^

Salute

Sintomi e tipi di astrocitoma del cervello

, Editor medico
Ultima recensione: 09.09.2019
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'astrocitoma cerebrale è un tumore che non può essere visto ad occhio nudo. Tuttavia, la crescita del tumore non passa senza lasciare traccia, perché spremere i tessuti e le strutture circostanti ne compromettono il funzionamento, il tumore distrugge i tessuti sani e può influenzare l'apporto di sangue e la nutrizione del cervello. Questo sviluppo è caratteristico di qualsiasi tumore, indipendentemente dalla sua posizione.

La crescita e la pressione del tumore sui vasi del cervello provoca un aumento della pressione intracranica, che dà sintomi di sindrome ipertensiva-idrocefalica. Possono essere uniti da segni di intossicazione del corpo, che è più caratteristico della rottura dei tumori maligni negli stadi avanzati del cancro. Inoltre, il tumore irrita i neuroni sensibili nel tessuto cerebrale.

Tutto quanto sopra comporterà la comparsa di un complesso sintomatologico caratteristico. Una persona può avere tutti o alcuni sintomi:

  • mal di testa stabile, che sono più spesso doloranti,
  • sintomi dell'apparato digerente sotto forma di alterazione dell'appetito, nausea e talvolta vomito,
  • disabilità visiva (visione doppia, sensazione che tutto sia in una nebbia)
  • debolezza inspiegabile e affaticamento caratteristico della sindrome astenica, possibili dolori muscolari,
  • la coordinazione dei movimenti è spesso nota (il funzionamento dell'apparato vestibolare è compromesso).

Alcuni pazienti hanno anche piccole crisi epilettiche prima che il tumore venga rilevato. Gli epiprifi con astrocitomi non sono considerati un sintomo specifico, perché sono caratteristici di tutti i tumori cerebrali. Tuttavia, la causa del verificarsi di convulsioni senza epilessia nella storia è del tutto comprensibile. Il tumore irrita le cellule nervose, causando e sostenendo il processo di eccitazione. È un'eccitazione anomala focale di diversi neuroni e porta a crisi epilettiche, spesso accompagnate da convulsioni, perdita di coscienza a breve termine, sbavando, di cui una persona non ricorda nulla dopo un paio di minuti.

Si può supporre che più grande è il tumore, maggiore è il numero di neuroni che può eccitare e più duro e pronunciato sarà l'attacco.

Finora abbiamo parlato di astrocitoma del cervello, come tale, senza concentrarci sulla localizzazione del tumore. Tuttavia, la posizione del tumore lascia anche il segno sul quadro clinico della malattia. A seconda di quale parte del cervello è interessata (pressione) del tumore, compaiono altri sintomi che possono essere considerati come i primi segni del processo tumorale di una specifica sede.[1]

Ad esempio, il cervelletto è un organo responsabile della coordinazione dei movimenti, della regolazione dell'equilibrio del corpo e del tono muscolare. Distingue tra due emisferi e una parte mediana (un verme, considerato formazione filogeneticamente più antica degli emisferi cerebellari, che appariva come risultato dell'evoluzione).

L'astrocitoma cerebellare è un tumore formato in una delle parti di questa parte del cervello. È il verme che esegue la maggior parte del lavoro, se stiamo parlando della regolazione del tono, della postura, dell'equilibrio, dei movimenti amichevoli che aiutano a mantenere l'equilibrio quando camminano. L'astrocitoma del verme del cervelletto sconvolge il funzionamento dell'organo, quindi la predominanza di tali sintomi come alterata in piedi e in piedi, caratteristica dell'atassia locomotoria statica.[2], [3]

Gli astrocitomi formati nel lobo frontale del cervello sono caratterizzati da altri sintomi. Inoltre, il quadro clinico dipenderà anche dal lato danneggiato, tenendo conto dell'emisfero del cervello dominante negli esseri umani (mancini nei destrimani e destrorsi nelle persone mancine). In generale, i lobi frontali sono la parte del cervello responsabile dell'azione cosciente e del processo decisionale. Sono una specie di posto di comando.

Nei destrimani, il lobo frontale destro è responsabile del monitoraggio dell'implementazione di azioni non verbali basate sull'analisi e sulla sintesi di informazioni provenienti dai recettori e da altre aree del cervello. Non è coinvolta nella formazione del discorso, nel pensiero astratto, nella previsione dell'azione. Lo sviluppo di un tumore in questa parte del cervello è minacciato dalla comparsa di sintomi psicopatici. Può essere o aggressività o, al contrario, apatia, indifferenza per il mondo che lo circonda, ma in ogni caso, l'adeguatezza del comportamento e dell'atteggiamento di una persona nei confronti di ciò che lo circonda può spesso essere messa in discussione. Tali persone, di regola, cambiano il loro carattere, compaiono cambiamenti personali negativi, il controllo sul loro comportamento è perso, che viene notato da altri, ma non dal paziente.

La localizzazione di un tumore nella regione del circolo precentrale minaccia con la debolezza dei muscoli di vari gradi, che vanno dalla paresi degli arti, quando i movimenti in essi sono limitati, e termina con la paralisi, in cui i movimenti sono semplicemente impossibili. Il tumore del lato destro provoca i sintomi descritti nella gamba o nel braccio sinistro, il lato sinistro - nelle estremità destra.

L'astrocitoma del lobo frontale sinistro (nei destrimani) nella maggior parte dei casi è accompagnato da disturbi del linguaggio, pensiero logico e memoria di parole e azioni. In questa parte del cervello è il centro del discorso motorio (il centro di Broca). Se il tumore lo preme, influisce sulle caratteristiche della pronuncia: il ritmo della parola è disturbato, l'articolazione (diventa sfocata, sfocata con alcuni "chiari" sotto forma di singole sillabe normalmente pronunciate). Con una forte sconfitta al centro di Brock, si sviluppa l'afasia motoria, che è caratterizzata da difficoltà nel formare parole e frasi. Il paziente ha l'articolazione di suoni individuali, ma non può combinare i movimenti per formare un discorso, a volte non parla le parole che voleva dire. [4]  

Con la sconfitta dei lobi frontali violava la percezione e il pensiero. Molto spesso, tali pazienti sono in uno stato di gioia e beatitudine gratuite, chiamate euforia. Pur avendo imparato la loro diagnosi, non riescono a pensare in modo critico, quindi non sono consapevoli della gravità della patologia e, a volte, semplicemente negano la sua esistenza. Diventano initiativeless, evitano le situazioni di scelta, rifiutano di prendere decisioni serie. Spesso c'è una perdita di abilità formata (dal tipo di demenza), che causa difficoltà nell'eseguire operazioni familiari. Nuove abilità si formano con grande difficoltà.[5], [6]

Se un astrocitoma si trova sul bordo delle regioni frontali e parietali o è spostato verso l'occipite, i sintomi usuali sono:

  • violazione della sensibilità del corpo,
  • dimenticando le caratteristiche degli oggetti senza rinforzo con le immagini visive (una persona non riconosce un oggetto tramite il tatto e non è orientata nella disposizione delle parti del corpo con gli occhi chiusi),
  • non percezione di complesse costruzioni logico-grammaticali legate alle relazioni spaziali.

Oltre alla violazione delle sensazioni spaziali, i pazienti possono lamentarsi della violazione di movimenti arbitrari (consci) nella mano opposta (l'incapacità di eseguire movimenti anche familiari, per esempio, tenere il cucchiaio alla bocca).

La disposizione a sinistra dell'astrocitoma parietale è irta di linguaggio alterato, conteggio orale, scrittura. Se un astrocitoma si trova alla giunzione delle parti occipitale e parietale, i problemi di lettura sono probabilmente dovuti al fatto che la persona non riconosce le lettere, questo di solito comporta anche violazioni della lettera (alexia e agrafia). La violazione combinata di scrittura, lettura e parola si verifica quando il tumore si trova vicino alla parte temporale.

L'astrocitoma talamico è una patologia che debutta con mal di testa di natura vascolare o ipertensiva e disabilità visiva. Il talamo è una struttura profonda del cervello, costituita principalmente da materia grigia e rappresentata da due tubercoli visivi (questo spiega i disturbi visivi di un tumore di questa localizzazione). Questa parte del cervello media il trasferimento di informazioni sensibili e motorie tra il grande cervello, la sua corteccia e le parti periferiche (recettori, organi sensoriali), regola il livello di coscienza, i ritmi biologici, il sonno e la veglia, ed è responsabile della concentrazione.

Nella terza parte dei pazienti, vengono rivelati vari disturbi sensoriali (spesso superficiali, meno spesso in profondità, che si verificano sul lato opposto alla lesione), metà dei pazienti lamenta disturbi del movimento e problemi di coordinazione, tremori [7], sindrome del Parkinson a progressione lenta [8]. Nelle persone con astrocitoma del talamo (oltre il 55% dei pazienti), possono esserci marcati in vari gradi disturbi pronunciati dell'attività mentale superiore (memoria, attenzione, pensiero, linguaggio, demenza). Disturbi del linguaggio si verificano nel 20% dei casi e si presentano sotto forma di afasia e disturbi ritmici termici, atassia. Lo sfondo emotivo può anche essere disturbato, fino al pianto violento. Nel 13% dei casi si osserva una contrazione muscolare o una lentezza del movimento. La metà dei pazienti mostrava la paresi di una o due mani e quasi tutti avevano muscoli facciali indeboliti nella parte inferiore del viso, che è particolarmente evidente nelle reazioni emotive. [9], [10], [11]È stato descritto un caso di perdita di peso nell'astrocitoma di talamo [12].

L'acuità visiva ridotta è un sintomo associato ad un aumento della pressione intracranica e rilevato in più della metà dei pazienti con tumori talamici. Con la sconfitta delle parti posteriori di questa struttura si trova un restringimento dei campi visivi.

Quando l'astrocitoma della regione temporale cambia le sensazioni uditive, visive, del gusto, possibili disturbi del linguaggio, perdita di memoria, problemi con la coordinazione dei movimenti, lo sviluppo della schizofrenia, la psicosi, il comportamento aggressivo [13]. Tutti questi sintomi non devono apparire in una persona, perché il tumore può essere situato sopra o sotto, al confine con altre aree del cervello. Inoltre, anche il lato sinistro o il lato destro ha un ruolo.

Quindi l'astrocitoma del lobo temporale destro è più spesso accompagnato da allucinazioni. Possono essere visivi o uditivi (le allucinazioni visive sono caratteristiche del danno alla parte occipitale, che è responsabile dell'elaborazione e della percezione delle informazioni visive), spesso combinate con un disturbo della percezione del gusto (con danno alle divisioni anteriore e laterale del lobo temporale). Il più delle volte si verificano alla vigilia di un attacco epilettico sotto forma di aura.[14]

A proposito, epifisi con astrocitoma sono più probabili per tumori dei lobi temporali, frontali e parietali. Allo stesso tempo, si manifestano in ogni possibile varietà: convulsioni e giri della testa mentre mantengono o perdono conoscenza, sbiadimento, mancanza di risposta all'ambiente in combinazione con movimenti ripetitivi delle labbra o riproduzione dei suoni. Nelle forme più lievi, vi è un aumento del battito cardiaco, nausea, disturbi della sensibilità della pelle sotto forma di formicolio e "formiche", allucinazioni visive sotto forma di un cambiamento nel colore, nelle dimensioni o nella forma dell'oggetto, l'apparizione di lampi di luce davanti ai vostri occhi.

Con il danno all'ippocampo, situato sulla superficie interna della regione temporale, soffre la memoria a lungo termine. La localizzazione di un tumore a sinistra (nei destrimani) può influire sulla memoria verbale (una persona riconosce gli oggetti, ma non ricorda i loro nomi). Sia il discorso orale che quello scritto, che una persona cessa di comprendere, soffre. È chiaro che il discorso del paziente stesso è una costruzione di parole e combinazioni sonore non correlate.[15]

La sconfitta della regione temporale destra influenza la memoria visiva, il riconoscimento dell'intonazione, i suoni e le melodie precedentemente familiari, le espressioni facciali. Le allucinazioni uditive sono caratteristiche delle lesioni dei lobi temporali superiori.

Se parliamo di sintomi persistenti di astrocitoma, che si verificano indipendentemente dalla posizione del tumore, allora prima di tutto dovrebbe essere notato mal di testa, che può essere sia dolorante costante (questo indica la natura progressiva del tumore), e si verificano sotto forma di attacchi quando si cambia la posizione del corpo ( caratteristica delle prime fasi).

Questo sintomo non può essere definito specifico, ma le osservazioni mostrano che è possibile sospettare un tumore al cervello, se il dolore appare già al mattino e alla sera si abbassa. Con l'aumento della pressione, il mal di testa è solitamente accompagnato da nausea, ma se la pressione intracranica aumenta (e questo può essere un tumore in crescita che comprime i vasi sanguigni e interrompe il flusso di liquido dal cervello), può verificarsi vomito, spesso ripetuti attacchi di singhiozzo, abilità mentali, memoria deteriorata, attenzione.

Un'altra caratteristica dei mal di testa con l'astrocitoma del cervello è la sua natura diffusa. Il paziente non può determinare chiaramente la localizzazione del dolore, sembra che tutto il mal di testa. All'aumentare della pressione intracranica, la visione si deteriora per completare la cecità. Il gonfiore più veloce del cervello con tutte le conseguenze che ne derivano si verifica durante i processi neoplastici nei lobi frontali.

Astrocitoma spinale

Finora abbiamo parlato di astrocitoma come uno dei tumori del cervello gliale. Ma il tessuto nervoso non è limitato al cranio, penetra nella colonna vertebrale attraverso il forame occipitale. La continuazione della parte iniziale del tronco cerebrale (midollo allungato) è la fibra nervosa che si estende all'interno della colonna vertebrale fino al coccige stesso. È il midollo spinale, che consiste anche di neuroni e cellule di colla gliale.

Gli astrociti del midollo spinale sono simili a quelli nel cervello, e anche loro, sotto l'influenza di alcune cause (non pienamente comprese), possono iniziare a dividersi vigorosamente, formando un tumore. Gli astrocitomi del midollo spinale sono considerati possibili cause degli stessi fattori che possono provocare tumori da cellule gliali nel cervello.

Ma se un aumento della pressione intracranica e del mal di testa è caratteristico dei tumori cerebrali, l'astrocitoma del midollo spinale potrebbe non manifestarsi per molto tempo. La progressione della malattia nella maggior parte dei casi è lenta. I primi segni di dolore spinale non sempre appaiono, ma spesso (circa l'80%), e solo il 15% dei pazienti presenta una comparsa di dolore alla schiena e alla testa. Con la stessa frequenza, ci sono anche disturbi nella sensibilità della pelle (parestesie), che si manifestano con formicolio spontaneo, bruciore o formazione di pelle d'oca e disturbi degli organi pelvici a causa di una violazione della loro innervazione.[16]

I sintomi di disturbi motori, diagnosticati sotto forma di paresi e paralisi (indebolimento della forza muscolare o incapacità di muovere l'arto), appaiono già nelle fasi successive, quando il tumore diventa di grandi dimensioni e viola la conduzione delle fibre nervose. Di solito l'intervallo tra la comparsa di mal di schiena e disturbi motori è di almeno 1 mese. Nei periodi successivi, alcuni bambini sviluppano anche deformità spinali.[17]

Per quanto riguarda la localizzazione dei tumori, la maggior parte degli astrocitomi si trovano nella regione cervicale, meno spesso sono localizzati nella regione toracica e lombare.

I tumori del midollo spinale possono verificarsi nei bambini più piccoli o più grandi, così come nei pazienti adulti. Tuttavia, la loro prevalenza è inferiore a quella dei tumori cerebrali (solo circa il 3% del numero totale diagnosticato dagli astrocitomi e circa il 7-8% del numero totale di tumori del SNC).[18]

Nei bambini, gli astrocitomi del midollo spinale si verificano più frequentemente di altri tumori (circa l'83% del totale), negli adulti sono al secondo posto dopo l'ependimoma (il tumore delle loro cellule ependimali del sistema ventricolare del cervello - ependimociti). [19]

Tipi e gradi

Il tumore degli astrociti è una delle molte varianti del processo tumorale nel sistema nervoso centrale e il concetto di "astrocitoma cerebrale" è molto generalizzato. Innanzitutto, i tumori possono avere una localizzazione diversa, il che spiega la diversità del quadro clinico con la stessa patologia. A seconda della posizione del tumore, l'approccio al trattamento può differire.

In secondo luogo, i tumori differiscono morfologicamente, vale a dire composto da diverse celle. Gli astrociti di materia bianca e grigia hanno differenze esterne, ad esempio la lunghezza dei germogli, il loro numero e la loro posizione. Astrociti fibrosi con processi scarsamente ramificati si trovano nella sostanza bianca del cervello. I tumori di tali cellule sono chiamati astrocitomi fibrosi. Per la materia grigia astrogallica protoplasmatica, vi è una caratteristica forte ramificazione con la formazione di un gran numero di membrane gliali (il tumore è chiamato astrocitoma protoplasmatico). Alcuni tumori possono contenere sia astrociti fibrosi che protoplasmatici (astrocitoma protoplasmatico fibrillare).[20]

In terzo luogo, le neoplasie da cellule gliali si comportano diversamente. Il quadro istologico delle diverse varianti di astrocitomi mostra che tra loro ci sono sia benigni (minoranza) che maligni (60% dei casi). Alcuni dei tumori entrano in cancro solo in alcuni casi, ma non li puoi più portare a tumori benigni.

Ci sono varie classificazioni del cervello di astrocitoma. Alcuni di essi sono comprensibili solo per le persone con un'educazione medica. Ad esempio, si consideri una classificazione basata sulla differenza nella struttura delle cellule, in cui ci sono 2 gruppi di tumori:

  • Gruppo 1 (tumori normali o diffusi), rappresentato da 3 tipi di neoplasie istologiche:
    • astrocitoma fibrillare - la formazione senza confini chiari con crescita lenta, si riferisce alla variante dell'astrocitoma diffuso, costituita da astrociti della sostanza bianca del cervello
    • l'astrocitoma protoplasmatico è un raro tipo di tumore, che spesso colpisce la corteccia degli emisferi cerebrali; consiste di piccoli astrociti con una piccola quantità di fibre gliali, è caratterizzato da processi degenerativi, la formazione di un microcist all'interno del tumore[21]
    • astrocitoma dell'istotocita o emostocitico (cellula grassa) - gruppo di astrociti scarsamente differenziabile, costituito da grandi cellule angolari
  • Gruppo 2 (speciale, speciale, nodale), rappresentato da 3 tipi:
    • astrocitoma pilocitario (simile a pelo, peloide, piloide) è un tumore non maligno di ciuffi paralleli di fibre, ha confini chiaramente definiti, è caratterizzato da una crescita lenta, spesso contiene cisti al loro interno (astrocitoma cistico) [22]
    • astrocitoma subependimale (granulare) a cellule giganti, subependimoma - un tumore benigno, così chiamato a causa delle dimensioni gigantesche delle sue cellule costituenti e posizione, spesso situato vicino alle guaine dei ventricoli del cervello, può causare il blocco di fori interventricolari e idrocefalo [23]
    • astrocitoma cerebellare microcistico - una formazione nodulare con piccole cisti, non incline alla degenerazione in cancro.

Va notato che le crisi epilettiche sono più caratteristiche del secondo gruppo di astrocitomi cerebrali.

Questa classificazione dà un'idea della struttura del tumore, che non è molto chiara per l'uomo della strada, ma non risponde alla domanda scottante di quanto pericolose siano diverse forme di tumori diffusi. Con i noduli, tutto è chiaro, non sono soggetti a degenerazione nel cancro, ma sono molto meno spesso diagnosticati come diffusi.

Più tardi, gli scienziati fecero ripetuti tentativi di dividere gli astrocitomi in base al loro grado di malignità. La classificazione più accessibile e conveniente sviluppata dall'OMS, tenendo conto della propensione dei diversi tipi di astrocitoma a degenerare in un tumore del cancro.

In questa classificazione vengono considerati 4 tipi di tumori gliali da astrociti, che corrispondono a 4 gradi di malignità: [24]

  • 1 gruppo di tumori - astrocitomi di 1 grado di malignità (grado 1). La struttura di questo gruppo comprende tutte le specie di astrocitomi speciali (benigni): xanthoastrocitoma piloide, subependimale, microcistico, pleomorfo, che di solito si sviluppa nei bambini e nei giovani.
  • Tumori di gruppo 2 - astrocitomi 2 (basso) (grado 2 o basso grado). Questo include gli astrocitomi convenzionali (diffusi) discussi sopra. Tali tumori possono trasformarsi in cancro, ma questo accade raramente (di solito con una predisposizione genetica). Più comune nei giovani, poiché l'età di individuazione dei tumori fibrillari raramente supera i 30 anni.

Poi arriva un tumore con un alto grado di malignità, che sono inclini a malignità cellulare (alto grado).

  • Tumori di gruppo 3 - neoplasie di grado 3 astrocitoma (grado 3). L'astrocitoma anaplastico è considerato un importante rappresentante di questo gruppo di tumori - un tumore a crescita rapida senza contorni definibili, più comunemente nella popolazione maschile di 30-50 anni.
  • Il gruppo 4 di tumori astrocitari gliali è la neoplasia più maligna e altamente aggressiva (grado 4) con una crescita praticamente fulminante, che interessa tutto il tessuto cerebrale, e sono necessari focolai necrotici. Un rappresentante di spicco è il glioblastoma multiforme (glioblastoma a cellule giganti e gliosarcoma), diagnosticato negli uomini con più di 40 anni e quasi incurabile a causa della tendenza al ricorrenza quasi al cento per cento. I casi di malattia nelle donne o in età più giovane sono possibili, ma si verificano meno frequentemente. 

Glioblastomi non hanno una predisposizione ereditaria. Il loro aspetto è associato a virus altamente oncogeni (citomegalovirus, virus dell'herpes di tipo 6, poliomavirus 40), uso di alcolici ed esposizione a radiazioni ionizzanti, sebbene l'influenza di questi ultimi non sia stata dimostrata.

Più tardi, nelle nuove versioni della classificazione, apparvero nuove versioni dei già noti tipi di astrocitomi, che tuttavia differiscono nella probabilità di degenerazione in cancro. Quindi l'astrocitoma piloide è considerato una delle varietà benigne più sicure di un tumore al cervello, e la sua variante astrocitoma pilomixoide è un tumore piuttosto aggressivo con rapida crescita, una tendenza alla ricaduta e la possibilità di metastasi.[25]

Il tumore pilioideo ha una certa somiglianza con la posizione piloidale (più spesso è l'area dell'ipotalamo e del chiasma ottico) e la struttura delle cellule che lo costituiscono, ma ha anche molte differenze, che hanno permesso di separarlo in una forma separata. Diagnosticare la malattia nei bambini piccoli (età media dei pazienti 10-11 mesi). I tumori hanno assegnato una neoplasia di grado 2.

È importante sapere!

L'astrocitoma, per sua natura, si riferisce ai processi tumorali che si sviluppano dalle cellule cerebrali. Ma non tutte le cellule sono coinvolte nella formazione di un tumore, ma solo quelle che svolgono una funzione ausiliaria. Leggi di più...

!
Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.
You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.