^

Salute

A
A
A

Stolbnяk

 
, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il tetano è un'infezione della ferita causata dalla tossina del Clostridium tetani, portatore di spore anaerobico, caratterizzato dalla sconfitta del sistema nervoso con attacchi di attacchi tonico-tetanici. I sintomi del tetano comprendono spasmi tonici intermittenti della muscolatura arborea. La diagnosi si basa sulla clinica della malattia. Il trattamento del tetano è la nomina di immunoglobuline e il supporto intensivo.

Codici ICD-10

  • DRC. Tetano del neonato.
  • A34. Tetano ostetrico
  • A35. Altre forme di tetano

Non esiste una classificazione unificata del tetano. Una classificazione di lavoro è generalmente accettata, che comprende diversi articoli.

  1. Secondo il cancello distinguere ferita, endometralny (aborto), infezione (quando combinato con processi purulento), iniezione (per il passaggio alla siringhe monouso negli ultimi anni non si trovano), ombelicale (tetano neonatale), bruciatura, rare forme traumatiche e altri, per esempio , uretrale, rettale, vaginale (se danneggiato da corpi estranei mucosi).
  2. Sulla via della distribuzione, dividersi in: tetano locale, ascendente, discendente (generalizzato).
  3. La gravità del flusso è contrassegnata da una forma leggera, moderata, pesante e molto grave.

Cosa causa il tetano?

Il tetano è causato dai bacilli del tetano, che formano spore longeve e si trovano nel fango e nelle feci degli animali, dove rimangono vitali per molti anni. Globalmente, circa 500.000 persone muoiono di tetano ogni anno, il più alto tasso di mortalità tra neonati e bambini piccoli, ma non tutti i casi di tetano possono essere identificati, quindi queste stime possono essere considerate maleducate. Negli Stati Uniti nel 2001, sono stati segnalati solo 37 casi di malattia. L'incidenza della malattia è direttamente correlata al livello di immunizzazione della popolazione, che indica l'efficacia delle misure preventive. Negli Stati Uniti, più della metà dei pazienti anziani ha un livello inadeguato di anticorpi. Il 33-50% dei casi è registrato in persone di questa fascia di età. I restanti casi di malattia sono per lo più registrati nella fascia di età di 20-59 anni, in cui l'immunizzazione era inadeguata. La morbilità nelle persone di età inferiore ai 20 anni è inferiore al 10%. I pazienti con ustioni, ferite chirurgiche, così come le persone con una storia di indicazione di siti di iniezione infetti (tossicodipendenti), hanno maggiori probabilità di sviluppare il tetano. Il tetano può essere il risultato di ferite banali o addirittura invisibili. L'infezione può anche svilupparsi dopo il parto. Ciò può verificarsi nell'utero (tetano materno) o nell'ombelico del neonato (tetano neonatale).

Quando vengono create condizioni anaerobiche, le spore germogliano formando forme vegetative che rilasciano uno specifico tetanospasmin che agisce sui neuroni. A seconda della quantità di tossina, può diffondersi ai tessuti locali, lungo i tronchi nervosi, attraverso i vasi linfatici o con il sangue. La natura delle manifestazioni cliniche della malattia dipende dal percorso di diffusione.

Con una quantità molto piccola di tossina, si diffonde lungo i muscoli con la sconfitta in loro delle terminazioni nervose e dei tronchi nervosi regionali. Il processo si sviluppa localmente, il più delle volte senza contrazione convulsiva, fibrillazione. Con una piccola quantità di tossina, si diffonde lungo i muscoli e perine- nalmente, comprese le terminazioni nervose, i nervi alle sinapsi e alle radici del midollo spinale. Il processo è della natura di una facile forma ascendente con lo sviluppo di convulsioni tonica e tetanica (clonica) nel segmento degli arti.

Raramente si sviluppa una forma ascendente moderata e grave di tetano con una quantità moderata e significativa di tossina. La sua distribuzione avviene peri ed endone- zionalmente, oltre che intraconsolarmente, interessando le corna anteriore e posteriore del midollo spinale, sinapsi e neuroni, così come i nuclei motori del midollo spinale e dei nervi cranici. Questo è accompagnato dallo sviluppo di comuni convulsioni toniche, contro le quali ci sono quelle tetaniche.

Quando una tossina entra nel sangue e nella linfa, la sua diffusione avviene in tutto il corpo, interessando tutti i gruppi di muscoli e tronchi nervosi e arrivando dal neurone intra-assialmente a vari centri motori. Il tasso di diffusione dipende dalla lunghezza di ciascun percorso neurale. Il più breve percorso neurale nei nervi facciali, quindi il processo convulso in essi si sviluppa principalmente, influenzando la muscolatura del viso e masticando i muscoli. Quindi i centri dei muscoli del collo e della schiena, in seguito gli arti, sono interessati. Infine, i muscoli respiratori del torace e del diaframma sono coinvolti nel processo.

In un complesso, questo determina lo sviluppo della forma discendente (generalizzata) del tetano.

Il cervello è tossico tetano non è interessato, quindi i pazienti anche nei casi più gravi rimangono coscienti. Esiste un concetto del cosiddetto tetano capo, quando il cervello è direttamente colpito da clostridi tetanici con ferite penetranti alla testa con lo sviluppo di convulsioni generali, ma non hanno nulla a che fare con le convulsioni tetaniche.

Quali sono i sintomi del tetano?

Il periodo di incubazione per il tetano è in media 6-14 giorni, con fluttuazioni da 1 ora a un mese, raramente e di più. Più breve è il periodo di incubazione, più difficile si sviluppa il processo. Gravità della malattia è determinata dalla gravità delle crisi, frequenza e la velocità di crampi dall'inizio della malattia, la sua durata, la risposta della temperatura del corpo, lo stato del sistema cardiovascolare, respiratorio, presenza e la gravità delle complicanze.

Il tetano solito inizia acutamente, almeno un po '(circa un giorno) prodromo, che è accompagnata da malessere generale, il disegno dolori nella ferita o hanno già formato rumine, contrazioni fibrillari muscoli circostanti, aumentato la risposta del paziente a stimoli esterni, in particolare il suono e la luce, anche il tocco leggero alla ferita o i muscoli circostanti portano ad un forte aumento del loro tono e aumento del dolore. Successivamente, questo processo si estende a tutti i muscoli innervati dal nervo interessato. Dolore muscolare è molto forte a causa del loro accento tonico costante e diventare praticamente insopportabile quando tetanica contrazione - e questo è il tratto più caratteristico del tetano sconfitta.

Le manifestazioni cliniche del tutto caratteristico, ma il tetano è rara e medici, anche se lo ricordano spesso non implicano che si è incontrato con lui, e nella maggior parte dei casi crede che ci sia una forma atipica di alcune malattie comuni.

Molto spesso nella pratica, c'è un tetano discendente (generalizzato) di un corso di dimensioni moderate (68%). Il periodo prodromico è breve (6-8 giorni). È accompagnato da un aumento della temperatura corporea a 38-39 gradi, abbondante, spesso versando sudore. Dolore alla gola, al collo, al viso. Il primo pensiero del dottore - è mal di gola? Per la diagnosi differenziale, è sufficiente esaminare la faringe. Ma se guardi con attenzione il volto del paziente, si mostra chiaramente con un sintomo patognomonico. Trismo causato dalla contrazione tonica dei muscoli masticatori, a causa della quale il paziente non può aprire la bocca.

Sardonica (beffardo, vipera) sorriso muscoli facciali causato convulsioni (rughe della fronte, fessure degli occhi socchiusi, le labbra tese e gli angoli della bocca si abbassano). Disfagia dovuta allo spasmo dei muscoli coinvolti nell'atto di deglutizione. Già dal secondo giorno unirsi collo crampi e muscoli lunghi della schiena, causando la testa si inclina, la schiena è curva nella colonna lombare in modo da poter condurre una mano sotto il punto vita. Entro la fine del secondo giorno, i muscoli degli arti sono coinvolti nel processo. Allo stesso tempo, le convulsioni toniche si uniscono anche alle convulsioni toniche. Possono svilupparsi da soli in pochi giorni al giorno e sono accompagnati da spasmi acuti della muscolatura. Questo sviluppa una tipica immagine di opistotono. Il paziente si inarca a spese di una forte contrazione dei muscoli, inarcando la parte posteriore della testa, i talloni ei gomiti. A differenza dell'isteria e della catalessi, lo spasmo muscolare aumenta con l'irritazione del suono (basta battere le mani) o della luce (accendi la luce). Inoltre, nel tetano, il processo ha coinvolto solo i muscoli grandi, mani e piedi a mantenere la mobilità, il che non accade mai in isteria e la catalessi, al contrario, la mano stretto in un pugno, piedi estesi. Quando contrazione tetanica del viso e del collo, la lingua del paziente si piega in avanti e di solito morde, che non avviene in epilessia, meningite e lesioni del cervello, che si caratterizza per la lingua. Dal 3 ° al 4 ° giorno una sindrome convulsiva nei muscoli dell'addome, del torace, delle giunture, che acquisiscono una consistenza "rocciosa". Nell'ultimo posto, i muscoli del diaframma sono coinvolti nel processo. Il paziente è costantemente cosciente, urlando per il dolore. A causa dello spasmo dei muscoli del pavimento pelvico, la minzione e la defecazione sono compromesse.

Cambiamenti caratteristici negli organi interni. La prima settimana è caratterizzata da tachicardia, ipertensione, forti rumori cardiaci. La respirazione è un cambiamento superficiale, frequente, stagnante nei polmoni a causa della tosse soppressa. Dal 7 ° all'8 ° giorno si formano segni di scompenso: sordità di toni cardiaci, ipotensione, aritmie; nei polmoni si formano infiammatori e gravi cambiamenti stagnanti. Aumenta l'insufficienza respiratoria e cardiaca, l'acidosi e l'ipossia, che possono portare alla paralisi del cuore o alla respirazione. Le complicazioni, ovviamente, si sviluppano, ma con una forma moderata non hanno un carattere fatale.

In forma grave, il periodo prodromico è di 24-48 ore, dopodiché l'intero complesso sintomatologico sopra descritto si sviluppa rapidamente. Le convulsioni eteriche sono pronunciate, la loro durata aumenta a 1-5 minuti, ogni ora e anche 3-5 volte all'ora. Le complicazioni da polmoni e cuore si sviluppano rapidamente e più pesante rispetto alla forma medio-pesante. La letalità aumenta a causa dell'asfissia, dello sviluppo di atelettasia, della paralisi del cuore e della respirazione.

Con una forma molto severa del periodo prodromico da poche ore a un giorno, a volte il tetano si sviluppa rapidamente come un fulmine, senza un prodromo. Insufficienza cardiaca e polmonare si sviluppa in un giorno. I crampi aetanici sono quasi costanti, molto potenti, che spesso portano allo sviluppo di fratture delle ossa e rotture muscolari. La letalità è quasi del 100%.

Forme clinica ascendenti del tetano differisce lesione iniziale dei muscoli periferici delle estremità ad espansione graduale zona eccitabilità e convulsioni, fino a raggiungere le radici dei centri del midollo spinale e del motore. Quindi si forma la clinica di una tipica forma discendente. Va notato che il periodo prodromico è più lungo fino a 2-4 settimane, procede in modo più favorevole, la sindrome convulsiva non si esprime in modo netto, sono rari, brevi, quasi mai opistotono e paralisi dei muscoli respiratori.

Il tetano leggero (locale) è raro, il periodo prodromico è lungo, la ferita ha il tempo di guarire. Ma improvvisamente ci sono spasmi convulsivi (fibrillazione) nell'area della prima ferita, e poi anche convulsioni toniche con dolori raspiruyuschimi, le convulsioni tetaniche non sono annotate. Il processo cattura: di solito un segmento dell'arto. I sintomi assomigliano alla miosite, ma a differenza di questo, il tetano e i crampi si intensificano con il tetano quando vengono esposti a stimoli esterni (luce, suono) senza toccare il sito della lesione, cosa che non accade con la miosite. Nella pratica neurologica può verificarsi il tetano paralitico facciale di Rosa. Insieme con il trisma sul lato colpito si sviluppa la paralisi dei muscoli del viso, e talvolta il bulbo oculare, e sul lato opposto la tensione muscolare del viso e il restringimento del gap oculare. In effetti, si forma un sorriso sardonico unilaterale. Somiglia in qualche modo alla manifestazione della neurite del nervo facciale, ma non è caratterizzata da trisma e tensione muscolare sul lato opposto.

Il recupero e lo sviluppo inverso del processo avviene lentamente, spesso entro 2-4 settimane. Dal decimo al quattordicesimo giorno, le convulsioni tetaniche sono indebolite dalla frequenza di occorrenza e intensità, e dal 17-18esimo giorno cessano completamente. Da questo momento inizia il periodo di convalescenza e vengono fuori le manifestazioni di complicazioni del tetano. Le convulsioni toniche durano fino a 22-27 giorni, principalmente nei muscoli addominali, nei muscoli gastrocnemio e nella schiena. Il trisma di solito dura fino al 30 ° giorno, e forse anche di più. Il ripristino dell'attività cardiaca si verifica solo verso la fine del secondo mese dall'inizio della malattia, l'intero periodo di convalescenza rimane tachicardia e ipotensione. Complicanze del tetano

Complicanze specifiche, caratteristiche solo per il tetano, no. Tutti sono determinati dall'intensità e dalla durata della sindrome convulsiva e dalla sconfitta dei muscoli respiratori. Violazione della funzione respiratoria e il riflesso della tosse conduce in primo luogo allo sviluppo di numero di complicazioni polmonari del paziente: broncopolmonite, polmonite congestizia, edema polmonare e atelettasia con l'occlusione delle vie aeree. In questo contesto, possono svilupparsi complicazioni purulente, fino alla generalizzazione dell'infezione sotto forma di sepsi, che è una delle cause delle morti. Disturbi nella ventilazione e nello scambio di gas formano lo sviluppo dell'ipossia, prima respiratoria, e poi l'acidosi metabolica con alterazioni dei processi metabolici in tutti gli organi e tessuti, principalmente cervello, cuore, fegato e reni. L'encefalopatia ipossica si forma con una violazione della regolazione centrale della funzione degli organi interni. Lo sviluppo della sindrome epatorenale è causato non solo da disturbi metabolici, ma anche da difficoltà a urinare a causa di uno spasmo del pavimento pelvico. Tutto ciò porta a una violazione dell'attività cardiaca. Il sistema molto conduttore del cuore non soffre, ma si formano cardiopatia ipossica e insufficienza cardiaca congestizia.

Le conseguenze di gravi attacchi tetanici possono essere rotture muscolari, più spesso muscoli laeo-lombari e della parete addominale, dislocazioni, raramente fratture delle ossa. L'istone può portare a deformità di compressione della colonna vertebrale toracica (tetanokiphos), soprattutto nei bambini. Il restauro della struttura delle vertebre avviene entro 1-2 anni, o si formano varie forme di osteocondropatia (nei bambini, lo Sheyermann-Mau, la malattia di Kehler è più comune). Dopo il recupero, l'ipertrofia muscolare, la contrattura dei muscoli e delle articolazioni, si formano spesso paralisi di III, VI, VII coppie di nervi cranici, che complicano notevolmente la riabilitazione del paziente.

Neonato tetano

Infezione tetano neonatale si verifica principalmente durante il parto è un istituto medico quando vengono prese da persone che non hanno alcuna formazione medica in condizioni antigieniche e legatura del cordone ombelicale è fatto oggetti non sterili (taglio sporca con le forbici, un coltello, e legano il solito filo grezzo).

Il periodo di incubazione è breve, 3-8 giorni, in tutti i casi si sviluppa una forma generalizzata grave o molto grave. Il periodo prodromico è molto breve, fino a 24 ore. Il bambino rifiuta di succhiare il seno a causa del trisma e della disfagia, piangendo. Ben presto si uniscono potenti convulsioni toniche e tetaniche, accompagnate da un grido acuto, lo scarico involontario di urina e feci, il tremore del labbro inferiore, il mento e la lingua. Il trisma può non essere espresso a causa della debolezza della muscolatura, ma un sintomo obbligatorio è il blefarospasmo (occhi strettamente schiacciati). Nel periodo delle convulsioni, si osserva spesso laringospasmo con asfissia, che spesso porta alla morte.

La comparsa del caratteristico bambino, è cianotica, tutti i muscoli del corpo si tese, la testa gettata all'indietro, il volto congelato, con la fronte rugosa e strinse gli occhi, la bocca chiusa, le labbra tese, gli angoli sono omessi, nettamente delineato pieghe naso-labiali. Maniglie piegate ai gomiti e pressato per il corpo, le mani strette a pugno, le gambe piegate le ginocchia, incrociate. La temperatura corporea è spesso aumentata, ma potrebbe esserci ipotermia.

La mortalità è molto alta - dall'80 al 100%, solo un trattamento tempestivo e di alta qualità consente di ridurre il tasso di mortalità infantile al 50%. La rigidità dura 2-4 settimane e la successiva convalescenza dura 1-2 mesi. La rapida riduzione della rigidità muscolare è un segno prognostico molto sfavorevole e indica un'aumentata ipossia.

Il tetano del cervello, l'infezione da tetano del cervello e dei nervi cranici è una forma di tetano localizzato. Molto spesso, quest'ultimo si verifica nei bambini e può manifestarsi come otite media cronica. La malattia più comune si verifica in Africa e in India. Nel processo patologico, tutti i nervi cranici, specialmente la settima coppia, possono essere coinvolti. Il tetano del cervello può passare in generale.

L'insufficienza respiratoria acuta è la causa più comune di morte. Lo spasmo della glottide, così come la rigidità e lo spasmo dei muscoli della parete addominale anteriore, del torace e del diaframma portano all'asfissia. L'ipossiemia può anche causare l'arresto cardiaco e lo spasmo faringeo porta all'aspirazione dei contenuti orali, che successivamente causano la polmonite, che contribuisce allo sviluppo della morte ipossiemica.

Come viene diagnosticato il tetano?

La diagnosi di tetano si basa clinicamente su un quadro clinico caratteristico. Dall'inizio del trattamento, non esitano, poiché i dati delle ricerche di laboratorio arriveranno almeno 2 settimane dopo. Ma è necessario confermare la diagnosi legalmente. Il recinto del materiale è costituito da ferite, fuochi d'infiammazione e sangue, osservando tutte le regole dell'attività anaerobica. Il materiale viene posto in mezzo nutriente (brodo di focolaio aperto o brodo Legra-Ramona) sotto uno strato di olio vegetale. Le colture sono fatte e al 2 °, 4 °, 6 ° e 10 ° giorno viene prodotta la microscopia delle colture. Il rilevamento di barre Gram-positive con spore terminali rotonde non conferma ancora la loro appartenenza al tetano, è necessario identificare la tossina. Per fare ciò, in condizioni sterili, una parte della coltura viene prelevata dalla semina e 3 diluita con parti di soluzione salina, lasciata per 1 ora a precipitare particelle grandi. Il supernatante in un volume di 1-2 ml viene aggiunto a 50 ml di terreno contenente il solfato di micelina e la polimixina, per sopprimere la microflora gram-negativa. Quindi, iniezione per via intramuscolare o topi (0,5 ml) o porcellini d'India (3 ml). La comparsa di segni di tetano negli animali 5 giorni dopo l'iniezione indica la presenza di tetanospasmina.

Cosa c'è da esaminare?

Come viene trattato il tetano?

La mortalità dal tetano nel mondo è del 50%. 15-60% negli adulti e 80-90% nei bambini, anche durante il trattamento. La più alta mortalità si verifica in gruppi di età estreme, così come tra i consumatori di droghe per via endovenosa. La prognosi peggiora con un breve periodo di incubazione e una rapida progressione dei sintomi, nonché con l'inizio ritardato del trattamento. Il decorso della malattia ha la tendenza ad essere moderato in quei casi in cui non vi è un evidente focus di infezione. Il trattamento per il tetano richiede una ventilazione adeguata. Ulteriori modalità di trattamento includono la nomina di un'immunoglobulina umana per neutralizzare la tossina non legata, impedendo l'ulteriore formazione della tossina, sedazione, spasmi muscolari controllo e ipertono, l'equilibrio dei fluidi e l'infezione interkurrentnoi, così come il supporto continuo.

Trattamento del tetano: principi di base

Il paziente dovrebbe stare in una stanza tranquilla. Tutti gli effetti terapeutici devono essere conformi a 3 principi di base:

  • prevenzione di ulteriore rilascio di tossina. Quest'ultimo si ottiene mediante la pulizia chirurgica della ferita e la nomina del metronidazolo alla dose di 500 mg per via endovenosa ogni 6-8 ore;
  • neutralizzare la tossina fuori dal sistema nervoso centrale. A questo scopo sono prescritti l'immunoglobulina umana del tetano e il tossoide del tetano. Le iniezioni dovrebbero essere effettuate in varie parti del corpo, evitando così la neutralizzazione dell'antitossina;
  • minimizzare gli effetti della tossina, che è già penetrata nel sistema nervoso centrale.

Trattamento di una ferita

Poiché il tessuto contaminato e morto contribuisce alla crescita di C. Tetani, è necessario eseguire un'accurata pulizia chirurgica della ferita, in particolare per ferite da taglio profonde. Gli antibiotici non possono servire come sostituto per il trattamento chirurgico approfondito e l'immunizzazione passiva.

Antitossina

L'efficacia dell'uso di antitossina umana dipende dalla quantità di tossina già associata alle membrane sinaptiche, poiché solo una frazione libera della tossina può essere neutralizzata. L'immunoglobulina umana per adulti è prescritta alla dose di 3000 unità IM / m 1 volta. Un grande volume può essere diviso e assegnato a diverse parti del corpo. La dose di immunoglobulina può variare da 1.500 a 10.000 unità, a seconda della gravità della ferita. L'antitossina di origine animale è significativamente meno preferita. Quest'ultimo è spiegato dal fatto che è difficile ottenere un'adeguata concentrazione di antitossina nel siero del paziente, oltre al rischio di sviluppare malattia da siero. Quando si utilizza il siero di cavallo, la dose di antitossina deve essere di 50.000 unità per via intramuscolare o endovenosa. Se necessario, è possibile iniettare un'immunoglobulina nel sito della ferita, ma questa iniezione non è efficace quanto il corretto spurgo chirurgico.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8], [9], [10]

Trattamento dello spasmo muscolare

Per controllare la rigidità e gli spasmi, le benzodiazepine sono una prescrizione standard. Questi farmaci bloccano la cattura inversa dell'acido alfa-amminobutirrico (AABK) del neurotrasmettitore inibitorio endogeno sul recettore AABK. Il diazepam può aiutare a controllare gli spasmi, ridurre la rigidità e portare alla sedazione desiderata. La dose di diazepam varia e richiede un'attenta titolazione e un monitoraggio della risposta del paziente. I casi più acuti possono richiedere una dose di 10-20 mg per via endovenosa ogni 3 ore (non superiore a 5 mg / kg). Per la prevenzione delle convulsioni nei casi meno gravi di malattia, la dose di diazepam è di 5-10 mg per via orale ogni 2-4 ore. La dose per i bambini oltre i 30 giorni è 1-2 mg per via endovenosa lentamente, con somministrazione ripetuta, se necessario, dopo 3-4 ore. I bambini piccoli ricevono diazepina alla dose di 0,1-0,8 mg / kg / die a 0,1-0,3 mg / kg ogni 4-8 ore. I bambini di età superiore a 5 anni, il farmaco viene prescritto in una dose di 5-10 mg / kg per via endovenosa ogni 3-4 ore. Gli adulti ricevono da 5-10 mg per via orale ogni 4-6 ore a 40 mg all'ora per flebo endovenoso. Nonostante il diazepam sia il midazolam solubile in acqua più ampiamente usato (dose per adulti 0,1-0,3 mg / kg / ora nelle infusioni, la dose per i bambini è 0,06-0,15 mg / kg / ora nelle infusioni) è più preferibile per la terapia a lungo termine. L'uso di midazolam elimina il rischio di sviluppare acidosi lattica da glicole propilenico (un solvente necessario per la preparazione di diazepam e lorazepam). Inoltre, quando viene utilizzato, non vi è il cumulo di metaboliti a lunga durata d'azione e, di conseguenza, il coma.

Quando si usano le benzodiazepine, gli spasmi riflessi non possono essere eliminati. In questo caso, può essere necessario un blocco neuromuscolare per una respirazione efficace. Per raggiungere quest'ultimo, il bromuro di vecuronio viene utilizzato a una dose di 0,1 mg / kg per via endovenosa e altri preparati paralitici e ventilazione meccanica dei polmoni. Può essere usato anche il bromuro di pancreas, ma questo farmaco può peggiorare l'instabilità autonomica. Il bromuro di vecuronio non ha un effetto collaterale sul sistema cardiovascolare, ma è un farmaco a breve durata d'azione. Vengono anche usati farmaci ad azione prolungata (per esempio, pipecuronium e rocuronio), tuttavia non sono stati condotti studi clinici comparativi randomizzati con questi farmaci.

Il baclofene intracircuito (agonista del recettore AABA) è efficace, ma questo farmaco non ha una marcata superiorità delle benzodiazepine. È prescritto da infusione continua. La dose efficace varia da 20 a 2000 mg / die. Inizialmente, viene data una dose di prova di 50 mg, se la risposta è inadeguata, dopo 24 ore vengono prescritti 75 mg, se dopo di ciò la reazione desiderata non è, dopo altre 24 ore, vengono prescritti 100 mg del farmaco. Le persone che non rispondono ad una dose di 100 mg non possono essere candidate per l'infusione continua del farmaco. I potenziali effetti collaterali derivanti dalla somministrazione del farmaco sono il coma e la depressione respiratoria, che richiede la ventilazione meccanica dei polmoni.

Dantrolene (dose di carico di 1-1,5 mg / kg per via endovenosa, seguita da infusione endovenosa di 0,5-1 mg / kg ogni 4-6 ore per meno di 25 giorni) rimuove la spasticità muscolare. Dantrolene, somministrato per via orale, può essere usato come sostituto per l'infusione di questo farmaco per 60 giorni. Epatotossicità e costi elevati limitano la possibilità di usare questo farmaco.

La morfina può essere prescritta ogni 4-6 ore per monitorare la disfunzione autonomica, in particolare quella cardiovascolare. La dose giornaliera totale è di 20-180 mg. Il blocco dei beta-adrenorecettori con farmaci a lunga durata d'azione, come il propranololo, non è raccomandato. La morte cardiaca improvvisa è uno dei tratti del tetano e pertanto la nomina dei beta-bloccanti può aumentare il rischio di insorgenza. Qualunque cosa fosse, Esmolol, che è un blocco a breve durata d'azione, è stato usato con successo. Usi anche atropine in dosi alte; il blocco del sistema nervoso parasimpatico riduce significativamente la sudorazione e la formazione di segreti. Ci sono state segnalazioni di un tasso di mortalità più basso con clonidina rispetto agli schemi convenzionali.

Scopo del solfato di magnesio a dosi che hanno raggiunto la concentrazione sierica di 4-8 mEq / L (per esempio, bolo 4 g, dopo di che seguita 2-3 g / h) ha un effetto stabilizzante ed elimina l'effetto della stimolazione catecolamine. Per valutare il sovradosaggio, viene esaminato lo strappo del ginocchio. Il volume respiratorio può soffrire e pertanto il trattamento deve essere effettuato in reparti in cui vi è la possibilità di mantenere il supporto del ventilatore.

Scopo piridossina (100 mg 1 volta al giorno) riduce la mortalità tra i bambini. Nuovi farmaci che possono essere utili sono sodio valproato, che transferasi blocchi AAC AAC che inibisce catabolismo, ACE inibitori, che inibiscono l'angiotensina 2, e il rilascio di noradrenalina dalle terminazioni nervose dexmedetomidina - recettori agonisti alfa-2-adrenergici forti, e adenosina, che elimina il rilascio di noradrenalina presinaptico e antagonizza gli effetti inotropi di catecolamine. I benefici dell'uso di glucocorticoidi non è provata, e il loro uso non è raccomandato.

Trattamento del tetano: antibiotici

Il ruolo degli antibiotici è piccolo, rispetto alla pulizia delle ferite chirurgiche e al supporto generale. Tipici antibiotici includono benzilpenicillina 6 milioni di ED per via endovenosa ogni 6 ore, doxiciclina 100 mg vagus 2 volte al giorno e metronidazolo 500 mg per via orale ogni 8 ore.

Supporto

In caso di malattia lieve o grave, il paziente deve essere intubato. La ventilazione meccanica è assolutamente necessaria nei casi in cui è necessario il blocco neuromuscolare per controllare gli spasmi muscolari che interferiscono con l'autorespirazione. La nutrizione per via endovenosa elimina il rischio di complicazioni all'aspirazione che possono derivare dall'avanzare attraverso la sonda. Dal momento che il tetano spesso sviluppa stitichezza, le feci del paziente devono essere tenute morbide. Una sonda rettale può essere utile per controllare il gonfiore dell'intestino. Con lo sviluppo della ritenzione urinaria acuta, è necessario un catetere urinario. Fisioterapia sul torace, frequente giro del paziente e tosse forzata sono necessari per prevenire la polmonite. È spesso necessario effettuare l'analgesia narcotica.

Come prevenire il tetano?

Tetano è impedito da 4 a ciclo primario di immunizzazione contro la malattia, dopo che seguiva una dose di richiamo ogni 10 anni con adsorbito (immunizzazione primaria) e liquido (per iniezioni di richiamo) tossoide sono metodo più preferito di prevenzione, piuttosto che l'assegnazione di antitossine nel trauma. Tossina del tetano può essere somministrato da solo, in combinazione con la tossina difterica (sia in bambini e adulti), e anche in combinazione con i componenti della difterite e pertosse (DTP). Per mantenere l'immunità, gli adulti hanno bisogno di dosi di richiamo ogni 10 anni. Vaccinazione contro il tetano a neimunizirovannyh o donne incinte immunizzate inadeguato costituisce sia l'immunità attiva e passiva nel feto, e pertanto dovrebbe essere assegnato. Si svolge all'età gestazionale di 5-6 mesi e una dose di richiamo viene somministrata entro il periodo di gestazione di 8 mesi. Immunità passiva si sviluppa nella tossoide madre appuntamento in età gestazionale inferiore a 6 mesi.

Dopo il trauma, la vaccinazione contro il tetano dipende dalla natura della lesione e dalla storia della vaccinazione. Può anche essere prescritta un'immunoglobulina antitetanica. I pazienti precedentemente non vaccinati ricevono 2 e 3 dosi del toxoide ad intervalli di 1 mese.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.