^

Salute

A
A
A

Studi citologici sulle perdite vaginali

 
, Editor medico
Ultima recensione: 17.06.2019
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il metodo di indagine citologico è uno dei principali metodi di diagnosi delle malattie pre-tumorali e maligne dell'apparato riproduttivo femminile.

L'esame citologico è soggetto a tutte le donne con un obiettivo preventivo almeno una volta ogni 6 mesi, i pazienti del dispensario - una volta ogni 3 mesi; un ruolo importante è svolto da questo metodo di esame, prima di tutto in gruppi con un aumentato rischio di morbilità.

Per la citologia cervicale materiale di studio deve essere assunto dal esocervice e canale cervicale con l'aiuto di pinze anatomiche, cucchiaio Volkmann, sonda scanalato, un metallo speciale Ayre spatola, piatti di legno. Il materiale viene prelevato con strumenti sterili asciutti per evitare la distruzione cellulare.

È possibile esaminare strisci nativi con un microscopio a contrasto di fase o colorati con ematossilina-eosina, sottoposti a trattamento con fluorocromo.

La natura del processo patologico è riconosciuta dalle seguenti caratteristiche: le caratteristiche morfologiche delle cellule, la relazione quantitativa dei singoli gruppi cellulari, la posizione degli elementi cellulari nella preparazione.

Nel valutare i risultati di uno studio citologico, si dovrebbe tenere presente che il controllo principale della correttezza della diagnosi citologica è la conclusione istologica.

Screening dei metodi citologici

Prodotto ai fini della diagnosi precoce del cancro uterino e del cancro cervicale. La natura del processo patologico è riconosciuta sulla base delle seguenti caratteristiche: le caratteristiche morfologiche delle cellule, la relazione quantitativa dei singoli gruppi di cellule, la posizione degli elementi cellulari nella preparazione.

Striscio di Papanicolaou

Questo è un semplice test efficace per rilevare i cambiamenti nelle cellule epiteliali cervicali. Sviluppato nel 1943, inizialmente questo test è stato progettato per rilevare solo le cellule tumorali. Attualmente, questo test può rivelare patologie di fondo e precancerose della cervice. Nello studio del Pap test viene utilizzata una composizione appositamente scelta di fissativi e vernici, che consente di identificare con il massimo grado di affidabilità precocemente precancerose le malattie della cervice. Questa tecnica è standard per i paesi sviluppati in Europa e America, poiché fornisce la minor quantità di risultati falsi negativi.

Colposite ormonale

Il metodo si basa sulla definizione degli strisci vaginali dei singoli tipi cellulari di epitelio (superficiale, cheratinizzante, intermedio, parabasale e basale). Il materiale per lo studio è preso dalla volta posteriore vaginale. Nelle donne in età riproduttiva con un ciclo mestruale a due fasi in uno striscio al microscopio, solo le cellule superficiali e intermedie si trovano in diversi rapporti. Per quanto riguarda le cellule cheratinizzate e il numero totale di cellule superficiali, viene calcolato un indice cariopicnotico (KPI).

Colpositologia (esame citologico delle secrezioni vaginali)

L'esame colpocitologico della composizione cellulare degli strisci vaginali si basa sui cambiamenti ciclici nell'epitelio vaginale (cicli vaginali). Sono caratterizzati da un grado di maturazione dell'epitelio, causando uno striscio vengono determinati parabasal (ovale con un nucleo importante) e cellule intermedie (fusiformi con un citoplasma vescicolare trasparente e nucleo, cromatina avere un'immagine chiara). Degli strati più alti dell'epitelio si verificano le cellule superficiali. Queste sono grandi cellule poligonali con un nucleo non strutturato (picnotico). Appaiono alla massima crescita dell'epitelio, che si osserva quando aumenta la stimolazione dell'estrogeno dell'organismo.

Il rapporto quantitativo delle cellule nello striscio e le loro caratteristiche morfologiche sono alla base della citodiagnostica ormonale.

Metodi di ricerca.

  1. Il materiale viene prelevato dalle parti laterali della volta del terzo superiore della vagina, in quanto sono più sensibili agli effetti ormonali.
  2. Quando si fa uno striscio, non si può essere manipolati grossolanamente, poiché le cellule che si separano dalle pareti della vagina sono soggette a esame. L'inosservanza di questa regola porta al fatto che le cellule degli strati inferiori dell'epitelio entrano nello striscio, la cui presenza viene trattata come deficit ormonale.
  3. Quando si analizza lo striscio, è necessario prendere in considerazione l'età del paziente e il giorno del ciclo mestruale.
  4. 2-3 giorni prima dello studio, è necessario interrompere tutte le manipolazioni vaginali e raccomandare alla donna di astenersi dall'attività sessuale. I metodi di colorazione policromatica sono vantaggiosamente utilizzati.

Nella composizione cellulare degli strisci vaginali si distinguono quattro gradi di saturazione degli estrogeni dell'organismo.

  • Il primo tipo di striscio (la prima reazione): determina le cellule basali con nuclei grandi. Le cellule epiteliali di altri strati sono assenti. Ci possono essere leucociti. Questo tipo di striscio riflette una significativa carenza di estrogeni.
  • Il secondo tipo di striscio (la seconda reazione) - principalmente le cellule parabasali con grandi nuclei sono guardati attraverso. Tra loro possono essere singole cellule dello strato intermedio e basale. I leucociti sono singoli o assenti. L'immagine riflette il grado medio di carenza di estrogeni.
  • Il terzo tipo di striscio (la terza reazione) - è rappresentato principalmente da cellule dello strato intermedio con nuclei medi, a volte ci sono cellule superficiali. Questo tipo di striscio caratterizza una leggera carenza di estrogeni.
  • Il quarto tipo di striscio (la quarta reazione) - per lo più cellule grandi e piatte e ben definite dello strato superficiale con un piccolo nucleo (picnotico) si trova. Uno striscio testimonia una sufficiente saturazione estrogenica.

I seguenti indici sono calcolati:

  1. indice di maturazione (IS, indice numerico) - rapporto percentuale tra cellule superficiali, intermedie e parabasali. È scritto come segue: 2/90/8, il che significa che il 2% di parabasale, il 90% di intermedio e l'8% di cellule superficiali sono presenti nello striscio di prova;
  2. indice cariopicnotico (CI) - la percentuale di cellule superficiali con nuclei picnotici (meno di 6 μm di diametro) in cellule con nuclei vescicolari (nonpicnotici) con diametro superiore a 6 μm. Caratterizza la saturazione estrogenica del corpo, dal momento che solo gli ormoni estrogenici causano cambiamenti proliferativi nella mucosa della vagina;
  3. indice eosinofilo (EI) - percentuale di cellule superficiali con citoplasma macchiato eosinofilo a cellule con citoplasma basofilo. Caratterizza un effetto esclusivamente estrogenico sull'epitelio della vagina.

A causa della somiglianza embriologica della mucosa della vagina e della vescica, quest'ultima riflette anche i cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo della donna. Urocitologia è indicata nei casi in cui gli studi di colpocitologia sono difficili o impossibili ( colpite, vulvovaginite, sanguinamento uterino prolungato ).

Cosa ti infastidisce?

Cosa c'è da esaminare?

Quali test sono necessari?

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.