di compressione e stretching che agiscono l'una verso l'altra vengono combinate. Ma poiché le ossa sono asimmetriche, le tensioni di compressione e trazione non possono essere bilanciate e l'osso è rotto.

Sintomi frattura aperta

I primi segni di una frattura aperta di qualsiasi localizzazione sono il dolore severo severo (fino allo sviluppo dello shock del dolore), la deformità dell'arto fratturato e il sanguinamento dovuto al danno vascolare.

Sintomi rapidamente manifestati di una frattura aperta di qualsiasi localizzazione comprendono la formazione di edema (gonfiore e articolazione vicina) ed ematomi nel sito della frattura.

Quando una frattura esposta degli arti inferiori (cosce, stinchi, caviglie) o una frattura aperta del bacino, una persona è in posizione immobilizzata e sente alcuni intorpidimento degli arti (a causa di danni ai nervi) e debolezza generale. La pelle diventa pallida, iniziano i brividi. Secondo i traumatologi, una caratteristica di una frattura aperta delle ossa tubulari delle estremità è la mobilità dei frammenti ossei e un suono croccante durante la palpazione del sito di frattura.

Frattura del cranio Outdoor scadenza accompagnato dello spazio subaracnoideo CSF (attraverso le orecchie e il naso), perdita di coscienza, sanguinamento dal serbatoio venoso è attaccata alle ossa dura. Se l'osso temporale è rotto, si verifica un sanguinamento dall'orecchio e cessa di sentire. C'è sanguinamento dalle orecchie e dal naso, così come la liquorrea (secrezione dal naso del liquido cerebrospinale) con fratture aperte delle ossa occipitali, reticolari e a forma di cuneo del cranio.

Distinguere i sintomi di una frattura aperta della mascella inferiore: l'incapacità di chiudere la bocca, il sangue o le contusioni in bocca, la saliva sanguinolenta, i denti della fila inferiore possono essere rotti. Vedi anche - Frattura della mandibola

Se ci fosse una frattura esposta del naso, sullo sfondo di dolore intenso epistassi osservati (può essere rilasciato il muco essudato dai passaggi nasali), ematoma nel naso e il seno sfenoidale, gonfiore della mucosa delle vie nasali con la perdita di opportunità di respirare un naso.

Forme

La classificazione delle fratture esposte secondo Kaplan-Markova determina il grado di danno tissutale in caso di violazione dell'integrità delle ossa tubulari, evidenziando le categorie (A, B e B) con le sottocategorie (I, II, III, IV):

Categoria A - lesione locale minore: IA (dimensione della ferita inferiore a 1,5 cm), IIA (dimensione della ferita da 2 a 9 cm), IIIA (dimensione della ferita superiore a 10 cm);

Categoria B - ferite lacere contuse di tessuti molli di media gravità: IB (dimensioni della ferita fino a 1,5 cm), IIB (ferita 2-9 cm), IIIB (più di 10 cm);

Categoria B - gravi lesioni schiacciate e schiacciate di tessuti molli: IB (a una ferita fino a 1,5 cm), IIB (2-9 cm), IIIB (oltre 10 cm).

Categorie АIV, БIV e ВIV - fratture aperte con schiacciamento delle ossa, distruzione di ampie aree di tessuti molli e danni ai grandi vasi sanguigni.

La classificazione delle fratture esposte da Gustilo-Anderson determina anche la gravità della frattura degli arti in base alle dimensioni della ferita, al livello della sua contaminazione e al grado di danneggiamento dei tessuti molli e al livello di contaminazione:

  • Io digito - semplice frattura trasversale o obliqua breve, ferita di diametro <1 cm, praticamente pulita, le lesioni dei tessuti molli sono minime (senza schiacciamento);
  • II tipo - dimensione della ferita da 1 cm a 10 cm di lunghezza, lacerazione moderatamente contaminata senza significativa schiacciamento dei tessuti molli;
  • Tipo III - fratture segmentali aperte con lacerazione estesa> 10 cm, danno ai tessuti molli e grado di contaminazione della ferita sono significativi, anche i vasi sanguigni sono danneggiati;
    • tipo IIIA - fratture con ferita contaminata, schiacciamento esteso dei tessuti molli e esposizione moderata del periostio;
    • tipo IIIB - fratture con ferita gravemente contaminata, schiacciamento esteso dei tessuti molli e significativa esposizione del periostio; il restauro delle navi è necessario per mantenere l'arto.

Indipendentemente dalle ferite, la classificazione delle fratture esposte di tipo III ridimensiona automaticamente assegna un segmentale aperta frattura scomposta, frattura esposta di una ferita da arma da fuoco, arti rotti in incidenti nel settore dei trasporti e di terreni contaminati in infortuni sul lavoro agricolo. Ciò include amputazioni traumatiche e fratture aperte avvenute 8 ore prima della richiesta di assistenza medica.

Va tenuto presente che l'aspetto di un difetto nella pelle e nei tessuti molli a causa dello stesso effetto traumatico che ha portato alla frattura ossea è definito nel trauma clinico come frattura primaria aperta. E quando la pelle e i tessuti molli sono danneggiati da frammenti ossei, una frattura aperta viene solitamente chiamata secondaria e in tali casi una ferita dalla perforazione è piccola (sebbene ciò non escluda la sua infezione).

Localizzazione di una frattura aperta

Lesioni del sistema muscolo-scheletrico - frattura dell'arto aperto - possono interessare le ossa tubulari peroneali, tibiali e femorali degli arti inferiori; spalla, gomito o raggio degli arti superiori.

Una frattura aperta del femore - l'estremità prossimale del femore, il corpo (diafisi) del femore; fratture sopracondilari e sopracondilari; frattura aperta della caviglia (ossa dell'articolazione della caviglia).

Una frattura aperta della spalla è una frattura della diafisi dell'omero o una frattura epicondiloide dell'omero.

Una frattura aperta dell'avambraccio è una lesione dell'epifisi dell'ulna o del gomito (parte terminale dell'osso); può essere una frattura aperta del raggio. Ma con lesioni gravi sia le ossa ulnari che quelle radiali si rompono simultaneamente.

Una frattura aperta della clavicola è molto rara e nella maggior parte dei casi - a causa di una caduta laterale o delle braccia distese - l'osso clavicolare si rompe nel terzo medio della diafisi.

Una frattura aperta del bacino viene diagnosticata in caso di fratture ossee dell'anello pelvico - pubico, iliaco, ischiatico, sacro - se i frammenti perforano la pelle.

Una frattura aperta del cranio è una frattura delle ossa della volta cranica (neurocranio); le fratture più spesso aperte (con rientranza dei frammenti ossei) sono soggette a più sottili ossa temporali e parietali, l'osso cranico e anche la regione dell'apertura occipitale vicino alla base del cranio. E una frattura aperta della mascella, una frattura dell'orbita dell'occhio e una frattura aperta del naso sono le fratture aperte più frequenti delle ossa facciali del cranio.

Complicazioni e conseguenze

Che cos'è una frattura aperta pericolosa? Il pericolo principale è che tale trauma sia accompagnato da emorragia ed emorragie interne, portando a una significativa perdita di riparo. Inoltre, con fratture così complesse, si verifica uno shock doloroso traumatico e l'infezione penetra nella ferita. L'infezione, a sua volta, è irta di necrosi dei tessuti molli e sviluppo di gangrena e sepsi di gas.

Qualsiasi localizzazione di una frattura aperta può avere determinate conseguenze e complicazioni.

In primo luogo, le complicazioni includono lo spostamento dei frammenti ossei, che nella diagnosi è definito come una frattura aperta con spostamento. Lo spostamento relativo alla posizione fisiologica dell'osso può essere longitudinale, laterale, ad angolo, con rotazione dei frammenti ossei, e anche combinato. Come risultato dello spostamento di frammenti, si verifica una violazione o una rottura di muscoli, tendini, vasi e fibre nervose. Inoltre, ci può essere una avulsione - il distacco di un frammento di un osso rotto (frammento) dalla massa principale del tessuto osseo.

Tra gli effetti avversi comuni di fratture aperte fanno notare gli esperti fatale chiusura vascolare polmonare del lume o cerebrali particelle di grasso catturati nel midollo osseo delle ossa lunghe Sangue (grasso embolia)

L'ematoma intracerebrale e le emorragie nel cervello accompagnano le fratture aperte delle ossa del cranio.

A causa di danni ai nervi periferici, si sviluppano complicazioni neurologiche di diversa gravità. Ad esempio, in caso di frattura nel forame occipitale, si verifica un'interruzione della conduttività dei nervi vagante, sublinguale e glossofaringeo, che causa disturbi del ritmo del linguaggio, della deglutizione e della respirazione.

A causa di una rottura del nervo femorale con frattura aperta della coscia, l'estensione della gamba è bloccata, e dopo una frattura aperta della tibia è spesso impossibile distendere il piede e appoggiarsi sul tallone mentre si cammina. E una frattura aperta del raggio può causare la disfunzione del nervo radiale, e quindi ci sono problemi con l'estensione della mano e delle dita.

Complicazioni frattura aperti possono manifestare post-traumatico caviglia osteoartrite caviglia deformazione, la formazione di un giunto falso nella zona di giunzione dell'osso, lo sviluppo di lussazione abituale del piede. Una frattura aperta dell'avambraccio può portare alla giunzione del raggio dal gomito.

Una frattura aperta del bacino è irto di formazione di ematomi nello spazio retroperitoneale e può anche causare complicazioni quali la rottura della vescica, dell'uretra o del retto; la conseguenza di una frattura del ginocchio ischiale può essere un accorciamento della gamba dalla frattura e una significativa limitazione della sua mobilità nell'articolazione dell'anca.

Tali conseguenze e complicazioni, come la curvatura del naso o del setto nasale, la violazione della respirazione nasale, l'infiammazione del nervo trigemino, sono caratteristiche di una frattura aperta del naso. Una frattura aperta con uno spostamento della mascella inferiore può interrompere la chiusura della dentizione e deformare il morso.

Inoltre, per tutte le fratture esposte, soprattutto con dislocazione e avulsione, c'è una minaccia di infiammazione e necrosi del tessuto osseo - osteomielite post-traumatica.

Diagnostica frattura aperta

Per traumatologi e chirurghi le lesioni di questa natura sono ovvie. E la diagnosi di una frattura aperta, che quando l'infortunato arriva al centro traumatologico o nel reparto di traumatologia inizia con un esame, non ci sono difficoltà.

Tuttavia, per determinare con precisione il grado di danno alle ossa e dei tessuti molli e di rilevare la presenza dei frammenti e spostamento può diagnostiche solo strumentale - esame del paziente mediante fluoroscopia (Fig necessariamente realizzato in due proiezioni), tomografia computerizzata, mentre fratture ossee del cranio - MRI.

Vedi - Diagnosi del trauma craniocerebrale

Trattamento frattura aperta

Il primo soccorso in un sito di frattura aperto è il seguente:

  • è necessario interrompere il sanguinamento: con grave sanguinamento arterioso, applicando un laccio emostatico al di sopra del sito di frattura e ferita (indicando il tempo della sua applicazione), con sanguinamento minore, di una benda di pressione sulla zona della ferita;
  • La ferita sulla frattura deve essere coperta con una benda sterile, mentre nulla può essere toccato nella ferita stessa;
  • dare alla vittima qualsiasi antidolorifico.

Il primo soccorso per una frattura aperta viene eseguito fino all'arrivo della brigata del servizio di ambulanza. Durante questo periodo, la vittima con una frattura aperta dell'anca, del bacino o del cranio si sposta o si sposta in un altro punto non è consigliabile che i frammenti ossei non danneggino le aree più ampie dei tessuti molli.

Per prevenire lo spostamento dei frammenti ossei, è necessaria una corretta immobilizzazione del trasporto con fratture aperte. Ad esempio, quando si rompe un osso rotto, viene applicato un pneumatico, che mantiene non solo le ossa dell'avambraccio in una posizione fissa, ma anche le articolazioni - il gomito e il polso. E con una frattura dello stinco con l'aiuto di una gomma da materiali improvvisati, è necessario fissare le articolazioni del ginocchio e della caviglia.

Se la vittima aperta frattura delle ossa pelviche, allora dovrebbe essere messo, in modo che parte del corpo sopra la vita è stato un po 'sollevato, e dietro le ginocchia (in modo che siano mezza piegata) hai bisogno di una piccola collina, che può essere fatto di vestiti piegati con un rullo.

Quando la frattura della mascella inferiore è aperta, l'immobilizzazione del trasporto è fornita legando la mascella sopra la testa e la persona ferita viene presa sdraiata.

Considerando la complessità del trauma, il trattamento delle fratture esposte viene eseguito in modo complesso.

Il trattamento delle ferite necessario - vedere di più -. Il trattamento di ferite aperte, il sollievo dal dolore, la terapia anti-infiammatoria, riposizionare - associazione anatomicamente accurati (mappatura) di frammenti ossei - e che stabilisce il metodo più appropriato per ogni singolo caso.

Può essere gesso o plastica longa - quando una frattura aperta degli arti senza spostamento. Ma in presenza di distorsioni e frammenti ossei (in particolare, con una frattura aperta del femore o della parte inferiore della gamba), viene utilizzata la trazione scheletrica sotto trazione, che garantisce la loro posizione stabile e contribuisce quindi alla normale fusione della frattura.

Nella maggior parte dei casi, la chirurgia è necessaria - per trattare adeguatamente la ferita e trascorrere l'allineamento più accurato di ossa rotte. Dopo è necessaria fissazione di riduzione anatomica, che nell'arsenale di chirurghi traumi sono aghi speciali, spilli, punti metallici, piastre. L'apparato più famoso con cui è fatta la fissazione esterna dei frammenti ossei è l'apparato del chirurgo Ilizarov. Anche se un EDV pioniere - compressione-distrazione osteosintesi (vale a dire, il riposizionamento chirurgico di frammenti ossei costrutti di fissaggio) - sta lavorando nei Paesi Bassi, un chirurgo belga Albin Lambotte (Albin Lambotte), che nei primi anni del XX secolo, utilizzato il dispositivo di compressione-distrazione prima metallico sviluppato da lui - un semplice aspetto single-sided fissatore di osso rotto.

Dopo l'adesione dell'osso, le strutture di fissazione vengono rimosse e i tessuti molli vengono suturati. Il trattamento chirurgico delle fratture esposte comprende anche la rimozione del danno ai nervi periferici, che può essere effettuato in un secondo momento - entro tre mesi dalla lesione (dopo la rilevazione di alcune disfunzioni). Queste operazioni sono eseguite da neurochirurghi.

Trattamento medicamentoso delle fratture esposte

Il trattamento farmacologico delle fratture esposte viene effettuato utilizzando agenti antibatterici, analgesici, decongestionanti, immunostimolanti, neuroprotettivi.

L'applicazione di antibiotici - Amoxiclav, Cefazolin, Ceftriaxone, Metronidazole (Flagil) e altri - i medici prevengono o riducono significativamente le complicanze infiammatorie. Amoksiklav viene iniettato in una vena di 1,2 g (bambini sotto i 12 anni di 0,03 g per chilogrammo di peso) ad intervalli non superiori a 8 ore. Una singola dose di Cefazolina è 0,5-1 g (per gli adulti), viene somministrata in modo simile. Gli effetti collaterali di questi farmaci, comuni a tutti gli antibiotici, comprendono nausea, diarrea e enterocolite; orticaria; cambiamenti di sangue (anemia e leucopenia); aumento dei livelli di enzimi epatici e azoto nelle urine.

Per alleviare il dolore per iniezione o gruppo di farmaci per via orale applicato di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS): indometacina, ketoprofene, ibuprofene, ecc Così, indometacina può per due settimane somministrato per via intramuscolare - una o due volte al giorno (60 mg), e quindi possibile. Andare al ricevimento di compresse - 25 mg due volte al giorno, assicurarsi dopo aver mangiato. Tra gli effetti collaterali dei FANS ci sono mal di testa, manifestazioni gastrointestinali con dolori allo stomaco. Pertanto, questi agenti sono controindicati in presenza di ulcera gastrointestinale, così come una storia di asma bronchiale.

I farmaci che stabilizzano i capillari, ad esempio, metil etilpiridinolo o L-lisina eccitatrice, sono usati contro l'edema. L-lisina viene iniettata nella vena 5-10 ml una volta al giorno (con TBT aperto due volte al giorno) per 3-7 giorni; La dose per i bambini è calcolata in base al peso corporeo. Questo farmaco non viene utilizzato per insufficienza renale e contemporaneamente a antibiotici cefalosporinici; In rari casi, ci possono essere effetti collaterali sotto forma di una reazione allergica.

Inoltre, con le fratture aperte - la stimolazione del metabolismo dei tessuti e la rigenerazione dei tessuti danneggiati - si ritiene opportuno utilizzare l'agente immunomodulante Timalin. Le iniezioni intramuscolari di questo farmaco (una dose unica da 5 a 20 mg) vengono eseguite una volta al giorno; il corso del trattamento dura fino a cinque giorni.

Il calcio gluconato e l'idrossiapatite di calcio (Osteogenon) contribuiscono al ripristino del tessuto osseo e alla fissazione del calcio in esso. Si raccomanda l'assunzione di Osteogenon dopo le fratture due volte al giorno (1-2 compresse) per 2,5-3 mesi. Questo rimedio è controindicato per problemi ai reni e ai pazienti sotto i 18 anni.

Il medicamento Gliatilin (Cereton) si riferisce ad agenti neuroprotettivi e utilizzato per la rigenerazione di nervi periferici danneggiati, in particolare nelle fratture aperte e altre lesioni cerebrali traumatiche, una capsula al giorno; Nei casi più gravi, il farmaco viene somministrato per via parenterale (in contagocce).

Riabilitazione dopo una frattura aperta

La durata del periodo di riabilitazione, che inizia dopo la rimozione del longi o dell'apparato di distrazione della compressione, così come la previsione dell'ulteriore condizione dipende dalla localizzazione della frattura aperta e dal grado della sua complessità.

Il moderno complesso di misure di riabilitazione, sostegno al ritorno dei feriti struttura scheletrica delle loro funzioni fisiologiche, comprende una varietà di terapia fisica, esercizi terapeutici speciali, massaggi e idroterapia o prolungata sviluppo passiva delle articolazioni - movimento passivo continuo, CPM-terapia.

Questo metodo, il cui concetto è stato creato dal chirurgo ortopedico canadese Robert B. Salter (Robert B. Salter) negli anni '70, ha lo scopo di sviluppare articolazioni dopo ferite con l'ausilio di dispositivi speciali. Le macchine CPM fanno piegare le articolazioni a un livello predeterminato senza il coinvolgimento della forza muscolare del paziente. In questo caso, il grado di flessione delle articolazioni aumenta man mano che la riabilitazione procede dopo una frattura aperta e l'intervallo di movimento si espande gradualmente.

Medici rehabilitologists consiglia di mangiare nel periodo di recupero dopo una frattura esposta, per usare abbastanza proteine, vitamine A, C, D e del gruppo B, così come calcio ricca di prodotti lattiero-caseari e prodotti contenenti fosforo (oli vegetali, fagioli, avena, mandorle, noci) .

È importante sapere!

I bambini piccoli cadono spesso durante i giochi mobili, ma raramente hanno fratture ossee. Un piccolo peso corporeo e una copertura del tessuto molle ben sviluppata indeboliscono la forza d'impatto in caso di caduta Leggi di più...

Ultima revisione di: Alexey Portnov , esperto medico, su 26.06.2018

Il portale iLive non fornisce consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Le informazioni pubblicate sul portale sono solo di riferimento e non dovrebbero essere utilizzate senza consultare uno specialista.
Leggi attentamente le regole e norme del sito.

Copyright © 2011 - 2019 iLive. Tutti i diritti riservati.