^

Salute

A
A
A

Cancro al seno (cancro al seno)

 
, Editor medico
Ultima recensione: 11.04.2020
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il cancro al seno o al seno si verifica in ogni decima donna. La mortalità tra i malati è di circa il 50%. La causa principale dell'alta mortalità è l'incuria della malattia. Quindi, i pazienti con I, II stadio, quando ci sono reali possibilità di successo dell'operazione e risultati di successo a lungo termine, in media in Ucraina rappresentano solo il 56%.

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6], [7], [8]

Sintomi cancro al seno

I segni del cancro al seno sono abbastanza variabili e possono essere simili ad altre malattie delle ghiandole mammarie. I principali segni di questa malattia includono formazioni erosive sul capezzolo e intorno ad esso, scarico dal capezzolo con una mescolanza di sangue, violazione dei confini del seno, l'indurimento costantemente presente nella ghiandola. Capezzolo gonfio e rughe della pelle, gonfiore e deformità del torace possono anche essere segni di sviluppo della lesione. Va ricordato che è possibile solo differenziare i sintomi e diagnosticare uno specialista qualificato, quindi per qualsiasi sintomo che ti riguarda, dovresti chiedere consiglio a un mammologo.

Caratteristiche cliniche caratteristiche:

  • un tumore, di regola, unilaterale;
  • la dimensione del tumore da pochi millimetri a 10 cm o più;
  • i confini del tumore sono indistinti, la superficie è irregolare, irregolare, consistente - a seconda dell'istotipo;
  • localizzazione caratteristica - quadrante superiore-esterno;
  • asimmetria delle ghiandole mammarie;
  • cambiamenti nella pelle sotto forma di "pad", "crosta di limone";
  • con il cancro di Paget - eczema, cambiamenti nella psoriasi nell'areola e nel capezzolo;
  • retrazione del capezzolo;
  • spotting dal capezzolo;
  • palpazione dei linfonodi ascellari, sub e sovraclaveari.

A seconda della forma e del tipo di malattia, l'oncologo dei mammiferi differenzia il tumore al seno e distingue le seguenti forme:

  • Con la forma nodulare della malattia durante la palpazione, è possibile trovare una solida formazione di una forma arrotondata che non ha confini chiari e che, di regola, non causa la sindrome del dolore. In ulteriore retrazione possono verificarsi e rughe della pelle, la formazione di buccia di limone, rigidità o immobilità totale di neoplasie, cambiare l'aspetto del capezzolo, l'aumento delle dimensioni dei linfonodi sotto le ascelle.
  • Con la forma edematosa, la sindrome del dolore spesso non è espressa, la densificazione è caratterizzata da una rapida crescita, i tessuti della ghiandola mammaria e della pelle si gonfiano, diventano rossi, diventano più spessi, le prime metastasi si presentano nei linfonodi ascellari.
  • modulo Rozhistopodobnaya è caratterizzata da vampate di calore chiaramente pronunciato della pelle e la comparsa sulle sue formazioni superficiali, in apparenza simile a fiamme. La palpazione tumore non rilevabile, arrossamento della pelle possono influenzare la zona del torace, la temperatura corporea può essere aumentata a quaranta gradi, una rapida metastasi ai linfonodi.
  • Con la forma simile alla mastite, c'è un'alta temperatura, un aumento delle dimensioni del seno o dei suoi segmenti individuali, gonfiore, iperemia, malattia rapida, la comparsa precedente di metastasi.
  • Il cancro di Paget (lesione del capezzolo e dell'areola attorno ad esso) è caratterizzato dalla disconnessione delle cellule nei tessuti e dalla formazione di ulcerazione sul capezzolo. Durante lo sviluppo della malattia, il capezzolo viene distrutto e appare invece la formazione di ulcera.
  • Quando il carcinoma della mammella, il seno diminuisce di dimensioni, la sua mobilità è limitata, la pelle è compatta e irregolare, come un guscio, ed entrambe le ghiandole mammarie possono essere colpite.
  • La forma latente può manifestarsi sotto forma di un aumento dei linfonodi nella regione ascellare, mentre la neoplasia stessa, di norma, non viene rilevata.

trusted-source[9], [10], [11], [12], [13], [14], [15]

Cosa ti infastidisce?

Fasi

  • Lo stadio zero è caratterizzato dal ritrovamento di un tumore nella sua area di aspetto e dalla sua non-comparsa oltre i suoi limiti.
  • Il primo stadio è caratterizzato dall'affetto dei tessuti circostanti, le dimensioni della neoplasia di solito non superano i due centimetri, i linfonodi non sono interessati.
  • Nella seconda fase la neoplasia quantità può raggiungere cinque centimetri, linfonodi lesione si verifica nella regione ascellare da un organo danneggiato, in questa fase, i linfonodi non sono state fuse tra loro e con i tessuti circostanti.
  • Il terzo stadio è diviso in due tipi: A e B. Nel tipo A, le dimensioni del tumore superano i cinque centimetri, i linfonodi sono notevolmente ingranditi e si intrecciano l'uno con l'altro o con i tessuti vicini. Nel tipo B, il tumore colpisce la pelle delle ghiandole mammarie, il torace oi linfonodi e può essere di diversa ampiezza. C'è anche iperemia, rughe e arrossamento della pelle, il seno o alcuni dei suoi segmenti diventano densi e aumentano di dimensioni. Sintomi simili sono anche notati nello sviluppo della mastite.
  • Al quarto stadio, il tumore colpisce i linfonodi sotto le ascelle e all'interno del torace e si estende oltre i limiti del torace. Si può anche notare che la neoplasia si diffonde ai linfonodi situati sopra la clavicola, così come il danno al fegato, ai polmoni, al cervello, ecc.

trusted-source[16], [17], [18], [19], [20], [21]

Forme

Attualmente sono state adottate due classificazioni cliniche del cancro al seno.

trusted-source[22], [23], [24], [25], [26], [27], [28]

Classificazione per fasi

  • 1 - un tumore di piccole dimensioni fino a 2 cm di diametro è situato nello spessore dell'organo interessato, non passa alla cellulosa e ai tegumenti circostanti e senza lesione istologicamente verificata del sistema linfatico regionale
  • 2a - Il diametro del tumore non è> 5 cm, passando sulla fibra, c'è una coesione con la pelle: un sintomo di rughe, senza metastasi
  • 2b - Il diametro del tumore non è> 5 cm, passando sulla fibra, c'è una coesione con la pelle: un sintomo di rughe, con la sconfitta dei singoli linfonodi ascellari
  • 3a - Dimensioni> 5 cm di diametro. L'adesione è la germinazione e l'ulcerazione della pelle. Penetrazione della neoplasia negli strati fasciali-muscolari sottostanti, ma senza metastasi regionali
  • 3b - Tumori di qualsiasi dimensione con multiple metastasi ascellari o succlavia e sottoscapolare
  • 3c - Tumori di qualsiasi dimensione con metastasi ai linfonodi sopraclavicolari o metastasi parasternali rivelate
  • 4 - Danno d'organo comune con disseminazione attraverso la pelle o estesa ulcerazione. La dimensione del / i nodo / i del tumore è qualsiasi, i nodi sono strettamente fissati al torace, con metastasi ai linfonodi regionali o senza di essi. La presenza di metastasi a distanza.

trusted-source[29], [30], [31], [32], [33]

Classificazione del cancro al seno da TNM

  • T1 - Tumore inferiore a 2 cm senza lesione cutanea, capezzolo (eccetto la malattia di Paget) e fissazione alla parete toracica
  • T2 - Tumore 2-5 cm con retrazione limitata, rughe della pelle, retrazione del capezzolo nella sede subarsolare del tumore, malattia di Paget che si diffonde oltre il capezzolo
  • TK - Tumore 5-10 cm o lesioni cutanee in una forma o nell'altra o fissazione al muscolo pettorale
  • T4 - Tumore più di 10 cm o lesioni cutanee e alcune forme che superano le dimensioni del tumore, ma all'interno dell'organo interessato, o fissazione del seno alla parete toracica

Linfonodi regionali

  • N0 - I linfonodi regionali non vengono rilevati
  • N1 - I linfonodi densi e spostati vengono sondati
  • N2 - Linfonodi ascellari di grandi dimensioni, saldati, mobili organicamente

Metastasi a distanza

  • M0 - Linfonodi unilaterali sopraclavicolare o succlavia o gonfiore delle mani
  • M1 - Nessuna metastasi a distanza

La presenza di metastasi a distanza - danni alla pelle al di fuori del seno, metastasi all'ascella opposta, metastasi in un'altra ghiandola mammaria, metastasi in altri organi

trusted-source[34], [35], [36], [37], [38], [39]

Classificazione del cancro al seno dall'OMS (1981)

  1. Preinvasivo (intraprotettivo e lobulare).
  2. Invasivo (protocollo, lobulare, mucoso, midollare, tubulare, adenoide-cistico, secernente, apocrino, meta-plastico).
  3. Malattia di Paget (cancro del capezzolo).

La struttura istologica si distingue per:

  • Intraflow e carcinoma non infiltrante intralobulare, il cosiddetto cancro in situ;
  • Carcinoma infiltrante;
  • Varianti istologiche speciali di carcinoma:
    • midollare;
    • papillare;
    • griglia;
    • mucose;
    • cellula squamosa;
    • La malattia di Paget.

trusted-source[40], [41], [42], [43], [44], [45], [46], [47], [48]

Forme cliniche di cancro al seno

Le forme cliniche di cancro al seno sono molto diverse. Non è raro confondere i sintomi del fibroadenoma al seno che può simulare una malattia più pesante. Esistono forme nodulari (più comuni) e diffuse di neoplasia maligna e cancro di Paget. Con una forma nodulare, il tumore può essere sferico, a forma di stella o misto. Un tumore di consistenza densa, solitamente indolore, si sposta solo sul tessuto del seno. Spesso, già nelle prime fasi, viene determinato un sintomo di rughe cutanee, un sintomo del sito o un sintomo di retrazione. La diffusione locale significativa del processo è indicata da edema cutaneo (un sintomo della "buccia d'arancia"), germinazione cutanea, ulcerazione, disseminata intradermica e trascinamento del capezzolo. Le forme di cancro nodulari a crescita limitata sono caratterizzate da un flusso più lento e da una minore metastasi rispetto a quelle diffuse.

trusted-source[49], [50], [51], [52], [53], [54]

Complicazioni e conseguenze

Le metastasi iniziano a svilupparsi praticamente dal momento della formazione maligna. Le sue cellule entrano nel lume dei vasi sanguigni o linfatici e si spostano in altre aree, dopo di che iniziano a crescere e formano metastasi caratterizzate da una progressione rapida o graduale. Le metastasi nel cancro al seno si verificano sotto le ascelle, sotto le clavicole e sopra le clavicole (metastasi linfogene). Le metastasi ematogene si formano spesso nelle ossa, nei polmoni, nel fegato, nei reni. Il cancro al seno può causare metastasi latenti che possono manifestarsi solo dopo 7-10 anni o più dopo la rimozione del tumore primario.

La metastasi è principalmente un modo linfogeno.

I linfonodi regionali sono:

Ascellare (sul lato della lesione) e interintegrale (linfonodi di Rothger); si trovano lungo la vena ascellare e i suoi affluenti e sono suddivisi nei seguenti livelli:

  • Livello 1 (ascellare inferiore) - linfonodi situati lateralmente al margine laterale del piccolo muscolo pettorale;
  • Livello 2 (ascellare medio) - linfonodi situati tra i margini mediale e laterale del muscolo pettorale piccolo e intervertebrale (linfonodi di Rothger);
  • Livello 3 (ascellare apicale) - linfonodi localizzati medialmente in relazione al margine mediale del muscolo pettorale piccolo, inclusi succlavia e apicale.

I linfonodi interni della ghiandola mammaria (sul lato della lesione) si trovano nella fascia endoracale nello spazio intercostale lungo il bordo dello sterno. Tutti gli altri linfonodi affetti da metastasi, inclusi i linfonodi interni della mammella sopraclaveari, cervicali o controlaterali, sono indicati come metastasi a distanza - Ml.

Al momento della diagnosi, le metastasi regionali si riscontrano nel 50% dei pazienti.

trusted-source[55], [56], [57], [58], [59], [60]

Diagnostica cancro al seno

Il cancro al seno viene diagnosticato secondo gli standard mondiali stabiliti: 

  • Esame, palpazione; 
  • La biopsia è lo studio delle cellule della ghiandola, una biopsia può essere parziale o totale (nel caso di una resezione del settore patologico). È effettuato con un ago; 
  • Scansione ad ultrasuoni della ghiandola e delle cavità ascellari; 
  • La mammografia è la parte principale della diagnosi per determinare fibroblasti, cisti, fibroadenomi, localizzazione del tumore. Questo studio a raggi X è assolutamente indolore e molto informativo; 
  • Analisi immunoistochimica - la determinazione dei recettori per gli estrogeni, il progesterone, cioè la resistenza del neoplasma alla terapia ormonale. Il materiale per lo studio è un tessuto tumorale prelevato con biopsia; 
  • Analisi per i consumatori.

Una visita a un mammologo, un ginecologo, deve essere obbligatoria anche quando l'autoesame non rivela sintomi allarmanti che caratterizzano una neoplasia maligna. Un tal profilattico acuto è necessario passare almeno una volta all'anno, una donna più vecchia di 50 anni - una volta ogni sei mesi. La consultazione dovrebbe essere programmata per il periodo compreso tra il quinto e il dodicesimo giorno del ciclo mestruale, a partire dal primo giorno. L'ispezione viene eseguita visivamente e con l'aiuto della palpazione. La simmetria delle ghiandole viene rivelata, la presenza di possibili cambiamenti su tegumenti della pelle, capezzoli e cavità ascellari in cui i linfonodi sono localizzati sono soggetti ad esame. 

Radiografia delle ghiandole - mammografia. Anche il periodo tra il quinto e il dodicesimo giorno del ciclo è scelto, di regola la mammografia viene nominata il giorno dell'esame dal medico. La mammografia è obbligatoria per le donne sopra i 40 anni. 

Spesso nominato e doktografiya, cioè la mammografia di contrasto. Quindi i dotti della ghiandola vengono esaminati per le patologie nascoste, che possono essere asintomatiche. Se il cancro al seno è nascosto nei condotti, la radiografia lo mostra sotto forma di un'area non riempita con mezzo di contrasto. 

Il metodo di scansione a ultrasuoni aiuta a specificare lo stato e la struttura della compattazione del test. Quindi, le cisti, gli adenomi, i sigilli benigni possono essere differenziati, simili nei sintomi alle neoplasie maligne. Se si utilizzano i metodi di cui sopra, la diagnosi non è ancora specificata, viene somministrata una biopsia. 

Una biopsia può finalmente confermare la diagnosi o escluderla. Una biopsia comporta l'assunzione di un materiale con un ago sottile, il tessuto viene quindi esaminato al microscopio. Ci sono casi in cui un materiale non può essere preso con un ago, quindi il tessuto viene ottenuto con l'aiuto di un'incisione o come risultato dell'asportazione (resezione) della regione patologica della ghiandola. 

Se viene diagnosticato un tumore maligno del tessuto ghiandolare del seno, è possibile assegnare una serie di esami aggiuntivi. A seconda della diagnosi dello stadio di sviluppo oncologico, viene prescritto un esame ecografico degli organi addominali, degli organi pelvici, della risonanza magnetica o della TC, esame ecografico del sistema osseo.

trusted-source[61], [62], [63], [64], [65], [66], [67]

Cosa c'è da esaminare?

Quali test sono necessari?

Trattamento cancro al seno

I principali effetti terapeutici sono suddivisi in local-regonar (intervento chirurgico, radioterapia) e sistemico (chemioterapia, terapia ormonale).

Il trattamento del carcinoma mammario comprende un approccio integrato e prevede interventi chirurgici, chemioterapia e radioterapia, trattamento ormonale. La scelta della tecnica dipende da molte circostanze, in particolare la struttura del tumore, il tasso di sviluppo, la presenza di metastasi, l'età del paziente, il funzionamento delle ovaie, ecc. Il regime di trattamento è prescritto solo da uno specialista esperto dopo un esame completo. Nelle fasi iniziali, la neoplasia maligna può essere completamente curata. I seguenti metodi sono usati nel trattamento:

  • Mastectomia parziale. Il tumore viene rimosso insieme ai tessuti adiacenti non affetti, mentre il seno è parzialmente conservato. Questa procedura viene eseguita esclusivamente allo stadio zero della neoplasia maligna ed è combinata con i metodi di radioterapia nelle donne in giovane età.
  • La resezione settoriale dell'organo interessato comporta la rimozione parziale della ghiandola mammaria e la completa rimozione dei linfonodi sotto le ascelle, eseguita allo zero e ai primi stadi della malattia, combinata con la conduzione delle sedute di radioterapia.
  • Quando si esegue la mastectomia, la ghiandola mammaria e una parte dei linfonodi con il muscolo pettorale conservato. Con una mastectomia espansa, insieme alla ghiandola, vengono rimossi i linfonodi nelle regioni succlavia e ascellare. Quando si esegue una mastectomia radicale estesa con ghiandola mammaria e linfonodi, le costole, lo sterno e il muscolo pettorale vengono parzialmente rimossi. Questa procedura viene eseguita nei casi in cui il tumore cresce nei tessuti circostanti.
  • La chemioterapia per il cancro al seno contribuisce all'eliminazione di cellule atipiche che potrebbero diffondersi in altre aree. Tale trattamento viene solitamente somministrato, di solito da due settimane a due mesi dopo l'intervento chirurgico per tre mesi a sei mesi.
  • La terapia ormonale è necessaria per fermare l'influenza degli ormoni sessuali (principalmente gli estrogeni) sulle cellule maligne, che contribuisce al loro sviluppo. Per questi scopi, alle donne viene prescritto il tamoxifene, in alcuni casi le ovaie vengono rimosse.
  • La radioterapia ha un effetto locale e la via del drenaggio linfatico. Prima dell'operazione viene prescritta una sessione di radioterapia per ridurre le dimensioni del tumore e far scomparire le cellule più aggressive. Nel periodo postoperatorio, la radioterapia contribuisce all'eliminazione delle cellule tumorali, che potrebbero rimanere nella zona interessata e al di fuori di essa. Gli effetti collaterali della radioterapia sono carichi di ustioni della pelle, lo sviluppo di polmonite, frattura delle costole.

Trattamento del cancro al seno in fasi

La scelta del metodo di trattamento dipende principalmente dallo stadio della malattia.

Nelle fasi I e IIa, il trattamento chirurgico è indicato senza terapie aggiuntive.

Il volume del trattamento chirurgico:

  • Mastectomia radicale secondo Holstel-Meier.
  • Mastectomia radicale estesa.
  • Operazione Poethy è una mastectomia radicale con la conservazione di un grosso muscolo pettorale.
  • Mastectomia con rimozione dei linfonodi ascellari.
  • Mastectomia.
  • Resezione radicale della ghiandola mammaria in combinazione con linfoadenectomia parasternale (nella versione endoscopica).

Con neoplasie maligne negli stadi III, IIIa e IIIb, è indicato un trattamento combinato: mastectomia radicale con radioterapia preoperatoria o chemioterapia.

La radioterapia irradia la ghiandola mammaria e le zone di metastasi regionali.

Quando si esegue la chemioterapia, si raccomanda di applicare i seguenti regimi:

  • CMF (ciclofosfamide, metotrexato, 5-fluorouracile);
  • AC (Doxorubicina, Ciclofosfamide);
  • RAS (5-Fluorouracile, Doxorubipina, Ciclofosfamide);
  • ICE (Ifosfamide, carboplatino, etoposide);
  • Paclitaxel.

Con neoplasie maligne in stadio IIIc si utilizza il trattamento complesso: radioterapia preoperatoria, mastectomia radicale e terapia ormonale.

Il principio dell'azione ormonale è quello di agire sui recettori ormonali, inibire lo sviluppo delle cellule tumorali o causare la loro regressione. La terapia ormonale può essere effettuata con i seguenti metodi:

  • rimozione chirurgica della fonte di ormoni (ovariectomia, surrenectomia, ipofisectomia) o soppressione della funzione degli organi attraverso l'esposizione alle radiazioni;
  • introduzione di ormoni per sopprimere la funzione della ghiandola endocrina (estrogeni, androgeni, corticosteroidi);
  • introduzione di antagonisti di ormoni in competizione a livello cellulare (antiestrogeni - tamoxifene, bromocriptina).

Nello stadio IV, specialmente in presenza di più metastasi distanti, il trattamento comprende ormoni e chemioterapia.

Negli ultimi anni, le tendenze mondiali nelle operazioni di conservazione degli organi hanno cominciato a prevalere nel trattamento del cancro al seno.

È dimostrato che i pazienti con lo stadio del processo T1-2, N0-1 sono adatti per eseguire il trattamento di conservazione dell'organo.

Il volume della chirurgia dovrebbe corrispondere ai metodi di ablastics, cioè, sufficiente per rimuovere l'intero tumore con i tessuti adiacenti. La pratica nei linfonodi regionali rimane controversa. Condotto nel periodo postoperatorio, la polichemioterapia adiuvante può aumentare le probabilità di flusso libero da malattia.

Prevenzione

In un complesso di misure preventive mirate alla diagnosi precoce del cancro al seno, un ruolo importante spetta all'autoanalisi. La palpazione delle loro ghiandole mammarie è consigliabile condurre una donna una volta al mese nella prima fase del ciclo mestruale. Quando si esegue un sondaggio, è necessario prestare attenzione alla presenza di formazioni nello spessore della ghiandola e al rilevamento di aree dolorose.

Dai metodi strumentali per l'esame profilattico delle ghiandole mammarie, vengono utilizzate mammografia a raggi X e sonomammografia. La mammografia deve essere eseguita dal 5 ° al 12 ° giorno dall'inizio del ciclo mestruale. Lo studio viene mostrato alle donne oltre 40 anni - regolarmente ogni 2 anni, dopo 50 anni - ogni anno.

La sonomammografia deve essere eseguita:

  • esaminando le ghiandole mammarie nelle donne sotto i 30 anni;
  • quando rileva formazioni ghiandolari mammarie radiologicamente dense e neoplasie maligne sospette;
  • su indicazioni per bambini e adolescenti, donne in gravidanza e in allattamento.

Il cancro al seno è oggi una delle più pericolose malattie femminili, una caratteristica di questa patologia è la capacità di prevenire questa malattia e fermarla sotto la condizione di diagnosi precoce. Questo è il motivo per cui è necessario eseguire regolarmente l'auto-palpazione delle ghiandole, e ancora più opportuno sono previsti esami preventivi da uno specialista.

trusted-source[68], [69], [70], [71], [72], [73], [74]

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.