^

Salute

A
A
A

Preeclampsia e ipertensione

 
, medical expert
Last reviewed: 25.06.2018
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La pre-eclampsia è una condizione associata alla gravidanza. I suoi sintomi aumentano la pressione di una nuova natura e l'aspetto delle proteine nelle urine. I sintomi di solito passano dopo il parto. In rari casi, l'ipertensione si osserva fino a 6 settimane dopo la nascita del bambino. La preeclampsia è una condizione pericolosa, sia per la madre (il danno è inflitto ai reni, fegato e cervello), sia per il bambino (che riceve nutrienti e ossigeno insufficienti). Le donne in gravi condizioni possono avere convulsioni (eclampsia).

trusted-source[1], [2], [3], [4], [5], [6]

Le cause Preeclampsia e ipertensione

La ragione per lo sviluppo della pre-eclampsia non è stata sufficientemente studiata.

La pre-eclampsia si sviluppa come conseguenza della patologia placentare, che fa circolare poco sangue, ma la causa della funzione anormale della placenta è ancora un mistero. Inoltre non è noto il motivo per cui il corpo della madre aumenta la pressione sanguigna durante la gravidanza. Fino ad ora, i fattori che provocano lo sviluppo della pre-eclampsia sono:

  • predisposizione familiare;
  • un malfunzionamento del sistema immunitario di una donna incinta. La pre-eclampsia compare spesso nei primipari, così come in quelli che hanno già figli, ma quando cercano di dare alla luce un bambino da un altro uomo. Gli esperti ritengono che la violazione del sistema immunitario della madre provochi la malattia, perché il corpo della madre comincia a respingere l'antigene del padre. Di conseguenza, potrebbe esserci un restringimento dei vasi in tutto il corpo, causando un aumento della pressione sanguigna e altre malattie;
  • fattore biochimico, che provoca il restringimento dei vasi sanguigni e l'aumento della pressione arteriosa. Pre-eclampsia può verificarsi a seguito della reazione del corpo alla disfunzione placentare, oppure i sintomi delle anomalie della placenta e della preeclampsia possono essere provocati dallo stesso fattore;
  • diabete e altre malattie che causano vasocostrizione.

Gli esperti suggeriscono che la pre-eclampsia:

  • inizia a svilupparsi quando c'è insufficiente flusso di sangue nell'utero;
  • è ereditato;
  • è il risultato della reazione del sistema immunitario della madre allo sperma del padre, della placenta o del feto;
  • si sviluppa quando è stata osservata alta pressione sanguigna prima della gravidanza;
  • appare come risultato dell'obesità, della sindrome dell'ovaio policistico e del diabete.

Fattori di rischio

  • ipertensione
  • Malattia renale cronica
  • diabete
  • Malattia dei vasi sanguigni
  • Ipertensione dopo 34 settimane di gestazione.
  • Predisposizione familiare
  • Obesità (più del 20% del peso in eccesso) al momento del concepimento. Più alto è l'indice di massa corporea, maggiore è il rischio di sviluppare preeclampsia.
  • Feti multipli (due o tre feti).
  • Prima gravidanza, la prima gravidanza con un nuovo partner o la prima gravidanza negli ultimi 10 anni.
  • Età della madre di età inferiore ai 21 anni 35 anni.
  • Khorionadyenoma.
  • Polidramnios causato da sensibilizzazione rhesus o infiammazione nell'utero.
  • Inseminazione artificiale.

Le donne con ipertensione sono a rischio di un prematuro distacco della placenta dalla parete uterina. Il rischio aumenta quando:

  • la madre fuma;
  • l'ipertensione è osservata e la preeclampsia si sta sviluppando;
  • la madre usa sostanze stupefacenti (cocaina);
  • c'è un trauma dell'utero a causa di un incidente d'auto.

Gli esperti ritengono che dopo la nascita è possibile aumentare la pressione in quelle donne che hanno avuto sintomi di pre-eclampsia.

La preeclampsia e l'ipertensione durante la gravidanza portano all'ipertensione in futuro?

Se prima della gravidanza non hai avuto ipertensione, dopo il parto è più probabile che torni alla normalità. Ma la pressione alta prima della gravidanza indica che anche dopo il parto, non cade da sola. Gli esperti ritengono che la pre-eclampsia non provochi l'ipertensione in futuro dopo il parto. Ma allo stesso tempo le donne con sintomi di pre-amlamphia durante la gravidanza.

trusted-source[7], [8], [9], [10], [11], [12]

Patogenesi

Nelle donne che hanno una forma cronica di ipertensione, la pressione di solito cade durante i primi due trimestri. Alla fine del secondo e terzo trimestre, inizia a risalire, e dopo il parto, di regola, rimane ad un livello elevato. L'ipertensione arteriosa durante la gravidanza aumenta il rischio di sviluppare pre-eclampsia.

La pre-eclampsia colpisce la pressione sanguigna, la placenta, il fegato, il sangue, i reni e il cervello. La malattia può procedere in forma lieve o grave e peggiorare gradualmente o rapidamente. Sia la madre che il bambino sono a rischio.

  • Pressione sanguigna Non vi è alcun aumento del volume di sangue, come dovrebbe essere durante la gravidanza, che influenza la crescita e lo sviluppo del feto, mentre i vasi sanguigni (vasospasmo) si restringono, aumentando la pressione sanguigna.
  • La placenta I vasi sanguigni della placenta non crescono abbastanza nelle pareti dell'utero e non si espandono come dovrebbero, quindi il feto non riceve abbastanza sangue e sostanze nutritive.
  • Il fegato La violazione della circolazione sanguigna porta alla distruzione del fegato, che causa la sindrome di HELLP - una condizione pericolosa che richiede un trattamento immediato.
  • I reni Durante un normale ciclo di gravidanza, i reni funzionano il 50% in più, ma con la pre-eclampsia il loro lavoro è interrotto.
  • Il cervello Disturbi visivi, mal di testa e convulsioni persistenti (eclampsia) possono svilupparsi a causa della ridotta circolazione del sangue al cervello. L'1% delle donne con preeclampsia ha convulsioni. L'Eclampsia può causare a qualcuno di diventare madre e portare allo sbiadimento del feto, quindi in quasi tutti i casi di donne pre-eclampsia vengono prescritti farmaci preventivi.
  • Sangue. Con la pre-eclampsia, si osserva un piccolo numero di piastrine. Qualche volta si verifica la coagulazione del sangue - sindrome tromboemorragica generalizzata. Dopo il parto, passa di regola. Dopo la nascita e la nascita della placenta, i sintomi della preeclampsia scompaiono. Con un peggioramento della condizione e l'assenza di travaglio, si fa un taglio cesareo. Dopo il parto, la pressione sanguigna torna alla normalità dopo alcuni giorni, e talvolta - 6 o più settimane.

Neonato

Quanto prima in gravidanza aumenta la pressione, maggiore è il rischio di parto prematuro, che è pieno di complicazioni nel neonato. Se un bambino nasce prima della 37a settimana, può verificarsi una sindrome da distress respiratorio. Il piccolo peso e altezza del bambino indica anche l'impatto della malattia sul feto a causa di insufficiente circolazione del sangue attraverso la placenta, con conseguente piccolo ricevente di sostanze nutritive e ossigeno.

Secondo le statistiche, una su 100 gravidanze, a cui sono stati osservati i sintomi di pre-eclampsia, provoca il declino del feto.

trusted-source[13], [14], [15], [16], [17]

Ipertensione

La pressione arteriosa indica come la pressione sanguigna sulle pareti delle arterie. Se la testa è troppo forte, la pressione aumenta (ipertensione). Se la pressione aumenta dopo 20 settimane di gravidanza, questo può essere un segno di pre-eclampsia.

La pressione arteriosa viene misurata in due numeri: il numero superiore (sistolica) mostra la tensione con cui il cuore pompa il sangue. Inferiore (diastolica) - la pressione con cui il cuore si rilassa e si riempie di sangue. La pressione è considerata alta se quella superiore è più di 140 millimetri di mercurio e quella inferiore è superiore a 90. La tomaia può essere sollevata, abbassata o entrambe - 150/95.

La pressione può essere elevata prima della gravidanza o aumentare con l'inizio della gravidanza, mentre una donna ha bisogno di venire da un medico più spesso del solito. Niente predice l'inizio della pre-eclampsia, quindi è necessario un attento monitoraggio del medico durante tutta la gravidanza. Ipertensione e preeclampsia sono correlati, ma hanno caratteristiche distintive.

Di solito la pressione di una donna incinta cade nel secondo trimestre, ma entro la fine del terzo ritorna alla normalità. A volte la pressione sanguigna aumenta nel secondo e terzo trimestre, che è chiamato ipertensione gestazionale, che porta alla pre-eclampsia. Spesso è necessario misurare la pressione e sottoporsi a un ciclo di trattamento, se necessario. Di norma, la pressione viene normalizzata dopo la nascita del bambino. Ma quando la pressione era alta anche prima della gravidanza, non diminuiva nemmeno dopo il parto. Un leggero aumento della pressione arteriosa non è un problema, basta essere sotto la supervisione di un medico che controlla la pre-eclampsia. Ad alta pressione, il feto non riceve abbastanza nutrienti e ossigeno, il che influenza la crescita e lo sviluppo e può portare a un prematuro distacco della placenta e della natimortalità del feto.

Sintomi Preeclampsia e ipertensione

Di norma, la pressione sanguigna di una donna incinta è leggermente inferiore al solito durante il secondo trimestre di gravidanza, ma poi ritorna gradualmente alla normalità. Tuttavia, nel 10% delle donne incinte, la pressione sanguigna inizia ad aumentare in modo significativo (ipertensione) dopo la 20a settimana di gravidanza. Questa condizione è chiamata ipertensione gestazionale tardiva. A volte la pressione aumenta nei primi giorni dopo la nascita. Al primo aumento della pressione arteriosa, il medico non sarà in grado di prevedere, la pressione rimarrà leggermente elevata, progredirà o testimonier sulla pre-eclampsia. Se la preeclampsia inizia a svilupparsi, un test delle urine mostrerà un livello proteico elevato. Questo è un segno che la funzione renale è compromessa. Se prima della gravidanza hai l'ipertensione, hai una forma cronica di ipertensione, che può essere preservata dopo la nascita del bambino.

Aumento della pressione sanguigna durante la gravidanza Se la pressione aumenta prima della 20a settimana di gravidanza, di solito è cronica. In rari casi, questo indica lo sviluppo della preeclampsia. L'aumento della pressione dopo la ventesima settimana di gravidanza è un segnale di preeclampsia.

Di solito l'ipertensione non causa sintomi, ma a volte c'è mal di testa, difficoltà a respirare o un cambiamento nella percezione visiva.

Un moderato grado di pre-eclampsia non provoca sintomi. Ma una donna incinta può rapidamente aumentare di peso e sperimentare un forte aumento del volume delle mani o del gonfiore del viso. La severa forma di pre-eclampsia causa difficoltà di respirazione, mal di testa, disturbi della vista, dolore addominale e minzione frequente.

L'aumento della pressione sanguigna non è sempre accompagnato da sintomi e per determinare con precisione la necessità di un bracciale per misurare la pressione e uno stetoscopio.

La pressione è misurata in numeri, ad esempio 140/90 millimetri di mercurio o superiore, indicando ipertensione, e 160/110 e oltre - una condizione pericolosa per la vita.

I sintomi della preeclampsia possono verificarsi improvvisamente o gradualmente.

  • La pressione arteriosa sistolica è superiore a 140, o la pressione diastolica è superiore a 90, e questo viene misurato dopo 6 ore.
  • Aumento delle proteine nelle urine. La sua alta quantità è di 300 mg per 24 ore.

Potresti anche avere altri sintomi, ma la diagnosi di "pre-eclampsia" deve essere fatta solo in caso di ipertensione e proteine nelle urine. Altri sintomi di preeclampsia:

  • Il gonfiore delle mani e del viso non scompare durante il giorno (ma in assenza di altri sintomi, il gonfiore del viso è normale durante la gravidanza).
  • Rapido aumento di peso (oltre 900 grammi a settimana o 2.700 al mese).
  • Scarsa coagulazione del sangue

Grave forma di preeclampsia

Nella pre-eclampsia grave, la pressione sistolica è superiore a 160 e la pressione diastolica è superiore a 110. Quando la circolazione del sangue nel corpo diminuisce, si possono osservare anche sintomi più gravi:

  • un forte mal di testa che non scompare dopo aver usato paracetamolo;
  • menomazione della vista;
  • minzione diminuita (meno di 400 grammi per 24 ore);
  • dolore permanente nella cavità addominale, specialmente nella parte destra;
  • difficoltà a respirare, specialmente sdraiati sulla schiena;
  • Sindrome di HELLP (diminuzione del numero di piastrine).

La sindrome HELLP (diminuzione del numero di piastrine) è una pericolosa rottura del fegato, correlata alla preeclampsia. Cercare l'aiuto immediato di uno specialista quando si osservano i seguenti sintomi:

  • dolore nell'addome superiore (fegato);
  • dolore alle spalle, al collo e altre parti della parte superiore del corpo (la fonte del dolore è il fegato);
  • stanchezza;
  • nausea e vomito;
  • mal di testa;
  • un disturbo della vista.

Con grave pre-eclampsia, aumenta il rischio di convulsioni.

Eclampsia

Quando la pre-eclampsia appare convulsioni di eziologia incomprensibile, indicano eclampsia - uno stato pericoloso sia per la madre che per il feto.

Diagnostica Preeclampsia e ipertensione

Di solito, l'ipertensione e la pre-eclampsia vengono diagnosticate durante la visita di un medico. Pertanto, le donne incinte non possono perdere le visite programmate dal medico curante. Un forte aumento della pressione è il primo segno del problema. Il medico prescrive un test delle urine per le proteine, la cui presenza indica lo sviluppo della pre-eclampsia. Se ha la pressione alta, informi immediatamente il medico circa la comparsa di dolore nella cavità addominale o mal di testa, che si osserva prima della comparsa delle proteine nelle urine.

L'ipertensione e la preeclampsia, di regola, si riscontrano durante gli esami prenatali regolari. Poiché questa condizione può rapidamente deteriorarsi e danneggiare sia la madre che il futuro bambino, è molto importante visitare il medico sistematicamente.

Periodo di pre-gravidanza

Prima della gravidanza, l'obiettivo del controllo della pressione arteriosa è:

  • la rilevazione dell'ipertensione, poiché è importante sapere se l'ipertensione è cronica prima della gravidanza, poiché esiste la possibilità di sviluppare la pre-eclampsia;
  • controllare la misurazione della pressione sanguigna prima del concepimento per confrontare gli indici di pressione durante la gravidanza.

trusted-source[18], [19], [20], [21], [22], [23], [24], [25]

Test pianificati durante la gravidanza

Durante ogni visita dal medico, una donna viene misurata con la pressione del sangue per rilevare la pre-eclampsia in una fase precoce. Il medico prescriverà anche un test delle urine per la presenza di proteine e peserà la donna incinta, dal momento che un rapido aumento di peso indica una ritenzione di liquidi nel corpo ed è un segno di pre-eclampsia.

Test di donne in gravidanza a rischio di sviluppare pre-eclampsia

Per identificare la pre-eclampsia, vengono eseguiti anche altri test:

  • un esame del sangue per la diagnosi della sindrome HELLP e segni di disfunzione renale (un aumento della quantità di acido urico nel sangue indica lo sviluppo della preeclampsia;
  • un test per la creatinina, per il quale è necessario raccogliere l'urina in 24 ore e donare sangue (i reni sono determinati);
  • L'analisi delle urine raccolte in 24 ore per la presenza di proteine.

Se i risultati dei test indicano lo sviluppo della pre-eclampsia, rimarrai sotto costante nausea fino alla fine della gravidanza. Il tipo e la frequenza dei test dipendono dalla gravità della malattia e dalla durata della gravidanza. Una donna deve sottoporsi a test più spesso se vengono rilevati segni di pre-eclampsia prima della 36a settimana di gravidanza.

Se una donna ha segni di pre-eclampsia, viene eseguita la seguente diagnosi per determinare lo stato di salute e il feto:

  • esame fisico per segni e sintomi di una malattia progressiva;
  • l'analisi del sangue sui suoi componenti e il lavoro dei reni;
  • un test per il contenuto di creatinina (per determinare il funzionamento dei reni).

In presenza di convulsioni (un segno di eclampsia) vengono eseguiti ulteriori test dopo il parto per determinare lo stato e il funzionamento del cervello:

  • tomografia computerizzata (cut-KT) viene eseguita per uno studio dettagliato dei cambiamenti strutturali all'interno del corpo.
  • La risonanza magnetica (MRI) utilizza il metodo tomografico di esaminare organi interni e tessuti usando il fenomeno fisico della risonanza magnetica nucleare.
  • L'elettroencefalogramma (ECG) misura l'attività elettrica del cervello con l'aiuto di sensori e un computer.

Esame fetale

Ad alta pressione (pre-eclampsia), la madre e il bambino sono sotto stretta sorveglianza medica. La frequenza di monitoraggio del feto dipende dalla gravità delle condizioni della madre - da una volta alla settimana a una volta al giorno. Per determinare le condizioni del feto, viene utilizzato il seguente test:

  • Monitoraggio elettronico della condizione fetale per determinare l'attività cardiaca del feto durante il movimento;
  • Ultrasuoni fetali (per determinare le condizioni del bambino, della placenta e dell'utero), cioè la crescita e il peso del feto, la possibilità di un prematuro distacco della placenta, la quantità di liquido amniotico;
  • Studio dopplerografico ad ultrasuoni.

A volte viene eseguita un'amniocentesi nel caso di parto prematuro per determinare le condizioni del feto. Durante la procedura, viene utilizzato un campione di liquido amniotico per controllare le sostanze chimiche che indicano la maturità dei polmoni.

trusted-source[26], [27], [28], [29], [30], [31]

Rilevazione precoce della malattia

Durante le visite programmate, il medico esegue una misurazione della pressione sanguigna e assegna un'analisi delle urine per determinare i segni della pre-eclampsia.

Pre-eclampsia e ipertensione durante la gravidanza: panoramica del trattamento

Se la pressione del sangue inizia ad aumentare durante la gravidanza, la donna è sotto stretta sorveglianza medica fino alla consegna. La pressione può aumentare leggermente e non infligge tempo alla madre e al bambino. Ma con i primi segni di preeclampsia, il rischio aumenta significativamente quando la pressione raggiunge un livello critico (ipertensione).

trusted-source[32], [33], [34], [35], [36]

Chi contattare?

Trattamento Preeclampsia e ipertensione

Se il medico ritiene di avere una pressione sanguigna troppo alta e allo scopo di prevenire le crisi, prescriverà alcuni farmaci, ma l'unico modo per liberarsi della pre-eclampsia è la nascita di un bambino. Forse il medico prescriverà anche farmaci speciali che accelerano la maturazione dei polmoni fetali e, ai primi segni di maturità, eseguono l'estrazione fetale precoce per la sicurezza della madre e del bambino, mentre il bambino può essere in terapia intensiva per un po '.

Il trattamento durante la gravidanza include:

Monitoraggio completo delle condizioni della madre e del bambino

Uso di farmaci per abbassare la pressione sanguigna. A volte una donna con una forma cronica di ipertensione assume costantemente farmaci, ma se la condizione migliora durante la gravidanza, la dose può essere ridotta. Un leggero aumento della pressione sanguigna di solito richiede solo il monitoraggio da parte del medico. In caso di un rapido aumento della pressione (140/105), il medico prescrive determinati farmaci. Con l'ipertensione (160/110) vi è la minaccia di rallentare la crescita del feto, pertanto si raccomandano gli antipertensivi.

Durante la gravidanza, non è possibile assumere determinati farmaci, quindi con l'ipertensione assicuratevi di riferire al vostro medico in merito alla gravidanza e mostrategli l'intero elenco di farmaci che assumete.

Preeclampsia ed eclampsia

Se si osservano segni di pre-eclampsia, la donna incinta viene ricoverata in ospedale o a casa sotto la supervisione di un medico. Lo scopo del trattamento è di prevenire una condizione pericolosa per la vita e prolungare la gravidanza il più a lungo possibile, in modo che il bambino sia nato sano e pieno.

Il trattamento viene solitamente effettuato fino alla fine della gravidanza, durante il travaglio e durante il recupero, ma tutto dipende dalla gravità della malattia. La terapia comprende: farmaci anticonvulsivanti, farmaci che abbassano la pressione sanguigna e la consegna stessa, dopo di che scompare la preeclampsia.

  • Con una forma lieve di pre-eclampsia, che non progredisce, si raccomanda a una donna di ridurre l'attività, ascoltare attentamente il suo benessere e visitare regolarmente un medico.
  • In preeclampsia moderata o grave o di un netto peggioramento dello stato di salute richiede un ricovero immediato, in cui una donna incinta è sotto controllo medico, assunzione di alcuni farmaci e aderisce al riposo a letto, e con la progressione della malattia fornirà l'assistenza necessaria per la donna. Con i crampi viene iniettato solfato di magnesio che allevia le convulsioni e previene il loro verificarsi in futuro. Se una donna è in gravidanza o le sue condizioni peggiorano drammaticamente, il medico può programmare un parto prematuro.
  • Con una condizione pericolosa per la vita, l'unica alternativa al trattamento è la somministrazione di solfato di magnesio e la nascita stessa. Se il periodo di gestazione è inferiore a 34 settimane ed è possibile ritardare l'estrazione del feto per 24-48 ore, vengono introdotti corticosteroidi antinatal per accelerare la maturazione e l'apertura dei polmoni.

Dopo il parto

Con la pre-eclampsia moderata o grave, il rischio di convulsioni (eclampsia) persiste nei primi due giorni dopo la nascita del bambino.

In rari casi, possono essere osservati in seguito. Pertanto, si raccomanda di continuare la somministrazione di solfato di magnesio per 24 ore dopo il parto.

La pressione arteriosa di solito ritorna normale diversi giorni dopo la nascita (se la malattia non è cronica). In alcune donne, la pressione alta viene osservata fino a 6 settimane dopo il parto. Se la pressione diastolica è superiore a 100 al momento della dimissione dall'ospedale, il medico prescriverà determinati farmaci per ridurre la pressione. In futuro, è necessario visitare regolarmente un medico per un esame preventivo.

trusted-source[37], [38], [39], [40], [41], [42]

Assunzione di farmaci per ridurre la pressione durante l'allattamento

Ci sono diversi farmaci per ridurre la pressione, che sono considerati sicuri durante l'allattamento. Contengono labetalolo e propranololo insieme a farmaci come l'idralazina e la metildopa. Tali sostanze come nadololo, metoprololo e nifedipina cadono nel latte materno, ma non causano effetti collaterali sul bambino.

Farmaci anticonvulsivanti

La forma media e severa di preeclampsia o in presenza di convulsioni (eclampsia) richiede l'introduzione di solfato di magnesio.

trusted-source[43], [44], [45], [46], [47], [48], [49], [50], [51], [52], [53], [54]

Preparativi per la riduzione della pressione

Uso di farmaci per ridurre la pressione sanguigna:

  • non esclude il deterioramento della condizione, poiché l'aumento della pressione è solo un sintomo, non una causa;
  • riduce il flusso di sangue alla placenta in caso di forte calo della pressione sanguigna, che può danneggiare il feto. Pertanto, tali farmaci sono utilizzati solo in casi di emergenza, con il pericolo esistente di vita, sia per la madre che per il bambino.

Nascita

Le nascite vaginali sono generalmente considerate sicure per la madre e il bambino se le condizioni della madre sono normali. Nel caso della progressione della preeclampsia e della compromissione del feto, quando non è possibile la nascita vaginale, viene eseguito un taglio cesareo.

La pre-eclampsia di solito non causa problemi in futuro. Dovresti condurre uno stile di vita sano, vale a dire praticare sport e mangiare bene. Consultare il proprio medico su ciò che è necessario fare per rimanere in buona salute.

trusted-source[55], [56]

Altri trattamenti per la preeclampsia

Nella grave pre-eclampsia, è importante stabilizzare le condizioni della madre (prevenire il verificarsi di convulsioni somministrando solfato di magnesio e monitorare la pressione sanguigna) prima della nascita del bambino. Se la donna è nell'ultimo periodo di gravidanza, il medico può decidere che è necessario rimuovere il bambino prematuramente. La preferenza è data al parto vaginale.

Con l'ipertensione e la pre-eclampsia durante la gravidanza, i metodi chirurgici di trattamento non vengono utilizzati. Il taglio cesareo viene eseguito nei seguenti casi:

  • la necessità di un'estrazione immediata del feto per preservare la vita della madre e del bambino;
  • se la stimolazione del lavoro non ha prodotto risultati;
  • indicazioni mediche, vale a dire, placenta previa.

Guardare

La condizione di una donna può essere migliorata attraverso il riposo a letto, non importa a casa o in ospedale. È importante dare tempo al feto per maturare pienamente e preparare il corpo della madre per il parto naturale.

Supporto sociale

Quando si pre-eclampsia, è necessario ridurre l'attività ed evitare situazioni stressanti. A volte aiuta a comunicare con donne che si trovano nella stessa situazione.

Pre-eclampsia: trattamento a casa

Se si è costantemente sotto pressione e si prendono farmaci per ridurli, assicurarsi di consultare un medico prima della gravidanza, perché alcuni farmaci possono causare danni irreparabili al futuro bambino.

Se non si è in grado di normalizzare la pressione prima della gravidanza, prendere tutte le misure necessarie per controllarlo:

  • Visita il tuo medico regolarmente per un monitoraggio continuo, poiché un pericoloso aumento della pressione sanguigna potrebbe non causare alcun sintomo. È possibile registrare periodicamente gli indici di pressione a casa.
  • Evitare di fumare, e questo aiuterà a ridurre la pressione sanguigna e migliorare la salute del nascituro.
  • Cerca di mantenere il peso sotto controllo durante la gravidanza. Consultare il proprio medico in merito agli standard ammessi.
  • Fare esercizio leggero durante la gravidanza. Più volte alla settimana passeggia e nuota, il che sarà senza dubbio utile a te e al tuo bambino.
  • Evita situazioni stressanti. Assegna tempo per il riposo, soprattutto se lavori, prenditi cura dei bambini piccoli o hai un programma fitto di appuntamenti.
  • Dopo aver ascoltato questi suggerimenti, puoi prendere un bambino sano, evitare complicazioni durante il travaglio e superare con successo il periodo di riabilitazione postnatale.

Osservazione di donne con preeclampsia

Se si hanno segni di pre-eclampsia nelle prime fasi della gravidanza, il medico può fornire le raccomandazioni necessarie per la loro eliminazione, che dovranno essere seguite per diverse settimane. Ad esempio, per interrompere l'attività lavorativa, ridurre il livello di attività, concedere più tempo per il riposo, compreso il riposo a letto parziale. Il riposo a letto completo aumenta il rischio di coaguli di sangue. Nonostante ciò, ti hanno raccomandato di ridurre l'attività o aderire a una parte del regime del riposo a letto, una cosa è chiara: non puoi adempiere pienamente ai tuoi doveri, prenditi cura dei bambini e rimani attivo.

Forse un medico ti consiglierà quotidianamente di monitorare le tue condizioni a casa, quindi dovrai chiedere a te stesso oa qualcuno vicino a te:

  • misurare la pressione sanguigna a casa
  • fare test delle urine per proteine
  • controllare il peso (prima di pesare andare in bagno e rimuovere le pantofole)
  • guarda la mossa del feto

Registrare tutti i risultati nel diario, indicando la data e l'ora, e mostrarli al medico durante la visita programmata.

Farmaci per il trattamento della preeclampsia

Farmaci per il trattamento di preeclampsia e ipertensione possono essere usati per:

  • Controllo della pressione alta. Ridurre la pressione non impedisce la progressione della malattia, perché l'ipertensione arteriosa è solo un sintomo della condizione, non la causa. Il medico prescrive farmaci solo quando la pressione diastolica supera i 105 millimetri di mercurio. Con un leggero aumento della pressione, una donna deve essere tenuta sotto controllo medico.
  • Prevenire le convulsioni L'introduzione del solfato di magnesio inizia prima della nascita e dura 24 ore dopo di loro se la donna incinta ha convulsioni causate da preeclampsia o in forma grave della malattia.
  • Accelerazione del processo di maturazione del polmone fetale. Ogni volta che è possibile, una donna incinta riceve corticosteroidi prima della nascita prematura (fino a 34 settimane). Questo farmaco contribuisce alla maturazione e all'apertura dei polmoni del bambino, il che riduce il rischio di difficoltà respiratorie, che spesso si verifica nei neonati prematuri.

Dopo il parto: assunzione di farmaci durante l'allattamento

Scelta di farmaci

  • Farmaci che vengono assunti durante la gravidanza per abbassare la pressione sanguigna:
  • Metildopa (farmaco orale per il controllo della pressione alta durante la gravidanza)
  • Hydralazine (un farmaco per via endovenosa per un rapido abbassamento della pressione alta durante la gravidanza)
  • Labetalolo (un farmaco per via endovenosa per un rapido abbassamento della pressione alta in ospedale o un farmaco orale per controllare la pressione domestica)
  • Nifedipina (farmaco orale per un rapido abbassamento della pressione alta durante la gravidanza)
  • Il solfato di magnesio è il farmaco più comunemente prescritto per prevenire l'eclampsia (convulsioni) durante la gravidanza.
  • I farmaci steroidei (betametasone e desametasone) sono prescritti per la rapida maturazione dei polmoni fetali se è necessaria l'estrazione fetale prematura.

Quando cercare aiuto da un medico?

Se hai pre-eclampsia, ci possono essere convulsioni (eclampsia), che possono portare a una coma materna e allo sbiadimento del feto. È necessario chiamare immediatamente un'ambulanza in caso di un attacco in una donna incinta. Pertanto, amici e familiari devono sapere come aiutare una donna incinta con pre-eclampsia all'inizio di un attacco. Cerca urgentemente un aiuto medico se hai sintomi di pre-eclampsia durante la gravidanza:

  • Disturbo visivo
  • Frequenti mal di testa che progrediscono e un costante mal di testa, che non può essere rimosso con l'aiuto di farmaci.
  • Dolore della cavità addominale, specialmente nel settore superiore.
  • Aumento di peso di oltre 900 grammi per tutto il giorno.
  • Dolore alle spalle, collo e altre parti della parte superiore del corpo.

Con una lieve forma di pre-eclampsia, i sintomi possono essere assenti, quindi è importante visitare il medico regolarmente per un esame programmato. Sarai misurato con la pressione del sangue, viene prescritta un'analisi delle urine, sulla quale è possibile stabilire la presenza di proteine e fare una diagnosi.

Guardare

Sintomi come bruciore di stomaco e gonfiore delle gambe sono considerati normali durante la gravidanza e non sempre indicano pre-eclampsia. Dillo al dottore su di esso la prossima volta che visiti. Ma se si osserva gonfiore insieme ad altri sintomi di pre-eclampsia, consultare immediatamente un medico.

A chi rivolgersi?

Per ipertensione e sintomi pre-eclampsia, consultare:

  • levatrice
  • medico di famiglia
  • perinatologia

A cosa dovrei pensare?

Ad oggi, è impossibile dire con certezza quale dei farmaci sopra elencati sia più efficace nel combattere l'ipertensione durante la gravidanza. Alcuni farmaci non dovrebbero essere assunti durante la gravidanza. Pertanto, se stai assumendo farmaci per ridurre la pressione sanguigna e hai intenzione di avere un bambino, assicurati di consultare un medico, e se sei incinta, mostra al tuo medico l'intero elenco di farmaci. Troppo velocemente un calo della pressione sanguigna riduce il flusso di sangue alla placenta, danneggiando il feto, quindi è necessario assumere il farmaco con un forte aumento della pressione, quando c'è una minaccia per la vita della madre e del bambino.

Prevenzione

Se si soffre di pressione alta (ipertensione), per riportarlo alla normalità prima della gravidanza, è possibile utilizzare le strutture sportive, una corretta dieta sana con abbondanza di frutta e verdura, come pure di mantenere il peso che misura il vostro indice di massa corporea. L'abbassamento della pressione impedisce al tuo corpo di sviluppare la pre-eclampsia.

Durante la gravidanza, dovresti visitare regolarmente un medico per la diagnosi precoce della malattia. Ecco quando è necessario iniziare il trattamento in tempo per prevenire lo sviluppo della grave pre-eclampsia. Studi recenti dimostrano che gli integratori di calcio e l'aspirina in piccole dosi contribuiscono alla prevenzione della malattia, specialmente tra quelle donne a rischio. Riducono inoltre il rischio di sviluppare una grave pre-eclampsia e un bambino con sottopeso. L'assunzione giornaliera raccomandata di calcio per una donna incinta è di 1200 mg.

Gli scienziati concordano sul fatto che l'uso delle vitamine C ed E non riduce il rischio di sviluppare pre-eclampsia.

trusted-source[57], [58], [59], [60], [61], [62], [63], [64]

!
Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.
You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.