^

Salute

A
A
A

Linfangioleiomiomatosi (leiomiomatosi): cause, sintomi, diagnosi, trattamento

 
, Editor medico
Ultima recensione: 24.06.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La linfangioleiomiomatosi (leiomiomatosi) è una proliferazione benigna delle cellule muscolari lisce in tutte le parti del polmone, compresi il sangue polmonare e i vasi linfatici, nonché la pleura. Malattia linfangioleiomiomatosi (leiomiomatosi) - raro, si verifica esclusivamente nelle giovani donne. La ragione è sconosciuta. Si manifesta come mancanza di respiro, tosse, dolore al petto ed emottisi; pneumotorace spontaneo si sviluppa spesso.

Il sospetto della presenza della malattia è stabilito quando si analizzano le manifestazioni cliniche e i risultati della radiografia del torace e viene confermato con TC ad alta risoluzione. La prognosi non è stabilita, ma la malattia sta progredendo lentamente, e nel corso di un certo numero di anni spesso porta all'insufficienza respiratoria e alla morte. Trattamento radicale della linfangioleiomiomatosi - trapianto polmonare.

Linfangioleiomiomatosi (Leiomiomatosi) diffuse - processo patologico descritto proliferazione tumorale delle fibre muscolari lisce nel piccolo bronchi, bronchioli, pareti di sangue e vasi linfatici dei polmoni con conseguente trasformazione tessuto polmonare fine-cistica. La malattia colpisce solo le donne di età compresa tra 18 e 50 anni.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8]

Che cosa causa la linfangioleiomiomatosi?

Linfangioleiomiomatosi - malattia polmonare che colpisce solo le donne, per lo più di età compresa tra i 20 ei 40 anni. I rappresentanti della razza bianca sono nel gruppo più rischioso. Linfangioleiomiomatosi si verifica con una frequenza inferiore a 1 caso ogni 1 milione di persone, ed è caratterizzata da proliferazione anomala delle cellule muscolari lisce benigne nel torace, tra cui il parenchima polmonare, linfa e vasi sanguigni e della pleura, che porta a un cambiamento nelle strutture del polmone, enfisema e cistica progressivo declino della funzione polmonare. Descrizione della malattia è incluso nel capitolo corrente, perché i pazienti a volte erroneamente Linfangioleiomiomatosi un IBLARB diagnosi.

La causa della linfangioleomiomatosi è sconosciuta. Un'ipotesi interessante che gli ormoni sessuali femminili svolgano un ruolo nella patogenesi della malattia rimane non dimostrata. La linfangioleiomiomatosi di solito origina spontaneamente e in molti modi è simile alla sclerosi tuberosa. Linfangioleiomiomatosi si trova anche in alcuni pazienti con TC; Pertanto, è stato suggerito che si tratta di una forma speciale di TS. Mutazioni del complesso genico della sclerosi tuberosa-2 (TSC-2) sono state descritte in cellule di linfangioleiomiomatosi e in angiomiolipomi. Questi dati indicano la presenza di una delle due possibilità:

  1. La mosaicità somatica delle mutazioni TSC-2 nei polmoni e nei reni porta alla comparsa di focolai della malattia tra le cellule normali di questi tessuti (mentre è prevedibile la comparsa di singole parti della malattia);
  2. Linfangioleiomiomatosi è la diffusione del tessuto dell'angiomiolipoma nel polmone, simile a quello osservato con la sindrome da lesione metastatica benigna.

I seguenti segni patomorfologici della malattia sono caratteristici:

  • notevole densità dei polmoni, molti piccoli noduli di 0.3-0.7 cm di diametro, biancastri, pieni di liquido, si trovano subpleurici;
  • la presenza in alcune parti dei polmoni di grandi cavità aeree;
  • iperplasia dei linfonodi;
  • proliferazione diffusa delle fibre muscolari lisce nell'interstizio polmonare (interalveolare, perivascolare, peribronchiale, subpleurico, lungo i vasi linfatici);
  • cambiamenti distruttivi nelle pareti del sangue e dei vasi linfatici, le pareti dei bronchi, gli alveoli;
  • formazione di polmone "cellulare" microcistico;
  • lo sviluppo di pneumochemohylotrox in connessione con la distruzione delle pareti del sangue e dei vasi linfatici dei polmoni e la rottura delle cisti subpleuriche.

Queste manifestazioni patomorfologiche sono caratteristiche della forma diffusa della malattia.

La forma focale (leiomiomatosi) è caratterizzata dallo sviluppo nel parenchima polmonare delle formazioni tumorali - leiomioma.

Sintomi di linfangioleiomiomatosi

Manifestazioni iniziali della malattia sono mancanza di respiro e, raramente, tosse, dolori al petto e tosse con sangue. In generale, le manifestazioni sono generalmente scarse, ma alcuni pazienti possono avere rantoli bagnati e secchi. Spesso si sviluppa pneumotorace spontaneo. Ci sono anche manifestazioni di ostruzione del dotto linfatico, tra cui chilotorace, ascite chilosa e chyluria. Si pensa che il deterioramento si verifichi durante la gravidanza e, possibilmente, durante i viaggi aerei; in particolare ultima controindicato in apparenza o esacerbare le manifestazioni del sistema respiratorio; una storia di pneumotorace o emottisi e sintomi di grandi cambiamenti bollose o cistiche subpleuriche identificati nel HRCT. Angiomiolipoma renale (amartomi composto del muscolo liscio, vasi sanguigni e tessuto adiposo) trovata nel 50% dei pazienti e, anche se di solito asintomatica, può causare sanguinamento, che, con la progressione di, tipicamente manifestata come ematuria o dolore nel fianco.

Per lungo tempo la malattia è asintomatica. Nella fase espansa, i sintomi caratteristici della linfangioleiomiomatosi sono:

  • mancanza di respiro, dapprima si preoccupa solo di uno sforzo fisico, poi diventa permanente;
  • dolori al petto, peggio con la respirazione;
  • emottisi (sintomo instabile);
  • pneumotorace spontaneo ricorrente - si verifica in 1 / 3-1 / 2 pazienti hanno manifestato un improvviso dolore intenso al petto, mancanza di respiro, mancanza di respirazione vescicolare e timpanica suono ombra di percussione sul lato interessato;
  • chilotorace - un ammasso di liquido chiloico nella cavità pleurica (su uno o entrambi i lati). Con lo sviluppo del chilotorace, la mancanza di respiro aumenta, durante le percussioni appare un intenso suono smussato sull'area di versamento, non c'è respiro in questo luogo; Liquido Chilious si accumula di nuovo dopo la sua rimozione. È caratteristico che lo sviluppo di pnevo e chilotorace coincida con le mestruazioni;
  • La chilopericardite e l'ascite chilosa si sviluppano mentre la malattia progredisce e la loro comparsa coincide anche con le mestruazioni;
  • sviluppo del cuore polmonare cronico (per la sintomatologia vedi "Ipertensione polmonare").

La forma focale della malattia è asintomatica e viene rilevata radiograficamente. In alcuni casi, la malattia assume un carattere sistemico: siomiomi si sviluppano nella cavità addominale, nello spazio retroperitoneale, nell'utero, nell'intestino, nei reni.

L'attivazione della malattia contribuisce alla gravidanza, al parto, all'accettazione dei contraccettivi.

Diagnosi di linfangioleomiomatosi

Il sospetto di linfangioleiomiomatosi si verifica nelle donne giovani, si lamentano della mancanza di respiro, in presenza di cambiamenti interstiziali alla luce normale o aumentato in base alla radiografia del torace, pneumotorace spontaneo, e / o versamento chiloso. La verifica della diagnosi è possibile durante una biopsia, ma prima di tutto deve essere eseguita la HRCT. La rilevazione di cisti multiple diffuse di piccole dimensioni è patognomonica per la linfangioleiomiomatosi.
 
La biopsia viene eseguita solo se ci sono dubbi sui risultati dell'HRCT. Rilevamento istologicamente proliferazione abnorme delle cellule muscolari lisce (cellule Linfangioleiomiomatosi) associati con i cambiamenti cistica, conferma la presenza della malattia.

I risultati dei test di funzionalità polmonare supportano anche la diagnosi e sono particolarmente utili nel monitoraggio della dinamica del processo. I cambiamenti tipici consistono nella comparsa di tipi di disturbi ostruttivi o misti (ostruttivi e restrittivi). I polmoni sono solitamente iperriosi, con un aumento della capacità polmonare totale (OEL) e ariosità del torace. Di solito c'è un ritardo dell'aria (aumento del volume residuo (TOE) e rapporto OO / OEL). Inoltre, PaO 2 e la diffusibilità del monossido di carbonio sono generalmente ridotte . La maggior parte dei pazienti mostra anche una diminuzione della capacità lavorativa.

trusted-source[9], [10], [11], [12]

Diagnosi di laboratorio di linfangioleomiomatosi

  1. L'analisi generale o comune di un sangue - i cambiamenti essenziali non sono presenti. Alcuni pazienti hanno eosinofilia, spesso con aumento della VES, specialmente con lo sviluppo del pneumotoracex.
  2. Analisi generale delle urine - potrebbe esserci una leggera proteinuria (sintomo aspecifico e instabile);
  3. Esame del sangue biochimico - a volte si osserva ipercolesterolemia, è possibile un aumento del livello di alfa2 e gamma globuline, aminotransferasi, lattato totale deidrogenasi e enzima di conversione dell'angiotensina.
  4. Indagine sul liquido pleurico. Il chilotorace è estremamente caratteristico per la linfangioleiomiomatosi. Il liquido pleurico ha le seguenti caratteristiche:
    • colore bianco lattiginoso;
    • la torbidità del liquido viene trattenuta dopo la centrifugazione;
    • il contenuto di trigliceridi è superiore a 110 mg%;
    • contiene chilomicri, che vengono rilevati mediante elettroforesi di lipoproteine in un gel di poliacrilamide.

Diagnosi strumentale di linfangioleiomiomatosi

  1. Esame a raggi X dei polmoni Nella forma diffusa della malattia, i segni caratteristici dei raggi X sono l'intensificazione del pattern polmonare dovuto allo sviluppo della fibrosi interstiziale e alle diffuse oscurazioni multi-focali (miliari). Più tardi, in connessione con la formazione di molte piccole cisti, appare un'immagine del "polmone cellulare".

La forma focale è caratterizzata da focolai di oscuramento da 0,5 a 1,5 cm di diametro con chiari limiti.

Con lo sviluppo del pneumotorace, il polmone compresso con aria compressa è determinato, con lo sviluppo del chilotorace, un'intensa ombra omogenea (dovuta all'effusione) con un bordo superiore obliquo.

  1. La tomografia computerizzata dei polmoni rivela gli stessi cambiamenti, ma molto prima, incluse le formazioni cistiche e bollose.
  2. Indagine sulla capacità di ventilazione dei polmoni. Aumento caratteristico del volume residuo dei polmoni dovuto alla formazione di un certo numero di cisti. La maggior parte dei pazienti ha anche un tipo ostruttivo di insufficienza respiratoria (diminuzione del FEV1). Con il progredire della malattia, si associa anche insufficienza respiratoria restrittiva (diminuzione del GEL).
  3. Indagine sui gas del sangue. Poiché lo sviluppo dell'insufficienza respiratoria origina l'ipossiemia arteriosa, la tensione parziale dell'ossigeno diminuisce, specialmente dopo lo sforzo fisico.
  4. ECG. Con il progredire della malattia, vengono rivelati segni di ipertrofia miocardica dell'atrio destro e del ventricolo destro (vedere "Ipertensione polmonare").
  5. Biopsia polmonare. Uno studio della biopsia del tessuto polmonare viene eseguito per verificare la diagnosi. Solo una biopsia polmonare a cielo aperto è informativa. La biopsia rivela la diffusa proliferazione delle fibre muscolari lisce nell'interstizio polmonare.

Il programma d'esame per linfangioleiomiomatosi

  1. Esami del sangue comuni, test delle urine.
  2. Esame del sangue biochimico - determinazione di colesterolo, trigliceridi, proteine totali, frazioni proteiche, bilirubina, transaminasi.
  3. Esame a raggi X dei polmoni
  4. Indagine sul liquido pleurico - valutazione del colore, trasparenza, densità, citologia, analisi biochimica (determinazione di colesterolo, trigliceridi, glucosio).
  5. ECG.
  6. Ultrasuoni della cavità addominale e dei reni.
  7. Biopsia polmonare aperta seguita da esame istologico di campioni bioptici.

Cosa c'è da esaminare?

Quali test sono necessari?

Trattamento della linfangioleiomiomatosi

Il trattamento standard della linfangiomiomiomatosi è il trapianto di polmone, ma la malattia può ripresentarsi nel trapianto. Terapie alternative, in particolare la terapia ormonale con progestinici, tamoxifene e ovariectomia, nella maggior parte dei casi sono inefficaci. Il pneumotorace può anche essere un problema, poiché può spesso ripetersi, essere bilaterale e insensibile alla terapia standard. Il pneumotorace ripetuto richiede la decorticazione del polmone, la pleurodesi (talco o altre sostanze) o la pleurrectomia. Negli Stati Uniti, i pazienti possono ricevere supporto psicologico nella Fondazione Lymphangioleiomyomatosis.

Che prognosi ha la linfangioleiomiomatosi?

La linfangioleiomiomatosi non ha una prognosi chiara, in considerazione dell'estrema rarità della malattia e della considerevole variabilità dello stato clinico dei pazienti con linfangioleiomiomatosi. In generale, la malattia sta progredendo lentamente, portando in definitiva all'insufficienza respiratoria e alla morte, ma l'aspettativa di vita varia ampiamente secondo varie fonti. I pazienti devono essere consapevoli che la progressione della malattia può accelerare durante la gravidanza. La sopravvivenza mediana è di circa 8 anni dalla data della diagnosi.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.