^

Salute

A
A
A

Degenerazione grassa del fegato

 
, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Steatosi epatica - sinonimi: steatosi, fegato grasso, grassi, lipodistrofia - una malattia del fegato che si caratterizza per deposizione focale o diffuso di grasso nelle cellule epatiche. È considerato una patologia comune, spesso non causa alcun sintomo. In alcuni casi, manifesta un processo infiammatorio con l'ulteriore sviluppo di cirrosi e segni di insufficienza epatica.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8], [9], [10], [11], [12], [13]

Cause della malattia del fegato grasso

Una piccola quantità di cellule adipose è presente nel tessuto epatico in tutte le persone sane. La loro quota è di circa il 5%. La distrofia grassa parla nel caso in cui tale percentuale faccia più di 10. Alla patologia iniziata la quantità di grasso può fare 50 e più percento.

Per quello che sta succedendo? Le ragioni possono essere molte, e qui ce ne sono alcune.

  1. Intossicazione epatica prolungata:
  • a causa dell'eccessiva assunzione di bevande alcoliche (la cosiddetta steatosi alcolica);
  • a causa dell'uso prolungato di farmaci, ad esempio, farmaci ormonali, chemioterapia, antibiotici, farmaci anti-tubercolosi.
  1. Processi di scambio interrotti:
  • iperfunzione della corteccia surrenale;
  • malattia della tiroide;
  • diabete mellito;
  • l'obesità.
  1. Cibo sbagliato:
  • mania eccessiva per cibi grassi e dolci, che è un carico pesante sul fegato;
  • una forma cronica del processo infiammatorio nel pancreas o nell'intestino;
  • dieta irregolare, diete severe e severe, assunzione insufficiente di proteine, vitamine e sostanze minerali;
  • pasti rari e piccoli;
  • eccesso di cibo regolare.
  1. Assunzione insufficiente di ossigeno nei tessuti del corpo, che può verificarsi in patologie del tratto respiratorio o malattie cardiovascolari.

La patogenesi dello sviluppo della malattia può procedere in modi diversi. Quindi, le cause eziologiche della malattia possono essere due.

In primo luogo, i grassi possono accumularsi nel fegato con la loro maggiore assunzione nel corpo:

  • a causa dell'eccesso di grassi nel cibo;
  • a causa di un eccesso di carboidrati nel cibo (i carboidrati stimolano la formazione di acidi grassi);
  • a causa di un aumento del consumo di glucosio nel fegato, che fa sì che il corpo prelevi i depositi di grasso dal deposito e li conservi nei tessuti del fegato;
  • a causa della sotto-ossidazione dei grassi, che può essere osservata nei disturbi del metabolismo, anemia;
  • a causa dell'aumentata produzione di somatotropina, che si verifica nei casi di malattie ipofisarie, con traumi craniocerebrali o in pazienti con diabete mellito.

In secondo luogo, in alcuni casi, il grasso non lascia il fegato:

  • con una carenza di proteine di trasporto che contribuiscono alla rimozione del grasso in eccesso (negli alcolisti cronici, con una carenza di proteine nel corpo);
  • con una predisposizione ereditaria a sintesi insufficiente di proteine;
  • con danni cronici da sostanze tossiche (in alcolizzati, tossicodipendenti, in presenza di malattie maligne).

trusted-source[14], [15], [16], [17], [18], [19], [20], [21], [22]

I sintomi del fegato grasso

Il problema è che la malattia non si rivela da molto tempo. Ad esempio, nelle fasi iniziali, quando il grasso inizia ad accumularsi nel tessuto epatico, non vi è evidenza di degenerazione grassa.

Nella seconda fase dello sviluppo della patologia, i "punti" grossi diventano più grandi, sono inclini alla fusione, il che porta alla necrosi degli stessi epatociti. Solo da questo momento iniziano a comparire i primi segni della malattia:

  • sensazione di debolezza;
  • a volte - attacchi di nausea;
  • sensazione di pesantezza nella proiezione del fegato;
  • aumento di gas;
  • la comparsa di avversione ai cibi grassi;
  • pesantezza nell'addome;
  • dolore nell'ipocondrio destro senza alcuna ragione apparente.

Nella terza fase, che è considerata un precursore della cirrosi, inizia il processo di distruzione del tessuto epatico. Invece, cresce tessuto connettivo, che porta a compromissione della funzionalità epatica e alterata produzione biliare. In questo periodo, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • ingiallimento dell'occhio sclera;
  • ingiallimento della pelle;
  • attacchi di non solo nausea, ma anche vomito;
  • la comparsa di eruzioni cutanee.

Inoltre, vi è una diminuzione generale dell'immunità, che può innescare l'attacco di malattie infettive e catarrale.

Degenerazione adiposa acuta del fegato delle donne in gravidanza

La distrofia acuta del fegato grasso in donne in gravidanza è una delle complicanze più gravi che possono insorgere durante il processo di gestazione. Fortunatamente, una tale malattia si verifica molto raramente.

Le seguenti condizioni di una donna incinta possono portare allo sviluppo della malattia:

  • uno stato di vomito indomabile;
  • epatosi con colestasi;
  • gestosi con sindrome epato-renale;
  • forma acuta di epatite grassa.

I primi sintomi di patologia si verificano anche nel periodo da 30 a 38 settimane di gestazione, in rari casi - prima. Inizialmente, c'è una sensazione di debolezza, letargia, con nausea e vomito ripetuti, dolore all'addome. Dopo un po 'il bruciore di stomaco si unisce, l'area dell'esofago diventa dolorosa, specialmente quando ingerita - questo è dovuto alla formazione di ulcere sulla superficie del tubo esofageo.

Nella fase successiva appare l'ittero, il vomito diventa marrone. Spesso c'è un accumulo di liquido nella cavità addominale, anemia.

Il medico in questa situazione dovrebbe orientarsi nel tempo e distinguere l'inizio dello sviluppo della degenerazione grassa acuta da malattie infettive dell'apparato digerente. Una diagnosi accurata determina in larga misura l'ulteriore esito della malattia, poiché non sono in gioco solo la salute, ma anche la vita della futura madre e del suo bambino.

trusted-source[23], [24], [25], [26], [27], [28], [29], [30]

Dove ti fa male?

Forma

Con la progressione della malattia nel fegato, vari cambiamenti strutturali si verificano nei tessuti. Questo ci permette di suddividere condizionalmente la patologia in diverse forme di flusso:

  • La distrofia focale disseminata del fegato è una patologia in cui i punti grassi si trovano a poco a poco su diverse parti dell'organo epatico. Di solito questa forma non è caratterizzata da alcun sintomo.
  • La degenerazione grassa disseminata espressa del fegato è una forma della malattia, quando le inclusioni di grasso sono molte e localizzate in tutto il corpo. Possono apparire i primi segni della malattia.
  • La distrofia della zona è una forma di distrofia, in cui punti di grasso possono essere trovati in alcuni lobi (zone) del fegato.
  • Degenerazione grassa diffusa del fegato - una patologia, quando vi è un riempimento uniforme del grasso dell'intero lobo epatico. Sintomatico in questa forma è già abbastanza pronunciato.
  • La degenerazione grassa alcolica del fegato può avvenire in una forma speciale rara chiamata sindrome di Zieva. Questo modulo è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:
    • i sintomi appaiono bruscamente e sono pronunciati brillantemente;
    • un esame del sangue indica un aumento della bilirubina (una sostanza della bile gialla formata da eritrociti);
    • aumenta il livello di colesterolo nel sangue;
    • aumenta la quantità di trigliceridi (cibi grassi che danneggiano i piccoli capillari);
    • la quantità di emoglobina (dovuta alla distruzione di massa degli eritrociti a causa della crescente carenza di tocoferolo, che si forma e si accumula negli epatociti) diminuisce notevolmente.

Inoltre, a seconda della forma, riversano la distrofia acuta e cronica.

  • In steatosi epatica cronica nel citoplasma delle cellule epatiche accumulare minuscole goccioline di grasso, che fondono gradualmente in gocce più grandi, o un grande vacuolo che riempie completamente e citoplasma al bordo polarizzazione nucleo cellulare. Quando la maggior parte del tessuto epatico è danneggiato, viene stabilita una diagnosi di "epatite grassa". Questa condizione è caratterizzata dal fatto che le cellule del fegato, riempite con una grande quantità di grasso, sono esplose con la formazione di cisti grasse.
  • La degenerazione grassa acuta del fegato è caratterizzata da un rapido sviluppo, da sintomi in rapida crescita, che spesso si trasformano in cirrosi o in altre patologie epatiche complesse. Tale malattia è solitamente dovuta a grave epatite, intossicazione profonda del corpo (ad es. Avvelenamento da funghi o cloroformio), alcolismo. I sintomi di forma acuta sono sempre pronunciati: un aumento delle dimensioni del fegato, grandi fluttuazioni di temperatura in una direzione o nell'altra, condizioni convulsive e deliranti, sanguinamento. La condizione dei pazienti è solitamente grave e richiede immediata attenzione medica specializzata.

trusted-source[31], [32], [33], [34], [35], [36], [37]

Diagnosi della malattia del fegato grasso

  • Raccolta di reclami, interrogando il paziente sui sintomi della malattia.
  • Interrogazione del paziente sul suo modo di vivere, sulla presenza di cattive abitudini, su altre malattie concomitanti.
  • Esame del paziente, palpazione della regione dello stomaco e del fegato, toccando l'area del fegato e della milza.

Condurre studi di laboratorio:

  • analisi del sangue generale (eritrocitopenia, emoglobinemia, trombocitopenia, anemia, leucocitosi);
  • biochimica del sangue (valutazione della capacità funzionale del pancreas, cistifellea);
  • analisi delle conseguenze dell'alcolismo (livello di immunoglobuline, misurazione del volume medio degli eritrociti, livello di transferrina, ecc.);
  • Valutazione del contenuto dei marcatori per patologie epatiche virali;
  • esame generale di urina;
  • analisi delle feci.

Esecuzione di procedure diagnostiche strumentali:

  • Scansione ad ultrasuoni degli organi addominali, valutazione delle frontiere esterne e stato generale dell'organo epatico;
  • metodo dell'esofagogastroduodenoscopia - esame endoscopico dell'apparato digerente;
  • puntura del fegato per biopsia e ulteriore esame istologico (rimozione di un campione di tessuto epatico per analisi);
  • metodo della tomografia computerizzata - ottenendo fotografie a raggi X di strato per strato del fegato;
  • metodo di imaging a risonanza magnetica;
  • metodo di elastografia - analisi ad ultrasuoni per valutare la profondità della fibrosi epatica;
  • il metodo di colangiografia retrograda è la procedura per ottenere immagini a raggi X dopo l'introduzione di un mezzo di contrasto nel sistema biliare (di solito prescritto per la colestasi). •

Ulteriori consultazioni di specialisti di un profilo medico stretto - questo può essere un gastroenterologo, un narcologo, un chirurgo, ecc.

trusted-source[38], [39], [40], [41], [42], [43]

Cosa c'è da esaminare?

Chi contattare?

Trattamento della malattia del fegato grasso

Non è presente un regime di trattamento speciale in quanto tale con fegato grasso. Le misure terapeutiche prevedono l'esclusione dei fattori provocatori e la stabilizzazione dei processi metabolici, il ripristino del tessuto epatico e l'eliminazione degli effetti tossici sugli epatociti. In combinazione con il trattamento farmacologico, al paziente viene spiegata la necessità di condurre uno stile di vita sano e una corretta alimentazione.

Il trattamento della malattia con i farmaci viene effettuato con farmaci come stabilizzatori di membrana e antiossidanti. I preparativi per la malattia del fegato grasso possono essere suddivisi in diversi gruppi:

  1. Mezzi costituiti da fosfolipidi essenziali, ad esempio un farmaco a base di fosfatodietanolcolina, che è in grado di creare protezione per le cellule del fegato. Queste medicine includono Essentiale, Hepabos, Essley, ecc.
  2. Mezzi che si riferiscono agli acidi solfoammino (Heptral, Dibikor, ecc.);
  3. Mezzi basati su componenti vegetali (Karsil, Liv 52, estratto di carciofo, ecc.).

Heptral viene somministrato sotto forma di iniezioni, in quantità da 400 a 800 mg al giorno per 14-20 giorni. Quindi vai a 2-4 compresse al giorno.

Essentiale è preso 600 mg tre volte al giorno. Il corso non dovrebbe essere inferiore a 2-3 mesi. Dopo 20-30 giorni di trattamento, il dosaggio è leggermente ridotto, a 300 mg tre volte al giorno.

L'acido alfa-lipoico (alfa-lipone) viene somministrato per via endovenosa in quantità fino a 900 mg al giorno, per un mese. Dopo 2 settimane dall'inizio del trattamento, le infusioni possono essere sostituite con una somministrazione orale a 600 mg / die.

Il carciofo - Hofitol - ha un effetto coleretico ed epatoprotettivo, normalizza il metabolismo. Hofitol nomina 3 compresse tre volte al giorno prima dei pasti. Durata della terapia - fino a 1 mese.

Preparazione Liv 52 prende 1-2 cucchiaini. Due volte al giorno, o in forma di compresse - 2-3 compresse fino a 4 volte al giorno per mezz'ora prima dei pasti.

Oltre alle medicine, vengono prescritti farmaci vitaminici come la vitamina E, l'acido ascorbico, la niacina e la vitamina B2 per ridurre l'intossicazione del fegato.

La medicina alternativa può usare con successo:

  • bastoncini di polvere e cannella - aiutano a ridurre la quantità di glucosio e colesterolo nel sangue, prevengono l'accumulo di grasso nel fegato;
  • La curcuma - un antiossidante meraviglioso, aumenta la produzione di bile, abbassa il livello di glucosio nel sangue;
  • Cardo mariano - elimina gli spasmi nella cistifellea, rimuove le sostanze tossiche, ripristina gli epatociti. Puoi prendere e farmacia con cardo mariano - è un olio vegetale, o un farmaco Gepabene pronto all'uso (nomina una capsula tre volte al giorno);
  • acetosa - aiuta a rimuovere la bile, stabilizza la sua produzione. Riduce il contenuto di grasso nel fegato.

Nutrizione per la distrofia del fegato grasso

Uno dei fattori nello sviluppo della malattia del fegato grasso è uno stile di vita sedentario combinato con l'eccesso di cibo. Pertanto, è molto importante monitorare la dieta e mantenere un peso normale. Se il paziente è obeso, allora si raccomanda di seguire una dieta (ma non rigorosa) con una perdita di peso di circa 0,5 kg a settimana. Le attività fisiche moderate sono benvenute: lezioni su una cyclette, nuoto, passeggiate.

La dieta per il fegato grasso non è solo importante: svolge un ruolo di primo piano nell'efficacia del trattamento del paziente. In istituti medici di solito prescrivere tabella dietetica №5, con l'uso di alimenti ricchi di proteine fino a 120 g al giorno, limitazione sego e una sufficiente quantità di prodotti utili al fegato - cagliata, cereali (farina d'avena grano saraceno, miglio, riso selvatico). Cibo vegetale di benvenuto: frutta e verdura, verdura, ogni tipo di cavolo.

Invece di prodotti a base di carne, si consiglia di mangiare pesce e frutti di mare. Si consiglia di evitare i cibi fritti - cuocere i piatti al vapore, far bollire o infornare, con una quantità minima di burro (è meglio sostituire l'ortaggio).

Non dovremmo dimenticare il regime di bere: in assenza di controindicazioni, dovresti bere almeno 2 litri di acqua al giorno, soprattutto al mattino.

È necessario limitare o escludere i latticini grassi: latte intero, panna acida, formaggi. Kefir a basso contenuto di grassi, latte cotto fermentato, yogurt possono essere utilizzati.

Le bevande alcoliche dovranno essere escluse completamente! Oltre all'alcool, le bevande gassate sono proibite.

Si consiglia inoltre di abbandonare dolci, pasticcini bianchi, salse e salse grasse, margarina, salsicce, carni grasse e strutto. Prova a mangiare solo cibi freschi naturali, con un minimo di zucchero.

Prevenzione

La prevenzione della malattia è relativamente semplice e include punti fondamentali come l'esclusione o la limitazione dell'accettazione di bevande alcoliche e una corretta alimentazione. I pazienti a rischio di malattia epatica devono essere vaccinati contro l'epatite.

Regolarmente è necessario sottoporsi a esami preventivi, soprattutto se ci sono sintomi sospetti come debolezza, disagio nell'ipocondrio destro, nausea e diminuzione dell'appetito. Se una persona ha notato segni di ittero, quindi visitare immediatamente un medico. Per la malattia del fegato grasso è molto importante effettuare diagnosi e trattamenti in tempo.

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta alla salute del fegato nelle persone a rischio:

  • persone che bevono alcol;
  • pazienti che hanno avuto malattie infettive virali del fegato;
  • pazienti con malattie croniche che richiedono l'assunzione costante di qualsiasi farmaco;
  • persone che lavorano in imprese pericolose;
  • Persone con predisposizione ereditaria a malattie del fegato;
  • persone che aderiscono a diete rigorose con restrizioni proteiche o sedute su diete "affamate";
  • quando ci sono elminti nel corpo.

Non ignorare i sintomi della malattia del fegato - anche se l'organo è a posto, è meglio controllarlo ancora una volta e consultare un medico.

Prospettiva

Il decorso della malattia dipende in gran parte dalla sua origine. Se non c'è processo infiammatorio e gli epatociti non sono danneggiati, la patologia nella maggior parte dei casi non è aggravata. Tuttavia, se ci sono segni di epatite, allora prima o poi la distrofia si trasforma in cirrosi epatica. Questa complicazione è più frequente nella vecchiaia, con una marcata violazione dei processi metabolici, con obesità evidente, diabete.

Con il trattamento tempestivo prescritto e l'attuazione di tutte le raccomandazioni del medico, la malattia del fegato grasso può essere reversibile. Nel tempo, il paziente sarà in grado di ritornare al modo di vivere ordinario. Ma in situazioni potenzialmente letali o quando la prescrizione di un medico viene ignorata (uso continuato di alcol, presenza di imprecisioni nella dieta, intossicazione costante del corpo), l'aspettativa di vita può essere significativamente ridotta. Con la progressione della malattia, la cirrosi del fegato si sviluppa, una persona diventa disabilitata.

trusted-source[44], [45]

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.